Sto caricando...

Donny Hathaway
Donny Hathaway

()

Voto:

"Era il male oscuro di cui le storie e le leggi e le universe discipline delle gran cattedre persistono a dover ignorare la causa, i modi: e lo si porta dentro di sé per tutto il fulgorato scoscendere d'una vita, più greve ogni giorno, immediato" - cit. Carlo Emilio Gadda, "La cognizione del dolore".

Al maschile, il male oscuro. Al femminile, la depressione. Uno dei nemici più terribili della nostra esistenza, per opporsi al quale non vi è medicina che tenga. Nessuna difesa contro questo cancro silenzioso e sordido che, pur privo di cellule, ti cresce dentro inesorabile e le cui metastasi aggrediscono l'anima.

Neanche l'arte, il genio e la gioia di fare musica come pochi altri al suo tempo (e in quello successivo) hanno potuto salvare Donny Hathaway dal male oscuro. Neanche un simulacro di successo. Neanche la stima e in alcuni casi l'amicizia profonda di alcuni colleghi e colleghe. Nulla di nulla. Unica luce in fondo al tunnel, lanciarsi a trentatré anni da una finestra posta al quindicesimo piano del proprio albergo a New York. Un angelo caduto in volo, questo tu ora sei...

Quando, all'inizio di questo millennio, nella classifica all-time dei 100 migliori album di soul stilata da "Mojo", notai che al posto del prevedibile "Everything is everything", primo e magnificente parto sulla lunga distanza di Donny Hathaway, i competentissimi redattori avevano messo il secondo, eponimo album del 1971, ebbi un colpo al cuore. Che gioia indicibile sapere che, come te, qualcuno - e che qualcuno! i migliori scrittori viventi di soul music sul pianeta Terra -  giudicava in maniera entusiasta una simile meraviglia. Generalmente certo apprezzata, da taluni anche molto, ma ritenuta opera di minor caratura rispetto al colossale debutto. Forse perché i dischi di cover (qui, su nove brani, ben otto lo sono) quasi sempre - vi sono eccezioni, come si sa, al riguardo - vengono ritenuti un momento minore nella carriera dei grandi artisti rispetto alle produzioni a firma autografa. E come avviene nelle eccezioni di cui sopra, se le cover sono di tale fatta ovvero materia presa a prestito, poi introiettata, quindi fatta propria per essere infine rielaborata secondo una sensibilità "altra" e personalissima, siano sempre benedette le cover. "Donny Hathaway" è pertanto un disco di cover soul che diventano degli splendidi originali, l'equivalente di ciò che rappresenta "Kicking against the pricks" per il blues.

In questo disco tutto sembra sospeso tra la terra e il cielo. Una voce che sembra racchiudere dentro di sé tutta l'angoscia del mondo ma che, per contrasto, non sembra mai diméntica dell'immortale tensione purificatrice del gospel ("Magnificient sanctuary band" e "Put your hand in the hand", Donny e il gospel, una cosa sola). Una predilezione per ballate che dire lente non rende l'idea, sono il battito di un brachicardico ("Giving up"). Dire sofferte significa non sapere cos'è la sofferenza ("He ain't heavy, he's my brother"). Dire intense significa intonare un inno all'amor profano ("Little girl", "She is my lady" e "Take a love song") con una tale partecipazione che non può essere catalogata altrimenti che sotto la voce "musica sacra". Dire essenziali significa pensare a come il canto di un uomo, con il solo accompagnamento di un piano, può condurti giù giù sino ad un nucleo in cui il dolore diventa incredibilmente estasi ("A song for you").

Dire perfette significa ascoltare, al suo meglio, la musica dell'anima. Qui. In silenzio.

Tra la terra e il cielo. Dove si dice che stessero sospesi gli angeli.

Ultimi Trenta commenti su TrentaCinque

Ardalo
Ardalo
Opera:
Recensione:
blechtrommel
blechtrommel
Opera:
Recensione:
dice il saggio: attendi sul bordo del fiume e vedrai la recensione di blechtrommel passarti vicino..


boredom
boredom
Opera:
Recensione:
Shò
Shò
Opera:
Recensione:
non ho parole


mocampo
mocampo
Opera:
Recensione:
é stato un piacere leggerti e lo ascolterò.


Workhorse
Workhorse
Opera:
Recensione:
Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Voto alla gnocca (Y)(Y)(Y)(Y)1/2!!! (vedrai che così attiriamo qualche altro lettore... ;)) )


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
ah, bartle, finalmente!...adesso posso davvero scrivere la rece successiva. seguendo il tuo consiglio, nella prossima per tutti i visitatori allegherò un calendario Pirelli con Donna Summer in desabbigliè...perdonatemi, son pur sempre un anziano assai poco up-to-date...:))))


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Di solito le recensioni più visitate/commentate sono quelle col voto alla gnocca e con commenti tipo "MUORI BASTARDO!!!", "DAMMI IL TUO INDIRIZZO CHE TI SPEDISCO UNA CARTOLINA DA CALCINCULIA". Sai, soulman, mi rendo conto che può essere un po' frustrante trovarsi sempre i soliti, pochi fortunati a commentare le proprie recensioni. Eppure, boh... le tue pagine sembrano sempre più delle piccole "Isole felici": begli scritti, bella gente e bella musica! Rinnovo il mio cingu! ;))


Oo° Terry °oO
Oo° Terry °oO
Opera:
Recensione:
Fantastica, complimenti. Il voto alla gnocca è per me, non nascondiamolo.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
No, non nascondiamolo.


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
miss Terry, vox populi vox dei...pertanto, grazie e un 5 pieno, sulla fiducia:)


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
A me piaceva di più "Everything is Everything", del quale avevo un vinile da qualche parte... Ma adesso mi tocca ripescare pure questo (che credo sia stato commercialmente più fortunato, ai tempi) E dato che ci siamo non dimentichiamo quello con Roberta Flack,che dici, Soulman? In certi pezzi quei due funzionavano a meraviglia.- P.S. Voto alla gnocca di default all'unica presente ma meglio sarebbe un minimo di concorrenza...


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
bravissimo odra! ci pensi tu a everything is everything? poi ci sarebbe il live...non fatemi fare come il guzzanti di Quelo (ecche devo fà tu-tto io? è dalle sette che sò sveglio e la bbambina ha pure voom-mmitato...cit.). Roberta Flack, visto che meritava, la mettiamo come esca per le prox rece...:)


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Caro Soulman,non ce la faccio a farcela, ormai. Sono in DePensione: tu c'hai la bambina vomitata, io devo stare appoggiato ai pali della luce osservando gli operai del cantiere, scuotendo la testa... Però ieri sera ascoltavo "Black Moses" e pensavo: se fossi Imasoulman e la bambina si fosse addormentata, due righe su 'sto disco... Buona giornata


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
DeBaser a quale fondo pensione negoziale di categoria aderisce? si può portare anche il tfr? che rendimenti ha avuto l'anno passato? quanti sono gli iscritti al fondo? e soprattutto dopo quante recensioni gli editors danno il loro contributo (e in che misura) al FIP sottoscritto dai propri "dipendenti"? no perchè una pensioncina integrativa, di questi tempi, buttala via..:)))


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ho sottoscritto un fondo pensione, non godendo, nonostante la "vetustetà", di trattamenti previdenziali in qualità di DeUtente(temo qui non esista il fondo di categoria). Ma conduco una DeEsistenza marginale e ascetica, non mi parlare di rendimenti,non ne capisco un'acca, quando c'è la salute e un paio di scarpe buone... Per quel che riguarda l'età DePensionabile non credo esistano parametri: in ogni caso io ho fruito di una sorta di DFePensionamento anticipato e volontario, senza nemmeno arrivare a quota 100 paginette. Però mi pare comunque piuttosto prematuro il tuo interessamento, in fondo ti si legge da pochino. Vabbè che il futuro (e il DeFuturo) si preannunciano tutt'altro che rosei, ma pensare all'integrativa con tutto la miniera di musiche ancora da estrarre, specie l'aureo filone soul.... Comunque, per quel che può valere sappi che quaggiù a Villa arzilla, sbirciando qualche volta l'home page, se c'è una recensione di Imasoulman si clicca subito e si apprezza sempre. Per quel che può valere, appunto, per me sei una delle rare ottime "novità" del DeMondo. Saluti


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
appunto, è per questo che mi interesso, per potermi pianificare al meglio il futuro:)è la mia DeDeformazione professionale che mi porta a informarmi sul tema...vabbè, ho capito, piano a lungo termine secondo la vigente legge 252/05 (65 anni di età per gli uomini, 60 per le donne...finchè dura, cioè a dire ancor per poco...)...tradotte in DeRecensioni fanno circa un 1800 circa... ,brutta storia, per noi ex-giovani con un "grande avvenire dietro le spalle":)))


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
imasoulman = c'è


frank favano
frank favano
Opera:
Recensione:
Complimenti caro Soulman....Recensione suggestiva e chiara tra l'altro ci accomuna la passione per il soul, un genere che (senza nulla togliere agli altri) anche le nuove generazioni dovrebbero riscoprire....Donny è stato un grande un caposcuola peccato che non abbia avuto una vita tanto facile....Chissà che avrebbe fatto se ancora vivesse....


tiziocaio
tiziocaio
Opera:
Recensione:
Bellissima rece Soulman. Ieri ho scoperto questa meraviglia di cantante grazie al tanto bistrattato Spotify che sarà anche carne da macello per le case discografiche multinazionali ma a volte saltano fuori meraviglie come questa. Fra i suoi dischi ho apprezzato molto, oltre all'omonimo. anche Extension of a man a mio parere più jazzy dei precedenti.


lector
lector
Opera:
Recensione:
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
Bellissima. Mi cerco il disco


imasoulman: comunque, grazie del passaggio. Onorato
proggen_ait94: grazie a te!!
hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
Good job man, good job...


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
10 anni fa, dopo la lettura di questa elegia, andai a cercare i dischi che non avevo ascoltato o non avevo più. Sto ascoltando "Extension Of A Man". Ringrazio ancora, qui e ora, il Dr. Imasoulman.


imasoulman: ripasso e come scritto poco più sotto a distanza di anni pooso assolutamente rilanciare: anche 'Extension of a Man' è bello da piangerne in toto. In alcuni momenti, sfiora l'ineffabile
lector
lector
Opera:
Recensione:
Ho già espresso la mia approvazione a suo tempo, ripasso solo per ribadire che le conseguenze di una stitichezza non curata possono rivelarsi estremamente fastidiose....


imasoulman: minchia me l'hai tirata! E' due giorni che ho l'influenza intestinale!!
lector: Pensa che proprio oggi ho finito la cura a base di normix e enterogermina, incredibile, vero, questa celeste armonia d'amorosi sensi?
imasoulman: sicuro sia proprio proprio celeste, il colore?
lector: Minuzie....
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
5 senza neanche pensare, anche se la sua sarebbe con la pioggia...


imasoulman: non ho capito cosa intendi, ma comunque ti ringrazio ;)
proggen_ait94: semplicemente che mi sembra un disco da mettere in un pomeriggio di pioggia :)
imasoulman: ah, ok...ci sta (anche se, ogni tanto, si irradia di speranza 'Magnificient Sanctuary Band'...)
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Avrebbe minimo qualche centinaio di dischi da recensire con questa Nobiltà unica... a me ne basterebbe qualche decina...
Letture che coinvolgono e avvolgono completamente ...
Thank SoulMan


imasoulman: grazie NH, sempre troppo lusinghiero e prodigo di elogi per questo ex-scrivano in pensione
Ma questo vale nulla, a fronte dell'immensità dei dischi di Donny (con il tempo, non riesco più a fare differenza tra i suoi dischi, tutti e tre quelli in studio, più un live incredibile e un disco di duetti con Roberta Flack belli da piangerne. Letteralmente)
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
ce l'ho sto disco, ehm, discone
l'opera era gia' stata da me votata 5,
1 alla rece


imasoulman: correggi, allora...;)
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Concordo praticamente su tutto. Hai scelto un artista molto meno conosciuto di quanto merita...


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Donny Hathaway è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link