Math And Physics Club
Weekends Away

()

Voto:

Oh mio dio! I Belle and Sebastian!

Ascoltando I M&PC non possono non venirvi in mente gli scozzesi che molti di noi hanno amato e consumato i dischi. Ma questo combo di musicisti viene da tutt'altra parte, da un luogo che nei primi anni novanta aveva fatto tremare i polsi a molti: Seattle.

Dimenticate le chitarre distorte e le liriche esistenziali ed i suoni scientemente ruvidi che avevano caratterizzato l'epoca grunge. Insomma togliete le camicie a quadri di flanella ed i capelli lunghi e sostituiteli con occhialini dalla montatura leggera, cardigans e tanto understatement.. Non pubblicano per la pur sempre ottima Sub Pop ma per la Matinée records (sarà una buona occasione per i nostri per riposarsi al sole californiano..) etichetta di culto per tutti coloro che seguono la scena delle etichette indipendenti e ogni notte si addormentano con una preghierina al signore chiedendo la reunion degli Smiths. Infatti, parlando finalmente di musica, i M&PC si muovono sicuri tra i solchi musicali così ben tracciati da Smiths, Bmx Bandits e Belle and Sebastian.

Questo Ep comincia proprio con la title track che ci culla dolcemente parlandoci di brevi vacanze a due e facendoci sognare di scampagnate in bicicletta. "Sixteen and pretty" disegna con cura i dolori adolescenzial-sentimentali con levità ed una linea melodica di una sapienza dir poco assassina nel coinvolgere l'ascoltatore nelle trame sentimentali del sedicenne protagonista delle liriche del brano. "Love, again".. dice tutto il titolo il resto lo fanno la linea melodica e gli arrangiamenti con una chitarra a metà via tra New Bohemians e Smiths.

Chiude le danze la ironicissima "When we get famous" pensando al loro scintillante futuro e a tutti colloro che dissimuleranno amicizia e sentimenti sinceri. Finisce l'Ep.. se ne vuole ancora... ottimo. In questi giorni esce il loro primo cd intero..

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Weekends Away è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/math-and-physics-club/weekends-away/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Quattro)

feelingsinister
Opera: | Recensione: |
oh mio dio che ho scritto!!!!!!
anni novanta!!!!!!
perfavore qualcuno corregga!
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

feelingsinister
Opera: | Recensione: |
anni novanta primi anni novanta!!
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

feelingsinister
Opera: | Recensione: |
grazie =)
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

sorciopeloso
Opera: | Recensione: |
"Ascoltando I M&PC non possono non venirvi in mente gli scozzesi che molti di noi hanno amato e consumato i dischi" ti fa guadagnare un bacino gigante ☺
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy