Sto caricando...

OFF
.. ma quanta pubblicita' la rai ha dirottato sul suo sito internet?? non guardando che pochissimi secondi la TV credevo di essermi liberata .. credevo???... speravo!!!!!
ALMENO fatemi sparire la piagnucolosa che vuole il rasoio .. per diventare donna... (O) !? ....con la vocetta di bimba di tre anni???? che orroreeee!
Aridatece i pubblicitari di cento anni fa! visto che ci state perseguitando almeno fate quello... ! fate qualcosa!
Mi piace
rossana roma 17 ago 20 — DeRango: 2,32


Commenti (Quattro)

sfascia carrozze
AlephZero
Non logorarti!


rossana roma: un analcolico? non l'abbiamo, forse è per quello :-)
sergio60
Mi spiace, ma Marcello Marchesi è morto da un bel po'... Dobbiamo rassegnarci a spot imbecilli...

rossana roma: io li evito piu che posso, altro non riesco a fare.. PURTROPPO!
sergio60: Io invece li "studio"... Li paragono ai vecchi carosello, e se da un lato si è perso in poesia, perché pur essendo jingle, spot o réclame, erano fatti con un gusto e una perizia tutta cinematografica, oggi sono diabolici, ti si infilano in testa come una freccia, ti trapanano il cranio in modo che tu possa avere sempre un idea"chiara"di ciò di cui hai"bisogno" ma questa scernita la possono avere solo chi è passato da Calimero allo spot trincia maroni dei prodotti bio della scotti.. Per tutti gli altri "e so' jingle"
snes: io sul carosello credo sia giunta l'ora di pisciarci sopra.
E' lo strumento con cui si è insegnato ai bimbi nati nel dopoguerra la filosofia del consumo. Era un programma fatto per farti affezionare ai marchi, volergli bene, tifare per loro. E dire oggi "calimero sì, nestlè no" non ha alcun senso.
poi capisco che siano ricordi di infanzia per tanta gente, e inevitabilmente mitizati, ma è stato uno strumento di controllo della massa decisamente più spietato, antietico e efficace di qualunque pubblicità giri oggi in tv.
si potrebbe obiettare che spesso le pubblicità moderne sono volgari mentre i cartoni del carosello avevano sempre una sorta di morale, anche se piccola e ridicola, dentro di loro. verissimo, ed è esattamente questo che li rende più efficaci, spietati e immorali.
poi oh, se mi capita di vedere qualche jingle mi fermo e me lo godo, hanno un fascino tutto loro innegabile. ma pensare che fossero una pubblicità più etica rispetto a quella che gira oggi significa avere le idee poco chiare.
Dislocation: Quoto appieno il prode @[snes] , perdio. Sottoscrivo tutto, parola per parola.
sergio60: Non ho detto che fosse più etica, ma meno sfacciata inoltre non è mai stata invasiva come oggi, probabilmente anche perché la TV la si accendeva alle 17 e la si spegneva alle 22 ,00...oggi con la TV aperta 24 h su 24 certi jingle assumono l aspetto di un lavaggio del cervello... Cosa che il mitico Bozzetto pavento' già sul finire dei 60 con il suo capolavoro "Vip mio fratello super eroe".... Tanto per restare in tema ascoltare la colonna sonora...
snes: In realtà la sovra esposizione alla pubblicità ci ha resi immuni alla stessa. Non sentirai mai nessuno dire "ho comperato questa cosa perché la pubblicità mi ha colpito". La maggior parte delle persone manco la guarda la pubblicità.
snes: O meglio: non guarda piu' la pubblicità intesa come "spot televisivo" (addirittura su youtube ti dan la possibilità di saltarla) a giudicare da quanto si dice guadagnino la pubblicità oggi sono gli influencer. Quelli chiaramente hanno un seguito. E sono ancora più subdoli: non ti entrano in casa ogni 20 minuti o una volta al giorno. Quelli vai a vederli direttamente "tu" per scelta. Che poi anche li... Scelta è il yermine sbagliato. Internet da dipendenza la roba che seguo online (non seguo influencer ma non credo cambi molto) la seguo quasi per bisogno, pure quando mi rendo conto della cosa. (Nessuno si permetta di commentare questa specifica cosa: se gli viene voglia di farlo se la faccia passare accendendo netflix su una puntata a caso di una delle duemila serie del cazzo che ha in coda).
rossana roma: su YT la puo saltare ma sul sito dei canali RAI no.
rossana roma: penso di essere il dito piu veloce per saltare gli annunci. quando si puo'.
AlephZero: Il Sergio ha ragione a preferire gli spot datati solo dal punto di vista stilistico, per certi versi quoto il discorso di Snes, ma non quando dice che sul alcuni Social, YouTube per primo, hai la facoltà di saltare la pubblicità. Non abbiamo più nessuna facoltà di scelta in realtà perché prima si poteva decidere di acquistare un prodotto dopo aver visto una pubblicità, ora il prodotto siamo noi e i nostri dati, raga non si scappa dal Matrix 😏
sergio60: Ed è questo il punto... Qualsiasi supporto in uso oggi é un amo per noi che siamo i tonni da pescare, non si sfugge... Basta aprire un qualsiasi sito, e... Zooot.. Finisci in una rete di marketing, restarne fuori é quasi impossibile se si fa uso di un cellulare, puoi minimizzare gli effetti magari rinunciando al navigatore, che con il suo localizzatore fa da esca oppure rifiutando di aprire i cookie.. Ma.... Siamo ormai ad un passo dal grande fratello... Ma quello orwelliano non quello di mediaset
Dislocation
Mamma ti voglio bene...

sergio60: Ah ruffianoooo😀
Dislocation: Ma scemo, è la vocina della bimba dello spot....
sergio60: Dicheno tutti così... Quanno li becchi cor sorcio 'n bocca🤣

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: