Mind Funk
Mind Funk

()

Voto:

Ho provato a contattare l'esimio isolano per uno scritto a quattro mani; ma la sua onerosa richiesta economica mi ha visto costretto a rinunciare all'ennesima collaborazione debaseriana. Ed allora vai da solo mio buon Genital Grinder.

Chi fa da se fa per tre (senza nessuna polemica verso l'esimio di cui sopra).

All'inizio della loro brevissima e fulminante carriera, considerando i primi due dischi pubblicati, decidono di chiamarsi Mind Fuck; ma la casa discografica "Epic" che li mette sotto contratto impone il suo dictat, obbligandoli a mutare il monicker nel molto meno dannoso e provocatorio Mind Funk.

La band è composta da gente che si è fatta le ossa negli anni ottanta: Pat Dubar alla voce (ex Uniform Choice), Lou Svitek alla chitarra (ex M.O.D. ed in seguito anche Ministry), John Monte (cito ancora i trasgressivi M.O.D.).

Per ultimo, ma non meno importante, il talentuoso batterista Reed St.Mark (ex "nientepopodimenoche" Celtic Frost).

Un lavoro che si apre con la clamorosa accoppiata "Sugar Ain't So Sweet" e "Ride & Drive". Un crossover totalitario quello messo in piedi dai ragazzi del New Jersey: Heavy Metal aggressivo, smisurato con un imponente dose di Funk. La voce multiforme di Pat capace di "giocare" con acuti pazzeschi che rimandano a Chris Cornell; le due chitarre che si lanciano in assoli a velocità fotonica. La dinamitarda sezione ritmica che mette in risalto il drumming vigoroso, impetuoso, che devasta del portentoso Reed.

Prosegue nello stesso modo tra sfuriate Hardcore-Thrash che in alcuni fraseggi fanno il verso, in maniera del tutto positiva, ai canadesi Voivod.

C'è tempo anche per la ballatona semi acusticheggiante di "Sister Blue" dove il riferimento si dirige dalle parti dei Mr. Big.

Uno dei massimi esempi di Crossover tanto in auge nei primi anni novanta.

Buone le vendite, buoni i riscontri da parte del pubblico soprattutto americano; ma il gruppo viene scaricato dalla "Epic" alla vigilia delle registrazioni del secondo disco. Ma di tutto ciò vi ha già parlato in precedenza.

Massimo dei voti per un disco stratosferico...BLOOD RUNS REED...

Diabolos Rising 666.

Questa DeRecensione di Mind Funk è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/mind-funk/mind-funk/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

IlConte
Opera: | Recensione: |
Ti dico solo che ho trovato questo è dropped a poco su ebay, presi entrambi grazie al tuo ascolto. Mi sembra roba per me.
Grazie, come sempre, mon ami.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: A parer mio dovresti preferire "Dropped" come sonorità molto più controllate rispetto a questo esordio.
spiritello_s
Opera: | Recensione: |
Via...speriamo arrivi alla svelta l'ultimo dei canadesi così la smette di propinarci queste minestre riscaldate.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Pochi giorni al'evento musicale dell'anno per me...VOIVOD!!!!!!
lector
Opera: | Recensione: |
Li ricordo: erano nel calderone del cosiddetto "crossover". Io li ho dimenticati in fretta.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Peccato il tuo dimenticarli; io spesso torno dalle loro parti.
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
I nientepopodimenoche son sempre stati uno dei miei gruppi preferiti.
Lo sappia.
P.S.
La verità è che di cotanto trasversale DeDisco ricordo poco. O gnente, as usual.
Credo dovrei ricorrere all'affitto di sei/sette vite supplementari per (ri)ascoltare tutto qvello che mi son dimenticato d'aver ascoltato.
Ma coi tempi che corrono è già assai fin troppo impegnativo dover sborsare per quella corrente.

BËL (01)
BRÜ (00)

spiritello_s: Ma non si affanni! Tanto poi se lo ri-scorderebbe di nuovo.
sfascia carrozze: Potrei sempre ri-ri-ascoltarlo.
GenitalGrinder: Band che in Italia conosciamo in quattro gatti...
sfascia carrozze: Il DeBasio tra le tante e belle cose serve (o dovrebbe servire) anche [o proprio] a qvesto:
ridare la giusta luce e il meritato spazio ai dimenticati e ai nientepopodimenoche
No?
Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Superlativo!
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Yes...
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Grande! Sei il punto GG del Deb!
BËL (02)
BRÜ (00)

lector: Almo! Ti sei fatto desiderare.....
lector: Vacanzona?
Almotasim : Ciao, Lector. "Pausa di riflessione".
GenitalGrinder: Bentornato Almo!
Almotasim : Grazie, DeMa!
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Anno 1991 concorrenza spietata. Come detto nella recensione di Dropped non li avevo mai degnati di un ascolto sbagliando. Ottimo ripescaggio.
BËL (00)
BRÜ (00)

IltuoDeNome
Opera: | Recensione: |
Li ho seguiti dal loro esordio e poi anche con Dropped. Due dischi diversissimi tra loro: non sembra nemmeno la stessa band. Mind Funk è crossover di alto livello, suonato alla grande, un diamante nascosto che davvero conoscono in pochi: concordo in tutto con il recensore.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: