Naughty Dog
Crash Bandicoot

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Agosto 1994, da qualche parte tra Boston e Los Angeles. Due ragazzi di 24 anni, Andy Gavin e Jason Rubin, mentre affondano il grugno nelle salse di un McDonald's, apparentemente sparano una manica di cazzate.

"Oh, vecchio, va'che'sto 3D è'na bella figata! I giochi di corse, di lotta... certo che tutti stanno passando a questo 3D."

"E i platform?"

"...Beh, a quello potremmo pensarci noi! Chissà cosa ne verrebbe fuori..."

"Beh, visto che il personaggio sarebbe sempre visto da dietro, potremmo chiamarlo il "Gioco del culo di Sonic"!"

Risate a non finire.

Peccato che Andy e Jason non siano due giovani qualsiasi, bensì i cofondatori della mitica Naughty Dog. E allora va a finire che il gioco del culo di Sonic si fa, e si fa per la Playstation, la nuovissima console della Sony: roba sexy, altro che quelle mezze seghe di Atari Jaguar e 3DO. E già che ci siamo, ancora riguardo a Sonic, perché non creare una mascotte anche per questa Playstation? Stava per nascere la saga di Crash Bandicoot, il cui primo, leggendario episodio sarebbe apparso nel 1996.

Non ve la faccio lunga sulla trama, piuttosto nota. Ci sono i soliti due scienziaDi pazzi, il dottor Nitrus Brio e soprattutto Neo(nazi) Cortex, che come passatempo vogliono conquistare il pianeta e, con un'intuizione, pensano di farcela con un esercito di animali resi umanoidi e cattivi. Va a finire che un giorno arrivano in laboratorio due bandicoot freschi freschi, Crash e la sua... amichetta... Tawna; Cortex vuole fare di Crash il capo dei suoi scagnozzi, ma tutto va storto, il Cortex Vortex è ancora in rodaggio, Crash è buono e viene defenestrato, tutto a puttane. La morale è facile, fatevela voi. Sta di fatti che il nostro eroe in pantaloncini blu si risveglia sulla spiaggia dell'isola di N. Sanity. Si tratta, naturalmente, del punto più lontano rispetto al covo di Cortex, che Crash dovrà raggiungere percorrendo le tre isole in mezzo a millemila pericoli, dai pipistrelli-semaforo agli uomini-potoroo che gli lanciano i rifiuti tossici.

Se cercate un elenco di dettagli tecnici, rivolgetevi altrove. "Crash Bandicoot" è un platform coi controcazzi, è il piacere di completare il gioco con due sole mosse, il salto e il mitico tornado, sapendo che c'è sempre qualcosa in agguato; il tutto contraddistinto da strutture a metà tra il 2D e il 3D: lineari, ma con alcune notevoli eccezioni (chi si è dimenticato di "Cortex Power?"). Non mancano poi le variazioni, come i livelli dei boss, quelli a cavallo (a cinghiale?) sul cinghiale e quelli, splendidi, col masso rotolante alle (s)palle.

Ma io voglio parlare d'altro, voglio parlare del motivo per cui amo questo gioco: perché mi fa gustare il sapore dell'originale, l'aroma dei tempi andati, quando un gioco di Crash era infarcito di trucchi, quando potevi trovarci... le password. Un elemento che considero di primaria importanza in questo primo capitolo è l'atmosfera. Non so come, ma è sempre perfettamente azzeccata, si tratti di un livello su per il...fiume, di una corsa nell'oscurità o di una passeggiata su un ponte inesistente a 3 km di altezza. Decisive l'espressività di una grafica davvero degna di nota e la colonna sonora, che riesce sempre a dare un'idea, a riassumere il tipo di livello in questione. Ditemi se il brano di "Slippery Climb" non vi suggerisce che potreste scivolare nel baratro da un momento all'altro. Ditemi se quello dell'indimenticabile "Generator Room" non vi faceva macchiare il divano di giallo.

C'è un altro aspetto che mi manda in brodo di giuggiole: la difficoltà. Questo è, nettamente, il platform di Crash più difficile. Avete presente il secondo episodio? Anche lì per cuccarvi le gemme dovevate rompere tutte le casse, ma se morivate non c'era alcun problema, check point e via. Anzi, hanno pensato, se in alcuni livelli siete così bravi da non morire fino a un certo punto, vi guadagnate il diritto ad accedere a un'area segreta. Beh, nulla del genere. Qui l'oggetto principale da collezionare non sono i cristalli, ma appunto le gemme, e basta morire una sola volta durante un qualsivoglia livello per vanificare tutti i vostri sforzi. Da qui lo status di cult che hanno acquisito incubi come "Slippery Climb", l'infinita "Sunset Vista" e il leggendario "Stormy Ascent", eliminato dalla versione finale perché troppo difficile. Per non parlare del ponte di casse in "Castle Machinery". Insomma, per far sì che Crash, saltando sul portale di fine livello, non si tergesse la fronte, dovevamo sudare freddo noi, ma ne valeva la pena, perché si finiva nella "stanza dei vincitori": un posto intimo, raccolto (ancora quell'atmosfera! Zigh), dove sapevi che saresti stato ricompensato per i tuoi sforzi, per venire poi gentilmente avvisato che non avevi rotto una cassa. Quanti porchi, che nostalgia.

Sì, poi bisognava prendere pure le chiavi, ma si trovavano alla fine dei bonus (o, meglio, malus) di N. Cortex, e insomma cazzo ne so, morivo dopo due secondi.

Potrei dire che le gemme contribuiscono alla longevità del gioco, ma devo affrettarmi a concludere, le emozioni stanno per avere il sopravvento. Sì perché questo videogioco per me è un simbolo, il simbolo di un'età ormai perduta, quando, alla fine degli anni 90, si parlava di continuo di gemme (c'era anche Spyro!), si scherzava sulle Playstation 3 e 4 paragonandole a un'invasione aliena e per divertirsi "bastava" un marsupiale che saltava, vorticava, spaccava casse e, come si suol dire, non doveva morire. E non venitemi a parlare di Playstation Network o robe simili: altri tempi, la corsa ha sorpassato il corridore, non ci capisco più un gazzo. Ai bambini di oggi "basterebbe" un gioco del genere? Non lo so, mi risponda chi ne sa più di questo ignorante appassionato.

Sigh.



Questa DeRecensione di Crash Bandicoot è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/naughty-dog/crash-bandicoot/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiQuattro)

llawyer
Opera: | Recensione: |
Non so niente di queste cose, ma davvero bella! Letta volentieri
BËL (01)
BRÜ (00)

Darkeve
Darkeve Divèrs
Opera: | Recensione: |
Che dire? Un pezzo di storia dei videogiochi, uscito su quella che per me era, è e sarà la più grande console di sempre. Con buona pace di Sega, Nintendo, Microsoft e cazzi mazzi.
BËL (01)
BRÜ (00)

Workhorse
Opera: | Recensione: |
Il migliore, e non parlo solo per nostalgia
BËL (00)
BRÜ (00)

De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Mai amato i videogiochi; ma il cinque te lo prendi a prescindere...F.O.G. ...
BËL (01)
BRÜ (00)

gate: Perdonami, caro Marga, potresti sciogliere l'acronimo? (dovresti dirmi: ma parla come mangi!)
gate: Ah aspetta, mi sa che ho capito. Se F sta per fear allora ho capito. :)
De...Marga...: Sei proprio un bravo figliuolo!!!!
ziltoid
Opera: | Recensione: |
CTR è quello su cui ho giocato di più tanti anni fa, era davvero troppo divertente. Bellissimo anche questo, ci mancherebbe!
BËL (01)
BRÜ (00)

gate: Ottimo anche quello, trovo che paghi un po'troppo l'inevitabile paragone con Mario Kart 64. Multigiocatore è da perdere la testa
ziltoid: Certo, è sempre esistito questo inevitabile paragone. A riguardo reputo CTR migliore: più difficile, più vario (anche in termini di personaggi), più completo ecco, anche se ha chiaramente da pagare il dazio a Mario Kart.
geenoo        .
Opera: | Recensione: |
si, ciò giocato lo ammetto, io me lo ricordo grezzo ma bello.
BËL (00)
BRÜ (00)

gate: Oddio, grezzo non lo so... di certo ci sono meno elementi rispetto ai successivi: i cristalli, i superpoteri, le reliquie... ma ad esempio per me il terzo episodio già eccede
geenoo .: Vado a memoria, intendevo grezzo come grafica rispetto ai platform più famosi della stessa epoca. Comunque godibilissimo.
Dragonstar
Opera: | Recensione: |
Assieme a Mario Bros e Sonic, completa la trilogia dei personaggi più famosi per piattaforme! Di Crash mi piaceva molto il terzo, ma son dettagli. Hai riesumato un classsico, e (come dici tu) una parte di noi che ormai vaga solo nei nostri stessi ricordi...
BËL (01)
BRÜ (00)

gate: Ti ringrazio del passaggio, Federico Dragonstar ;) Già, i tempi delle elementari, per quel che mi riguarda (2000 o giù di lì)...nostalgia terrificante, mi viene il magone...ma anche un dubbio: sono l'unico a considerare il capolavoro della serie CB 2?
Dragonstar: Guarda, onestamente non saprei, il secondo non me lo ricordo benissimo, anche se per te erano le elementari, e per me era già la seconda superiore! Ricordo però che all'epoca esisteva una rivista che si chiamava PlayStation Power (io la compravo tutti i mesi) e, se non ricordo male, della serie Crash era il 3 ad avere il voto più alto, poi c'era il Crash Team Racing, poi il secondo e infine il primo. Ma avevano un modo molto particolare di valutare i giochi: davano sempre per scontato che un gioco doveva per forza essere migliore nel capitolo successivo, cosa cui io non ho mai creduto. Per quanto riguarda i Resident Evil, ad esempio, ho sempre trovato che il capostipite della serie sia il migliore, anche se per la rivista, sia il secondo che il terzo lo superavano. Tempi strani, vabbé :)
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Sto piangendo.
BËL (01)
BRÜ (00)

Don_Pollo
Don_Pollo Divèrs
Opera: | Recensione: |
Vabbè di che stiamo a parlà, bastavano due tasti per perdere ore intere e divertirsi (anche se comunque i giochi complessi mi piacciono, ma è un'altra storia). Il 2 è quello a cui sono più legato senza dubbio... ma comunque preferivo Spyro :D
BËL (01)
BRÜ (00)

Ociredef86
Ociredef86 Divèrs
Opera: | Recensione: |
Che ricordi! Bellissima recensione :)
BËL (01)
BRÜ (00)

RIBALDO
Opera: | Recensione: |
che schifezza
BËL (00)
BRÜ (04)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Che palle non aver avuto la play1. Però questo lo conosco. Il mio gioco preferito di crash è quello di kart, magnifico
BËL (01)
BRÜ (00)

odesso
Opera: | Recensione: |
5 a vita, trilogia indispensabile
BËL (01)
BRÜ (00)

gate: D'accordissimo :)
aleradio
Opera: | Recensione: |
iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
odioso, ci ho giocato solo la demo che regalavano con la play 1
BËL (00)
BRÜ (00)

teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera: | Recensione: |
madonna.
BËL (01)
BRÜ (00)

gate: Vecchio Teenage...
teenagelobotomy: eh, caro Gate... e in effetti gli anni passano in un soffio.
gate: Altra ondata di nostalgia...AZZ...
MarcoPisellonio
Opera: | Recensione: |
CTV é Dio in pevsona ove ed ove a completave il gioco al 200%
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
un gioco veramente di merda. o meglio: all'epoca aveva un suo perchè, oggi è una roba inguardabile e ingiocabile. come un po' tutto quello che era in 3d in quella generazione di console.
Il retrogaming è una scienza mediamente seria...
BËL (00)
BRÜ (01)

Workhorse: Questa è grossa eh :p
hjhhjij: Ingiocabile nes ? E scusa perché io ci gioco benissimo ?
nes: perchè hai gli occhi già fritti di tuo evidentemente.
hjhhjij: Ah ecco, si dev'essere quello.
odesso: ahia...mi casca un mito (lmao)
nes: a me cascano i coglioni a vedere i vostri miti...
Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Gran gioco altroché
BËL (00)
BRÜ (00)

Crazy Diamond
Opera: | Recensione: |
Crash è un gioco con i controcazzi, un mito di giocabilità e creatività (nes, credimi se ti dico che l'hai sparata grossissima!). Insieme a CTR due gemme nel firmamento dei giochi per console. Il 3 poco sotto.
BËL (01)
BRÜ (00)

odesso: Nes conferma la sua discesa tra i personaggi trash del sito effettivamente dopo queste gravi infamie
teenagelobotomy: ragazzi ma di che vi stupite? il punto è che lui ne è convinto davvero di quel che spara. nella graduatoria dei ritardati debaseriani solo RIBBBALDO può competere a certi livelli.
nes: ctr che è, crash team racing? la brutta copia di mario kart? Ma siete voi che avete avuto un'infanzia di merda con la sony al posto del nintendo.
ma mica è colpa vostra, al posto vostro anche io decanterei 'ste porcate.
Crash era talmente un gioco con i contro cazzi che appena hanno potuto i suoi autori si son messi a fare altro.
Voi avevate crash, io avevo monkey island: è la vostra infanzia ad esser stata trash, non la mia affermazione.
Poi va beh, per restare in tema platform avrei pototo citare super mario, ma perchè sventrare quattro poveri cuccioli indifesi?
Crazy Diamond: Tu hai problemi, se ti agiti per questioni simili. Io sono cresciuto sia con Sony che con Nintendo e Sega, apprezzando i capolavori di tutte queste console, da Zelda e Mario, da Solid Snake ai mille personaggi ed atmosfere di Final Fantasy. Vedute corte?
nes: tra mario e solid ci sono 14 anni i differenza. che in campo informatico equivalgono a non ho ben idea di quanti secoli, pa più di dieci minimo. quindi o sei cresciuto con mario, e quando c'era la play eri grandicello. oppure sei cresciuto con la play, e mario e cazzi vari te li sei giocati da grandicello sugli emulatori.
Non è questione di vedute corte, è questione di vedere le cose a fuoco: la play station con la sua grafica agli albori del 3d presenta spesso e volentieri giochi che visti oggi sono inguardabili. Non giochi fatti male, non giochi con una cattiva giocabilità, è che sono proprio esteticamente, poveri e scarni. non è che sia un problma della play (che tra l'altro è per metà una consol nintendo, e si vede) E' proprio un problema "storico" legato ai mezzi a disposizione all'epoca. Poi ci sono le eccezioni tipo mario 64 che per quanto orrido esteticamente ha una gicoabilità che qualunque altro platform 3d si sogna anche oggi, e un level design che quelli di naughty dogs ancora oggi si chiedono, tra un encharted e un last of us, "ma come cavolo facevano?"
però va beh, mario 64... come detto prima la play station è più o meno una console nintendo, il 64 lo è.
"Vedute corte" chi, tu che per farmi vedere che hai giocato a tanti giochi mi citi 4 delle 10 serie più famose della storia dei videogiochi? non so se tu sia di vedute corte, di certo non brilli per originalità.
Crazy Diamond: Tra Mario e Solid ci sono 14 anni anche col cazzo. Ho giocato a Super Mario Land nel 1991 su GameBoy e a Metal Gear Solid nel 1999 su PSX...8 anni, che coprono un'infanzia e parte dell'adolescenza. Questa precisazione te la dovevo, dai.
La tenuta di molti giochi per PSX oggi è stagna, pochi cazzi: Mi è spesso capitato di rigiocare a titoli come FF9, FF7, Metal Gear Solid, Resident Evil 3: CV, CTR, Dino Crisis, Oddworld, Gran Turismo, Driver, Tomb Raider, Tekken, Tomb Raider, ecc. E poi che ragionamenti fai? Suvvia, non è puoi basare la tua analisi in negativo relativa ai titoli PSX sull'aspetto grafico e poi considerare lo stesso aspetto grafico poco importante circa Mario 64. Diciamo piuttosto che sia per console Sony che per console Nintendo sono usciti gioconi dalla grafica per l'epoca pazzesca. "Mario 64 orrido esteticamente" non si può sentire...
Per finire, ho citato quei titoli per dirti che tutte le console a 64 bit hanno avuto i loro capolavori, mica altro.
Guarda, io sinceramente credo che criticare il primo episodio di Crash sia una bestemmia di quelle pesanti.
nes: "Tra Mario e Solid ci sono 14 anni anche col cazzo. " mario: 1985, metal gear solid: 1999 ... oh, la matematica non è un'opinione.
" Ho giocato a Super Mario Land nel 1991 su GameBoy" e chi cazzo s'è mai messo a parlare qui di console portatili del cazzo, perdonami, qui parlavi di "capolavori " citando mario e zelda. se parli di mario vecchi parli del primo prima e poi del tre (e basta, non c'è un cazzo da discutere, non cominciamo neanche)
"non è puoi basare la tua analisi in negativo relativa ai titoli PSX sull'aspetto grafico e poi considerare lo stesso aspetto grafico poco importante circa Mario 64." e infatti di mario ho scritto che lo salva il level design.
"sono usciti gioconi dalla grafica per l'epoca pazzesca" certo, per l'epoca... ""Mario 64 orrido esteticamente" non si può sentire..." ma mica lo dico e basta.. tho, te lo faccio vedere: . ho capito che quando è uscito era in 3d e wow, ma al giorno d'oggi quella è una schifezza. questa no: è, al limite, irrilevante.
"criticare il primo episodio di Crash sia una bestemmia di quelle pesanti. " non critico il gioco in se "critco" l'idea di rigiocarlo adesso nel 2015.
"ho citato quei titoli per dirti che tutte le console a 64 bit hanno avuto i loro capolavori, " veramente nel commento in cui me li avevi citati erano lì a sottolineare che tu avessi giocato pure a console precedenti la generazione a 64 bit, però pazienza...
Crazy Diamond: Davvero non ti capisco. Ho scritto, originariamente, che sono cresciuto con console Nintendo e Sony...che problema c'è se il mio primo gioco di Mario è stato quello, nel '91? Boh! La discussione non la capisco, è senza capo né coda. Il succo è: a) figo crash, 2b) no, fa pena al cazzo, a) no guarda che crash, come altri giochi per psx dell'epoca spacca il culo, b) no, fa schifo e la psx ha fatto giochi con la grafica di merda ma la giocabilità buonissima; il nintendo 64, invece, aveva la giocabilità ottimo.

Davvero, fatti dire che Crash è un giocone anche a distanza di anni, così come sono stati gioconi molti giochi per la psx.
nes: fidati, ho giocato a tutti e tre i crash per play uno, non li riprenderei mai in mano. e mi piacquero un sacco eh.
Crazy Diamond: Dai, concludiamo con un più che condivisibile "sono gusti". ;)
Taurus
Opera: | Recensione: |
Mi sono preso una xbox 360 di recente, non giocavo da anni e anni con i videogiochi su console sopratutto, ed è tornata questa passione per i videogiochi. Detto ciò quel periodo, primi anni duemila con quella scatoletta grigia per me rimarrà ineguagliabile da qualsiasi play successiva, e anche la dose di nostalgia. Quello lo ricordo difficile, ma divertente, ho anche un ottimo ricordo di ctr. Naughty Dog eh....sarei curioso di provare uncharted o the last of us..prima o poi mi prenderò una ps4 e allora....
BËL (00)
BRÜ (00)

Crazy Diamond
Opera: | Recensione: |
Io ho preso qualche anno fa la xbox360, ma alla fine l'ho utilizzata solo per FIFA e rare eccezioni tipo GTA. Ma la magia si è affievolita moltissimo, con gli anni. Come dici tu è questione di nostalgia canaglia...
BËL (00)
BRÜ (00)

Taurus: Non conosco la tua età ma se sei appartiene alla mia generazione cresciuta con la prima scatoletta grigia è chiaro che quei momento sono irripetibili tanto per l'età quanto per la novità che comportava almeno per me questo mondo all'epoca, oggi però si passa comunque il tempo.
pana
Opera: | Recensione: |
Non tocco consoles da una vita, ma ricordo che questo + CTR furono le torri gemelle della mia infanzia, impressionanti; questo non l'ho mai finito, credo di essere arrivato a metà della seconda isola più o meno, ma stupendo in ogni caso. CTR completato varie volte, e ho perso l'anima a battere e ribattere i record di reliquie e prove a tempo.

BËL (00)
BRÜ (00)

splinter
Opera: | Recensione: |
Hai ragione... I bambini di oggi giocherebbero mai con Crash, Spyro, Abe, ecc... Ora tutto calcio e sparatutto...
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: