Jonas Carpignano… Chi è costui? Sembra il nome di un personaggio immaginario della Gialappa’s… invece è un bravo regista! Ma che cavolo, dicono che il cinema italiano è morto, che giusto Sorrentino fa lo sgargiulo, il resto sono zalonate quando va bene e moccia froccia sotto la doccia giallini telefonini dialoghi cretini blablabla… tutto qua?

A Chiara: ma chi lo conosceva? Qualcuno lo ha visto o ne ha sentito parlare? In quante sale venne distribuito? Che incassi fece? Ah ma la Cortellesi… il film della Cortellesi a questo non gli allaccia manco le scarpe!

È recente, è del 2021… ha avuto pure una gestazione travagliata causa covid… eppure al Festival di Cannes del 2019 ha avuto un’accoglienza positiva, eppure Swamy Rotolo, all’epoca 15enne, vinse il David di Donatello come migliore attrice protagonista!

Fortemente connotato da un impianto realistico, dal taglio quasi documentaristico, A Chiara narra la storia di questa giovane, la quale, scopre che suo padre è un criminale e per lei sarà una bomba che deflagrerà nella sua vita e nel suo spirito.

Il film è ambientato a Gioia Tauro, paese in cui Chiara (cioè Swamy) è nata e vissuta per davvero, ora è a Roma, ha 19 anni e studia recitazione. La famiglia nel film, pà mà la sorella più grande di 18 anni (ora ovviamente ne ha 22) e la più piccola, una bambinetta di 6 anni (ora ne ha …basta dai) sono davvero la sua famiglia! Beh si vedeva che non fossero bravi attori, tranne il padre ‘ndranghetoso (che nella vita reale però fa un lavoro onesto), lui se l’è cavata.

Il patriarcato che tanto va di moda adesso, beh a Gioia Tauro c’è davvero (no i balletti della Cortellesi che fa la morale su un’Italia di 80 anni fa) ed è in questo contesto che esplode la furia di Chiara, l’unica della famiglia a ribellarsi, al concetto stesso di famiglia e a quel comparto di regole mafiose che ha una sola regola: l’omertà, t’hai a stà scitt! Ma Chiara zitta non ci sta!

Film straordinario, dicevo, la festa iniziale del 18esimo della sorella grande è da brividi, Carpignano ha la geniale intuizione di lasciare liberi gli attori, che attori non sono, è la sua famiglia, il cugino è il cugino per davvero gli amici pure, fate la festa gli dice e loro la fanno, fate il karaoke, fate la gara di ballo, avevano solo un canovaccio. Di assoluto rilievo anche la sequenza successiva di Chiara e le amiche sul muretto lungo mare coi telefonini 8mi ha ricordato Amore Tossico tanto era vera) …i loro selfie i loro 15 anni in quello schifo di paese nel buco del culo dell’Italia con le case che non sono manco intonacate.

Senza stare a spoilerare è chiaro che ci sarà poi un punto di svolta, Chiara dovrà fare delle scelte, oppure non potrà scegliere chi lo sa? Come finirà, che ne sarà di lei? Si fa presto a ribellarsi e a darci un taglio, ma quella è la sua famiglia, la sua terra, le sue radici, Chiara ha solo 15 anni!

Cercate di vederlo.

Carico i commenti... con calma