Frankie Knuckles
Your Love (Single)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Frankie Knuckles. Il padrino della house music.

L'ha creata lui. Se la musica House esiste (quella seria non quella robaccia che nelle discoteche fanno passare come tale) gran parte del merito è suo. Il nostro buon Frankie, dopo aver fatto diventare il Dj non più "colui che mette i dischi" in un vero e proprio "non-musicista", come direbbe Brian Eno, creando il sistema dei tre piatti (due servivano per far andare due brani allo stesso bpm e passare dall'uno all'altro senza soluzione di continuità, il terzo per inserire vari effetti) e iniziando a remixare brani della Black Culture, incise questo singolo.

 

IL BRANO CHE FECE COMINCIARE TUTTO

 

Inizia con un loop di sintetizzatore che crea ritmi ciclici che ti catturano dalla prima nota.

Entra la linea di basso, è il primo brano house ma stento a trvare linee di basso migliori anche nelle ultime produzioni di musica elettronica aiutate da una tecnologia più avanzata.

Parte la drum-machine e, poco dopo, entra la voce.

Il brano comincia a farti sognare e vorresti che questa magia non finisse mai.

Sembrano pochi elementi e uno potrebbe sorridere a pensare come potesse esserefatto un brano house con quei pochi strumenti pensando a tutte le tecnologie che aiutano il dj al giorno d'oggi, ma è proprio quell'artigianalità a creare quel suono coinvolgente, quasi fosse fatto da strumenti analogici e non elettronici.

 

Il primo brano di musica house e uno dei suoi vertici assoluti con presenti tutti gli elementi che si possono trovare oggi.

Questa DeRecensione di Your Love (Single) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/frankie-knuckles/your-love-single/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

gnoato
Opera: | Recensione: |
Il singolo è una bomba. Anche se c'è da dire che non fu quello che aprì la strada alla House music, bensì fu "On and on" Jesse Saunders, che uscì di poco precedente a questo. Per non parlare del fatto che su "Your love" Frankie (senza nulla togliere al suo genio) ci mise solo i soldi. Il brano fu "fisicamente" realizzato invece da Jamie Principle, quello che poco dopo lanciò "Waiting on my angel" , altro gran pezzo House con influenze europop. C'è poi da dire che la House così come la intendiamo noi oggi fa capolino ben dopo il 1984 (anno di "Your love") . Diciamo attorno al 1987, con "Pump up the volume" dei MARRS, ci sono i primi vagiti... si consolida per bene nei primissimi anni 90, in corrispondenza con i primi lavori degli "Snap!" (1991) .

MuffinMan
Opera: | Recensione: |
porcata di una noia mortale

Kant
Opera: | Recensione: |
@Gnoato: Non lo sapevo, grazie per le precisazioni.

ILpercussionist
Opera: | Recensione: |
storica! (o stoica?)

giorgioladisa
Opera: | Recensione: |
Muffinman, scommetto che non hai la minima idea di ciò che stai giudicando. Buon sangue (di caso umano) non mente..

MuffinMan
Opera: | Recensione: |
lo sentito ed è un orripilante pezzo di una ripetitività che neanche bart simpson quando scrive sulla lavagna non ripete così tante volte le stesse cose (caso umano sei tu carissimo che ascolti questa monnezza)

Alì Murtacc
Opera: | Recensione: |
Monnezza? Non ci siamo.

MuffinMan
Opera: | Recensione: |
capolavoro indiscusso della musica, sarà ricordato nei secoli (se ci saranno) a venire, certo come no

Yosif
Opera: | Recensione: |
quoro 5 e 7. Capolavoro!

Yosif
Opera: | Recensione: |
Frankie89
Opera: | Recensione: |
Odora un po' di vecchio, ma è un vecchio gradevole: un'odore di cantina con i vini che evoca belle cose. E mi sento di dirlo anche se quando uscì non ero ancora nato.

H. Dragica
Opera: | Recensione: |
Beh è stato creato con strumenti analogici, synth, ma pur sempre analogici, allora il digitale non è che fosse molto diffuso ;) bella recensione e bellissimo pezzo...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: