Hirokazu Kore-eda
Wandafuru Raifu - After Life

()

Voto:

Vi siete mai chiesti cosa c'è dopo la morte? Quante volte avete sentito parlare di Paradiso e Inferno? Avete mai visto quei predicatori alla tv che vi raccontano delle terribili torture a cui andrà incontro il peccatore e delle immense grazie di cui godrà il credente? Quanti film avete visto in cui vengono chiamati in causa in modi diversi e sempre più deliranti il Regno dei Cieli e gli Inferi? Quante volte vi siete sorbiti Bonolis e De Laurenti nel Paradiso della Lavazza? Ma voi ci credete?

E se invece fosse tutto più semplice? E se, una volta morti, vi ritrovaste davanti a una sorta di cascina immersa tra gli alberi e la nebbia con indosso ancora i vostri vestiti e tutti i vostri accessori come se foste ancora in piena salute? Non vi verrebbe voglia di entrare? Una signora alla portineria vi dice di accomodarvi in una saletta insieme ad altre 21 persone e una volta arrivati li un ragazzo vi prega di accomodarvi nel suo studio e esordisce con un felice: "You died yesterday". Il simpatico giovanotto vi racconta che quello è il luogo in cui si finisce per una settimana una volta morti, fino a mercoledì avrete tempo per scegliere il ricordo più bello della vostra vita, dopo di che lui, insieme ai suoi  collaboratori, provvederà a ricreare come una scena di un film questo ricordo in cui voi sarete ovviamente il protagonista. Sabato la pellicola sarà proiettata per voi in una saletta e da li voi potrete entrare nel vostro meraviglioso ricordo e riviverlo per sempre.

Non sono impazzito, non del tutto almeno, dato che, pur di vedere questo film, me lo sono dovuto sorbire in giapponese con sottotitoli in inglese. Già, sembra una follia ma credetemi ne vale la pena. In un epoca in cui Hollywood ricorre sempre più a sequel, prequel, storie tratte da fumetti, adattamenti di libri più o meno famosi, biopic, remake di film classici, remake di pellicole orientali, remake di serie televisive, remake di remake di remake, mi sembrava giusto dare un' opportunità a un regista a me sconosciuto, tale Hirokazu, in grado di sfornare alcuni anni fa una pellicola decisamente originale quale è questo After Life (ma se i titoli inglesi è brutto tradurli in italiano allora non è altrettanto sbagliato tradurre i titoli giapponesi in inglese?).

Il regista adotta uno stile tutto particolare, una sorta di via di mezzo tra un film vero e proprio e un documentario per la presenza di scene girate quasi solo con una telecamera che continua a fare piccoli movimenti imprecisi. Anche le musiche di sottofondo sono quasi del tutto assenti, come a ricordare ancora una volta che si tratta di realtà e non di finzione. La storia da me narrata prima non è la sola presente nella pellicola perchè all'interno si muove una stranissima storia d'amore (non pensate a scene strappalacrime e coppie in difficoltà, qui siamo su tutt'altro livello) accompagnata dai vari ricordi fantastici di ogni persona morta.

"Recreating the memory for the dead" dice una delle persone addette a questa sorta di limbo post morte riguardo a quello che si fa in quel luogo. Ed è proprio questa ricreazione che colpisce di più: si assiste ad un vero e proprio making of di altre pellicole in modo molto artigianale e vero. Così le nuvole per la scena in aereo saranno costituite da enormi batuffoli di cotone mentre al tram su cui un uomo siede assaggiando la dolce brezza primaverile riprodotta da un ventilatore e qualche goccia d'acqua sarà data una sensazione di movimento da persone che fuori lo fanno ballonzolare e da una cassetta che riproduce, insieme ad alcuni rumoristi, i classici suoni di città.

Con alcuni spunti ironici, un attenzione maniacale a certi piccoli particolari per dare sempre un impressione di realtà e alcune finezze come la Luna vista dal protagonista che si rivela non essere reale ma un altro livello di ricreazione artificiale, il regista ci conduce per mano verso questa sorta di viaggio, in modo che anche noi, come i morti nel film, possiamo entrare all' interno della visione e perderci credendo sia tutto reale.

In attesa di un costoso remake di Hollywood (figurati se si perdono la ghiotta occasione), tra location fantasmagoriche, effetti superspeciali e attori iperpagati (ma la vecchina sognante amante della natura di questa pellicola non la può sostituire nessuno mi dispiace) godetevi questa fantastica pellicola e chiedetevi se voi in tre giorni sapreste scegliere il vostro ricordo più bello.

Questa DeRecensione di Wandafuru Raifu - After Life è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/hirokazu-kore-eda/wandafuru-raifu-after-life/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentOtto)

GiovanniNatoli
Opera: | Recensione: |
interessant.; e se dopo la morte ci fosse Poletti che ti aspetta?
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Sarebbero cazzi.
BËL (00)
BRÜ (00)

lemuro
Opera: | Recensione: |
caro giovanni.......mr poletti, novello SanPietro, potrebbe chiederti i cento film fondamentali della storia del cinema, in rigoroso ordine polettiano.......e al primo errore: all'inferno con pieraccioni, bombolo e lucrezia lante della rovere..........
BËL (00)
BRÜ (00)

GiovanniNatoli
Opera: | Recensione: |
io con lucrezia lante ci andrei volentrieri all'inferno. pensa se cascassi con domiziana giordano invece; sarebbe sì una tragedia
BËL (00)
BRÜ (00)

travisbickle
Opera: | Recensione: |
ma quante ne sforni di recensioni!!! :))))... la trama del film ha un non so che di geniale e mi attrae parecchio (magari poi me lo passi direttamente).. la rece mi piace assai
BËL (00)
BRÜ (00)

Workhorse
Opera: | Recensione: |
Sembra interessante questo film, molto originale.
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Lemuro, le bestie hanno il loro habitat naturale nella merda. Che ci fai ancora qui, lemure?
BËL (00)
BRÜ (00)

lemuro
Opera: | Recensione: |
caro poletti........oggi mi hai reso felice.........ma non avevi scritto "che non mi avresti più rivolto la parola"......cosa t'ha fatto cambiare idea ? ma quali sono le bestie che hanno il loro habitat naturale nella merda ? faccio fatica a trovarne una......forse lo struzzo ? il puma ? la balena ? l'usignolo ? o il lemure ?
BËL (00)
BRÜ (00)

eletto1987
Opera: | Recensione: |
"le bestie hanno il loro habitat naturale nella merda"???Forse solo lo scarabeo stercorario....
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
ne avevo sentito parlare ....presentato al Far East l'anno scorso?. Unici appunti: è sbagliato tradurre titoli inglesi in italiano, è sbagliato tradurre titoli giapponesi in inglese, ma in sto caso il titolo giapponese è traslitterazione di parole inglesi, per cui Wandafuru Raifu altrononèche...Wonderful Life.....eh sì gente sono i cinesi che dicono PLEGO, i giappo invece usano solo la R. Per cui la quale, cicare cicare cicare....ah e Hirokazu è il nome non il cognome
BËL (00)
BRÜ (00)

sorciopeloso
Opera: | Recensione: |
r, ma monovibrante!
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
bravo sorcio, l'unico altro nipponista del sito! Esempi di traslitterazione orribili: TAIPURAITA, PUURU, NEDDOBEDO....nell'ordine: TYPEWRITER, POOL, NEDVED
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
Biru, Basicarmente...
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
UN SINCERO VAFFANCULO A TUTTI VOI COGLIONI.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ogre
Opera: | Recensione: |
io ti voglio bene Poletti :*
BËL (00)
BRÜ (00)

carlito
Opera: | Recensione: |
ma chissà quanti anni ha sto poletti... se è fra i 15-20 anni, è un fallito, perchè perde gli anni migliori della vita guardando vecchiume stantio ; fra i 20-30, fallito comunque, perchè dovrebbe andare alla ricerca di topa invece di guardarsi vecchiume stantio; fra i 30-40, fallito: trovati una moglie! fra i 40-50, fallito, perde tempo a leggere recensioni su internet e magari a incazzarsi per critiche ricevute come un poppante. Ergo, traendo le dovute conclusioni, in qualunque delle fasce d'età tu ti ritrovi, sei un fallito. Aspetto (come fai tu) con estrema goduria la tua risposta, anche se, come avevi detto tu, dovevi andare in ritiro per tutta l'estate.

BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Vecchiume stantio? Perchè i classici non si possono guardare? Anche Louis Armstrong è vecchiume stantio, o no?
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
non conosco (sich!)
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Vorrei dire una cosa al caro Carlito:la lista di Poletti e' composta da tutti grandi film,percio' andrei piano con chiamarli vecchiume stantio,il problema e' un altro e cioe' che Marco non accetta altri generi,o lo fa con dfficolta',al di fuori di un certo periodo storico..e questo e' errore,a mio modo di vedere, ma e' un errore anche attaccare che ne so "L'Infernale Quinlan" per esempio,non caderci per puro risentimento verso il Poletti Nazionale...
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Un enorme grazie a cptgaio, in poche parole ha detto quello che io, forse per mia incapacità lessicale, non sono riuscito a dire. Grazie.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Prego. Pero' Marco anche tu cerca di evitare termini come "merda" per qualsiasi cosa non ti piace..
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Cptgaio, vai a vedere cosa dicono su film come via col vento nella recensione di incontri ravvicinati. Credo che pure tu, dopo un pò, perderesti la pazienza. O no?
BËL (00)
BRÜ (00)

hugoniot
Opera: | Recensione: |
ma vattene a fare in culo..fosse tuo figlio via col vento..tu sei una merda che non riesci a interagire con chi insulta i tuoi gusti da fintointenditore che non ha da fare un cazzo tutto il giorno..
BËL (00)
BRÜ (00)

M.Poletti
Opera: | Recensione: |
Ah sì hugoniot, dici davvero? Qui ci sono state litigate furiose se qualcuno diceva che un disco dei Pink Floyd era un pò meno bello, e stai a vedere che adesso io non mi posso incazzare per via col vento.
BËL (00)
BRÜ (00)

hugoniot
Opera: | Recensione: |
fatto sta che le tue sentenze stanno sul cazzo a tutti...a fare un copia e incolla dal morandini non ci vuole molto,io non sto parlando di via col vento,non sto parlando della gente che si incazza ma sto parlando di te ..che spari sentenze dopo sentenze e a me questo da fastidio,certo non mi fa incazzare perchè ci vuole ben altro per farmi incazzare e di solito uno schermo di un pc non si trova tra il ben altro..tutto qui,ora vaffanculo supponente testa di cazzo
BËL (00)
BRÜ (00)

sorciopeloso
Opera: | Recensione: |
secondo me la traslitterazione più bella mai fatta dai giapponesi è za baado (the bird). qui siamo oramai a livelli di astrazione linguistica irraggiungibili dai comuni mortali
BËL (00)
BRÜ (00)

carlito
Opera: | Recensione: |
cpt non credere: molti dei film in lista li adoro anch'io (the blues brothers in primis), è solo che agognavo vedere la reazione indignata del povero bersaglio comune.
BËL (00)
BRÜ (00)

Deneil
Opera: | Recensione: |
ahah grazie a tutti!be geniale giovanninatoli che ha innescato la discussione sul poletti nel postvita...grazie a psychopompe per le precisazioni interessanti!carlito m'ha fatto sganasciare e poletti col suo uno dato al film senza averlo neanche vsto ancora di più..per la serie la serietà di un uomo!comunque su poletti il problema è che se fosse nato tra 50anni sicuramente darebbe voti molto più alti a film di adesso, perchè nel futuro certi film saranno classici esattamente come certe meraviglie della prima metà del 900 oggi..quindi il problema non è che sia se i film nella sua lista siano fantastici o meno(per buona parte..direi90%..lo sono) quanto il fatto che poletti a parte rarissime eccezioni non sa accettare i film di oggi.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: