Sto caricando...

Desert Sound .01
The Spaghetti Session

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ha rotto il cazzo il Rock'N'Roll pure e semplice, ha gonfiato i coglioni, ne ho le palle in terra, basta vi prego, basta. Ha rotto il cazzo. Basta, basta con il grezzo semplice diretto... standard. Certo se vogliamo grezzo anche si, diretto dipende dai casi, ma lo esigo evoluto studiato di-ver-si-fi-ca-to... e soprattutto per-so-na-li-zzato.

Ok, siamo nel 2005, è difficile fare rock'n'roll di questi tempi, inizia a diventare difficile persino fare Rap che è nato l'altro ieri, figuriamoci quanto è complicato personalizzare chi ha compiuto quarant'anni e va dritto dritto per i cinquanta. Ma le sfide son belle quando son complicate. Non c'è gusto nel battere in casa propria lo sporting-casalpusterlengo, la soddisfazione arriva alla conquista Bernabeu. Zizù, facci un pompino, cinque a zero secco secco.

Difficile non vuol dire impossibile, nulla è impossibile se ci metti l'impegno giusto la costanza e la perseveranza. Se qualcosa o qualcuno o qualcuncosa ti piace, insisti sinché non arrivi, l'importante è partecipare ma il gusto stà nel vincerle le scommesse, e nel godersi il primo posto sinché si può. La scommessa con se stessi questi ragazzi l'hanno vinta, far vedere a chiunque ed ovunque, che in italia il Rockconlaerremaiuscola non è morto.

Il rock ha detto tutto? Bene, allora chiamiamolo Rawk'N'Rawl. Distorcilo o sporcalo, dilatalo o compressalo, ma comunque sia evolvilo, fallo tuo stò cazzo di suono. Firmalo.

Dall'Acid Doom al '60 psych, dall'Hard '70 allo Stoner Desertico, dalle voci femminili romantiche a quelle danzerine, dagli omaccioni cavernosi a quelli in villeggiatura premio in neurologia. Tutto qui dentro pezzo dopo pezzo, un overtour di chitarra elettrica, basso, batteria, synth pianole fuzz big-muff wah-wah feedback marshall rawk'n'rawl stoner to the core.

Si può chiamare "Stoner a 360°", si può chiamare con i vari generi di provenienza, si può chiamare anche solo musica, io lo chiamo passione il contenuto di questa compilation. La prima vera compilation di underground Rawk italiano. Passione per quello che piace, passione per l'intrattenimento, o passione per l'arte, come vi pare.
Nessuna grande etichetta, nessuno studio di registrazione con Bob Rock, nessun mixer da sei milioni di Dollari, solo tanta voglia di dimostrare che volendo, tutti possono far vedere chi sono se sanno quello che fanno.

Nessun nome da stadio, ma manco i primi stronzi arrivati. Tutto solo dalla penisola, e le selezioni state pur tranquilli che non le ha fatte Luzzatto Fegiz. Non le ha fatte nessuno in realtà, son venute fuori da sole, ed è lì che casca l'asino e nasce la figata.

Mi dispiace un po' per lui, è un caro vecchietto, è stato un bravo ragazzo, molta gente gli vuole bene, ma non ci posso far nulla io, ormai è fritto. É un segno del Destiny, o del Dinasty, o se vogliamo di Sue Ellen, ma rimane il fatto che a me un gruppo italiano piace ogni morte di Papa, qui ce ne son sedici, caro Woity, mo' so' cazzi tua.

Seppelliamo il polacco a colpi di Marshall, abbattiamo il Dead Pope Walkin, la sessione degli spaghetti mescalinici è giunta per dare il cambio delle poltrone in italia.

Mario Lalli Presidente del Consiglio, Jus Oborn del Senato, Rocky Erickson della repubblica, Syd Barrett ministro degli esteri (Eh, con tutti i viaggi che s'ha fatto)
Jimi Hendrix spirito santo, Janis Joplin la madonna, Paolo Catena sul trono del vaticano, e il Fraz è gììsas craist.

Armageddon, che il distorsore vi porti consiglio, Let There Be GNWWWIIUUUUEEEEMMMMMNNNN... wwhhiiEEEoooWWnnn...

...Stoned Forever... Forever Free...

COMPRATELA, CAZZO.

www.wuckrecords.com
www.perkele.it

http://omegagenerator.com

Let The Music Do The Talking

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su CinquantaSei

trellheim
trellheim
Opera:
Recensione:
all'inizio gli curavo i contatti web quindi di nomi ne ho visti parecchi, mi sono girata quasi tutte le webzine stoner che esistevano 3 o 4 anni fa. approfondirò un po' di conoscenze e tornerò a romperti i coglioni :)


Hal
Hal
Opera:
Recensione:
Leggi "Syd Barrett ministro degli esteri" e sorridi per il paradosso, pensi a Castelli ministro della giustizia e la realtà ha superato la fantasia. Caz io ti farei fare il consulente di comunicazione dell'Unione o come cazzo si chiama adesso. Forse solo tu potresti far passare l'idea di usare quello slogan proposto tanto tempo fa - mi pare - da Michele Serra "Se non Prodi non godi". Il commento non c'entra niente con la recensione, lo so. E' colpa tua, ogni volta che leggo quello che scrivi vado in confusione :)))


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ci stò, vada per ministro delle comunicazioni del caz. Però vojjo la segretaria in Topless ;)


Hal
Hal
Opera:
Recensione:
Ok! Ma l'organizzazione della selezione del personale la faccio io :)


ClitoBuster69
ClitoBuster69
Opera:
Recensione:
oh,molto fighe la compilation,la rece e la copertina. mò me la compro ..... si dice che i soldi delle vendite vadano in beneficenza


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Io ho già dato.


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Hey Clito ma il chitarrista degli Hellvis quando torna dalla legione straniera?


ClitoBuster69
ClitoBuster69
Opera:
Recensione:
il chitarrista degli Hellvis non torna,infatti ora si sono sciolti e riformati col nome di EVILGROOVE


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ammazza oh che nommme cazzuto! Stìcazzi! Mwwoooùùùùhhh yyeeeeeeaaaahh...


pugliamix
pugliamix
Opera:
Recensione:
Quoto decisamente il primo commento di Hal. Hai ragione, la realtà supera la fantasia un po' troppo spesso, utimamente. Caz... respect sempre e comunque.


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Il Chitarrista degli HellVis ce l'ha talemente grande che supera fantasia, realtà e sogni proibbbiti. Molto più grande anche del ministro Castelli.


ClitoBuster69
ClitoBuster69
Opera:
Recensione:
COMPRATELA , CAZZO!


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Il cd non ce l'ho ma gli do il max perchè iniziative del genere meritano il max... la recensione ottima però ti consiglio di correggerla da per-so-na-li-zzato a per-so-na-liz-za-to, eccheccazzo non facciamo fare ai fan-stoner (tra cui il sottoscritto) la figura degli analfabeti...ciao!!


_Teskyo_
_Teskyo_
Opera:
Recensione:
Vedi il problema è che sono sardo, quindi è per-so-na-li-zzato VIRGOLA ajò. :D


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
SCUSATE SE HO PREDETTO LA MORTE DEL PAPA CON UN MESE DI ANTICIPO. IO SONO DIO, PUNTO. (Oppure porto sfiga, ma in ogni caso ho predetto la morte del papa)


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ma quante ne sò? Ma quante? Questo è solo l'inizio, il prossimo a morire sarà... sarà... eh eh...


Moonchild
Moonchild
Opera:
Recensione:
eppoi sabato sera la bassaia dei Gorilla aveva la febbre, poverina...ecco perchè non ci stava, NON VOLEVA FARMI PRENDERE UN ACCIDENTE...w l'Inghilterra! Invece Max Recchia era in gran forma. Ojm rivalutescion.


Moonchild
Moonchild
Opera:
Recensione:
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Cioè... sei andato a vedere i Gorilla e mancava Sarah la Megagnocca? ... ah ah ah ah... sfigato... ah ah ah ah...


Moonchild
Moonchild
Opera:
Recensione:
No no Sarah c'era, ma stava male, era tutta palliduccia...cmq me li riguardo la prox settimana e lei sarà splendida e potrò sfidare il suo uomo a un duello di fioretto a squadre...e in Sardegna quando vengono? Tièèèèèèèèè....


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
C'erano due mesi fa in Sardegna, ma non sono andato. Tanto noi abbiamo il deserto e voi no, e poi non prendere per il culo sennò predico la morte di qualcuno che ti iteressa, chessò... Devin degli Strapping Young Lad? Guarda che ormai ogni mio colpo è sicuro, guarda ò pappa... com'è finito dopo le mie parole. D'ora in poi sarò Caz De Nostradamus.


Moonchild
Moonchild
Opera:
Recensione:
Mah Devin pelato non me piace più anche se l'ultimo Strapping spacca, ho parlato col batterista dei Gorilla (che è alto 2 metri) e alla fine gli ho dato una testata in simpatia. W L'Inghilterra e God salvi la Queen.


ClitoBuster69
ClitoBuster69
Opera:
Recensione:
oh,ma fino ad ora le rece della compilation sono positive....mi fa piacere nonostante ci siano gli Stoneflowers che hanno il bassista Edward Norton col plettro.


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Però Intanto Edward è il bassista che si sente meglio, ed è l'unico che mi fa vibrare la scrivania. In oltre mi ha confessato che in quel pezzo suona con le dita... cialtrone che non è altro...


psychopompe
psychopompe
Opera:
Recensione:
me l'hanno dato ieri i gonzales sto disco.....mah per ora non mi dice molto, in particolare gli alix che fanno sbudellare involontariamente dalle risate.


Moonchild
Moonchild
Opera:
Recensione:
Oh, devo dire a Bokal che Black Doll me fa morì...


Sanjuro
Sanjuro
Opera:
Recensione:
Guarda nelle mary's blue cake c'è tanta originalità quanto nel rock n roll di elvis suonato nel 2006, scritta bene, ma conosco vari di quei gruppi e non concordo sul fatto che abbiano una qualche originalità. Se dicessi ai gods of gamble che hanno distorto il rock e originalizzato penso che ti riderebbero in faccia loro stessi. E' solo vecchio buon rock con influenze new york dollsiane, rose tattoo, e un pizzico di hardcore ogni tanto. Ohh sono il primo a dire che sono un ottimo gruppo live e che hanno delle canzoni carine,ma inventato proprio nulla. Anche le Mary's blue cake, per carità fanno il loro compitino a dovere, sono carucce...però non hanno quel connotato particolare che le riesce a far distinguere tra tante riot girl americane. Insomma buon disco ma non superlativo


Sanjuro
Sanjuro
Opera:
Recensione:
Anche se la Wuckrecords è l'unica a produrre veramente bene in sardegna e per questo mi sta particolarmente simpatica ^_^ e poi cmq mary's,inkarakua,gods e altri sono cmq buoni gruppi! Spero che abbiano successo anche fuori perchè se lo meritano


Scemo_Chi_Legge
Scemo_Chi_Legge
Opera:
Recensione:
Tutto molto bello ma qui non ci suonano nè le "mary's blue cake" che manco sò chi minchia sono, tantomeno ci suonano i "gods of gamble" che altrettanto non li ho mai sentiti nominare. Sarà anche "un buon disco ma non superlativo" quello di cui parli, ma vai tranquillo che il disco non è questo. Tanto per chiarire, qui manco li Inkarakua ci suonano. Presumo Ti stia confondendo con la saga dei "Let The Music Do The Talking", questo è il volume 01 delle Desert Sound. Magari se leggevi lo capivi, eh?


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Giustissimo, ho sbagliato e pure tanto. Sento un rimorso corrodermi dentro, e non è una bella sensazione. Sono un fallito


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di The Spaghetti Session è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link