Recensioni di film e video

Questa qui è la paginella di ricerca delle recensioni. Se non la capisci evitala, ma sappi che puoi anche usare la ricerca libera.

Risultati


Giulio Questi: Se Sei Vivo Spara - Oro Hondo

Giulio Questi: Se Sei Vivo Spara - Oro Hondo

di happypippo1 | DeRango™: 6.02

Può sembrare strano l'accostamento dell'aggettivo horror per un western italiano ma sicuramente questo celebre e discusso film di Giulio Questi merita in pieno di essere considerato come tale. Protagonista un giovane Tomas Milian (lo straniero), vede questi aggirarsi per le strade di una cittadina in preda al delirio di violenza…

Zack Snyder: 300

Zack Snyder: 300

di Lesto BANG | DeRango™: 5.44

Trecento. E non ne resterà vivo nemmeno uno... Cristosanto, che filmone "massiccio"!! Questo nuovissimo "300" di Zack Snyder, tratto dal fumetto-cult di Frank Miller è un vero macigno di spessore e "machismo" che gronda forza, intensità e sudore in ogni singolo fotogramma, curato in maniera ossessiva da una direzione fotografica…

Dario Argento: Quattro Mosche Di Velluto Grigio

Dario Argento: Quattro Mosche Di Velluto Grigio

di vellutogrigio | DeRango™: 16.78

Terzo film di Dario Argento, contraddistinto da una distribuzione del tutto lacunosa che ne ha impedito la circolazione nel mercato vhs e dvd, quasi mai trasmesso in tv, 'Quattro mosche di velluto grigio' (1971) risulta uno snodo importante nella carriera dell'allor giovane regista romano. Riassumo sinteticamente la trama: batterista rock,…

Takashi Miike: Imprint

Takashi Miike: Imprint

di C.H.A.R.L.I.E Nokia | DeRango™: 7.03

'Imprint' è l'ultimo grande film in ordine di tempo dell'iperproduttivo maestro giapponese Takashi Miike, ovverò uno dei migliori cineasti del "raccapricciante" che abbiamo in questo momento sul pianeta terra, che sia forse il più grande lo si evince dalla sua sterminata sequela di capolavori nel giro di pochi anni, e…

Damiano Damiani: Alex l'Ariete

Damiano Damiani: Alex l'Ariete

di Hetzer | DeRango™: 16.74

Vi ricordate Alberto tomba, vero? Un uomo capace di grandi cose con degli sci ai piedi che però, sceso dalle montagne, si è dato anima e corpo a un'opera di auto-sputtanamento il cui culmine indiscutibile viene raggiunto nel 2000 con questo cesso filmico assurdo. Non sono chiari a nessuno i…

Jean Renoir: La Grande Illusione

Jean Renoir: La Grande Illusione

di Sabatino | DeRango™: 6.32

Vedere e rivedere "La Grande Illusione" di Renoir fa bene al cuore, lasciarsi ogni volta sorprendere dall'antica umanità dei suoi personaggi è una gioia che pochi film sanno comunicare, e poi è uno di quei film che una volta girati smettono di appartenere al regista e ai suoi collaboratori per…

Stanley Kubrick: Arancia Meccanica

Stanley Kubrick: Arancia Meccanica

di Sanjuro | DeRango™: -23.26

Sopra-Valutato. Kubrick, ma molto piu mediocramente han fatto i vari Spielberg e l'odioso Zemechkis (con Tom "Pesce Bollito" Hanks a interpretare il ruolo che gli competerebbe nella vita, quello di Forrest "Gamberi Con La Pastella" Gump), ha diretto film con una sobrietà ragionieristica encomiabile tutta una vita. E' sempre lo…

Woody Allen: La Maledizione Dello Scorpione Di Giada

Woody Allen: La Maledizione Dello Scorpione Di Giada

di uxo | DeRango™: 6.64

Stilizzato. Nei cappelli, negli impermeabili nelle sigarette e tutto il resto. Se fate caso all'inizio del film appare scritto in grande, tipo fumetto "1940". "La maledizione dello scorpione di giada" è ambientato in un'epoca in cui gli uomini fumavano sigarette e di notte andavano a rubare gioielli, poi tornavano a…

Woody Allen: Criminali da strapazzo

Woody Allen: Criminali da strapazzo

di uxo | DeRango™: 3.10

Film del 2000, diretto ed interpretato da Woody Allen. Partecipano alla pellicola Tracey Ullman (nei panni della moglie), Hugh Grant (nelle vesti di mercante d'arte e maestro di vita) John Lovitz (delinquentello piromane). In breve, l'ex galeotto Allen, lavapiatti, decide di rapinare una banca raggiungendo il caveau con un tunnel…

Kim Ki Duk: Ferro 3

Kim Ki Duk: Ferro 3

di Stoopid | DeRango™: 44.12

Coreano, geniale, eclettico, avulso al mainstream e alla grammatica del Cinema, opinabile, maleducato, animato dall'urgenza creativa più che dalla smania perfezionista. Kim Ki Duk racconta storie, raffinatissimi esperimenti che continuano a strisciare sottopelle anche molte lune dopo la visione. La crudezza espressiva delle prime opere si estingue nella profonda, estatica…