Dün
Eros

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Siete stanchi del solito progressive rock? Avete sentito ormai tutto quello che c'era da ascoltare, discografie intere di Yes, Genesis, King Crimson, ELP, Rush, Camel e via dicendo? Inoltre non vi è mai piaciuto il prog francese?

Ecco il modo di riscattarsi. "Eros" è uno dei più grandi capolavori provenienti dalla Francia, e il voto che gli conferisco è basato soprattutto su un dato: i Dün escono completamente dagli stereotipi della loro terra natìa. La loro musica, come molto prima quella dei Magma, è stata definita Zeuhl, un genere sempre un po' difficile da identificare. Io, non essendo un professorone, posso dirvi che ha un suono piuttosto moderno, e ha ritmi spesso molto dinamici per quanto riguarda tutta la strumentazione: in questo caso vari flauti, batteria, basso e tastiere. Una mistura davvero geniale fa sì che "Eros" diventi un ascolto indelebile già dalla prima volta.

Quattro brani, quasi 10 minuti l'uno, per una durata di circa 36 minuti. Nessun vocalist, solo una incredibile performance strumentale, dove certamente risaltano maggiormente Pascal Vandenbulcke (flautista) e Thierry Tranchant (basso). Dissonanze, richiami all'avant-prog, classicismo, fusion e un pizzico di "Canterbury": in questo album troverete tutto questo e anche di più. Un disco "di passaggio", poiché la band non ne ha pubblicati altri dopo il 1981, ma si è lasciata alle spalle un vero gioiello. Da non perdere.

Questa DeRecensione di Eros è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/duen/eros/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

Luca-LJ
Opera: | Recensione: |
Io sono uno di quelli che ha fatto indigestione di progressive rock e non ne può più. Se questo gruppo è come lo descrivi forse posso guarire! Corro subito a cercarlo, speriamo bene!
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Bella proposta.
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Da quello che ho letto sembrerebbero meritare davvero. Complimenti per l'operazione da Indiana Jones :D
BËL (00)
BRÜ (00)

paloz
Opera: | Recensione: |
Volevo ricordare che per i più diffidenti c'è un sample da me appositamente caricato...
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Mmm, sbaglio o noto un sottile tono polemico? :D
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
Gran disco, in effetti al primo ascolto si resta folgorati! I pezzi sono molto complessi, ma arrangiati in modo sublime. Come nella migliore tradizione Zeuhl, anche qui l'influenza del jazz è notevole. Grandi i Dün, sono arrivati lì dove solo i Magma erano arrivati fino a quel momento! Eros è uno dei dischi essenziali nel suo genere.
BËL (00)
BRÜ (00)

Luca-LJ
Opera: | Recensione: |
Ieri i samples non potevo sentirli, ora si: mi sembra comunque troppo poco per farmi un'idea, non è male, ma se fosse tutto così fionderei via il cd, quindi devo sentire di più!
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Ascoltato: veramente uno splendido disco! Ricordano più i Magma di Kohntarkosz che quelli di Mekanik destruktiw kommandoh.
BËL (00)
BRÜ (00)

Luca-LJ
Opera: | Recensione: |
Si, sono forti, ma non hanno risvegliato in me l'amore per il progressive. Probabilmente se li avessi sentiti un anno fa sarebbero diventati uno dei miei ascolti principali, ma adesso non è più il tempo. Non so proprio che voto mettere, quindi mi astengo. La recensione invece merita il voto perchè è riuscita ad incuriosirmi e perchè mi sembra che descriva abbastanza bene il disco, anche se è forse un po' tropppo sintetica.
BËL (00)
BRÜ (00)

SUPERVAI1986
Opera: | Recensione: |
verissimo paloz sono d'accordo con te.bravo bella recensione e gran bel disco.ah complimenti per il tuo blog,sopratutto la citazione su dio zappa.
BËL (00)
BRÜ (00)

ProgRock
Opera: | Recensione: |
Uno degli album migliori che ho ascoltato,ottima tecnica!
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
Mi sono accorto di questa recensione solo dopo averla cercata nel data base, visto che avevo intenzione di proporla. Capolavoro francese, sicuramente tra i 5 migliori dischi usciti da terra d'oltralpe. Bravissimo anche solo per l'idea di proporla.
BËL (00)
BRÜ (00)

Blasquiz
Opera: | Recensione: |
Eccone un altro che voleva proporre una recensione di questo gioiello.
Non so voialtri, ma io non ho ancora sentito nulla che ricordi il suono dei Dun. Ed è un peccato.
P.S.: nella ristampa sono presenti delle versioni alternative di "Eros", "Arrakis" e "Bitonio", oltre ad un inedito, "Acoustic Fremen". Immagino sia superfluo dire che anche queste tracce sono assolutamente micidiali.
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing: Hai ragione, uno dei grandi valori di questo disco è l'assoluta personalità del suono, difficilmente ritrovabile in altre band. Qualche cosa, ma solo qualcosa lo ritrovi sempre nei francesi La Zombie Et Ses Bizons che ho anche recensito qui Herbe De Bizon - La Zombie Et Ses Bizons - Recensione di TheJargonKing
Blasquiz: Si direbbe piuttosto interessante, ma al momento non sono riuscito a scovare nessun campione audio e/o video di youtube. Indagherò più a fondo, ma se intanto sai indirizzarmi meglio tu te ne sarei molto grato.
Blasquiz: Trovati, provati e graditi. Il suono dei Dun è ancora ineguagliato, ma devo ammettere che questi qua sono quanto di più simile abbia mai ascoltato, mi auguro che producano presto qualcos'altro. Grazie per il suggerimento!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: