Sto caricando...

Cronaca (di una società) nera

Non so se tra le molte notizie che ci giungono stile bombardamento dai media vi sia arrivata ed abbiate metabolizzato quella relativa alla vicenda di uno stupro da parte di un branco formato da 8 minorenni ai danni di una ragazza loro coetanea, consumato circa 2 anni or sono nella provincia di Roma, a Montalto di Castro.
Il processo si è protratto fino ad ora ed il Tribunale dei minori ha finalmente preso una decisione.

Prima di questo però c’è da dire che il Sindaco del Comune (giunta PD) ha utilizzato fondi pubblici per dare assistenza legale ai minori incriminati in quanto giovani (di nazionalità italiana) di buona famiglia, che era giusto mettere in condizione di difendersi; inoltre ai ragazzi è stato consigliato di mostrarsi pentiti e strategicamente chiedere scusa alla vittima a fine processo, omettendo il particolare che, inizialmente, avevano riportato, tronfi, secondo il quale la ragazza trascinata a forza nel bosco, ci stesse alla grande.

Quindi coi soldi dei contribuenti per la difesa, ed il tocco di classe del pentimento finale, il Tribunale ha deciso che i ragazzi non vanno puniti se non facendoli lavorare per 2 anni in “prova” ai servizi sociali, occupandosi di assistenza ad anziani e disabili, pulizia di strade ed edifici pubblici, insomma comportandosi come farebbero davvero quei bravi ragazzi attenti al prossimo che i genitori affermano loro siano da ben oltre 2 anni.
Alla fine della prova se questa sarà ritenuta positiva, il reato sarà cancellato e loro saranno nuovamente liberi e puri come l’aria che respiriamo in montagna.

Per contro, e nel contempo, nessuno ha pensato a dare assistenza legale gratuita anche alla vittima 15enne, né di provvedere al suo terribile trauma con un adeguato sostegno e terapia psicologica. Non solo. Pare che la ragazza stia cercando lavoro da tempo e che nessuno voglia darle una mano, invitandola ad andarsene con secchi e ripetuti rifiuti perché è ritenuta inaffidabile.
Sì, perchè una ragazza che non è riuscita a contrastare ben 8 coetanei che l’hanno convinta con la forza a farsi violentare, magari (anzi sicuramente) provando piacere lei stessa, deve essere per forza una persona da poco e pure bizzarra, per non dire puttana, e che sicuramente nel confronto con gli 8 bravi ragazzi ci perde, perché la poco di buono è lei.

Così oltre al danno dello stupro, alla violenza fisica ed ai molti segni che la ragazza si porterà dietro per il resto della sua compromessa vita, si accompagna l’umiliazione della violenza psicologica operata da quella società che avrebbe dovuto aiutarla e difenderla in questa tragica esperienza e quello che per lei sarà per sempre il peggior ricordo della sua vita, per altri ragazzi italiani -di buona famiglia- sarà solo il ricordo di una bravata adolescenziale all’interno di una nottata più avventurosa delle altre.
Ora io mi chiedo, quando leggo notizie come questa, che senso abbia avere ancora fede in una giustizia che difende l’apparenza e la finzione e lascia spesso il più debole indifeso e nelle condizioni di non potersi difendere.
Ed anche non posso fare a meno di chiedermi che sarebbe invece successo se gli 8 giovani aguzzini avessero avuto un passaporto straniero anziché italiano.

fosca , Il 14 novembre 2009 — DeRango: 0,00


Ultimi Trenta commenti su TrentaDue

Nosebleed
Non so, effettivamente la pena è piuttosto leggera, ma d'altronde che fare? La castrazione chimica per dei minorenni mi pare un po' eccessiva. Giusto cercare di re-inserirli nella società, ma in casi del genere sarebbe giusto anche punire in maniera esemplare. Infine, condivido la nota di rammarico di chiusura: fossero stati 8 rumeni si sarebbe dato fiato alle trombe.

MaTaCà
Complimenti per l'editoriale, conciso e diretto. Non ti sei lasciato andare a facili eufemismi e hai mostrato i lati peggiori della vicenda senza risultar banale. Ora lo faccio io però: personalmente penso che questo rispecchi in pieno l'ipocrisia trionfante e la dottrina/morale cattolica insita nella stragrande maggioranza della popolazione italiana (votante). La donna E' SEMPRE PUTTANA, l'uomo invece è un figo. Sempre. Anche se sono in otto a stuprar una ragazza indifesa. Rimangono più accettati dalla follia collettiva. Poi se fossero stati Rom o altro allora l'ago della bilancia sarebbe stato spostato verso GLI ZINGARI ABUSANO DELLE NOSTRE FIGLIUOLE, BRUCIAMOLI TUTTI. Con immediata redenzione e santificazione della povera defraudata. Ad ognuno il suo, e noi ci meritiamo questo evidentemente. Che tristezza. Infinita tristezza.

S4doll
e non avete idea di quanto peggioreranno le cose con l'imminente riforma della giustizia... d'altronde qualcuno li ha votati questi, o no?

iside
iside Divèrs
brava Foska! continuo a pensare di vivere in un paese di merda.... poi verrà.... caz... a dormi che a Cuba è peggio.

pataweb
ero rimasto veramente di merda quando avevo sentito di questa storia. io comunque castrerei più volentieri il sindaco.

autopilot
Evvai,sempre più giù nell'abisso italiano!

geenoo
Bè... i minorenni, gli avvocati dei minorenni, il sindaco and company hanno sempre il Jolly-Berlusconi: passa la legge... evvia... il reato non c'è più! L'editoriale è scritto molto bene.

Cornell
Cornell Evangelìsta
Grande editoriale, grande Fosca, argomento delicatissimo su cui preferisco non argomentare per motivi personali.

Appestato mantrico
Concordo con pataweb! bell'editoriale.

fosca
fosca Divèrs
Ciao a tutti e buona domenica, anche se iniziarla in questo modo..Sorry.. L'argomento è sì molto controverso. E' anche vero che non è pensabile mettere un adolescente in galera al pari di un adulto nè tanto meno castrarlo chimicamente, proprio perchè c'è ancora la speranza di salvarne l'ipotetica parte buona che non è stata valorizzata: sono sempre gli adulti i responsabili delle scelte dei minori ed in tal senso la penso come pataweb; del resto il cossiddetto periodo di prova è previsto come standard, per legge. Ecco magari affiancare un sostegno di qualunque tipo anche alla vittima... ma se si pensa che lo stupro è considerato reato alla persona e non alla morale solo da pochi anni.. E' un bello schifo.

Carpanix
Io invece ne ho abbastanza di questo modo di pensare secondo il quale chi ha meno di diciotto anni è un mentecatto senza controllo né responsabilità sulle proprie azioni. Minorenne o non minorenne, qualche responsabile DEVE esserci; se non paga il minorenne (ed è sbagliato), allora paghino in egual misura i genitori. Chissà che a questo modo ci si impegni un po' di più e in prima persona sul versante educativo. Tra l'altro, chiedo a Fosca che pare bene informata: in tutta questa vicenda, è stata in qualche modo citata la parolina magica => risarcimento?

Carpanix
P.S. Ovviamente mi riferisco ai crimini più efferati, non alla banda di ragazzotti che mangia di soppiatto i fichi sulla pianta del vicino. In quei casi, basterebbe autorizzare il vicino a ricorrere al "processo breve": un urlo, quattro calci nel sedere e via veloci senza altre conseguenze per nessuno. Ah, già, ma quella sarebbe la reazione di una società sana. Invece siamo nell'Italia del 2009.

fosca
fosca Divèrs
Carpanix, se non le hanno dato manco assistenza legale, mi figuro il risarcimento.. Non sono informata come credi evidentemente, ma se tanto mi da tanto, non credo proprio.. Ma occhio che io non dico che in quanto minorenni non debbano pagare, ANZI. Dico solo che LO STATO ritiene che riservare loro lo stesso trattamento che si riserverebbe ad un adulto (che tra l'altro, fa ridere comunque) probabilmente non avrebbe lo stesso valore o peso data l'età. Che poi un adolescente debba comunque già saper discernere, questo è un altro discorso.

carlo cimmino
carlo cimmino Divèrs
E a che serve la castrazione chimica? Ci sono vecchi malati (non faccio nomi) che comunque vanno con le ragazzine anche se non "funzionano" più bene da lunghi anni. Quoto il mio [presunto] clone Mr Carpanix. Per quanto penso che un risarcimento, anche se ingente, è ahimè comunque inutile in taluni casi (come questo? non lo so, la cronaca nera mi fa impressione).

sexyajax
questa e' demagogia bella e buona, l'editoriale e' scritto bene, ma per giudicare bisogna conoscere i fatti, italiani, romeni, bangladeshani, cinesi o eschimesi chi stupra, cioe' chi abusa con la violenza di una donna va sbattuto in galera, ma non si possono giudicare i fatti senza sapere cosa sia realmente successo quella notte nel bosco, quali sono stati gli atteggiamenti in caso di consensienza ora da spietati killer gli 8 ragazzi diventerebbero vittime di un sistema che troppe volte necessita del mostro da prima pagina.
io nescio quindi sto muto!

Fallen
Sexy..ma s'è mai vista una quindicenne che accetta di darla a 8 amichetti infoiati tutti in una volta? poteva essere consenziente secondo la tua personale esperienza? Cazzo, presentami le tue amiche

LucyPher
Meglio allora la demagogia alle cazzate. Trovami una donna che sia felice di darla a 8 persone nell'arco di poche ore, prendendo anche qualche sano pestone e allora non ti do del...superficiale...

anfoxx
quindi, nell'ordine: colpa della chiesa (@mataca), della riforma della giustizia (@s4doll) e naturalmente del berlusca @geenoo); ahi serva Italia di dolore ostello....

MaTaCà
Beh magari proprio con questo caso, la "Chiesa" come tu dici, ha poco da spartire. Il mio era un riferimento generale a certe mentalità imperanti riguardo all'emancipazione maschile e femminile.

Hetzer
Quarant'anni fa l'amore doveva essere libero ed era proibito proibire.. Forse i genitori di questa masnada informe hanno imparato bene quell'edificante lezione. Credo che se andiamo avanti così mi sa che tra dieci anni bisognerà cominciare a castrare davvero..

fishman
mi piacerebbe sapere che c'era scritto nella delibera comunale che ha stanziato i fondi per la difesa degli otto compagni di merende.
Ovviamente nel processo penale la ragazza non ha dovuto sostenere alcuna spesa, a meno che già in tale sede non si sia costituita parte civile. Quanto al risarcimento, se non è stato liquidato in sede penale, potrà tranquillamente essere quantificato dal giudice civile in separato giudizio.
Non è giusto che vadano in galera? io dico che non è giusto che l'Italia ha un sistema penitenziario in cui il ravvedimento è impossibile, e da cui la gente esce peggio di come c'era entrata. Se le carceri (anche quelle minorili) svolgessero davvero il compito che la legge impone loro, non ci vedrei nulla di male nel far scontare un pò di prigione a questi simpaticoni!
Quanto a quello che è accaduto davvero in quel bosco, conta relativamente... è la realtà che emerge dal processo quella in base a quale va erogata o no la sanzione!

Lupin
Perchè si vogliono costruire ipotesi difficili di fronte ad un editoriale semplice, scritto bene e impossibile da travisare? Perchè non si può dire "quegli 8 ragazzi si sono comportati da veri pezzi di merda"? Mica devono esserlo per tutta la vita, ma in quell'occasione si sono comportati da pezzi di merda. No perchè a me qua sembra che per essere originale si debba additare qualcun altro, e allora arriva sexyajax a dirci che magari è colpa della ragazza che in fondo ci stava oppure hetzer che vaneggia dei genitori di 40 anni fa e fa previsioni di cosa bisognerà fare fra 10.

Hetzer
Un pezzo di merda è uno che ti riga la macchina, che ti fotte il portafoglio etc.. Questi sono animali, delinquenti depravati e indifendibili; praticamente secondo te han fatto un bravata, hanno picchiato in testa una sera e hanno stuprato una coetanea: mica devono farlo per tutta la vita, no? In fondo sono solo dei pezzi di merda, hanno fatto uns stronzata. Magari è quello che ha pensato la giunta di Montalto di Castro.
Forse i veri pezzi di merda (e questo è dir poco) sono i genitori "bene" che hanno cresciuto questo ragazzi "normali". I miei complimenti davvero..

Lupin
Hetzer uno che ti riga la macchina è uno stupido, uno che ti ruba il portafoglio è un ladro. Un "vero pezzo di merda" per me è uno che dentro di sè deve vergognarsi anche se qualcuno non lo reputa colpevole o se magari gli viene inflitta una pena lieve, uno che spero si ricordi e si vergogni per tutta la vita di quello che ha fatto, mentre uno che ruba una bici, dopo aver pagato, può pure dimenticarsene. Poi se nei confronti dei ragazzi che hanno stuprato una ragazza ci sono quelli come te che incolpano i genitori, allora già iniziamo a discolparli. Complimenti a te.

Carpanix
M'è appena venuta in mente una pena ideale, veramente educativa, in sostituzione del carcere: sottoporre quegli otto alla legge del taglione. Hanno commesso uno stupro di gruppo? Si organizzi, al loro danno, uno stupro di gruppo. Roba tipo otto cosacchi infoiati che abusino di ciascuno di loro in un bosco per alcune ore. Dopo di che, li si rimetta pure in libertà -- secondo me, a quel punto avrebbero capito e non commetterebbero nuovamente lo stesso deliberato "errore". E non so neppure io se sto scherzando o no (probabilmente no).

Hetzer
Perchè secondo te, Lupin, questi dopo essersi vantati del loro gesto si vergogneranno per tutta la vita? Caso mai se ne vanteranno ancora di più dopo la ridicola pena a loro inflitta, come si vanteranno di essere scampati alla giustizia. E secondo te incolpare i genitori che hanno oggettivamente sbagliato qualcosa nell'educazione e nel controllo dei loro figli, vuol dire discolpare i figli stessi? Dove l'ho scritto? Se aspettiamo che chi a fatto certe cose si vergoagni e si senta una merda per il resto della sua vita, possiamo pure stare freschi. Avanti così..

LucyPher
Si si quoto Carpanix, e non so se scherzo manco io!!...

gae
gae
Quoto MaTaCà. Bell'editoriale. Per il resto: che schifo è tutto quello che mi viene da dire.

mariuccia
ben fatto e tragicamente assimilato questo editoriale. Rimango comunque stranita da alcuni commenti che a dir poco mi hanno indignato.Consenziente povera crista? Siamo d'accordo, non sono più i tempi di 4O ANNI FA, E VI ASSICURO COMUNQUE CHE QUESTI EPISODI CI SONO sempre STATI, ma vivaddio altro che calci nel sedere. Galera dura, lavoro tanto per rieducarli queste povere vittime della noia che li avvelena e botte da orbi da genitori, amici e conoscenti. E stiamo anche vicini alle ragazzine insegnando loro che in questo mondo di merda non ci si può fidare di chiunque, tantomeno a 15 anni, e diamo ESEMPI PULITI di come si DOVREBBE stare al mondo. TUTTI. E poi parliamo di giustizia e di risarcimenti. Brava Fosca. Una mamma.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: