Recensioni di musica - pop

Questa qui è la paginella di ricerca delle recensioni. Se non la capisci evitala, ma sappi che puoi anche usare la ricerca libera.

Risultati


Riccardo Sinigallia: Ciao Cuore

Riccardo Sinigallia: Ciao Cuore

di Neu!_Cannas | DeRango™: 6.00 Novità!

Il 2014 è stato, con molta probabilità, l’anno zero di Riccardo Sinigallia: otto anni di silenzio discografico, una valigia piena di esperienze dall’apparente peso specifico leggero, una forte crisi, economica ed artistica, che lo aveva portato a vendere gli strumenti e pensare di lasciare per sempre il mondo della musica.…

Riccardo Sinigallia: Ciao Cuore

Riccardo Sinigallia: Ciao Cuore

di GrantNicholas | DeRango™: 26.43 Novità!

Riccardo Sinigallia è forse la figura più curiosa dell’intero panorama cantautorale italiano. La sua storia iniza a fine anni ’80, in una cover band comprendente l’allora sconosciuto Niccolò Fabi e Francesco Zampaglione (fratello del più famoso Federico, con il quale fonderà i Tiromancino); già a quei tempi inizia a proporre…

Bruce Springsteen: Working on a Dream

Bruce Springsteen: Working on a Dream

di Hungry | DeRango™: 25.44

Quando questo disco arrivò sugli scaffali, nel 2009, fu spinto da una forte campagna promozionale, quasi pari a quella del grande successo planetario con, ciliegina sulla torta, la partecipazione al Super Bowl, con una esibizione mozzafiato davanti ad una marea di gente. A parere mio questo ha penalizzato un disco…

Bob Dylan: New Morning

Bob Dylan: New Morning

di Hungry | DeRango™: 17.67

1970 esce New Morning, disco per molti versi anti-Dylan come lo era stato solo quattro mesi prima Self Portait, clamoroso insuccesso di un autore che fino a quel momento non aveva praticamente quasi mai sbagliato un colpo. Questo disco, dicevo, anti-Dylan perché né folk, né rock, né blues, salvo che…

Paul McCartney: Egypt Station

Paul McCartney: Egypt Station

di GrantNicholas | DeRango™: 30.50 Novità!

Per il vecchio Macca abbiamo prevedibilmente finito ogni parola, definizione, elogio disponibili. Questo anziano signore di settantasei anni suonati, ex componente di sappiamo noi chi, se ne esce col suo diciassettesimo album in studio, a 5 anni dall’ottimo “New”. Allora si affidò alle sapienti mani, assieme ad altri, del produttore-guru…

Watoo Watoo: Modern Express

Watoo Watoo: Modern Express

di ALFAMA | DeRango™: 24.63 Novità!

Per tutte le stagioni con una sorridente lacrimuccia sul cuore e tante nuvolette incorniciano gioiose danzanti malinconie. Ricetta molto semplice,dosare con precisione gli ingredienti e il risultato è assicurato. Un retro gusto francese su tavola imbandita in un profumato pomeriggio di fine stagione, inizio o metà. Le Stagioni non iniziano…

Pet Shop Boys: Bilingual

Pet Shop Boys: Bilingual

di Abraham | DeRango™: 17.73

Via i costumi! E giù le maschere. Mi spiego: i promo video dei singoli che fecero da corollario all’album precedente, “Very”, anno di grazia 1993, videro Neil e Chris abbigliarsi simil lego di un blu-arancione sgargiante, di rosa e di occhiali da sole tridimensionali. In merito alle parrucche, meglio sorvolare.…

David Sylvian: Red Guitar

David Sylvian: Red Guitar

di mauriziodag | DeRango™: 6.22

Con l’arrivo di Settembre è immancabile sui social (su Facebook in particolare) l’irresistibile spinta a postare almeno nel primo giorno del mese, September di David Sylvian. Noi ci discostiamo alquanto da simili fenomeni ripetitivi e di massa, e ricorriamo, con l’aristocratica sufficienza e l’inossidabile ammirazione che si conviene per l’ex-Japan,…

Tony Molina: Kill the Lights

Tony Molina: Kill the Lights

di Pinhead | DeRango™: 18.95 Novità!

«La brevità è l'anima stessa della saggezza.» (William Shakespeare, Amleto). «Chiunque abbrevia una strada è un benefattore di ogni singola persona che ha modo di viaggiare da quelle parti.» (Jonathan Swift, Lettera di monito a un giovane poeta). «La brevità indica chiarezza d'idee, epperò vigore d'ingegno.» (Niccolò Tommaseo, Pensieri morali).…

Calcutta: Evergreen

Calcutta: Evergreen

di dreamwave000 | DeRango™: 6.08

Dopo l'inaspettato successo di "Mainstream" Edoardo D'Erme decide di isolarsi dalle scene per un breve periodo: poche apparizioni sui media, qualche intervista, pochi live, spesso solitari chitarra e voce, come accadeva prima che sorprendentemente tutti quanti puntassero i riflettori su di lui. Pausa di riflessione necessaria per ricaricare le batterie…