Sto caricando...

Dexter Fletcher
Rocketman

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


E dopo il (discutibile) Biopic sulla vita di Freddie Mercury "Bohemian Rhapsody", che ha riscosso un certo successo sia di critica che di pubblico nonostante alcune critiche mosse sulla rappresentazione troppo buonistica del purtroppo Ex frontman dei Queen, arriva un altro Biopic su un'altra leggenda della musica mondiale. "RocketMan" ripercorre la vita di sua maestà Sir Elton John, dalla sua infanzia fino alla metà degli anni'80, concentrandosi principalmente sui suoi eccessi e tutte le conseguenze che esse hanno portato come il famoso tentativo di suicidio due giorni prima del leggendario concerto al Dodgers Stadium del 1975 oppure i rapporti con i suoi vicini, in primis il suo storico autore Bernie Taupin. RocketMan è a metà tra un musical vero e proprio e un Biopic più tradizionale, ed è apprezzabile come nella maggior parte dei casi le sezioni cantate servano a far capire i problemi interni di Mr.Showman, le sue paure e i suoi sentimenti tramite scene oserei dire surreali, come ad esempio l'Elton adulto che dialoga con l'Elton bambino del passato. Di fronte ad una veridicità storica non proprio fedele che alterna fatti realmente accaduti a pure "licenze di sceneggiatura", il film non annoia mai ed ha un ritmo abbastanza scorrevole che fa passare abbastanza facilmente le due ore di durata. Il leggendario cantautore è interpretato dal bravissimo Taron Egerton, la cui interpretazione è di gran lunga la cosa migliore del film e che gli è valsa la vittoria ai Golden Globe. L'attore riesce a dare una buona profondità al personaggio, è estremamente espressivo e vorrei ricordare che ha cantato personalmente le varie canzoni presenti nel film. Ed a proposito delle canzoni, quelle meritano una menzione d'onore. I più grandi capolavori composti dal duo John/Taupin sono qui riproposti in una veste più orchestrale e cinematografica, e non fanno perdere un pelo di smalto e valore alle composizioni originali...In più Egerton si cimenta nel campo ottenendo buonissimi risultati, specie nei pezzi più lenti. A parere di chi vi scrive "Tiny Dancer", "Goodbye Yellow brick Road" e la stessa "Rocket Man" sono i tre punti più alti dell'intera Soundtrack del film. Ovviamente non è un film perfetto. Ha i suoi difettucci, come un finale forse leggermente troppo smielato o alcuni passaggi fondamentali della vita di Elton sbrigati in maniera eccessivamente veloce, ma non intaccano troppo quello che comunque è un prodotto di intrattenimento decisamente valido.

A differenza del Biopic sui Queen, questo dimostra di essere più crudo e diretto, e lo stesso John ha insistito affinchè i periodi peggiori della sua vita (come alcolismo e tossicodipendenza) fossero mostrati in maniera estremamente esplicita (ricordo che il film fu vietato ai minori di 18 anni). Scelta stilistica che personalmente ho apprezzato molto.

In attesa del Biopic su un altra leggenda della musica inglese, ovvero il buon David Bowie, questo "RocketMan" rappresenta un buon prodotto di intrattenimento sia per i fan del mitico Showman ( i quali non faticheranno a scovare chicche non indifferenti), sia per coloro che non hanno mai ascoltato "Your Song" o "The Bitch is Back".

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tre)

sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Probabilmente non lo guarderò mai sia perchè l'artista mi attira poco sia perché non gradisco questo genere di trattazioni parapseudo-agiografiche; detto ciò volevo anche dire che mi sfugge il senso di inserire queste cosiddette "licenze di sceneggiatura" all'interno di un film di questa risma.


Y2Jericho: Penso che queste modifiche vengano apportate al fine di rendere il tutto più "cinematografico". Condivido con te però il fatto che la vita un personaggio istrionico come Elton John non necessiti di queste modifiche in quanto già articolata e particolare di suo.
ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Sarei curioso di sapere se anche in questo Biopic come in una sua biografia cartacea ripropongono la scena che lo ritrae in uno dei suoi tentativi di suicidio con il gas non prima di aver spalancato le finestre ed aver appoggiato un cuscino nel forno per non sporcarsi il toupet.
Il personaggio puo' piacere o meno ma è anche questo.


Y2Jericho: La scena è stata girata, ma è stata tagliata. io la vidi perchè fu postata sui social tempo fa.
Confaloni
Confaloni
Opera:
Recensione:
La recensione è complessivamente buona e concordo sul fatto che il film abbia comunque difetti. Sostanzialmente, quello che mi lascia perplesso è il rappresentare Elton John come un bravo ragazzo prima traviato e poi redento. Sarebbe una versione edificante di un ennesimo musicista che ha attuato uno stile di vita alla sex, drugs and rock and roll (del che non mi scandalizzo). E guarda caso fra i finanziatori del film figurerebbe niente meno che una società legata allo stato del Vaticano.. Chissà cosa ne pensa papa Bergoglio..


Y2Jericho: Innanzitutto ti ringrazio per il parere sulla recensione. Comunque Elton John viene spesso ricordato da molti suoi colleghi dello Star System come una persona buona, gentile e disponibile...e lui stesso non ha mai dato modo di pensare il contrario. I suoi problemi con Alcool e droghe erano appunto cose personali che teoricamente non dovrebbero interessarci. Ottimo punto di vista comunque.
Confaloni: Magistrale, comunque, l'interpretazione di Edgerton. C'è, fra l'altro, un refuso nel film quando Elton decide di adottare il nome d'arte solo per il fatto che, guardando le foto sulle pareti dell'ufficio del boss discografico che lo intervista, vede una foto dei Beatles e quindi John Lennon. In realtà scelse di chiamarsi Elton John in omaggio ad un musicista con cui aveva precedentemente collaborato ovvero Elton Dean. Aggiungo poi che i primi album di Elton John sono ottimi, poi ha annacquato troppo lo stile.
ZiorPlus: Ex cocainomane di lusso che una volta disintossicato ha provato a farne venir fuori diversi altri suoi colleghi o almeno cosi si legge qua e là in giro ma nel bene o nel male restano affari suoi e niente dovrebbe aver a che vedere con l' uomo come artista.
Probabilmente per come girano le cose potrebbe in alcuni anche aumentare un certo fascino
Piuttosto lo strano in quell' ambiente e per i tempi sarebbe venir a sapere di qualcuno non abbia fatto lo stesso nelle maniere più strane.
Forse sono pochi, esclusi i fan veri, che hanno avuto modo di seguire la sua carriera fin dagli inizi e si vocifera che quello fosse il vero Elton John con diverse cose degne di attenzione.
Si vocifera in quanto non essendo tra i fan di Sir Lustrino non ho voce in capitolo è già difficile parlare di chi si pensa di conoscere.
Mi pare piuttosto di capire che dei tre citati: F. Mercury, D. Bowie solo Elton John abbia un Biopic da ancora in circolazione, da vivo.
Da non fan perchè ad un fan potrebbe andar bene quasi tutto ci si potrebbe chiedere che senso abbia una operazione di minestrina riscaldata del genere a questo punto della sua carriera per uno tutto sommato ancora ben radicato nel presente.
macaco: La chiesa cattolica è ormai arcobaleno. Non so se ci sia un collegamento, ma l' ultimo documentário aul papa l' ha girato un regista conosciuto per le tematiche lgbt.
macaco: Dal peccato originale all'inculatevi in santa pace.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Rocketman è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link