Sto caricando...

La lista d'ascolto



Mojoman
Mojoman |
Guarda "Iron Maiden - Prowler" su YouTube
Iron Maiden - Prowler


Mojoman
Mojoman |
Guarda "Deep Purple-Stormbringer" su YouTube
Deep Purple-Stormbringer I ty segal rubano!!!


algol
algol | Facile da leggere
@[JonatanCoe]
Che fine hai fatto?
Manchi. Torna presto.

Mojoman
Mojoman |
Guarda "Metallica - Orion (HD)" su YouTube
Metallica - Orion (HD)


Stanlio
Stanlio |
Nella primavera del '75 Bob Dylan varcò le pesanti sbarre del Rahway State Prison di Woodbridge per incontrare dal vivo Rubin “Hurricane” Carter, accusato ingiustamente di triplice omicidio da una giuria interamente bianca, così come era bianco anche il procuratore.

Fu un incontro emozionante immortalato da una celebre fotografia in bianco e nero che ispirò Bob Dylan a scrivere un brano destinato ad entrare nella storia, un brano che fin da subito ebbe talmente successo da essere stampato come 45 giri, con 4 minuti per ciascun lato.

Bob Dylan tenne sempre nel '75 un concerto di beneficenza per Rubin “Hurricane” Carter al Madison Square Garden, accompagnato da Joan Baez, Joni Mitchell e Allen Ginsberg, dove raccolse 100.000 $ per gli avvocati di "Hurricane".

Grazie al moto di protesta collettiva che deve moltissimo alla canzone di Dylan, nel 1985 il giudice Haddon Lee Sarokin della Corte Federale dichiarò che il processo era stato inquinato da motivazioni razziali.

Il 26 febbraio 1988 cadde definitivamente ogni accusa per l’ex pugile "Hurricane", che tornò libero.

Dopo la scarcerazione di Rubin “Hurricane”Carter, Dylan non ha più eseguito il brano dal vivo, ma ancora oggi restano memorabili i versi:
“Questa è la storia di Hurricane/
ma non sarà finita finché non riabiliteranno il suo nome/
e gli ridaranno indietro gli anni che ha perduto/
Lo misero in galera ma sarebbe potuto diventare campione del mondo.”

Bob Dylan - Hurricane (Audio)


Dislocation
Dislocation |
Così li definì Mike Bongiorno a Sanremo, nel 1966. Traducendo letteralmente il nome della band in "uccelli da cortile" volle far sorridere il pubblico azzimato ed ingessato del festival appellandoli, per estensione, "Gallinacci", tanto non spiccicavano una parola d'italiano... Egli, pace all'anima sua, ignorava che "Yardbird" era il termine gergale per "carcerato" ma anche per "soldataccio di truppa".
Evabbé...

Qui siamo ancora nell'epoca eroica dell'ortodossia blues.... Clapton ad un passo dai Bluesbreakers di John Mayall...

The Yardbirds with Eric Clapton- "Louise/I Wish You Would" Live 1964 [Reelin' In The Years Archives]


Mojoman
Mojoman |
Guarda "Black Sabbath - Sabbath Bloody Sabbath Remastered" su YouTube
Black Sabbath - Sabbath Bloody Sabbath Remastered


Battlegods
Battlegods |
Martello
Martello |
6°: IVAN GRAZIANI
Nell'83 Ivan torna a giocare sicuro, lasciando affinare gli arrangiamenti al sommo Giampiero Reverberi facendo uscire questo Ivan Graziani. Innanzitutto l'album segna l'evoluzione dello stile del precedente Seni e coseni: da un lato vengono fuori ballate indimenticabili come Signora bionda dei ciliegi, Navi e 140 km/h, che acquistano un pathos e una grinta che in alcune ballate del precedente album andava un poco a scemare, dall'altro abbiamo il rock duro e raffinato nella celebre Il chitarrista e nella storia surreale di Torna a casa Lassie. In tutto questo l'ispirazione sembra tornata sugli standard nel nostro, tirando in ballo la scoperta del sesso in Signora bionda dei ciliegi, una storia d'amore nella ventosa Trieste in 140 km/h, la vincita di una notte con una ragazza in una partita a carte in Il chitarrista (tra l'altro scritta insieme ad Alfredo Rapetti, figlio del leggendario Mogol) e così via. A equilibrare il bilancio vengono inserite Palla di gomma, dove la mano di Reverberi risulta quasi fastidiosa e la finale Gran Sasso, una ballata con tanti buoni spunti ma che non cattura. Le vendite non si decideranno a rialzarsi, nonostante il successo di Il chitarrista e la partecipazione a vari festival e così come molti altri album di Ivan rimarrà nel dimenticatoio. Nonostante ciò, Ivan Graziani è un album che riacquista il tiro dei precedenti album, pompando i momenti i più lenti e raffinando quelli più trascinanti, riuscendo a non annoiare quasi mai e ad attrarre l'attenzione dell'ascoltatore con canzoni sempre originali e costruite nel minimo dettaglio.


La gemma: Navi


imasoulman
imasoulman |
'Tales From Monographic Oceans': viaggio a braccio in un braccio di mare, tagliando gli istmi di alcune discografie (Pub-Rock 29, 12)
'Give me a pint of draught, give me some rock'n'roll': per un (breve) ripasso di un genere-non-genere che però racchiude tutto quello che vogliamo dal rock'n'roll. Sete, sudore e niente lacrime, solo divertimento: perchè la giornata di lavoro è stata dura
12. Kilburn & The High Roads
Kilburn & the High Roads - Upminster kids


Mojoman
Mojoman |
Guarda "BUDGIE - Who Do You Want For Your Love (1975 UK TV Performance) ~ HIGH QUALITY HQ ~" su YouTube
BUDGIE - Who Do You Want For Your Love (1975 UK TV Performance) ~ HIGH QUALITY HQ ~


Battlegods
Battlegods |
Todd Rundgren's Utopia - Freedom Fighters
Gli altri album degli Utopia non mi sciolgono troppo (americanosi e con quel sound stile i Charlie) ma i 4 gioielli dell'esordio sono da incorniciare.


Battlegods
Battlegods | Levitation
Mojoman
Mojoman |
Guarda "Motörhead – Overkill (Official Video)" su YouTube
Motörhead – Overkill (Official Video)
....