Sto caricando...

Bim Sherman
Miracle

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Conoscevo già la sua voce.
L’avevo ascoltata un po’ distrattamente, in verità, (tra dense nuvole di fumo) nei suoi dischi giamaicani, sostenuta dal battito in levare, soffice sotto un sole giallo.
O, più tardi, quasi affogata nel magma delle produzioni OnU Sound, dove le dilatazioni dub incontravano la versione tecnologica di suggestioni africane, sciamaniche, nella personalissima alchimia di Adrian Sherwood.

Era stato proprio Sherwood a “portarlo” a Londra. Sherman aveva già inciso una quantità di dischi, con etichette diverse, lavorando con i migliori nomi della scena giamaicana. Ma fu l’incontro con il giovane bianco londinese, miscelatore di suoni, innamorato del reggae, a segnare la svolta, credo. Un sodalizio che si sarebbe rivelato indissolubile. Un’attività piuttosto frenetica, nel corso degli anni: avevano lavorato ai suoi dischi solisti, versioni dub, collaborazioni con Dub Syndicate, Groove Corporation e chissà cos’altro…

Ascoltavo con interesse i dischi dell’etichetta di Sherwood, che stavano ridisegnando il suono del reggae, del dub, estendendone i confini, ibridandolo, asservendogli la tecnologia, esplorandone le possibilità.
Credevo di conoscerla già, quindi, la voce di Bim Sherman. Poi, un pomeriggio, l’ho sentita.
E non l’ho più dimenticata
.

1996
Adrian ha preparato le cose con cura, abbandonando per l’occasione l’armamentario che gli è generalmente usuale, e ha lasciato spazio al centro per Bim. Intorno a lui, liquidi, misuratissimi, si muovono i suoni della chitarra di Skip McDonald, del basso di Doug Wimbish, compagni di “scuderia”. Il battito in levare scompare e a tessere trame sottili le tablas di Talvin Singh, ospite discreto. Come discrete e preziose risultano le apparizioni, sullo sfondo, della Studio Beats Orchestra Bombay, una sezione d'archi indiana. Su questo scenario, quasi impalpabile, (mistico?) fatto probabilmente della sostanza di un sogno, si distende il velluto della voce di Sherman. Alcune delle migliori canzoni del suo repertorio, asciugate e accarezzate sino a rivelare un’essenza così dolce da risultare miele, quasi un lenimento che non ti aspettavi, di cui non credevi d’aver bisogno.

No, generalmente non sono così. Tutt’altro che poeta, credimi. Ma quel pomeriggio ho sentito Bim, e gli ho voluto bene.
Credo si sia trattato di un… miracolo.

Jarrett Tomlinson, in arte Bim 'Lion' Sherman, è morto di cancro a Londra il 17 novembre 2000, all’età di 48 anni. Mentre lo ascolto, scrivendo questa povera “recensione”, gli tributo i miei personalissimi onori. Misera cosa, in cambio di quel piccolo miracolo, operato un pomeriggio di quasi dieci anni fa…

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su TrentOtto

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera:
Recensione:
Sono arrivati 5 pezzzzzi di dolcezza languida perfetta per il clima tropicale con gocce di pioggia di questo pomeriggio. Non è reggae, o almeno se ne sente solo un vago odoredek. Ma io "solid as a rock" la conosco... di chi era l'originale?


zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera:
Recensione:
uff. 'sto grigiolino.


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Di J.Vincent che è Jarrett Tomlinson, cioè Bim Sherman, anche conosciuto come Jarrett Vincent, Lloyd Vincent, J.L.Vincent, Bim Shieman e Lloyd Tomlinson.


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Di J.Vincent che è Jarrett Tomlinson, cioè Bim Sherman, anche conosciuto come Jarrett Vincent, Lloyd Vincent, J.L.Vincent, Bim Shieman e Lloyd Tomlinson.


zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera:
Recensione:
Ah. Però. Grazzzzie


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Dimenticavo una cosa che potrebbe interessare a ZiOn, credo: un paio d'anni dopo Miracle viene remixato e dubbato forte con discusse fortune. Il titolo è "It must be a dream" e, naturalmente, occorre fare un salto dal tuo erborista di fiducia per "capirlo" meglio. Bai bai


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Eneathedevil
Eneathedevil
Opera:
Recensione:
Hal
Hal
Opera:
Recensione:
emily
emily
Opera:
Recensione:
non è reggae..è dub... !!!!!!!!! gnurant


kosmogabri
kosmogabri
Opera:
Recensione:
Recensione di classe.


lukin
lukin
Opera:
Recensione:
Doug Wimbish dei grandissimi Living Colour


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Grazie per la benevolenza. Magari, adesso che so farlo, mando pure due samples da "It must be a dream". Quello si dub, grigiolino. Enea, sei simpatico. Ma sono cammelliere, ahimè....
E tu non la smetterai di dar corda a quegli stupratori di cinema, vero? Mannaggiaattte!
Bai bai


sylvian1982
sylvian1982
Opera:
Recensione:
Io, invece, questo disco non l'ho mai visto in giro. Ne ho sempre letto bene ma non l'ho mai visto. Ascoltati i samples, penso che sia giunta l'ora di cercarlo.


ingenuapupattola
ingenuapupattola
Opera:
Recensione:
sylvian1982
sylvian1982
Opera:
Recensione:
DISCO IRREPERIBILE. MA PORCA PUTTANA CHE DISCOGRAFICI DI MERDA ! A VOLTE RISTAMPANO CERTE MERDATE CHE NON SO NEMMENO IO DOVE TROVANO L'ISPIRAZIONE E POI CI SONO DISCHI COME QUESTO CHE VANNO AL MACERO IN TRE O QUATTRO ANNI. E CE NE SONO ALTRI...


sylvian1982
sylvian1982
Opera:
Recensione:
DISCO IRREPERIBILE. MA PORCA PUTTANA CHE DISCOGRAFICI DI MERDA ! A VOLTE RISTAMPANO CERTE MERDATE CHE NON SO NEMMENO IO DOVE TROVANO L'ISPIRAZIONE E POI CI SONO DISCHI COME QUESTO CHE VANNO AL MACERO IN TRE O QUATTRO ANNI. E CE NE SONO ALTRI...


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ho verificato, è vero: ristampano merda d'ogni genere e questo è fuori catalogo da tre anni. sylvian1982, mandami un messaggio.


AMALTEO
AMALTEO
Opera:
Recensione:
odradek: stai contribuendo (assieme ad altri debaseriani) alla mia "svenatura"
Ho comprato Bim Sherman: Miracle.
Non è il mio genere di musoca del cuore e della testa. Ma fortunatamente la modernità ci rende multipli e quindi anche questa voce mi arriverà all'orecchio.
Devo sentirlo con più attenzione.
Ma le recensione vale 5
Il disco vedremo
grazie (vedi che sto imparando: niente firma! solo fantasmini)
ps il disco è reperibilissimo. Lo si trova sulla rete a non molto


AMALTEO
AMALTEO
Opera:
Recensione:
già recensione 5


AMALTEO
AMALTEO
Opera:
Recensione:
Ok sentito i un pomeriggio di sabato piovoso: la recensione ra 5 il disco è 4


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ciao, Amalteo. Grazie per la visita e per il generoso giudizio. Si, probabilmente il mio voto è segnato anche da un dato "sentimentale" che credo sia evidente nel testo. E' uno dei pochi casi nel quale me lo son concesso, ma, appunto, di fatto "dichiarandolo". Credo comunque che sia un buon disco, e mi capita ancora di risìascoltarlo. Diciamo che ha bisogno delle condizioni (non solo climatiche) adatte. Si, so che si trova in rete, ma ci riferivamo alla distribuzione tradizionale. Alcuni di noi sono un po' all'antica, che ci vuoi far...


sylvian1982
sylvian1982
Opera:
Recensione:
Già alcuni di noi sono un pò all'antica...hai proprio ragione. Ho 43 anni e sono cresciuto affezionandomi prima alla musicassetta, poi al vinile e ultimamente al supporto in cd. Non considerandomi poi così all'antica, devo tuttavia ammettere di essere particolarmente attaccato al prodotto originale così come concepito nei tempi passati. Me lo compro, me lo guardo, me lo curo, me lo ascolto e lo metto nella mia bacheca. Suppongo che, chi come il sottoscritto, stia camminando negli "anta" la pensi grossomodo come me.
C'è chi ascolta musica dai telefonini, chi dagli osceni impianti audio di un pc, chi dagli mp3 scaricando musica in quantità industriale senza molto senso e senza avere nemmeno poi il tempo di ascoltarla e chi come il sottoscritto è rimasto legato ai tempi che andava nei negozi a vedere cosa c'era di nuovo o magari a spulciare nel catalogo sempre foriero di infinite sorprese oppure a scambiare due chiacchiere col negoziante o con l'acquirente di turno. Purtroppo siamo una razza in via d'estinzione. Il modo di concepire e fruire la musica sta cambiando e le tradizioni, ahimè, sono dure a morire (o a cambiare). Personalmente me ne duole assai.


AMALTEO
AMALTEO
Opera:
Recensione:
Caro Sylvian. Io di anni ne ho 57 e navigo verso i 58
Si può conciliare modernità e passato. Ho una forte discoteca jazz lasciatami da mio padre e la sento su giradischi a 33 giri. E viaggio nei miei trasferimenti di lavoro con l'Ipod alle orecchie.
Inoltre i soldi per la musica si contendono quelli per altri bisogni. Insomma sono pochi. Se allora si può risparmiere, nella legalità e senza danneggiare i coraggiosi negozi di musica, perchè non usare tutto?
volevo solo dire che se ti interessa sentire Bim Sherman: Miracle e non lo trovi assolutamente puoi trovarlo.
ciao


odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Amalteo, noi ci sentiamo più tardi, sono un po' indaffarato adesso. Sylvian, leggi la posta.


shermanoaks
shermanoaks
Opera:
Recensione:
classico disco da isola deserta. bellissima recensione!


oceansize
oceansize
Opera:
Recensione:
amo quest'album


Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
bella rece Ody questo Bim Sherman poi non lo conoscevo r.i.p.


odradek: Forse non lo conoscevi, ma l'hai sentito di sicuro, per lo meno nei dischi dei Massive. E si, sono un sentimentale, alla fine, porco cazzo :)
Stanlio: hey zio Deky che ti sei bevuto? o fumato? son andato di corsa a rivedermi la discografia dei MA, ti sei confuso con il suo compagnone rasta Horace Andy che appare in tutti i loro lavori, ma poco male anzi..
odradek: Infatti pensavo a Horace e parlavo di Bin. E non ho fumato altro che Camel.
Stanlio: probabilmente quel camel s'era ingozzato d'erba buona...
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Però, in compenso, a distanza di 12 anni, ho trovato questo


IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Grande scritto, grande omaggio Odra! @[Pinhead] (5)


odradek: Sai cosa? Erano passati quasi 10 anni da quando l'avevo ascoltato, quando scrissi la paginetta. E sono passati 12 anni da quando l'ho scritta. Quindi fa 22, minkia! Retorica a parte, sembra ieri eppure, mannaggia al microbo, so' volati...
IlConte: Eh, mica tanto retorica, pure a me cazzo!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Miracle è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link