Neil Gaiman, Chris Bachalo, Mark Buckingham, Dave McKean
Death: L'Alto Costo della Vita (Death: The High Cost of Living)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"Non posso fare altro che ripetere a me stessa: non mi trovo in questa palude e non c'è un coccodrillo dietro di me e non c'è una corda davanti a me, e non c'è una ragazza seduta sul ciglio che mangia un hot-dog...  e se credessi che tutto fosse vero, non potrei far altro che morire, perchè Morte non verrebbe più da me a consolarmi con qualche parola affettuosa. Dopotutto, lei ha un fratello che crede nella speranza." (Tori Amos)

Destiny, Destruction, Dream, Delirium, Despair, Desire e appunto Death: sono sette, sono eterni, regnano su di noi, qualcuno è molto simpatico, qualcuno è molto pericoloso, qualcuno è l'origine stessa delle Stelle, qualcuno non si fa più vedere e qualcuno prima o poi incontra tutti...

"Sexton:  Ehi, ma se tu sei davvero lo spirito della morte non dovevi stare con lui nel momento del trapasso?

Didi: Infatti ero qui, Sexton"

E' già stato scritto che tutte le ragazze vorrebbero esser come lei e che tutti i ragazzi vorrebbero stare con lei, è stato scritto che ogni cento anni diventa mortale e vive per un giorno intero tra noi, rimpinzandosi di ossigeno, buone maniere e junk-food.

Sexton ha sedici anni, non è innamorato di nessuno, niente lo emoziona più e vorrebbe morire.

Hettie la matta ha duecentocinquant'anni, è un'aruspice e mooooolto tempo fa ha nascosto il suo Cuore e vorrebbe ritrovarlo.

Riuscirà Death che proprio oggi non è nulla di speciale a risolvere i loro problemi?

Siamo tutti qui per imparare, siamo nati per migliorarci, per concederci al prossimo, per fare di questo schifo di mondo (persino di New York) un posto migliore.

Ovvio ci sono le brutture e gli irremediabilmente senza speranza (anche se, come ricorda la Rossa, Dream è convinto che chiunque possa nutrirne basta che abbia un sogno...) ma sono parentesi che non dovrebbero fermare la nostra ricerca ed è strano come solo lei, Death, che prima o poi incontrerà tutti (belli e brutti, buoni e cattivi), a poter insegnarci il giusto peso delle cose: l'alto costo della vita, che persino lei, una volta al secolo, deve pagare.

Quando sei adolescente non puoi rendertene conto, quando sei adulto non vuoi rendertene conto...

Ma se trovassimo un pò più di tempo per parlare con lei forse questo mondo sarebbe migliore: perchè lei è saggia anche se inesorabile. E' disponibile e anche inevitabile.

"Hettie la Matta: Se lei era ancora qui, le avrei chiesto un consiglio. Di sicuro a lei sarebbe venuto in mente un posto in cui nessuno poi poi lo trovava. neanche a pagare. tanto sempre qui restiamo. Tra un pò sarà di ritorno"

L'importante è non avere paura di condividere.

C.G. (Girlanachronism)

Questa DeRecensione di Death: L'Alto Costo della Vita (Death: The High Cost of Living) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/neil-gaiman-chris-bachalo-mark/death-lalto-costo-della-vita-death-the-high/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentUno)

telespallabob
Opera: | Recensione: |
Recensione affascinante e decisamente lirica, il libro non lo conosco
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bellissimo. E ricchissimo di spunti. Bellissimi il passaggio sull'esprit de escalier e quello della ragazza con i guanti bianchi. Tra l'altro graficamente la Death di Bachalo è una delle mie preferite: ricordo di avere avuto per un certo periodo un poster appeso in camera con lei con l'ombrello (preso, da una miniserie successiva a questa). Spero di finire nei prossimi giorni la mia rece su American Gods... non fregarmela, eh?!?;)))
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
Mi sembrava strano non aver ancora letto nessuna rece su Mister Gaiman!!! Bellissima miniserie e recensione all'altezza. Se qualche appassionato di Gaiman (girlanachronism? bartleboom? altri? magari ci mandiamo PM per metterci d'accordo) mi segue, mi piacerebbe recensire i volumetti di Sandman uno per uno...
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Kemo: a dir la verità io ho fatto un voto alla Madonna nera di Greyskull per cui non recensisco mai due opere dello stesso autore. Il fatto è che mi piace l'idea per cui un artista debba sempre essere affrontato da più "voci" possibili. Quindi, con la rece di American Gods, io avrò esaurito il mio compito. In compenso, però, giusto per restare in tema, tempo fa avevo recensito "Mirror Mask": il film diretto da Dave McKean e scritto a quattro mani con Gaiman... certo che una rece su Casa di Bambola... hiiiiiii ;))
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
bhawbhabwhbahwb bella la Madonna Nera di Greyskull!!! Comunque, dai, chi vuole farsi sotto con una rece di un volume di Sandman mi scriva, che ci mettiamo d'accordo su chi recensisce cosa! (vado a leggere di MirrorMask... tra l'altro a me non aveva entusiasmato più di tanto)
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Grazie ad entrambi gli intervenuti! @Bartle: tranquillo non ho intenzione di rubartelo, piu' che altro non avevo visto la tua recensione di "Mirrormask" e stavo per prepararla...per fortuna il caso ha voluto che saltasse fuori, comunque e qui mi rivolgo anche al caro Kemo, nell'arco di un tempo abbastanza lungo avevo pensato pure di recensire un po' di Sandman, se interessa anche a voi basta che mi diciate quello che volete tenervi oer voi(tanto a me piaccion tutti) perche' (a giudicare dalla "ressa" su questa recensione) non e' che ci sia una fila alla "Death Magnetic" per prepararne ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

morningstar
Opera: | Recensione: |
un po' sottotono rispetto ai 10 volumi "ufficiali" della serie del sandman, ma comunque non male
BËL (00)
BRÜ (00)

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Grandissimo Gaiman. Quest'opera è in qualche modo collegata al fumetto "Sandman", sempre di Gaiman?
Oh, faccio pubblicità, se vi capita sottomano la suddetta graphic novel divoratela.
BËL (00)
BRÜ (00)

morningstar
Opera: | Recensione: |
si certo, questa e' una breve storia parallela di una dei sette eterni, Death. Sandman al contrario e' incentrato su Dream e secondo me e' di gran lunga il capolavoro del buon vecchio Neil. American Gods (che pure se vogliamo e' marginalmente collegato con il Sandman) al confronto e' bruttino, per me e' stata una grossa delusione...
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
@CPTGAIO: Ottimo! Reclutiamo un pò di volontari e dividiamoi i volumetti! Anche per me vale lo stesso discorso, uno vale l'altro, dato l'affetto e l'ammirazione che provo per quell'opera...
BËL (00)
BRÜ (00)

Mr Funk
Opera: | Recensione: |
Bella miniserie anche se io preferisco la seconda "Death-Il grande momento della tua vita". Il Gaiman migliore resta comunque quello di Sandman, mentre lo apprezzo molto poco come romanziere.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Su Gaiman romanziere si va a gusti (a me piace moltissimo e penso che tutti dovrebbero leggere "Coraline" per esempio), sicuramente verra' ricordato molto piu' per Sandman che non per altre sue opere, ma mi sembra normale visto il calibro del fumetto. @Kemo: c'ho pensato, vorrei fare "Le Eumenidi".
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
P.S: grazie a tutti per gli interventi!
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
CPT: perfetto per "Le Eumenidi". Magari ci si accorda via PM... Coraline è molto carino. Anche il romanzo scritto a 4 mani con Pratchett non mi è dispiaciuto. Mentre gli altri romanzi soffrono di conclusioni affrettate...
BËL (00)
BRÜ (00)

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Mr Funk, se non ti piace come romanziere leggi "Nessun Dove", ti ricrederai, è troppo bello!
BËL (00)
BRÜ (00)

Blackdog
Opera: | Recensione: |
Interessante. Saludos Bòna Apocalisse A Tutti!
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Come ho già detto non ricordo più dove, credo che la carriera di Gaiman alterni ottimi prodotti ad altri molto meno degni del suo nome. Nessun Dove era un buon esordio, forse non originalissimo in alcune soluzioni, aveva alcuna sequenze riuscitissime (la prima apparizione dell'angelo soprattutto). Coraline davvero molto carino: sto persino cercando di leggerlo a mia nipote! Stardust e I ragazzi di anansi rimangono ad oggi i più deboli: un po' telefonato il primo, un po' poco ispirato il secondo. Buona Apocalisse a tutti l'ho trovato molto divertente, mi ha ricordato molto certe cose di Stefano Benni, peccato solo per qualche buco nella storia. America Gods, invece, secondo me rimane ancora il punto più alto del Gaiman romanziere, ma se vi spiego perchè addio recensione! :DD
BËL (00)
BRÜ (00)

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Ahaha Bartle, Coraline L'ho letto in un'oretta di notte e mi sono cacata sotto!!!! XD
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Infatti all'inizio ero un po' indeciso: se mia nipote mi rimane scioccata, mia sorella mi cuce due bottoni sugli occhi e un altro sul...
BËL (00)
BRÜ (00)

Ghemison
Opera: | Recensione: |
ma quali volumetti di Sandman volete recensire? PlanetaDeAgostini o Magic Press? e come ancora nessuno che si è sbracciato per La Stagione Delle Tenebre?! le miniserie di Death mi mancano, però visto che ne parlate bene le recupererò. a voi è piaciuto 1602?
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
@GHEMISON: Magic Press forever!!!!! Se vuoi partecipare.... Mi occupo io di organizzare il coordinamento. Il max sarebbe trovare 11 de-recensori...
BËL (00)
BRÜ (00)

Mr Funk
Opera: | Recensione: |
Nessun Dove l'ho letto e ne ho un pessimo ricordo. Romanzo scontato e davvero poco originale. Gaiman romanziere proprio non mi piace. 1602 credo che sia una dei fumetti peggiori che Gaiman abbia scritto, primo volume interessante, il secondo davvero banale.
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Beh, ma Gaiman non si è mai posto come autore particolarmente originale, no?!? è più che altro un eccellente "rilettore" di miti, opere e storia. Credo che buona parte della sua bravura sia stata quella di inserire in un quadro unitario elementi presi da più o meno ovunque: in Sandman riescono a convivere armoniosamente il mito di Orfeo, Lucifero, gli Asi, Shakespeare, l'imperatore Augusto, decine di citazioni o anche solo accenni a opere letterarie (si pensi al Leviatano, ad esempio), leggende più o meno inventate e tanta altra roba. Sotto questo profilo, la sua carriera di romanziere non si discosta molto da quella fumettistica: poche "invenzioni", ma ottima capacità di dare una nuova veste a elementi pescati un po' ovunque. Poi, per carità, sono il primo a dire che non sempre i risultati siano stati all'altezza della sua fama, ma tacciarlo di scarsa orginialità non credo sia la critica più conferente che gli si possa muovere: se si cerca qualcosa di davvero "originale", Gaiman, semplicemente, non è l'autore giusto.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Beh, il quadro che riassumi Bartle fa di lui comunque un'"originale". Non e' che in giro tra i contemporanei esistano molti che ,nel genere, sian riusciti a dare riletture cosi' personali. Poi e' ovvio, considerando la mole di produzione che ha scritto, che ci siano lavori piu' o meno riusciti ma personalmente preferisco considerare la qualita' dei suoi apici che e' stata decisamnete di media elevata. Poi se divo dire la verita' a lungo adare chiunque (e dico chiunque) ritorna a Guglielmo Squotilancia, al Michele della Mancha, al mitologico cantore cieco greco, all' esule Fiorentino ed altri classici, percio' cercare forzatamente l'originalita' e' quasi sempre sbagliato, perche' spesso si finisce nel cattivo gusto. Per rispondere al caro Ghemison 1602 e' piu' che altro lettura per i Gaimanmaniaci(tipo il sottoscritto) e puo' non piacere come l'amico Mr Funk dice.
BËL (00)
BRÜ (00)

Finnegan
Opera: | Recensione: |
non l'apice di gaiman, ma comunque una bellissima storia, molto emozionante e ben congegnata. D. è una figa da paura
BËL (00)
BRÜ (00)

Ghemison
Opera: | Recensione: |
a me 1602 è piaciuto, cazzo è proprio bello. poi nel secondo volume Reed fa un discorso bellissimo sull'universo e sulle storie che spiega perfettamente perchè molti di noi leggano fumetti.
BËL (00)
BRÜ (00)

hugoniot
Opera: | Recensione: |
...il copia e incolla però ti è riuscito bene
BËL (00)
BRÜ (00)

kemoSabe
Opera: | Recensione: |
1602.. mi manca... con l'avvicinarsi dell'ormai triste Lucca Comics vedrò di rimediare.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Si Hugoniot, (a proposito non esistono versioni web della serie percio' non ho copiaincollato,al limite trascritto le citazioni)a giudicare dalle reazioni degli utenti mi e' riuscito bene. Dovresti provarci anche tu.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Che personaggio, Death.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
L'ho riletto tipo un mesetto fa. Ribadisco, Death è un personaggio immenso, io lo (la) adoro. Quindi è stato un piacere, vado a suicidarmi :D
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: