Sto caricando...

Martello e la sua DeCollezione

@ A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z



Enzo Carella: Vocazione
Enzo Carella: Vocazione ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)
Ancora un po' immaturo però gli elementi ci son già tutti. Arrangiamenti meno morbidi rispetto a Sfinge e Barbara, più spigolosi e particolari. Ne escono fuori grandi pezzi come Vocazione, Fosse vero, L'anima pagliacciona e Malamore, brani ironici e pepati come Ballatetta e La serietà e ritratti fuori dal mondo come Il sud è un'infanzia sudata. Direi meno di Sfinge e più di Barbara e altri

Zimmy: Se si facesse una classifica delle migliori frasi messe in musica in lingua italiana, penso che "la chioccia monsignore scivolante limousine fa la barba all'erbacroce con i bordi del piqué" meriterebbe uno dei primi posti. Non mi stancherò mai di ribadire che razza di virtuoso della parola fosse Pasquale Panella... e qui aveva un musicista/interprete che gli rendeva giustizia non meno di Lucio, e ho detto tutto
hjhhjij: A quanto pare qui mi è sfuggito un fenomeno...
Martello: A tutti purtroppo sfugge questo fenomeno caro @[hjhhjij]. È riuscito a mettere in musica i testi di Panella in maniera eccelsa, forse superando il buon Lucio per innovazione (oggi Carella è celebrato nel mondo indie da personaggi discutibili come Calcutta)
hjhhjij: Non sapevo che Madre Teresa si occupasse anche di musica, ma approfondirò Carella.
Martello: Ahahahahahahaha. Meglio se vai sentire i primi 3 di Carella va, così vedrai chi elogia la Madre Teresa
hjhhjij: Lo farò.
Zimmy: A prescindere dall'apporto del buon Panella che è sempre caratteristico per bizzarria e inventiva, e a prescindere anche dai personaggi discutibili che lo elogiano (ma 'nfatti che cazzo di nome d'arte è Calcutta, dai su...), Carella è stato uno dei più originali e meritevoli talenti del pop-rock italiano tra la fine degli anni Settanta e i primi Ottanta (con qualche incursione nei decenni successivi che, però, personalmente non conosco). I primi tre dischi sono delle perle oltre ad avere in formazione musicisti da paura
Martello: Sono più o meno d'accordo con Zimmy, Carella è un musicista che negli anni 70 e inizi 80 ha cambiato le carte della musica italiana. E poi pezzi come Carmè, Sfinge, Riflessione finale e Malamore suonano ancora oggi molto moderni. Per me il suo pezzo migliore però è Vocazione, uno degli apici lirici di Panella
Zimmy: Pare che Battisti stesso fosse un suo ammiratore
Martello: Ho saputo...ringraziamo Carella che ha introdotto Panella al mondo della canzone