BËL (02)
BRÜ (00)
Carlos Il 12 dicembre 2017 — DeRango: 4,96

   Comindeb

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti all'ascolto

lector
Il compagno Topo Gigio
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation
Ma come fai a conoscere Topo Gigio, Carlitos? Evidentissimi limiti d'età te lo impedirebbero....
BËL (00)
BRÜ (00)

Carlos: Topo Gigio è vecchio ma è sempre stato presente. Lo colloco con sicurezza tra i primi ricordi dell'infanzia (forse avevo anche un pupazzo) insieme allo scudetto milanista del '99 vinto all'ultima giornata in gara con la Lazio, alla Francia campione dei mondiali (indimenticabile l'exploit della Croazia) e la guerra nel Kosovo.
Carlos: Primi ricordi di un mondo extra-familiare diciamo...
Dislocation: Certo, da genoano ti dico che un'insanabile invidia per chi ha battuto la FasciLazio ed ha preso lo scudetto per un punto di differenza in effetti ci sarà sempre... se non fosse per la figura del vostro presidente, che ancor oggi ci agghiaccia... dalla padella alla brace.
Carlos: Beh tolto il Berlusca però la storia milanista è anche molto proletaria e di sinistra insomma...molto "pop". Ricordo ancora la gioia dello scudetto da bimbo e il bandierone col Diavolo e i trofei esposto sul balcone.
Carlos: A proposito di Jugo domani è l'"anniversario" dell'Accordo di Dayton
Carlos: Ps: tornando al Milan non so se hai mai letto "I Furiosi" di Balestrini...al di là del proprio personale tifo calcistico è un libro veramente spettacolare. Senza fare analisi, ma semplicemente mostrando una realtà sociale (e sociologica) attraverso le parole dei protagonisti in chiave "epica", è meglio di mille libri seri, indagini e cazzate del genere sul mondo ultras e sottoproletario delle periferie agli inizi dei '90 (con la trasformazione pure di come viene visto lo stadio rispetto al passato, vedi: svolta a destra). Ne fa emergere davvero tutti gli aspetti a mio parere.
Dislocation: Già, son già 22 anni.... M'è parso di notare un tuo interesse costante per quanto provenga da lì, ne sei originario, forse?
Il libro non l'ho mai letto ma appena posso mi documento, l'argomento mi interessa... purtroppo o per fortuna qua a Genova la tifoseria della mia squadra, (l'unica della città, tolte le squadre di periferia, per ora sulla cresta dell'onda) può contare su una composizione del tutto eterogenea, spalmata cioè su tutti gli strati sociali e non con uno strato sociale (e quindi politico) connotante, come è spesso altrove. Così ti ritrovi allo stadio a tifare a fianco di gente che in settimana non toccheresti neanche coi vermi da pesca, tanto ne conosci la collocazione "upper"... Non ho ma capito se sia un bene od un male, da ragazzo la nostra parte aveva una tifoseria decisamente orientata a mancina, ed anche i "cugini" (anche se io non ne ho, di quei cugini lì) erano nello stesso stato, ora non più, decisamente...
Dislocation: Oh, la tua risposta sul B. me la danno tutti gli amici milanisti, a testa bassa, però....
Carlos: No però a parte Kosovo e Macedonia l'ho vista tutta in auto partendo dall'Italia...on the road diciamo. E poi come ti ho detto già dall'infanzia involontariamente ne ho sentito parlare e quello che hanno fatto lì ormai è la prassi ovunque nasca o ci sia un'opposizione all'imperialismo. Mi ha sempre interessato molto.
Carlos: E poi so che sembra un po' razzista ma fa strano vedere gente civile fucilata (da bimbetto poi) che è vestita come te e magari ti assomiglia pure. Uno tende a vedere la guerra vera come una cosa lontana che si avvicina solo quando qualche disagiato crea una strage i cui impari effetti scatenano vero e proprio panico. Ma lì sembravano i tuoi vicini di casa che venivano ammazzati. La sto solo spiegando psicologicamente diciamo...non so se rendo l'idea. Il mio pensiero non è così superficiale però è una cosa che fa effetto anche solo a livello inconscio presumo.
Carlos: Ps: per quel che mi riguarda: polentone lombardo DOCG
omahaceleb: @Carlos I Furiosi segnato sull'agenda rossa
Carlos: Il tipo che praticamente in lacrime dice "lo striscioneeee" mi fa piegare ogni volta.
omahaceleb: ahaha
omahaceleb: Il tuo primo ricordo calcistico è lo scudo del 99, perché il mio è più vecchio esattamente di dieci anni, il gol di Rijkaard al Benfica. Provengo da una famiglia ultramilanista e filocraxiana. Ma io ho sempre applicato una certa epoché sul mio presunto milanismo. Poi ho visto il Via del Mare la prima volta a dieci anni e da lì in poi non ho avuto che una squadra del cuore
omahaceleb: *c'è un perché in più e non sono chi ce l'ha messo
omahaceleb
In effetti il ritorno di Topo Gigio ci aiuterà nella ricerca della Gattungswesen meglio di mille Althusser
BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: