Alessandro Galatola
Safe Space 1

()

Voto:

Quando ho intercettato per la prima volta "Safe Space 1" sono rimasto particolarmente colpito dalla profondità della sua copertina: in contrasto con il nero dello sfondo, un feto in decomposizione ed il titolo "Safe Space".

Lo spazio in cui prolifera "Safe Space 1" è la mente dell'autore, Alessandro Galatola, e consta di 7 brevi storie per un totale di 37 pagine. Filo conduttore è un'architettura basata sul contrasto tra elementi, attenta al ritmo, in costante divenire, divertente, ma mai banale. Il flusso narrativo procede a spirale, aprendosi nella mente del lettore senza chiudersi su se stesso. Caratteristica è l'attenzione alla dimensione collettiva, quale estensione dell'esperienza individuale.

Organismi mutanti, cellule in circolo, interconnesioni sinaptiche, surreali viaggi anali, realtà, fantasia, forze mistiche: condensando, "Safe Space".
Fumetto di esordio a nome di Alessandro Galatola, autoprodotto ed in FREE DOWNLOAD al link http://safespace1.tumblr.com/

Questa DeRecensione di Safe Space 1 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/alessandro-galatola/safe-space-1/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Due)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
Non leggo più fumetti da decenni, dovrei ricominciare?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

SegaLeCornuta: Dipende da che gusti hai. Ho letto il lavoro in questione e mi è sembrato roba fresca, abbastanza breve, uno one-shot in pratica
Kotatsu
Opera: | Recensione: |
Gli ho dato una scorsa, mi sembra abbastanza disturbante. Magari approfondirò ;)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: