Hai combinato Alternative con American Underground

Jim And The French Vanilla: Afraid Of The House

Jim And The French Vanilla: Afraid Of The House

di sotomayor | DeRango™: 9.00 Novità!  Levitation

Da Madison nel Wisconsin, Stati Uniti d'America, una band che va dritta al sodo e propone un revival della musica garage degli anni sessanta e settanta in una maniera letteralmente devastante e allucinata e quanto più rumorosa e distruttiva possibile. Jim And The French Vanilla è un progetto di Jim…

Dead Rider: Crew Licks

Dead Rider: Crew Licks

di sotomayor | DeRango™: 7.29 Novità!

Un dischetto veramente bello e interessante questo qui de i Dead Rider, formazione che fa parte della scuderia Drag City e capitanata dal chitarrista Todd Rittman (ex U.S. Maple) e completata da Matthew Espy (batteria), Andrea Faugh (tromba, tastiere), Thymme Jones (synth, fiati, batteria). In bilico tra avanguardia e tradizione,…

METZ: Strange Peace

METZ: Strange Peace

di sotomayor | DeRango™: 34.72 Novità!

In questo momento i METZ sono sicuramente quelli che si potrebbero definire i veri e propri alfieri della Sub Pop Records. Dopo la pubblicazione di 'METZ' (2012) e 'II' (2015) con il nuovo disco 'Strange Peace', uscito lo scorso 22 settembre, il trio originario di Ottawa (Canada) e adesso di…

Wand: Plum

Wand: Plum

di sotomayor | DeRango™: 23.68 Novità!

I Wand non sono esattamente una band particolarmente celebre e specialmente nella vecchia Europa, eppure hanno tutte le carte in regola date le sonorità proposte, per potere essere presi in considerazione da una fetta di pubblico ben più ampio. Il nuovo disco del quintetto di Los Angeles, California è uscito…

Mark Lanegan: Gargoyle

Mark Lanegan: Gargoyle

di sotomayor | DeRango™: 26.59

Tra le varie recensioni che ho letto in giro di questo ultimo disco di Mark Lanegan, che qui si presenta come 'Mark Lanegan Band', ce n'era una che suggeriva che tra quelli che definiva come reduci del 'grunge', Lanegan sia quello che è invecchiato meglio e sostanzialmente l'unico che abbia…

Half Japanese: Hear The Lions Roar

Half Japanese: Hear The Lions Roar

di sotomayor | DeRango™: 22.73

Alla fine penso che molti sarebbero concordi nel definire Jad Fair come una personalità eccentrica. Molti portrebbero persino pretendere che lui abbia una specie di lato oscuro: lo immaginano con i capelli elettrizzati, come se fosse reduce da una specie di elettro-shock, una figura stereotipata, tipo quella dello scienziato pazzo…

My Jerusalem: A Little Death

My Jerusalem: A Little Death

di sotomayor | DeRango™: 10.47

Parlami di qualche cosa che per me sia importante. Voglio dire. Raccontami qualche cosa di importante, che abbia un significato importante qui, adesso, nel tempo presente. Diimmi qualche cosa su chi siamo veramente e il posto dove viviamo. Voglio che mi racconti qualche cosa di vero sulle città e la…

Serengeti: Kenny Dennis LP

Serengeti: Kenny Dennis LP

di soulonice | DeRango™: 2.84

La registrazione di “Boom Boom” (tra l'altro uno dei brani più coverizzati della storia del blues) di John Lee Hooker per il film The Blues Brothers di John Landis è stata effettuata in presa diretta. Insomma, nella scena de i “quattro polli fritti e una coca” e del “pane bianco…

Skinny Puppy: Last Rights

Skinny Puppy: Last Rights

di Alvo23 | DeRango™: 8.53

Anno Domini 1991. Mentre "Nevermind" dei Nirvana attraversa l'etere di tutto il mondo portando il rock mainstream ad un livello quantomeno meno imbecille rispetto all'hair metal imbarazzante dello stesso periodo, il leggendario trio post-industriale underground dei "Cuccioli Malnutriti", capitanato dal carismatico quanto nevrotico Nivek Ogre (aka Kevin Ogilvie) ed accompagnato…

The Residents: The Commercial Album

The Residents: The Commercial Album

di Alvo23 | DeRango™: 21.16

I Residents sono un gruppo di freaks intellettualoidi che nella prima metà degli anni '70 propone una versione distorta e fondamentalmente "SBAGLIATA" di tutto ciò che amano (dal krautrock dei Faust alle melodie di Beatles e Rolling Stones all'approcio avantgarde di Stockhausen, e così via...) con poca tecnica, zero mezzi,…

Chelsea Wolfe: The Grime And The Glow

Chelsea Wolfe: The Grime And The Glow

di Alvo23 | DeRango™: 5.84

Quello che sto ascoltando e consumando da diverso tempo é il vero esordio della bellissima e talentuosa Chelsea Wolfe, songwriter di stampo apocalittico che fin dall'immagine di copertina porta subito con sé una immagine differente da molte altre songwriter femminili. Non esplicitamente donna come PJ Harvey od Anna Calvi, Chelsea…

Cat Power: The Black Cat - Washington, DC (9/18/96)

Cat Power: The Black Cat - Washington, DC (9/18/96)

di Seb | DeRango™: 1.21

Inizialmente avevo intenzione di recensire l'ultima fatica di Cat Power, l'ultimo e attesissimo "Sun". Poi, come capita, mi sono ritrovato ad ascoltare l'immacolata registrazione di questo concerto che concerto non è (se lo è, lo è solo nei limiti del possibile) e mi sono lasciato violentare dai suoi suoni densi,…

The Velvet Underground: The Norman Dolph Acetate

The Velvet Underground: The Norman Dolph Acetate

di me and themajor | DeRango™: 0.60

Norman dolph è accreditato in qualche edizione del disco con la banana come uno dei responsabili al mixer, in realtà fù quello che fornì i mezzi tecnici affinchè i Velvet Underground potessero registrare le loro canzoni da far sentire ai capoccia della Columbia. Quì ci sono missaggi differenti e alternative…

Meat Puppets: Live @ Bloom, Mezzago 05.04.12

Meat Puppets: Live @ Bloom, Mezzago 05.04.12

di pretazzo | DeRango™: 71.71  Scelta degli editor

"Not to much more, too much more". E' con un infame fischio all'orecchio sinistro che mi accingo a parlarvi di uno dei più bei live a cui abbia mai assistito. Not too much more, decisamente. Non è mai troppa la grande musica. Non è mai troppo alto il rischio di…

Cat Power: Myra Lee

Cat Power: Myra Lee

di Seb | DeRango™: 10.25

Pare che gli sfoghi cronici di "Myra Lee" siano stati registrati durante le stesse sessioni di registrazione che avevano generato il primo disco di Cat Power: "Dear Sir". Eppure i brani di "Myra Lee", pubblicati un anno dopo, nel 1996, risultano essere più cerebrali, come oscuri temporali torridi che infuriano…

The Screamers: In A Better World

The Screamers: In A Better World

di PabloEscodalbar | DeRango™: 22.82

Ci provo...... Tra i padri del Punk della West Coast, ricercatori a modo loro Dadaisti, di una forma canzone fuori dai canoni della strumentistica tradizionale, antesignani del Sinth Punk più violento, ricordati come realizzatori di show tanto strambi quanto infuocati ed irriverenti, idolatrati dalla scena Losangelina dell'epoca, ciò nonostante non…

Phenomena: Phenomena

Phenomena: Phenomena

di Dark Lord | DeRango™: -0.25

Secondo lavoro della band italiana Phenomena, gruppo influenzato dal Grunge, dal Glam Rock e dal Theatrical Dark Rock. Questo Cd comprende degli inediti e delle cover riarrangiate sul loro stile. Il Cd si apre con l'inedito La Riflessione, un brano molto influenzato dal Progressive e dal Metal di vecchia fattura…

The Honeymoon Killers: Love American Style

The Honeymoon Killers: Love American Style

di PabloEscodalbar | DeRango™: 10.48

E' con un flamenco distorto ed allucinato (Why?) che il risveglio si fa di nuovo brutto sogno. Il ritorno alla vita nelle strade caotiche e rumorose di New York riviene ad essere un viaggio ripetitivo, cupo ed annichilente (“Night After Night”). Percorrendo le stradine dei bassifondi può comparire un locale…

Death From Above 1979: You're a Woman, I'm a Machine

Death From Above 1979: You're a Woman, I'm a Machine

di genre | DeRango™: 3.74

Mia seconda recensione su DeBaser, questa volta a proposito del duo canadese Death From Above 1979. Vi dico senza giri di parole che si tratta di un album di indie rock, e di uno dei migliori del genere, nonostante sia relativamente poco conosciuto. Penso che la cosa migliore per analizzare…

The Dream Syndicate: Ghost Stories

The Dream Syndicate: Ghost Stories

di zabba_liner | DeRango™: 7.12

Il Sindacato del Sogno nei suoi pochi anni di carriera ha raccolto molto meno di quello che aveva seminato. "Ghost Stories" nel 1988 chiude la vicenda con un album "classico" e non solo perché a produrlo è stato quell'Elliot Mazer che mise mano ai dischi più crudi e scarni di…