Sto caricando...

Cavalera Conspiracy
Blunt Force Trauma

()

Voto:

Tornano i fratelli Cavalera con il loro secondo album "Blunt Force Trauma" dopo il discreto esordio "iniflikted".

Spiace dirlo ma il disco è decisamente pessimo. Innanzitutto Max Cavalera ha perso la voce, è diventata roca, bassa, senza  potenza, sommersa dagli strumenti. In più tende in vari pezzi a cantare in Screaming invece che nel suo solito growl.

Strumentalmente il disco è una brutta copia del superbo "Reign In Blood" degliS layer. Tutti i pezzi sono corti, sui due tre minuti basati sui riff più basilari del  thrash metal. Purtroppo la coppia Cavalera/Rizzo non riesce minimamente a essere veloce come il duo Hanneman/King e anche gli assoli sono pochi e tutt'altro che memorabili. Anche Igor Cavalera non è al meglio abbandonando del tutto il crossover e ritmi tribali brasiliani per cercare di imitare Lombardo e le sue veloci ritmiche thrash. Senza riuscirci.

In conclusione ci troviamo un disco thrash metal con una voce che imita il Black metal. Per quanto se ne voglia dire era Andreas Kisser il migliore compositore dei Sepultura e vista la voce attuale di max fa bene a non voler fare una Réunion. 

  1. Warlord
  2. Torture
  3. Lynch Mob
  4. Killing Inside
  5. Thrasher
  6. I Speak Hate
  7. Target
  8. Genghis Khan
  9. Burn Waco
  10. Rasputin
  11. Blunt Force Trauma

 

Commenti (VentiDue)

Divodark
Divodark
Opera:
Recensione:
Non lo ancora ascoltato ma voglio farlo..solo che questo disco mi sa tanto di cacata COLOSSALE.


Alì Murtacc
Alì Murtacc
Opera:
Recensione:
A me già non era piaciuto "Inflikted", praticamente una brutta copia dei Sepultura che furono, quindi non penso proprio che ascolterò questo. Recensione un po' scarsina di dettagli, ma non è un dramma.


nerdozzo
nerdozzo
Opera:
Recensione:
per di più guardate cosa dice nelle interviste

"Ci sono un sacco di canzoni velocissime, corte, da un minuto e mezzo circa. Eì un po' come 'Reign in blood' o 'Minor threat'. Igor suona come un pazzo, davvero affamato di velocità e furia. E' nella forma più smagliante in cui l'ho visto dai tempi dei Sepultura. Ne è uscito un lavoro pazzesco che sorprenderà i fan. E penso che faccia sembrare il nostro debutto come un disco pop".

“Ho scritto un sacco di roba e l’ho mandata tramite cd in Brasile ad Igor, in modo gli fossero stati familiari nel momento di andare in studio. Poi ho portato con me un altro cd,con le canzoni più recenti, che avevo appena scritto per l’album,e tutto il resto lo abbiamo fatto in studio insieme. Gli ho parlato dell’idea di fare un album molto intenso, con alcune canzoni di solo un minuto e mezzo. L’idea era davvero cool e ad Igor è piaciuta molto. Da quel momento in poi, l’album è cresciuto, canzone dopo canzone, ogni giorno entrava un nuovo brano. E sono davvero felice


teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera:
Recensione:
Sinceramente fanno davvero CAGARE.


nerdozzo
nerdozzo
Opera:
Recensione:
esce il 28 marzo ma potete ascoltarlo interamente e legalmente su you tube


The Decline
The Decline
Opera:
Recensione:
<<Per quanto se ne voglia dire era Andreas Kisser il migliore compositore dei Sepultura>> Si, vallo a dire a chi ha buttato 20 euri per comprare Against, Nation, Roorback, Dante XXI o A-Lex se hai coraggio... Per quanto concerne l'album, mi ricordavo uscisse a fine marzo comunque ripasserò per votarlo non appena avrò un giudizio definitivo. Rece incompleta; non hai neppure accennato ai pezzi, tantomeno all'edizione speciale cd/dvd con le bonus track (tra cui spicca la cover di Electric Funeral).


The Decline
The Decline
Opera:
Recensione:
Boia...anche per te è la prima...faccio media allora.


gnagnera
gnagnera
Opera:
Recensione:
mah si può fare una recensione di un disco non ancora uscito solo perchè lo si è ascoltato su you tube? a mè inflikted non è dispiaciuto, poi i Sepultura nella formazione originale erano meglio e bla bla bla, certo ok, ma Inflikted è un buon album. Questo aspetto a giudicarlo quando esce


nerdozzo
nerdozzo
Opera:
Recensione:
questo è completamente diverso da inflikted. Ascolta soltanto la prima traccia Warlord, senti in che stato è la sua voce.


Don_Pollo
Don_Pollo
Opera:
Recensione:
È due anni ormai che ho abbandonato sta musica, motivo per cui ogni volta che leggo sti nomi penso: "...Ah ma sono ancora vivi?"


ILM_igliore
ILM_igliore
Opera:
Recensione:
NOn so se questa scelta di passare al cantato scream piuttosto che growl sia dettata dalla perdità della voce + la registrazione delle tracks è fatta ad minKiam, gli strumenti sovrastano la voce. Per adesso mi astengo dal giudicare il disco con un voto... vedremo.


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
I Sepultura sono stati una delle migliori band death-metal che ascoltavo un tempo. Già il tanto osannato "Chaos A.D." a me sembra un buon album e nulla più, e "Roots" un bell' esperimento con pezzi eccezionali alternati a canzoni così e così. Poi il nulla, sicchè Andreas Kisser non so proprio quanto fosse <il miglior compositore dei Sepultura>, dato che fra l'altro neanche c'era in "Morbid Visions" e "Bestial Devastation". Detto ciò, il primo dei Soulfly non era male, era rimasto piacevolmente sorpreso, quelli che sono venuti dopo però zero idee, collaborazioni, menate nu-metal, disgustorama. "Inflikted" mi ha detto poco e niente a parte la salvabile title-track. Questo ho una voglia di ascoltarlo che sfiora quella di fare la coda in banca.


nerdozzo
nerdozzo
Opera:
Recensione:
schizofrenia è un passo avanti enorme rispetto a morbid vision e dimostra quanto sia stata valida l'entrata di Andreas Kisser. Poi gli assoli il ha sempre fatti tutti lui(immenso quello di Mass Hypnosis)


seagullinthesky
seagullinthesky
Opera:
Recensione:
Che gruppo triste...


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
@NERDOZZO: "Schizophrenia" è sicuramente un passo avanti rispetto a prima, e ti dirò... forse è l'album che mi piace di più dei Sepultura. Una cosa comunque è essere un bravo chitarrista solista, un altra è un compositore, e quello che i """"Sepultura""""" hanno fatto dopo "Roots" non mi sembra che sia molto originale a livello compositivo...


SilasLang
SilasLang
Opera:
Recensione:
Non so.. non l'ho ascoltato e non credo di farlo. Preferisco ricordarmeli nei Sepultura, tanti tanti anni orsono oramai.


(matteo)85
(matteo)85
Opera:
Recensione:
Io ho ascoltato solo "Killing Inside" e sono rimasto davvero deluso: un pezzo piatto e privo di mordente, con la voce di Max decisamente sottotono e un assolo ultratecnico piazzato a caso su un tappeto di riff anonimi -- come dire i peggiori stereotipi del thrash, in un brano di tre minuti. Che amarezza.


LeoVanexx
LeoVanexx
Opera:
Recensione:
!i!i!i! <3 <3 <3 OtTiMo LaVoRo <3 <3 <3 !i!i!i!


ziobestia
ziobestia
Opera:
Recensione:
Li vidi 3 anni fa, abbastanza anonimi, a parte le rullate da mozzare il fiato che igor è ancora in grado di mollare. Non so se facciano più tristezza loro o i Sepultura che ormai li trovi a suonare anche alla sagra del gambero di fiume di Caporiacco, confrontandoli con il gruppo che suonò a Pordenone nel 96, tour di Roots...


nerdozzo
nerdozzo
Opera:
Recensione:
Cavalera Conspiracy si sono esibiti a Milano ai Magazzini Generali il 05/11/2010 dalle 20.00 alle 21.20 davanti a quatto gatti. Una volta invece i sepultura riempivano gli stadi


ilTrattoreRagno
ilTrattoreRagno
Opera:
Recensione:
che roba noiosa


The Decline
The Decline
Opera:
Recensione:
Rientra di diritto nella (sempre più) folta accozzaglia di dischi che non hanno più nulla di nuovo da offrire. Ascoltando i vari pezzi sembra di stare alla ''fiera dell'antiquariato''; l'idea di stra-sentito sia fa largo indissolubilmente tra la voce smorta di Max, un riff riciclato agli Slayer e la batteria anonima di Igor; l'unico motivo di interesse (forse) rimane il lavoro alla chitarra di Marc Rizzo ed un paio di pezzi un pò più riusciti. Troppo poco comunque per non considerare Blunt Force Trauma un ''album di mestiere'' che, per quanto mi riguarda, rimarrà negli scaffali dei negozi.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Blunt Force Trauma è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link