Gods Of The Earth

Recensione scritta da per DeBaser. ()

Voto:

De-Rece Autentica:

 

Metallo!!!!!!1*

(Chi ha orecchie -consunte- per intendere intenda!)

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

*Note à piè di pagina:

Ricordo, seppur indistintamente, dell'arcaica esistenza sulla superficie del globo terracqueo di una Banda Heavy Metal chiamata Sword, proveniente dal Canada, di cui acquistai entrambi i loro universalmente imprescindibili vinili ("Metalized" e "Sweet Dreams") pubblicati nella seconda metà degli anni ottanta che, se non errabondo, tra una metallata e l'altra, fece altresì da opening-act per i redivivi Metallica nel Tour susseguente all'uscita di "Master Of Puppets".

La web-rete, provocando in mè(co) una lieve ma quantunque sopportabile delusione, (mi) erudisce sul fatto chè quei remotamente dispersi Metal-Spadaccini là alcunché hanno à che spartire, o quasi, con questi novelli Heavy-Lancillotti qùà.

Sarà.

Ma à scartabellare il secondo tomo dei testè metallizzati Texani, sortito à vent'anni dal "predecessore" e secondo disco degli Sword chè furono ["Dolci Sogni" per l'appunto], à dire il vero più di qualcosa à che fare la avrebbe eccome: entrambi i musicalmente irsuti Combos indirizzano le proprie coordinate sonore e canore verso un classicamente muscoloso, pasciuto, canicolare, stoicamente para-medievaleggiante (tematiche à base di aitanti cavalieri, gentilizie donzelle, svolazzanti dragoni, acuminate scimitarre e nequizie similari) Heavy Metallo Metallorum D.O.C.

Ancora: il maggiore e reale paradosso consta nel fatto chè il concept concepito (ops) alcuni mesi or sono suona, per taluni versi, di impostazione globale ancor più old-fashioned di quello generato dagli omonimi nel millennio passato.

Sarebbe il caso magari di chiedersi il reale senso e la fattiva utilità da attribuire e trarre dall'uscita e dall'ascolto odierno di una operazione di codesta passatista natura, ovvero della riciclata perseveranza nel proporre per la davvero infinita volta un genere caratterizzato da stilemi tanto battuti, abusati, consunti, scandagliati e prosciugati sino all'osso in ogni minimo dettaglio da più d'una ventina d'anni a questa parte.

Ma anche no.

Perché il disco, nonostante il prammatico scetticismo di fronte a operazioni di cotal guisa, parrà assurdo ma alberga una Sua positiva identità e riconoscibile dignità; in primo luogo, pur considerando le davvero strette coordinate stilistiche all'interno del quale si cimentano, l'assemblaggio non "suona" calligraficamente come nessun altro disco/gruppo del genere (praticamente un miracolo!): è chiaro non può non presentare aleatori rimandi, eroiche liaisons con qualcosa di già sviscerato negli ottocentododicimilioni di dischi heavy metal partoriti dalle origini (facciamo 1970?) a oggi ma al contempo sembra possedere un Suo indubitabile "perché". In second'ordine la costruzione tutt'altro che dozzinale/approssimativa ("Lords") delle nove tracc(i)e in esso contenute lascia (moderatamente) soddisfatti anche dopo una molteplice/reiterata quantità di ascolti; in quarta istanza (e la terza?) anche la scelta dei suoni pare particolarmente efficace ed azzeccata a partire dai momenti più turbolenti con un aspro flavour vagamente semi-Thrash ("Fire Lances the Ancient Hyperzephyrians") delle chitarre per passare alla corposamente dinamica e variegata strategia percussiva ("The Sundering"/ "How Heavy This Axe") che ne contraddistingue i tungstenici suono-connotati.

Insomma, ò Voi lettori divenuti irriconoscibili padri di famiglia, insospettabili colletti bianchi oramai asserviti completamente al sistema e al vildànaro, prendete una pausa di una modesta quarantina di miserabili minuti dalla Vostra adagiata et divanistica vitae, estrapolate dalle vecchie cassapanche il tumefatto chiodo d'ordinanza, l'insostenibile cinto borchiato, i raccapriccianti Jeans-à-tubo, la rattrappita/maleodorante maglia dei Manowar e procedete orsù verso la liberatoria, (in)sana, sloga-collo, magari ultima ma autentica Pogata in Santa Pace!   

P.S. personalmente ho lènito il mal di collo [mannaggia: non ho più l'età per certe cose] con la mirabolante Vegetalluminae

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Gods Of The Earth è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser:
www.debaser.it/recensionidb/ID_24969/The_Sword_Gods_Of_The_Earth.htm

Commenti (TrentOtto)

Lola
Opera: | Recensione: |
E con questa sono 100 rece. Ben scritta.
    Festwca
    Festwca Divèrs
    Opera: | Recensione: |
    Presi il primo "Age of Winters" perché sembravano un incrocio tra Sleep e Metallica e il pezzo "Iron Swan" spaccava abbastanza benino. Questo Gods of the Earth lo ascoltai due volte e mi ha fatto ricredere anche sul primo, infatti ora come ora lo aggiungere volentieri a Turbo nel pacco che ti devo spedire
      Prometheus
      Opera: | Recensione: |
      in effetti ultimamente la old-school mania sta prendendo decisamente piede, ma io pensavo si limitasse al thrash, invece a quanto vedo si ricicla pure l'old-school heavy. per curiosita' suonano NWOBHM???
        Prometheus
        Opera: | Recensione: |
        il voto non e' all'album che non conosco, ma alla copertina che e' bellisssima e fottutamente old-school!!
          El Chupacabra
          Opera: | Recensione: |
          Questo disco fa letteralmente cagare. Il primo era un bel pò meglio, ma sempre ruffiani senza personalità sono.
            Dissonance
            Opera: | Recensione: |
            A me questi non hanno mai convinto a pieno, anche nel disco precedente ("Age Of Winters") che era più affine ai miei gusti.
              telespallabob
              Opera: | Recensione: |
              Centesima recensione per te, commento n°1000 per il sottoscritto. Tutto questo va premiato (anche perché la recensione è sofisticata e ben realizzata)
                sfascia carrozze
                Opera: | Recensione: |
                Hey+là!! Avete (prima di tutto) indossato la maglia da Metal-Defender e rubato la scimitarra al vicino di casa patito d'armi affilate e non? Altrimenti non potete entrare (sempre chè lo si desideri, of course)in synthonia con cotanto disco/scritto privo di qualsivoglia pretesa chè non sia puramente mnemonico-revanscista. Dettociò: @Madama Lola: merci beaucoup; sarei infine giunto àlla fatidica sogliua dei 100.. OmmonDieu!! Mi spiace aver tediato il povero (quanto fin troppo accogliente)Popolo DeBaseriano di tante(troppe) orribili de-pagine. Abbattetemi (Vi spergiuro)! @Festuc-One: Emmanonglienevàgiammaibeneuna( chè sia una) 'orcocan! E questo non mi piace, e quellaltro è inascoltabile e quell'altroancora è disdicevole... insomma stò…
                  blechtrommel
                  Opera: | Recensione: |
                  Che dire? le solite belle cose..:D
                    Bartleboom
                    Bartleboom Divèrs
                    Opera: | Recensione: |
                    Che Signora Recenzione... e che signor recensore! scusa se non ti ho fatto visita prima, ma stavo rievocando i tempi eroici del jeans elasticizzato che mi appiattiva il culo... ;)
                      Bartleboom
                      Bartleboom Divèrs
                      Opera: | Recensione: |
                      oobbss...
                        Oo° Terry °oO
                        Opera: | Recensione: |
                        Spacchi, niente da dire.
                          IcnarF
                          Opera: | Recensione: |
                          Dal vivo sono un gran trituramento di palle! Meno male che a Bologna poi é salito sul palco un certo Phil Anselmo! ;)
                            Dr.Adder
                            Opera: | Recensione: |
                            Trasmissione tachionica (ST) dall'astronave C57D+vela solare (con tiranti in vetro-resina). E-greggio (raffinato o no decida lei) Dott.(e chi più ne ha più ne metta) Sfascia Carrozze come al solito una recensione tipicamente Sfascia Carrozziana (ovviamente).Potevo mancare alla sua centesima recensione? Come? ha pensato di si, bhe! ci sono lo stesso, volente o nolente (scherzo eh!). Fortunatamente, grazie all'inserimento di un 'moddy' (When Gravity Fails-G. A. Effinger) appositamente sviluppato per l'occasione sono riuscito a leggere tutto senza indugi. Però, non riesco a leggere tra i generi il Viking! Si è dimenticato di inserirlo oppure è un semplice problema di 'rimbalzo' di…
                              Defender85
                              Opera: | Recensione: |
                              ieri, come oggi, come sempre, SFASCIA FOR PRESIDENT!! Disco non male, ma devo ascoltarlo meglio.
                                sfascia carrozze
                                Opera: | Recensione: |
                                @Mr. BlackeTrommele: ma Lei è fin troppo gentilissim_ (sè lo lasci dire) @Bartolomeo Pestalozzi From Pinerolo: devo dire, nel merito del Suo rilievo (chè mi ha fatto decisamente ridere), chè madre natura mi istituì di terga addirpoco tondeggianti/titaniche indi neppure lo elasticizzante Gins protometallico è mai riuscito nell'improbo compito di ridurne la immane fattezza.. @Mademoiselle Terry-(im)Pallinata: speriamo di non produrre troppi et ingenti danni (spaccando, of course) @Monsieur IcnarF: apperò! Sè lì visionò dal vero.. fùrono sì tanto sgretolabolas? Manonechè mi andò solo per vedere Mister Anselmo et C. indi di ciò chè succedeva prima non gliene puoteva fregà-de-meno? Chissà.. @DoctorAdder: è sicuro di essere il Dottore e non il Paziente in cura? Le dirò: anch'io amo svolazzare assai, ma Lei, in questa spaziotemporale phase, mi pare afflitto da qualcosa di leggermente più preoccupante.. ;) @CaroIlMioDifensoreDell'Ottant acinque: al posto di Obama/McCain or in seno allo sempre più sfasciato stivale? |||| Muchas Gracias à todos, of course. Consenzienti e dissenzienti naturellement. Au revoir. Vado a riportare la scimitarra al vicino di Casa.
                                  darkHaem
                                  Opera: | Recensione: |
                                  Ottima recensione. Sbaglio ma le scorse volte non hai mai recensito album metal...
                                    Oo° Terry °oO
                                    Opera: | Recensione: |
                                    No impallinata no dai XD
                                      sfascia carrozze
                                      Opera: | Recensione: |
                                      @Messere DarkHaem: erra, Caro, erra. Copi e incolli (sè nè ha il coraggiuo) cotanto link [Un Link] (elimini eventuali spazi che dovessero malaughuratamente crearsi) nella barra del browser e poi mi dica sè sono or not un MetalHead (o TestaDiPiombo) di tutto rispetto.. @Mademoiselle SpallinataTerry: dicevo-così-per-dire naturellement.. io le giuovani donzelle (come suppongho sia Lei) à malapena Le sfiorerei con una lieve carezza sulla guancia... prima di impallinarle of course XD (La cito, se non Le spiace)
                                        Oo° Terry °oO
                                        Opera: | Recensione: |
                                        Ma come "Come suppongo sia lei"!!!!!!!!
                                          Oo° Terry °oO
                                          Opera: | Recensione: |
                                          Non si deve nemmeno mettere in dubbio! -.-"
                                            Workhorse
                                            Opera: | Recensione: |
                                            E' uno sfascia carrozze alquanto più fruibile del solito quello che ci si presenta per la centesima recensione, ma in forma come al solito.
                                              Anatas
                                              Opera: | Recensione: |
                                              che dire che non sia già stato detto? parola ai numeri!
                                                MissBlinky
                                                Opera: | Recensione: |
                                                Alè.
                                                  sfascia carrozze
                                                  Opera: | Recensione: |
                                                  Emmaqquanti (peraltro cortesemente magnanimi)de-commenti... mi sovviene al cranio(leso) chè (mi)risulta assai paradossale il facto chè più le de-recensioni siano oggettivamente pseudo-inutili/terrifi*anti più le si tenda accomentare (ogni velato riferimento, oltre chè alle mie oscene pagine, alla 'Morte Magnetica' chè stà infest(uc)ando il suolo DeBaserico nelle ultime settimane è puramente VOLUTO): sarà da interpretarsi in questo senso la notevole mole di cortesi de-passanti chè si soffermarono in questa bisunta Terrae Metallicae? Non è del tutto improbabile. @Mademoiselle PallinoGrande-PallinoGrande Pallino-più-Piccino Terry: perdoni il mio antipatico scetticismo, virghola, ma à questo insano de-mondo ho dovuto imparare (a mie faticose spese) à dover diffidare dalle (ancorchè)evidenti apparenze. @WorkSatanaBlinkyMissHorse: sono io chè non ho parole per ringratziarVi adeguatamente. Ossequi cortesemente ossequiosi à iosa.
                                                    Antmo
                                                    Antmo Divèrs
                                                    Opera: | Recensione: |
                                                    mi sono divertito a leggerti. invece per i metallari texani sono celiaco.
                                                      KindOfBlue
                                                      Opera: | Recensione: |
                                                      Nulla da dire alla recensione. Riguardo al metal sono una capra (mi limito ad ascoltare Iron Maiden, Motorhead e Metallica) e non giudico l'album, anche perchè non l'ho mai ascoltato. Auguri per la 100esima recensione ^_^y
                                                        Marcel Poisson
                                                        Opera: | Recensione: |
                                                        ...Stavo facendo del male a tutti. Era rimasto qualcosa che avessi toccato senza rovinarlo?
                                                          dreamwarrior
                                                          Opera: | Recensione: |
                                                          Il disco sweet dreams viene venduto su Amazon a partire da 40 sterline. Ricordo ancora che se ne parlava con toni entusiastici nella rubrica "...and justice for all" della vetusta rivista HM, qualcosa come 16-17 anni fa. All'ascolto non mi sembrò nulla di eccezionale, un po' Manowar, Dio, Sabbath, insomma la solita solfa trita e ritrita.
                                                            sfascia carrozze
                                                            Opera: | Recensione: |
                                                            @Antò! Hey+là! Coraggiuosissim_ (as usual) à divertirsi con cotanta facezia qùà. Mersì Bòcù. @TipoDiBlù: ma allora con cotanto medioevo musicalizzato Ella potrebbe andar decisamente annozze (o eventualmente conviverci, senza particulari problematiche). @MarcelloPoissone: abbia pietà di mè(co) ma non riuscii à captare la Sua (sicuramente dotta) de-citatzionem. @GuerrieroSogn(i)ante: eggià! Bei tempi quelli del quindicinale H/M.. chissà chè fine ha fatto il buon Paolo Piccini dopo le coraggiose esperienza Blast/Dynamo! Ossequi et vivissimi remerciements à todos.
                                                              farmit
                                                              Opera: | Recensione: |
                                                              Di questi sword avevo già sentito parlare, ma non ho mai avuto modo di ascoltare alcunchè della loro produzione..provvederò.la rece è molto buona, anche se l'uso/abuso di linguaggio aulico e latinismi alla lunga tende a stancare (almeno il sottoscritto!)..
                                                                SexMachine
                                                                Opera: | Recensione: |
                                                                Scartabellare una bella passera calda in queste primizie d'autunno darebbe forse più soddisfazione (anzichenò?)
                                                                  Girasole.
                                                                  Opera: | Recensione: |
                                                                  Io ho sentito solo "Freya" .
                                                                    giovanniA
                                                                    Opera: | Recensione: |
                                                                    ..ma lei, sior Sfascia, da giovincello usava dilettarsi non con L'isola del tesoro come omnes noialtri, ma forse con il tomo appellato Finnegans Wake del Giacomo Joyce? Poiché la qualità della sua di Lei scrittura tale mi fa ritenere suoi antichi passatempi. Sentiti omaggi al jubileo della Sua centesima pubblicazione su cotali pagine aracnoidi, e a ben rivederLa et rileggerLa, egregio messere (che umilmente ho provato a echeggiarne nel lemma e nello stilema)
                                                                      Festwca
                                                                      Festwca Divèrs
                                                                      Opera: | Recensione: |
                                                                      Adesso che mi sovviene, anche l'ultimo Iron Will dei Grand Magus è un discreto dischetto di metal retrò.
                                                                        sfascia carrozze
                                                                        Opera: | Recensione: |
                                                                        @GiovannoneCosciaLungo: La rassicurerei chè da piccino non solo giuocavo à "L'isola del Thesaurus", ma altresì à Nascondino, à Pincaro, à Pallone su terra battuta, pietraia, in mezzo alle pale di fichidindia (preferibilmente con Supertele), à TigerMask (ce le davamo di santa ragiuonem in una sorta di ring prefabbricato), à palla-puzza, à stamborrate (pallone rigorosamente in pelle o San Siro), à MazzuKeddu (una sorta di Baseball con bastoni e pietre): insomma, sè è questo chè voleva sapere dà mè(co), sarei proprio un finissimo intellettuale! @Festuk-One: Metal retrò?? Chè schifo! MasselascoltiLei!!! :D
                                                                          Fenrir
                                                                          Opera: | Recensione: |
                                                                          Lei continua a impressionarmi Sig. Sfascia. My compliments.
                                                                            Francescobus
                                                                            Opera: | Recensione: |
                                                                            "Metalized" è un disco coi fiocchi e pure il secondo "Sweet Dreams", seppur inferiore, contiene qualcosa di magico. Questi mai sentiti, ma mi è piaciuta assai la rece, soprattutto le prime 15 righe.

                                                                              Ocio che non sei mica loggato sul DeBasio!

                                                                              Se vuoi commentare:
                                                                              Accedi oppure Registrati

                                                                              Accedi usando un altro servizio


                                                                              DeBaser non è un giornale in linea ma una “bacheca” dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Hai dei Problemi? Leggi qui