Sto caricando...

Data CD
Doom 3

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Dopo aver letteralmente inventato il genere FPS grazie ai primi titoli della celeberrima saga, capostipite dell'intero sottogenere videoludico assieme a Castle Wolfenstein, la Id Software per anni si è trovata di fronte ad un bivio importante: ripetere lo stesso schema all'infinito oppure rischiare con qualcosa di "nuovo" da proporre ai propri fan.

Doom 3, uscito nell'Estate del 2004 dopo anni e anni di attesa spasmodica e innumerevoli indiscrezioni, è un titolo che ha letteralmente diviso fan e critica, rappresentando la vera pecora nera dell'intera saga videoludica: molti, come il sottoscritto, lo considerano un vero e proprio capolavoro, mentre molti ritengono che il titolo sia poco più di un mezzo fallimento alimentato da un hype clamoroso.

Ambientato su Marte nel 2145, il protagonista di turno, il famoso Doomguy, si troverà di fronte ad eventi catastrofici in quanto dopo degli esperimenti (andati non proprio bene) sul teletrasporto, la base marziana si trasformerà in una letterale bolgia infernale stracolma di demoni e mostri orripilanti pronti a cibarsi di carne umana, provenienti proprio dall'Inferno.

E fin qui, "tutto bene" direte voi: senonchè la Id Software, invece che puntare sui ritmi forsennati dei primi capitoli, il gioco si sviluppa a metà tra un gioco di avventura, un classico sparatutto e guardate un po', un survival horror in prima persona.

"Doom 3" infatti è molto di più di un semplice FPS: i ritmi sono più lenti, nonostante la ferocia degli innumerevoli nemici, e la giocabilità altissima del titolo punta tutto sulla suspance e sulle (incredibili) ambientazioni, grazie ad un motore grafico che tuttora, fa gridare al miracolo; le ombre/luci sono calcolate infatti in tempo reale, dando al gioco un'atmosfera a dir poco pazzesca, e più volte vi capiterà di saltare sulla sedia per ritrovarvi di fronte ad un nemico improvviso che sbuca dall'oscurità.

La trama, forse unica pecca del gioco rispetto a pesi massimi dello stesso anno come Half Life 2, si sviluppa in ogni caso molto bene, e contiene tutta la "magia" dei primi Doom inclusi una dozzina di Boss veramente tosti da sconfiggere, dei personaggi ben caratterizzati e un finale a dir poco spettacolare, ossia quando il protagonista stesso si dovrà accaparrare il celebre Cubo delle Anime per sconfiggere quello che credo sia il Diavolo in persona, proprio all'Inferno (!).

I nemici sono tutto sommato numerosi e molto ben disegnati, mentre appunto le ambientazioni e perfino le musiche di sottofondo rasentano la perfezione assoluta; insomma, ben pochi difetti rispetto alla qualità estrema di un prodotto che secondo me ancora fa scuola, pensando ai tanti titoli in prima persona usciti negli ultimi anni (Resident Evil VII, etc.).

Cos'è che non ha "funzionato" quindi secondo molti?

L'essere totalmente fuori dagli schemi rispetto ad un qualsiasi altro titolo della saga, quasi a rappresentare più un reboot che un vero e proprio seguito, possedendo delle caratteristiche, nel bene e nel male, più uniche che rare rispetto al 99% degli sparatutto in prima persona, di ieri e di oggi; per esempio, l'impossibilità di utilizzare la torcia ed un arma allo stesso momento, un controsenso direte voi, ma che in realtà giova e non poco all'atmosfera claustrofobica del titolo.

Concludendo, Doom 3 rappresenta per me un piccolo capolavoro non esente da difetti importanti, ma che vengono "spazzati via" dalla clamorosa cura per i dettagli che possiede il gioco, sia dal punto di vista della trama, che dal punto di vista della giocabilità e sopratutto, della grafica, che ancora oggi "spaventa" per la sua bellezza.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Confermo, bellissimo. Sono indietro di un paio di generazioni di consolle, ma tuttora seguo uscite e gameplay, e ci sono cose come Doom Eternal che mi fanno godere solo a guardarle. Non oso giocarci.


bellepoque: Grazie Miki! Il gioco per me è un capolavoro. ci ho rigiocato qualche anno fa, bellissimo e strutturato dannatamente bene. non possedendo una console "nuova" mi sono perso tantissimi titoli importanti, compreso "DooM" e "DooM Eternal". vedremo se fra qualche anno rimedierò!
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Quando gli altri cinnazzi perdevano pomeriggi a space invaders o pac-man io andavo già a figa, savansadir
Potrei giocarci se arriverò alla pensione prima del Nobile Suicidio...

FPS cosa vuol dire nella pratica?!


bellepoque: first person shooter!
macaco: Un genocidio virtuale magari è terapeutico.
sfascia carrozze: A me interess(av)a solo speisinvaders e glieLo dimostro coi fatti:
Videogioco Arcade 1978 - Space Invaders - Recensione di sfascia carrozze
IlConte: Ahahahahahahah
Dopo leggo
sfascia carrozze: GlieLo sconsiglio.
Piuttosto ci potrebbe parlare diffusamente della Sua attitudine a porre in essere quello che noi non sappiamo perché nel mentre che noi giuocavamo a speisinveiders
IlConte: Ahahahahahahah...
Geenooofficial: Allora, mettiamo i puntini sulle i e le i sotto i puntini: tu potresti giocarci se ARRIVASSI alla pensione...non se arriverai.
Hetzer
Hetzer
Opera:
Recensione:
Io l'ho trovato di una noia mortale.. Sono uno di quelli che rimane indifferente a una grafica da sturbo se il gameplay è legnoso e così poco diretto.. Giocare ai vecchi Doom con il motore in 3D jdoom secondo me è un'esperienza molto più divertente e coinvolgente..
Comunque io non mi accontento facilmente: ho mollato anche Half-Life 2 un po' per la trama un po' per le ambientazioni tutt'altro che accattivanti..


bellepoque: Ci può stare! A me personalmente sia Half Life che Doom 3 mi son piaciuti davvero tantissimo.
snes
snes
Opera:
Recensione:
Credo non abbia avuto successo perché quando è uscito poteva girare solo sul pc della NASA. Crysis, sto cazzo.


proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
più video recensioni sul debio!


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Doom 3 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link