Il Confine (Ovvero dove ci sono leoni, farfalle e bovini)

"Fino all'anno scorso avevo un solo difetto. Ero presuntuoso."
(Woody Allen)


Chi ha esperienza di guida enduro/fuoristrada, mountain bike, arrampicata (libera o non) et similia sa che spesso la volontà di arrivare ad un punto Z da uno A viene limitata dalla conformazione del substrato che si sta percorrendo: il tracciato è quasi sempre predestinato anche quando il senso della vista non lo percepisce (per fare un esempio, in Alpinismo, basti a pensare al concetto di “via aperta da…” ) salvo la prerogativa di persone dotate dell’abilità di intravedere “strade” nuove e/o alternative ad altre.


Nella lingua scritta vige qualcosa di simile celato sia dietro ai fondamentali (Grammatica, Sintassi) sia dietro gli strumenti dialettici. Tali predestinazioni fanno si che (troppo) spesso, soprattutto in un idioma fortemente conservativo (ad eccezione del risvolto lessicale) come il nostro, quando qualcuno vuole passare da A a Z[1] si trova stretto (a meno che non sia dotato del dono della sintesi tipo Steve Harris che con un titolo come “British Lion” riassume in due parole tutto quello che c’è da sapere su di lui) tra il rischio di dar per scontati passaggi necessari per la comprensione di molti e quello di citarli tutti rischiando di stancare il lettore dopo tre righe (e si sa che l’indice di attenzione medio spesso non va oltre).


Qualche tempo fa, pochi giorni dopo la pubblicazione in questo Sito dell’editoriale “Il Caso Sara T.” dove io scrissi la parte che essenzialmente parlava di farfalle, intrapresi una piccola escursione (un 190 km circa) “motorettata” nell’Alta Lessinia e mentre percorrevo un lungo tratto di sterrato abbastanza impegnativo (dove ho scattato la foto, a corredo di questo editoriale, che mi vede in compagnia di un simpatico bovino: io sono quello brutto) ebbi un’illuminazione (non sono caduto, tranquilli: non ero sulla via per Damasco) sul fatto che in quello scritto m’ero allegramente buttato in un burrone perché tra metafore gastronomiche ed esempi tratti dalla cronaca “rosa/boccaccesca” avevo evitato si un masso grande come un cocomero ma dalla parte sbagliata.


Ora, senza tornare su quel topic particolare (do solo un indizio: andate a vedere quante volte ho citato la parola “Porno” in quel pezzo) come nel romanzo di Matheson “I Am Legend” devo arrendermi al fatto che “l’anomalia genetica” è solamente causa mia [2] come il fatto che un mio sproloquio su come gli squali predino gli squali (e che spesso lo si diventi anche contro la propria volontà) sia stato preso come un sermone moralista contro il Porno, un’arringa di difesa contro la “povera” Sara eccetera.

In un certo senso ci sono cascato ancora perché ho preso il rischio di inserire il quarto paragrafo (per spiegare il meccanismo mentale che mi ha portato a scrivere tutte queste scemenze) che può deviare l’attenzione, nuovamente, del lettore verso i lidi del Porno, della Cronaca e della Pastasciutta quando invece voglio solo annoiarlo con banali considerazioni sui confini della lingua scritta.


Se ora mi chiedessi se effettivamente era meglio continuare a parlare di porno probabilmente il burrone diventerebbe abisso (e non fate facile ironia…) quindi la chiudo qui.


Note


[1] Detto questo bisogna anche dire che uno dei trucchi più efficaci per nascondere mancanza di argomenti è ricorrere ad un linguaggio criptico, ermetico e ricco di metafore (spesso usate a caso). Un altro consta nell'usare argomentazioni talmente "popolarpopuliste" che riescono, non solo, a non irritare nessuno ma spesso a riscuotere successo da parte di target precisi di ascolto (e si sa che son meglio due feriti che un morto). Un altro ancora, diametralmente opposto, usa l'asso della provocazione (spesso fine a se stessa) così da scuotere animi e coscienze.' Ovvio è che gli stessi, e altri, che non ho citato, metodi possono essere usati per altri scopi quindi non solo per dissimulare eventuali carenze dialettiche: per rompere le balle a qualcuno, per mero divertimento, per ammazzare il tempo o banalmente per "professione".


[2] Ovviamente non mi riferisco anche all’altra metà dell’editoriale cui, indegnamente, la mia è stata accostata: cosa che mi ha fatto piacere tra le altre cose, nonostante il topic non fosse proprio lo stesso, perché, ad occhio e croce, l’autore di quella deve essere un bell’uomo.

emofiliaco , Il 2 ottobre 2012 — DeRango: 0,00

BËL (00)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Rosa Optalidon (cit.). Sai che non ho capito benissimo? Comunque butto là con una considerazione kamikaze: no in quell'editoriale delle farfalle non hai citato il termine Porno. Ma "Odio" si - che è la parola più porno che ci sia.
BËL (00)
BRÜ (00)

gnagnera
Io dico solo che sei un pazzo a stare così vicino a quella bestiaccia, le mucche sono animali malvagi MA pericolosi e so di quello che sto parlano, basta osservare lo sguardo carico di malevola perfidia con cui ti sta guardando e no, non sto scherzando
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo
Forse dovresti veleggiare un pò verso i lidi del porno.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio: Ginuccio, datti tregua che poi ti viene la pressione alta e alla tua età...
geenoo: :-D Io sono giovine, dicevo per te. ;;;;-)
cptgaio: Ah, ecco. Spiegato perchè sei sempre così nervoso :-D
geenoo: Ahhhh... invece mi confermi che tu frequenti..... zozzone.... ;;;-)
cptgaio: Ginuccio, sono una donna sposata io. Mascalzone.
iside
iside Divèrs
a me vengono in mente due cose. la prima un libro (o un racconto) dove veniva analizzato meticolosamente e scientificamente un brano(o il discorso di un politicante), allo scopo di ricavarne solo il succo. il risultato era: NULLA!(ps forse è nel ciclo della Fondazione di I.A.). l'altra cosa che mi viene in mente +è un brano musicale di un certo Trampetti:" restano sparsi disordinatamente/ i vuoti a rendere mentali /abbandonati dalla gente."
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Essì, grande Edo (e grande Patrizio), padre della maggioranza dei miei gusti musicali del momento Edoardo Bennato - Feste di piazza - 1980
zaireeka: Iside, sto cercando la Torre di Babele in versone rimasterizzata, ma non lo trovo. E' mai ossibile che rimasterizzano le più grandi cacate, e il mio disco argentato preferito no??
iside: ma ascoltalo sul vinile.
ZannaB
ZannaB Divèrs
"uno dei trucchi più efficaci per nascondere mancanza di argomenti è ricorrere ad un linguaggio criptico, ermetico e ricco di metafore" Oppure riempire l'(ottimo)editoriale di parentesi! ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

ZannaB: E poi ti sembra il caso di fare escursioni motorettate con la camicia rosa??? No, no, non ci siamo...
Giuseppinho
La mucca sta guardando malissimo la tua camicia...hai rischiato, sappilo.
BËL (00)
BRÜ (00)

alia76
alia76 Divèrs
Mo' i love you...ma non ho colto..uff! (sarà che a me delle performance della Tommasi poco me ne cale..)
BËL (00)
BRÜ (00)

hackerhacked
fa piu' soggezione quella di deb
BËL (00)
BRÜ (00)

Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Se non hai capito fai finta di capire per non sembrare idiota, ma se rileggi e continui a chiederti: cosa mi son persa? beh, allora è grave;) Per "aggrapparmi" alla Kosmo: no, nel precedente scritto non hai parlato di porno ma di odio come carburante, che poi è pure peggio! E adesso vuoi, puoi, magari ti spiacerebbe essere meno criptico o il bello sta li...?
BËL (00)
BRÜ (00)

dosankos
dosankos Divèrs
Gli album "bianchi" di Lucio Battisti, scritti da Panella tra gli anni '80 e '90 sono molto più semplici da interpretare. :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes

BËL (00)
BRÜ (00)

LucyPher
Arridatece l'editoriale de Isidax!!!!! Semplice, lineare, pieno di (vero) significato!
BËL (00)
BRÜ (00)

iside: :-D
cptgaio: Definisci il concetto di "vero".
mariuccia: d'accordissimo con Lucy.. A parte che io adoro le muccarelle anche se mi è stato predetto (!!!!!??????) che nella prossima vita sarò proprio una mucca... Spero da latte, almeno mi riposo un pò.. Ma veramente perchè non scrivete senza voler assomigliare a tutti i costi ai nostri amati politici e agli ancor più numerosi scrittori d'EMERD..GENZA, che spuntano come i funghi quotidianamente?
cptgaio: Mariuccia, spero che non volessi fare il gioco di parole "merda/emergenza" perchè poco s'adatterebbe a una signora di una certa età quale tu sei. Ah, una nota: io non assomiglio a nessuno.
mariuccia: al giorno d'oggi anche una signora, pardon, donna di una certa età dati i tempi che corrono può lasciarsi andare ad un gioco di parole che tutto sommato è ancor più educato di tutti gli improperi che leggo regolarmente tra di voi, e che purtropppo risponde a verità. Il fatto poi che tu assomigli a qualcuno (?????), a me personalmente non interessa e buon per te se ti senti unico. Ah, non ho ancora raggiunto i 100 anni. E spero di non raggiungerli mai mai mai, brrrrrrr.
cptgaio: Mariuccia. Se gli altri scrivono improperi non è detto che io faccia altrettanto quindi chiedo solamente di adeguare il tuo registro a quello dell'interlocutore (cioè io). Poi se trovi educato mettermi a paragone (testuale: "Ma veramente perchè non scrivete senza voler assomigliare a tutti i costi ai nostri amati politici e agli ancor più numerosi scrittori d'EMERD..GENZA") se pur "indiretto" con qualcosa che meriti l'epiteto "merda" credo che potremmo stare a discutere eoni senza cavare un ragno dal buco (così, en passant, ti ho anche spiegato il discorso dell'assomigliare). Comunque non è mica un problema: qui su DeB spesso si scrivono cose solo per ammazzare il tempo.
zaireeka: Comuqnue provo io a soddisfare la richiesta di cpt al punto 2, da tutti ignorata. Penso che Lucy intendesse il senso di "vero" nell'accezione greco-antica, che definisce la verità come cosa "non nascosta" (aleteia). Effettivamente in questo ed il significato è molto nascosto, per cui, se così è, l'ed di cpt (come spesso anche i miei) è davvero povero di (vero) significato (cvd). Quello di Isde ne era pieno.
zaireeka: PS. Non sono un professore di greco antico, ho solo letto qualche libro di Odifreddi ;-)
mariuccia: non volevo offendere ne te ne altri. E ripeto: buon per te se ti senti unico. E con questo spero sia finita la diatriba, che tutto sommato non ci azzecca nulla con il bellissimo editoriale.
cptgaio: Mariuccia: Daje. Non mi sento unico, in quanto appartengo alla specie umana quindi volente o nolente anche tu devi rassegnarti ad assomigliarmi un po' :-D Semplicemente come individuo "scrivente" (in questo caso come editorialista) non assomiglio a nessuno. Ciao
@Zaireeka: Non so, onestamente il significato non mi pare così nascosto in questo editoriale ma vabbè ho deciso in questa veste (di editorialista) di adottare questo stile, come altri di diversi ne ho "assunti" nelle varie utenze "recensorie", e quindi ne accetto il rischio. Comunque non credo fosse il senso di aletheia che Lucy intendeva (ma finchè non me lo dice lei non ne posso esser sicuro anche se...) ma in un senso più "emo". Non è che sia così importante anyway
zaireeka: @cpt: La frase di WA che hai usato come incipit mi è piaciuta moltissimo (uno strano anello hofstadteriano al sapore di Oscar Wilde), ma non mi sembra di immediata comprensione. Io ho giudicato solo quella ;-). PS. Il discorso sull'aletheia (PS. grazie di avermi corretto inserendo l'"h") era solo una boutade buttata lì per fare il ganzo, sono convinto come te che Lucy abbia trovato migliore l'ed di Iside in quanto più di cuore, più emo, che di testa
babbeo
non per sembrare troppo materiale o pedestre , ma gaio starebbe per qualcosa in particolare?
BËL (00)
BRÜ (00)

fiquata
Robertino, tu devi scendere di casa... ruba, tuocc e femmen!
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore

BËL (00)
BRÜ (00)

Patatrac
Lucyper anche tu emigrante e dipendente pubblica mantenuta a vita natural durante ?
BËL (00)
BRÜ (00)

Patatrac
Geenoo , Gnagera non vorrei azzardare ma la lista mi sa di lunga
BËL (00)
BRÜ (00)

Patatrac : ah ma non l'ha scritto lei l'editoriale che non ho letto , evabbe'
Patatrac : sbagliato mi fui
Nicola Laiosa
Anch'io ascolto Radio Deejay.
BËL (00)
BRÜ (00)

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: