Dracula

Recensione scritta da per DeBaser. ()

Voto:

..."dentro noi il bene ed il male sono indivisibili, due labbra della stessa ferita"...

Da sempre l'essere umano è oggetto di studi che ne evidenziano una molteplicità di personalità. Da sempre l'uomo è eternamente sospeso tra il bene ed il male, in una lotta senza tempo dove non è previsto alcun vincitore né vinto. Ogni cosa vista da angolazioni differenti genera proiezioni e comprensioni diverse a seconda del modo di sentire, e percepire, di chi recepisce un messaggio. Così appare Dracula, tanto spaventoso quanto estremamente umano. Forse ad essere spaventoso non è il personaggio in sé ma la natura stessa che genera il nostro essere.

In questo lavoro della PFM ci si interroga proprio su questo... alla fine cos'è spaventoso? L'uomo che disperato cerca l'amore anche al costo della vita degli altri o il Dio che maledice e costringe al terrore eterno pur essendo creatore e generatore d'amore? In entrambi i casi il bene ed il male appaiono come le labbra della stessa ferita alla quale non è permesso rimarginarsi. Dal cd ne esce un Dracula-uomo troppo vicino al nostro quotidiano, tanto da poter affermare che noi stessi siamo chiamati ad interpretarlo. Un Dracula innamorato e disperato da non poter accettare la morte della sua compagna tanto da maledire Dio, e pagarne le conseguenze, aspettando una morte che tarda a portargli quel sollievo e quel ricongiungimento, tanto agognato, con la sua amata. Una vita da mostro nella quale vi è coscienza del mostro che lo corrode, eppure così tanto umano. Di questo, nella sostanza, parlano i testi ed i contenuti scritti da Vincenzo Incenzo già autore con altri cantautori italiani.

Il disco è, in realtà, un progetto ambizioso che ha l'intento di portare, sul palcoscenico, un musical rock-progressivo sull'argomento uomo, seguendo una moda del momento (pensate a Notre Dame). Ciò che potrete ascoltare del disco, però, è solo la componente puramente rock-progressiva e non l'opera al completo delle orchestrazioni previste. Ma come suona questo disco? Trattando l'argomento "vampiresco" si potrebbe supporre un disco violento in cui le sonorità tendono al cupo ed al macabro. Al contrario, il disco appare molto intimista, lirico e decisamente progressivo. In buona sostanza la PFM rispolvera i vecchi stilemi del prog e si allontana anni luce dal precedente e, a mio avviso, deludente Serendipity. Il risultato è un disco strasuonato come solo la PFM sa fare, morbido, lirico, orchestrale, progressivo e pop al contempo senza mai scadere. La musica entra in testa con una rapidà incredibile e ci si sorprende a canticchiarla di continuo nonostante le partiture articolate. Premoli, Djivas, Mussida e Di Cioccio salgono in cattedra spolverando gli "attrezzi del mestiere" da "mastri bottegai" quali sono. Le parti vocali affidate a Mussida-Di Cioccio sono curatissime senza mai scadere nell'eccesivo "liricismo" tipico del prog. Nell'ultima traccia (la 10) compare Dolcenera che rifinisce il cantato con voce superba (e chi se lo aspettava!!!). Cori e orchestrazioni sottolineano un ottimo lavoro d'ensamble, alle partiture orchestrali risponde l'orchestra sinfonica bulgara composta da oltre 60 elementi. Un musical dove non sono la voce ed i coretti a farla da padrone ma la musica stessa.

Cosa dire, infine? Che questo disco è il miglior progetto che la PFM ha sfornato negli ultimi anni. La sterzata vorticosa verso "le proprie origini" di matrice '70 è ciò che francamente attendevo da questa formazione che riesce a mescolare la modernità al loro passato. Dracula suona come può suonare un disco della PFM nella miglior forma, un disco affascinante e piacevole nonostante i virtuosismi del prog. Un disco che descrive il nostro vivere quotidiano alla ricerca di noi stessi, ma soprattutto alla ricerca di ciò che l'uomo più desidera: l'amore e l'essere amato. A mio giudizio un capolavoro per la PFM. Almeno un ascolto è d'obbligo.

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Dracula è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser:
www.debaser.it/recensionidb/ID_6864/Premiata_Forneria_Marconi_Dracula.htm

Commenti (TrentaTre)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Vabbè, allora il rivenditore mi ha dato Notre Dame de Paris di Cocciante cammuffato da Dracula della PFM.
    lukin
    Opera: | Recensione: |
    "il bene ed il male appaiono come le labbra della stessa ferita alla quale non è permesso rimarginarsi"
      Logic Probe
      Opera: | Recensione: |
      Per Zaireeka: Appena possibile metterò su qualche sample così possiamo fare un paragone con Notre Dame...non mi sembra si possa parlare della stessa cosa. Non ripeterò commenti già fatti nell'altra recensione su DRACULA (a proposito chiedo scusa alla comunità di Debaser per questo doppione...ci siamo scritti "addosso" con mayhem) ma il disco è paragonabile "all'isola di niente". Poi se non piace...bhe...ricordiamoci il 5 pieno a Cesare Cremonini!! Ciaooo :)
        Logic Probe
        Opera: | Recensione: |
        per Lukin: la tua citazione tratta dalla mia rece è in realtà una citazione dei testi scritti da Vincenzo Incenzo (non mia :P). In essa è racchiuso lo spirito del cd. E' evidente che bisogna lasciarsi trasportare dalla trama del disco per assaporarlo appieno. E' come il Ca Ira...ascoltarne 2 minuti non ha senso. Solo un'osservazione lasciatemela: se sul disco vi è apposta la scritta "opera rock", voi cosa vi aspettate di trovarci? Sapete già…
          Hal
          Hal
          Opera: | Recensione: |
          Nei commenti noto pareri abbastanza contastanti su questo disco fra questa e l'altra recensione, però devo ammettere che questa presentazione che hai scritto me lo rende abbastanza interessante, almeno rispetto ai temi che solleva. Inutile chiedere samples ho come l'idea che 30 secondi a brano non possano dire quasi niente su questo lavoro.
            gasperinoERcarbonaro
            Opera: | Recensione: |
            Stavate parlando di me signori?
              Logic Probe
              Opera: | Recensione: |
              Ciao Hal e bentornato a leggermi :) Quando parlo di samples intendo almeno un paio di minuti a pezzo. Tutti i samples che ho inserito nele altre recensioni hanno durata tra i 2 ed i 3 minuti (30 secondi è davvero inutile...immagina un cd postrock come può suonare in 30 secondi!). Cosa aspettarsi da questo cd: Una forte trama che diverge dal Dracula originale per restituirlo più "umano" ed una musica suonata ad alti livelli…
                lukin
                Opera: | Recensione: |
                Logic, stavo per chiedertelo se fosse tua o una citazione, perché l'ho trovata bellissima come frase. Ho ascoltato ed apprezzato parecchio un disco dei Paper Chase in quest'ultimo periodo che si basa più o meno sullo stesso concetto. La musica però è molto differente mi par di capire. Ciao
                  Logic Probe
                  Opera: | Recensione: |
                  Non conosco niente del gruppo in questione Lukin, di che si tratta?
                    lukin
                    Opera: | Recensione: |
                    Mmmm fatico a definirli, diciamo noise-rock e non se ne parla più :)...Ho scritto una pseudo-recensione dell'ultimo disco, un po' di tempo fa qua su debaser, più che la recensione ti saranno utili i 4 samples che ho messo :D..ciao!
                      cece65
                      Opera: | Recensione: |
                      Dovrei ascoltarlo, ma francamente le commistioni fra rock e opera non mi attirano per nulla.
                        Logic Probe
                        Opera: | Recensione: |
                        cece65 cerca di dargli un'occhiata...potrebbe piacerti molto (ripeto non è così operistico come lo si dipinge). Restate sintonizzati, al più presto metterò qualche samples.
                          Hal
                          Hal
                          Opera: | Recensione: |
                          ho aggiunto la recensione alle altre di logic probe, questa l'avevi mandata con una mail differente dalle altre
                            Logic Probe
                            Opera: | Recensione: |
                            Grazie ancora editori e perdonate il mio sbaglio :)
                              antoniomimmo
                              Opera: | Recensione: |
                              Ragazzi che dire? La P.F.M. è tornata per davvero. Questo Cd è semplicemente "mostruoso". Onestamente non riesco a dire quale possa essere il brano più bello in quanto tutti gli 11 brani sono micidiali. Se comunque devo fare dei nomi cito: l'ouverture, il castello dei perchè, ho mangiato gli uccelli, terra madre, male d'amore...... Un invito: ascoltatelo, ascoltatelo ed ancora....è veramente bello. La tecnica della Premiata è da sempre riconosciuta da tutti gli addetti ai…
                                zaireeka
                                Opera: | Recensione: |
                                Che dire, mi arrendo. Ma a me in questo album mi pare a volte di sentire i Pohh che cantano: "DIO DELLE CITTAAAAAAAAA', E DELL'IMMENSITAAAAA'..". PS Forse lo trovo così scadente perchè non ho ascoltato Serendipity?
                                  zaireeka
                                  Opera: | Recensione: |
                                  Concordo con antoniomimmo sui brani. Solo che se per lui quelli citati sono brani eccezionali in un buon disco per me sono brani quasi buoni (a parte il Castello dei Perchè che è veramente molto molto bella) in un disco mediocre o peggio. Per quanto riguarda le capacità esecutive, sono grandissimi come sempre.
                                    zaireeka
                                    Opera: | Recensione: |
                                    Concordo con antoniomimmo sui brani. Solo che se per lui quelli citati sono brani eccezionali in un buon disco per me sono brani quasi buoni (a parte il Castello dei Perchè che è veramente molto molto bella) in un disco mediocre o peggio. Per quanto riguarda le capacità esecutive, sono grandissimi come sempre.
                                      Logic Probe
                                      Opera: | Recensione: |
                                      cioè fammi capire una cosa: Sardegna di Cremonini e la sua produzione nell'ultimo disco è da 4 e Dracula me lo bolli con 2? Affermate che la ricetta del futuro in Italia è lasciata a "..da quando Senna non c'è più..." e che il disco della PFM è la cosa più scarsa sentita negli ultimi tempi? Paragonate questo cd a Notre Dame e parlate di miracolo con Maggese? Ma vi siete lasciati trasportare dai testi…
                                        Logic Probe
                                        Opera: | Recensione: |
                                        trovo, al fine, molto interessante il votare con un climax discendente il cd che miracolosamente passa da 2 a 1! (1 pfm vs Cremonini 4). Significa che ci hai ripensato? Penso che un giudizio sia più che sufficente, non trovi? Bastava mettere 1 dal principio. Prescindendo che il voto non ha più peso dell'aria e che da sempre il votare mi manda in bestia, trovo pittoresca la volontà di voler a tutti i costi debellare…
                                          antoniomimmo
                                          Opera: | Recensione: |
                                          Sinceramente non capisco l'acidità di Zaireeka. Un CD quale "dracula" suonato con grande professionismo e con delle musiche incredibili, ti chiedo, oggi dove lo trovi? Potrei essre daccordo con te solo nel caso tu dovessi paragonare "Dracula" ai primi lavori del gruppo (fino Jet Lag), ma oggi come oggi sinceramente non riesco ad ascoltare musica migliore di quella suonata nell'opera Rock "Dracula". Ancora un consiglio: ascoltalo svuotando la mente da pregiudizi e vedrai che sarai…
                                            Anonimo
                                            Opera: | Recensione: |
                                            Ragazzi il problema non è che la Pfm non sia più capace di fare buona musica... il problema è che sempre meno gente è capace di ascoltare buona musica... unz unz unz unz unz unz ciao!
                                              jimi
                                              Opera: | Recensione: |
                                              ehi logic probe nn ascoltare sti zotici che dicono che la pfm nn sa fare + buona musica... dracula è un capolavoro(le musiche x me sn stupende, il duetto finale cn dolcenera è favoloso a dire poco, overtoure è un pezzo strmentale fantastico...); secondo me questo disco è l'anticipo della versione teatrale, che secondo me sarà indescrivibile(perchè ampliata da molte parti inedite sul disco)... cmq 5-5 te lo meriti, bella rece. se ti capita leggi…
                                                TheLizardKing
                                                Opera: | Recensione: |
                                                Poche parole, a mio avviso, per commentare un'opera del genere...
                                                La pfm è come il buon vino + invecchia e meglio suona!
                                                  Logic Probe
                                                  Opera: | Recensione: |
                                                  ciao jimi...mai pensato che chi declassa questo disco possa, in qualche misura, convincermi che il disco è cacca! E' evidente che queste persone che gridano al miracolo Cremonini poco hanno capito di questa meraviglia. Ma tant'è....Ti consiglio di dare un ascolto a Randone "Hybla parte 1" che trovi a questo link: Un Link A proposito ascolta gli Anatrofobia con "tesa musica marginale"....altro che CREMONINI!!!!!! eccoti il link: Un Link Un abbraccio a tutti declassatori e…
                                                    The_Edza
                                                    Opera: | Recensione: |
                                                    'mazza... l'unica cosa che posso dire è che spero vivamente di poter andarlo a vedere a teatro

                                                    MA QUANTO C***O E' BELLA UN DESTINO DI RONDINE??? Pura poesia, dolce, disperata... ma anche gli altri pezzi non sono da meno!
                                                    Uno dei migliori album italiani che abbia mai avuto il piacere di sentire (contato anche cmq che nn ne ho sentiti molti :D)

                                                      Logic Probe
                                                      Opera: | Recensione: |
                                                      Ciao Edza, prova a dare un ascolto agli "a piedi nudi" con il disco Eclissi. Se ti piace un prog molto incazzato in lingua italica...bhe...potrebbero piacerti. :)
                                                        Anonimo
                                                        Opera: | Recensione: |
                                                        E' un disco veramente stupendo, che fa pensare: "Cazzo, ma allora qualcosa di buono riesce a sfornarlo la musica italiana!" Fosse stato in inglese avrebbe di certo fatto successo in tutto il mondo.
                                                          Anonimo
                                                          Opera: | Recensione: |
                                                          semplicemente EPICO!!!!!!! ho pianto come un bambino allo spettacolo, la emozione mi strangolava. La PFM... meravigliosa! grazie di esistere!
                                                            TheLizardKing
                                                            Opera: | Recensione: |
                                                            raga qualcuno di voi.. conosce le date del tour dell'opera ? perche sul sito www.draculaoperarock.it non sono presenti... :((
                                                              zaireeka
                                                              Opera: | Recensione: |
                                                              Un pò in ritardo rispondo. Volete un gran disco prog? Eccovelo qua: il penultimo dei The Tangent (l'ultimo non lo conosco)
                                                                $face$
                                                                Opera: | Recensione: |
                                                                Nonostante i vari contentini per gli amanti del progressive e la buona la capacità di rendere le atmosfere, credo che degli ottimi insegnanti (di musica classica e non solo) come loro potessero fare di più. Inoltre, i testi assumono spesso dei tratti patetici con vocaboli poco adatti e pronuncia fuori luogo. A mio avviso azzeccata, invece, l’assegnazione delle parti cantate: viene dato molto spazio a Flavio Premoli che di solito fa giusto qlk intervento. Poco…
                                                                  Anonimo
                                                                  Opera: | Recensione: |
                                                                  Per fortuna esiste la PFM, una delle pochissime cose belle che riusciamo a sfornare in italia.Il mio pensiero si rivolge in modo particolare al maestro Frank Mussida, capace di suonare qualsiasi genere, il vero musicista è colui che ha la conoscenza di tutta la musica... e lui è un grande musicista!

                                                                    Ocio che non sei mica loggato sul DeBasio!

                                                                    Se vuoi commentare:
                                                                    Accedi oppure Registrati

                                                                    Accedi usando un altro servizio


                                                                    DeBaser non è un giornale in linea ma una “bacheca” dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Hai dei Problemi? Leggi qui