Sto caricando...

4 Non Blondes
Bigger, Better, Faster, More!

()

Voto:

Primo ed unico album delle 4 Non Blondes che avevano come "capitano" l'istrionica Linda Perry. Si parte con il blues di Train, orecchiabile e ben costruito, per passare al tentativo di crossover di Superfly. Troviamo poi la "one Hit wonder" What's up? Ballata a squarciagola rock/pop nella quale Linda sembra trovarsi a proprio agio; potrebbe essere un testo autobiografico nel quale quasi tutti potrebbero riconoscersi. Altro doppio passaggio Rock/blues per arrivare a Spaceman, seconda ballata che sembra seguire il discorso iniziato con What's up? Old Mr Heffer é un simpatico brano tendente al rockabilly, mentre il successivo Calling al the People strizza l'occhio al funky. Salvando parzialmente Dear Mr. President, canzone di denuncia, si arriva alla fine senza alcun acuto né dalla terza ballata: Drifting, né dalla conclusiva "funcheggiante" No Place like Hone. Tutto sommato un disco che può anche apparire piacevole ma che suona un po' come la consacrazione della sola Linda Perry e delle sue potenti corde vocali che verranno meglio sollecitate di lì a poco nella prima esperienza da solista.

Commenti (Nove)

ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:


Farnaby: Maddeche!
ZiOn: "Funcheggiante" è bellissimo, dai.
Farnaby: Si, ma non è capish... piuttosto direi fetisc...
ZiOn: Mi sfugge la differenza tra le due definizioni. O meglio, la seconda ce l'ho ben presente essendo un estimatore del genere, ma non capisco perché applicarla a questa recenZione.
Farnaby: Alla parola "funcheggiante"
asterics: Zio, stia attento a quel che dice, ché il #capishapproved è una faccenda seria
Farnaby: Anche il fetisc in verità...
Hetzer
Hetzer
Opera:
Recensione:
"What's Up" secondo me è una delle più irritanti e odiose hit degli anni '90 (e ce ne vuole), e questa è una delle recensioni più penose e tirate via che mi sia capitato di sentire.. Se non avete voglia di scrivere, di far ridere, di fare un po' schifo, di regalarci un po' di trash, non scrivetele neanche ste inutili burrazze..


Hetzer: *leggere, non "sentire", ¢a va sans dire..
Falloppio: Hetzer io ne ho una in cantiere, la vuoi leggere in pvt? Oppure, la vuoi concludere tu, visto che manca il pezzo finale?
Geenooofficial: Magari se non scrivete sempre il molto irritante ca va sans dire…. Sarebbe il top, Grazie! E utilizzate l’italiano cazzo!
Hetzer: @[Falloppio] , ma di cosa di cosa parli, di una recensione? È roba trash? Se sì, manda in casa e getta in pasto al Debaser!
@[Geenooofficial] magari se non scriveste (e non "scrivete", bestia!) sempre il molto irritante "top" sarebbe meglio...
Geenooofficial: Hetzer ok, hai ragione. Basta che non scrivi più quell’irritante ed inutile francesismo del menga
Eneathedevil: Ah, perché, "sarebbe il top" invece non è un aberrante e abusato inglesismo della fava? Utilizza l'italiano, cazzo!
Geenooofficial: Che bifolco linguistico che sei. Top è praticamente italiano, anche se è un termine inglese: top model, top secret, top ten ecc ecc. chi è che non sa cosa significa e non usa la parola top? Invece che cazzo significa savansandire o come minghia si scrive? Mi urta, mi da sui nervi, mi danneggia l’umore, mi stranisce leggerlo e sentirlo, specie su questo sito usato come il cacio sui maccheroni. E poi mi si dica che cazzo significherebbe va da se o è scontato? Cosa andrebbe da se? Cosa sarebbe scontato? Come la frase sopra… Hetzer ha scritto male, si è sbagliato ed ha corretto, cosa va da se? Ha utilizzato due verbi diversi con due significati diversi, non era scontato proprio niente.
Hetzer: @[Geenooofficial] "¢a va sans dire" è sicuramente più"italiano" e alto di "top".. Il primo è una locuzione datata e semi-letteraria utilizzata da almeno duecento anni in molti registri linguistici, l'altro è un modernismo sciatto e pop; poi usato da solo, come hai fatto tu, suona proprio stronzo e facilone, se tanto mi dà tanto.. E comunque "¢a va sans dire", significa semplicemente "è ovvio"; se viene utilizzato a raffica, cosa che francamente non percepisco qua su debaser, è colpa degli scemi che lo abusano, non di certo mia, tua o della locuzione stessa.. Comunque i tuoi strali linguistici sono epici e mi hanno messo il buon umore, dico davvero.
Falloppio: Hetzer torna a lavorare, hai da fare in questo weekend... Ahahahah
Eneathedevil: @[GeenooUnCrodino] Eh, che c'entra: un conto è top model, top ten, top olino, un conto è il solo "top" utilizzato per esprimere plauso ed entusiasmo per qualcosa risalente ad un uso molto recente soprattutto in ambiti pubblicitari e telecomunicazioni. Ma poi a me di questa discussione frega sino ad un certo punto: è che ti ho visto lanciare strali come un Vic Sorriso qualsiasi e non potevo esimermi dal romperti le palle come si deve. Un bacio sulla pelata.
Hetzer: @[Falloppio] giuro che mi sto concentrando per trovare le soluzioni giuste, perché voglio provare a concluderla bene..
Geenooofficial: @[Hetzer] @[eneathedevil] Cari tutti, mai avrei immaginato che l'utilizzo del mio americanissimo "top" non fosse recepito come semplice boutade ma alla stregua di un errato utilizzo del lemma italico.
Hetzer, sappi che io adoro il "basso", il popolare, lo sciatto o cosiddetto "pop". Ho utilizzato top, proprio in omaggio a tutta quella meravigliosa epoca anni '80 in cui tutto era al top, in cui c'era del sano ottimismo americano. Tu Enea invece, ti perdi sempre in un bicchiere di acqua ("Ma poi a me di questa discussione frega sino ad un certo punto": pensi che io non abbia dormito questa notte?). E goditi l'italiano in tutte le sue sinuose forme!
Hetzer: @[Geenooofficial] anch'io adoro il "basso" e il prosaico, proprio perché sono studiato e professionalmente costretto quotidianamente a parlar farcito (forbito), quindi hai voglia se mi piace parlare grezzo.. La querelle (ti prego non ti incazzare per il francesismo!) verte sul tuo giudizio così tranchant (o cazzo, di nuovo i francesi!) su "¢a va sans dire", secondo me troppo crudele.. Ma ci sta benissimo avere delle parole o delle locuzioni che mandano ai matti: prova a scrivermi una frase con "mattatore", "resilienza" o "ci piace"...
CYPHER
CYPHER
Opera:
Recensione:
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Simpatica recensione.
Bella Bet.


ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Il gruppo d'ascolto "Menzionator" #approved


CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Ma è vero che gli ZZ Top all'inizio della carriera si chiamavano i "3 non shaves"?..


Falloppio: Sigh
ZiorPlus: Certo, e dentro c'erano anche Bobo Vieri, Luca Argentero ed ogni tanto nelle sessions più impegnative gli dava una mano Daniele De Rossi.
pier_paolo_farina
pier_paolo_farina
Opera:
Recensione:
Una mia vecchia fiamma era completamente entusiasta di questo disco e, poco dopo esserci conosciuti, volle masterizzarmene una copia, con tanto di copertina fotocopiata.
Dopo un sei mesi la nostra storia finì e ci perdemmo di vista, per sempre. Il suddetto cd masterizzato ha resistito nella ciditeca per una decina d'anni; un bel giorno l'ho preso e buttato... non lo ascoltavo mai, e di cd masterizzati cerco di averne il minimo possibile.
Non era per niente male, lei. Bella tonica essendo vigilessa motociclista, prediligeva lo smorciacandela e la sua presa di cosce era quanto di più saldo è deciso abbia incrociato nella mia discreta carriera amatoria.
Dio la benedica. Spero stia bene. Suonava anche la chitarra, decentemente. Una Yamaha.
Per quanto riguarda il disco, la sua "one hit wonder" è d'effetto, con quella voce sonora e decisa e quella melodia ripetitiva ma ampia e piena di personalità. Il resto del disco però non le allaccia neanche le scarpe.


ZiorPlus: Sapevo dello smorzacandela, lo smorciacandela invece sembra più un dito su per il naso.
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Sono del modesto avviso che, come minimo,si debba rileggere una recensione, uno scritto, che s'intende sottoporre all'attenzione di altri.
Per rispetto verso chi legge, appunto.
Se il nostro nuovo amico l'avesse fatto si sarebbe accorto che non c'è nulla che vada in queste poche righe: concetti scontati, al limite dell'irritante, track-by-track insulsamente descrittivo, noia dilagante per un prodotto obiettivamente scadente, il giocattolino di Linda Perry che, nel tempo, è riuscita a fare danni ancor maggiori con produzioni conto terzi scadenti e risapute.
Ma, sta di fatto, si può recensire anche una porcata solenne con proprietà di linguaggio e stuzzicando l'interesse chi legge. E nessuna di queste evenienze ha trovato realizzazione in questo scritto.
Nessuna stella, quindi, in attesa di risentire il neo Debaseriano con ben altri prodotti del suo dire.
Ave.


CYPHER: Amen.
ZiorPlus: Si OK, iscritto da ieri quindi alla prima DeRece personalmente qualche pallino di incoraggiamento, magari sbaglio a farlo che dopo una si pensa che vada tutto benissimo, ma sulla fiducia glieli fiondo.
Se non altro per non far scappare chi si cimenta ed in ogni caso spesso incrociando le dita ci mette del suo. Che non sò ancora se sia un bene od un male.
Forse fà bene chi piuttosto ti inchioda ai tuoi limiti fin da subito nell' auspicio di un arrileggerci con ben altri prodotti.
Poi, in fondo, come dice qualcun'altro che sicuramente la sà più lunga...mandane abbommba!!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Bigger, Better, Faster, More! è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link