Sto caricando...

Pearl Jam
Live at Wembley Arena, 18.06.2007

()

Voto:

C'è odore di America ad un concerto dei Pearl Jam, sin da quando nel '92 apparirono ad un memorabile unplugged per la meno memorabile Mtv. Un'altra "Desert Storm" di quegli anni, ancora giovani abbastanza da rendere viva l'ideologia politica del rock, dopo il letargo letale dei cervelli degli anni '80, dai quali siamo tutti usciti vivi per miracolo. Indietro fino alla nascita, alle radici dell'idea (Ecco il mio fucile, uomini! mi batterò con questo) ed invece non era nient'altro che "Alive" unplugged: Jack Endino si rifiutava sempre di parlare di "grunge", lui preferiva chiamarlo "new american rock & roll", dimostrando di avere l'occhio lungo.

Qualche secolo dopo, cioè adesso, al concerto all'Arena di Wembley insieme a diecimila altri nostalgici il tempo s'è fermato: non importa se fosse l'inizio o la fine dell'ideologia, la verità è che dovunque siamo stati, siamo gli unici ad essere invecchiati. E' sempre uguale la politica, sempre la stessa guerra, lo stesso deserto e lo stesso stormo, sempre uguale m'è pure sembrato il contro-attacco, con Tony Blair definito "il passeggero di un guidatore ubriaco - Bush" addirittura come primo bis, un solo acustico di nome "No More War" di chiara matrice spingsteeniana ("E' tutto nato da una conversazione sull'inferno", ci fa sapere Eddie). A parte questo, il concerto ha visto la resa di tante (probabilmente troppe) canzoni recenti, b-sides e outtakes (su tutte la tiratissima "Down"); alcune composizioni (giustamente) poco ricordate ("Lowlight") e ballate di luce cupa ("Indifference", "Immortality"), prima di chiudere con una lunghissima coda di "Rocking In A Free World" di Neil Young.

Non una canzone dal secondo lavoro "Vs", solo una da "Ten", parecchio da "Riot Act" e dall'ultimo omonimo. Musicalmente dimostrano di essere una band ancora di talento. I Peal Jam di oggi assomigliano sempre di più agli The Who: Mike McCready si sbraccia come un dannato per un posto in Paradiso; per adesso s'è messo ad aspettare: i posti per Santi chitarristi sono già tutti occupati e all'impedi non ci vuole stare.

C'è odore di America ad un concerto dei Pearl Jam; c'è l'odore degli anni di chi, come colui che scrive adesso, aveva esattamente l'età giusta (la metà di qualsiasi sia l'età) per urlare a squarciagola "Black" nei party sfigati da qualche parte nello scorso millennio: esattamente il giorno che ci rendemmo conto di essere usciti vivi per miracolo dagli anni '80. Il grunge è stato probabilmente il movimento musicale piu' importante dopo il punk, genere quest'ultimo che di musica non conservava molto.

Cercando di dimenticare i vari Festival commerciali europei, erano quasi dieci anni che i Pearl Jam non suonavano in un contesto - come quello dell'Arena di Wembley - perfettamente adatto al loro status. La voce di Vedder è oggettivamente fantastica, come un ubriaco epilettico; gli assoli di McCready ("Crazy Mary", "Why Go" - quest'ultimo suonato con la chitarra dietro la schiena) sono ciò che resta (a seconda di quanta umanità ci resti) della migliore musica che si sia potuta supporre possibile dopo la morte degli anni (musicali) di piombo (1981-1989): l'epopea grunge (o American rock & roll) è la bellezza lacerante di "Marker In The Sand", scavata nella sabbia dei ricordi.

E' solo la devozione del fan che evita ai ricordi di trasformarsi in un'apoteosi dell'auto-indulgenza collettiva? Oppure la verità è che ci sono solo i ricordi e tutto il resto non è reale?    

p.s.: Un doveroso grazie a donzaucher, a cui ho preso a voler bene come un fratello, non solo perché viene fino a casa mia per accompagnarmi ai migliori concerti, ma soprattutto perché mi regala sempre il biglietto (costosissimo: alla faccia della guerra alla Ticketmaster!).

Commenti (SessantaDue)

donzaucher
donzaucher
Opera:
Recensione:
grazie a te, nick! PS: sono pronto per l'assalto! ;)


Antmo
Antmo
Opera:
Recensione:
zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera:
Recensione:
Donz, you diditaghen :D


autopilot
autopilot
Opera:
Recensione:
Complimenti!Uno dei pochissimi gruppi usciti vivi da quegli anni.Grandi ancoa oggi!


Michoos What
Michoos What
Opera:
Recensione:
Maledè,ma cosa ti è successo?Ti 6 disimbrutalizzato?No non ci credo...ma tu non eri quello che faceva le recensioni sui waco jesus, e vincevi cinture nere-metal in giro per il mondo?Torna quello di prima,facci sognare!!!


ArnoldLayne
ArnoldLayne
Opera:
Recensione:
Si vabbè 5 stelle


sfascia carrozze
sfascia carrozze
Opera:
Recensione:
Secondo mé Ella ha indubitabilmente cambiato drogha.


pretazzo
pretazzo
Opera:
Recensione:
"dopo il letargo letale dei cervelli degli anni '80" <<< eh?


sexyajax
sexyajax
Opera:
Recensione:
rispetto da siciliano da un romano..bella capoccio'


easycure
easycure
Opera:
Recensione:
bella ma bella bella bellina :-D


Pi.Per.
Pi.Per.
Opera:
Recensione:
Rece forse troppo da fan. Da quello che si legge la scaletta non mi sembra interessante (magari mi sbaglio). Grunge migliore musica possibile dopo gli '80? mmm... Triphop&Bristolsound pure.


alessioIRIDE
alessioIRIDE
Opera:
Recensione:
che noia i pearl jam


Burns
Burns
Opera:
Recensione:
pixies, sonic youth, wipers, mission of burma, giant sand, gun club, dream syndicate, jane's addiction, violent femmes, x, savage republic, husker du , jesus and mary chain, tom waits, rem, thin white rope, big black, flaming lips, black flag, ministry, spacemen 3, scratch acid nick fai ridere i polli


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
ma Arnold si lamenta anche quando chiava (se chiava) con una pornostar?sempre a lamentarsi oh...


ArnoldLayne
ArnoldLayne
Opera:
Recensione:
non mi lamento semplicemente la penso diversamente


donzaucher
donzaucher
Opera:
Recensione:
sfascia non ha cambiato droga, si è solo "limitato" perchè aveva un ospite! :)


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
NickghostDrake sei un pelato, e secondo me tu e Donzauncher ve la spassate a letto, ecco perchè ti regala i biglietti. Tu naturalmente fai la parte della donna. (aargh..che invidia!) E adesso prova a dire che non è vero!


donzaucher
donzaucher
Opera:
Recensione:
ecco nick...te l'avevo detto di non scrivere la recensione perchè ci avrebbero beccato...poi passa un fagiolino qualsiasi e scopre la verità...a proposito, il tuo nickname è un riferimento alla tua dotazione sessuale???


nofake
nofake
Opera:
Recensione:
C'è una sola cosa che suona male in questa rece, questa: "assomigliano sempre di più AGLI The Who":-)


Doctor J
Doctor J
Opera:
Recensione:
Belle parole, belle cose certo, e poi sei un fan dei Pearl Jam come me, quindi il 3 te lo meriti tutto. Però cazzo, vatti a rileggere il post sopra di Burns (nella cui lista manca anche qualche nome) e per favore chiedi venia per la cazzata sugli '80. Un decennio di grande musica, come tutti del resto. Tranne forse quello corrente


ashanti
ashanti
Opera:
Recensione:
e pallosi fino alla fine...


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
gentilissimi amici. gentilissimo burns: io mi riferivo (o almeno ho creduto di farlo) ai movimenti musicali di massa; i thin white rope e gli spaceman 3 pur essendo grandi band hanno mosso poco nella storia (ma chi li conosce oltre me, te e qualche migliaio di sfigati), questa è musica che può cambiare noi, e valere solo per noi (che siamo gente alternativa persino a noi stessi). importante quindi significa che... (rullo di tamburi)... UNO! (ma che foto è uscita?)


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
ma cosa avrò voluto dire? ho indubitamente cambiato droga...


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
l'unica commento onesto di questa recensione è di quello che mi ha chiamato pelato.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
boredom
boredom
Opera:
Recensione:
bravo guaglione. scritta col cuore e si vede.


trickykid
trickykid
Opera:
Recensione:
Qualche peccattuccio veniale, nella recensione che è comunque, buona e molto sentita. Solo che non chiarisce quel che i Pearl Jam hanno rappresentato per chi nel 1993 aveva 17-23anni: ossia, la colonna sonora (ROCK) di una intera generazione; per una volta si assisteva a ROCK-VERO-E-DI-MASSA senza essere negli anni 70. Ditemi voi se questa non è un'epopea. Oggi chi è che ha lo stesso impatto ROCK tra i giovani?!? Chi riesce a parlare con i RIFF di sogni&incubi descrivendo un'intera generazione?!?
I Pearl Jam hanno perso un bel pò di creatività: secondo me l'ultimo album decente è NO CODE.
Resta il fatto che dal vivo sono delle bestie, come documentato dalle decine di LIVE (finto) BOOTLEG di qualche anno fa. Voto la carriera e i 4 album buoni che hanno inciso (TEN, VS, VITALOGY, NO CODE).


trickykid
trickykid
Opera:
Recensione:
Dimenticavo il voto alla rece...


fabioz
fabioz
Opera:
Recensione:
posso solo dire che i pearl jam sono gli unici reduci della scena di seattle. se tu avessi visto gli alice in chains o i soundgarden o i nirvana nel 2007 ti saresti esaltato molto di piu. i pearl jam sono stati il gruppo piu studiato a tavolino dell' era grunge. infatti sono ancora in vita..............riposa in pace layne.


DottorGonzo
DottorGonzo
Opera:
Recensione:
Tutti a scervellarsi sull'importanza dei Pearl Jam o sul fatto che Maledetta Primavera abbia ragione o meno nella sua analisi musicale. Io ho letto questa pagina e ho pensato che sei uno dei pochi (per quanto ho avuto la possibilità di leggere) qui che ha qualcosa da dire e,cazzo, sa come dirlo. Sinceramente, complimenti. Per la calvizie (vera o presunta) oggi come oggi ci sono ottimi rimedi!


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Donzaucher, putroppo è vero ho il pisellino piccolo, ma anche per quello si può fare qualcosa DottorGonzo? Però i Pearl Jam in concerto è proprio per nostalgici..lasciate perdere! Binariooooo...triste e solitariooo.....(tristezza..)


azzo
azzo
Opera:
Recensione:
Io di 5 normalmente son parco, però 'sta recensione mi pare proprio bella. Lasciando stare quel che son stati i Pearl Jam per me nel 1992, e che adesso, probabilmente, non andrei a vederli neanche gratis.


vitalogy
vitalogy
Opera:
Recensione:
non sai quanto ti invidio, quanto avrei voluto esserci. Sono uno dei poveri sfigati reduci dall'heineken e dal concerto delle mani(il cantante esortava la folla ad alzarle e tutti prontamente levavano il dito medio al cielo). In compenso ero a parigi a vedere il vecchio lou che reinterpretava berlin.


bilquis
bilquis
Opera:
Recensione:
Che emozione il mio primo commento debaseriano..bella recensione pero' loro mi stanno sul culo perche' secondo me si sono sputtanati rispetto agli esordi, li ho visti un paio d'anni fa e il loro atteggiamento da megapuri mi ha proprio fatto schifo. Il voto vale per quello.


De-Blob
De-Blob
Opera:
Recensione:
che emozione il tuo primo commento bilquis...


cptgaio
cptgaio
Opera:
Recensione:
come mai non son passato prima di qui..


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
BILQUIS APPENA ARRIVATO, TI MANDIAMO SUBITO AFFANCULO! BRUTTO STRONZO ROTTINCULO, PEZZO DI MERDA, RITORNATENE DA DOVE SEI VENUTO, PEZZO DI STRONZO CAGATO A FORZA.


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
che emozione il nostro comitato di benvenuto...


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Macchè benvenuto, bilquis è l'ennesimo fake del pirla di Davejongilmour.


franza
franza
Opera:
Recensione:
Ovviamente c'ero anch'io a quel concerto e credo sia stato uno dei più belli che abbia mai visto dei Pearl Jam... Bella anche la recensione... Lunga vita alle band VERE. Qualsiasi cosa esse facciano... o quasi...


Cornell
Cornell
Opera:
Recensione:
Bellissima recensione, grandissimo gruppo, non c'è altro da aggiungere..


aniel
aniel
Opera:
Recensione:
Non concordo con te sugli anni 80, o almeno, condivido in parte la tua opinione. Pero' capisco cosa intendi dire. Effettivamente il grunge, dopo il punk, è stato probabilmente uno dei generi in grado di muovere le masse nel vero senso della parola, specie per chi allora aveva l'età giusta. Recensione sentita.


Cornell
Cornell
Opera:
Recensione:
E Matt Cameron? E' sempre impressionante?


bilquis
bilquis
Opera:
Recensione:
Me Cojoni addirrittura il comitato di benvenuto, mavaffanculoteimbecille! e chicazzoe'davejongilmour?


ArnoldLayne
ArnoldLayne
Opera:
Recensione:
anonimo vedi che io sono coerente non darei mai 4 a una recensione con la quale sono in totale disaccordo :P


alessioIRIDE
alessioIRIDE
Opera:
Recensione:
ma i pearl jam fanno sempre dei concerti (come testimoniano i "numerosi" finti-bbotleg) peccato che le canzoni siano le più banali mai prodotte da un essere umano.


alessioIRIDE
alessioIRIDE
Opera:
Recensione:
SORRY. volevo dire: dei bei concerti


MARIO BORGHEZIO
MARIO BORGHEZIO
Opera:
Recensione:
COMPAGNO MALEDETTO PRIMAVERA, E' MIO DOVERE PRENDERE ATTO DELLA SEMPRE PIU' INVOLUTIVA INTROSPEZIONE MUSICALE CUI TU STAI ACCEDENDO TRAMITE LE FREQUENTAZIONI DEI NUOVI SUBALTERNI NON ISCRITTI AL PARTITO. DAL NU-PROG ALL'OLD-SCHOOL METAL, DAL GRIND AL LAGNA-ROCK, E ADESSO PURE IL ROCKETTINO DI PERIFERIA. AMAREGGIATO DA COTANTO SPREGIO DEL BUONSENSO, TI INVITO A RITORNARE AL PECCATO ORIGINALE: LA MUSICA INDIPENDENTE, VERO PRIMIGENIO SIMBOLO DELLA PADANITA' TUTTA E DELLA SETE DI SECESSIONE DA CUI OGNI CITTADINO LIBERO E POLENTONE E' CARATTERIZZATO.


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
beh, mario borghezio che mi chiama compagno e' irresistibile...


sickman
sickman
Opera:
Recensione:
"sono ciò che resta (a seconda di quanta umanità ci resti) della migliore musica che si sia potuta supporre possibile dopo la morte degli anni (musicali) di piombo (1981-1989)"O_O.......ma ti rendi conto di ciò che hai detto????


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
I'm sick in da head...


Cellardoor
Cellardoor
Opera:
Recensione:
bella e sentita. Non sono d'accordo sugli anni di piombo.. che sono i miei preferiti!


Bartleboom
Bartleboom
Opera:
Recensione:
..recensione che magari non condivido del tutto, ma che è stato bellissimo leggere e tanto basta per darle il mio umilissimo faiv. I Perlgem, checchè se ne dica, dal vivo rimangono un gruppo eccezionale.. e lo stesso Edoardo, checchè se ne senta su cd, dal vivo rimane un superbàbà. Peccato solo che i rimedi contro la calvizie di cui parla l'esimio DottorGonzo non siano efficaci come ci vorrebbero far credere (salvo rarissime eccezioni, quali la finasteride). Sentite cordialità a tutti, stempiati e non.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Io veramente sapevo che per curare la calvizie bastava massaggiarsi il cuoio capelluto ogni giorno con abbondanti quantità di sperma (tuo o di chiunque altro). Risultati visibili già dopo 2 settimane. Perchè non provare Nick? Poi magari facci sapere.


Deneil
Deneil
Opera:
Recensione:
meraviglia..non ci sono stato ma senza dubbio 5.


trickykid
trickykid
Opera:
Recensione:
condivido il pensiero di ALESSIOIRIDE. I Pearl Jam sono bravi strumentisti, ma non hanno innovato granchè il linguaggio del rock, abbracciandone una concezione "basica" (basso-2chitarre-batteria e voce); sono cioè un gruppo "derivativo", con ampi (e noti) riferimenti a miti&leggende degli anni '70...Ciò non toglie che qualche bella canzoncina l'hanno scritta pure loro...


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
EHI, FERMI TUTTI! C'è QUALCUNO QUI DENTRO CHE LO PRENDE IN CULO FACENDO UNA CAPRIOLA COME ME?


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
credo tu sia solo in questa bellissima esperienza!


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
EH Bè, NON è FACILE LO SO, MA BASTA UN PO' DI ALLENAMENTO. A PROPOSITO COME VA LA TUA CURA PER I CAPELLI, A BASE DI SPERMA FRESCO..FUNZIONA? TIENICI AGGIORNATI


Massimof
Massimof
Opera:
Recensione:
Mi manca un concreto dei Pearl Jam. Mi sono sempre chiesto quanta forza debba avere un gruppo con un successo planetario per cercare, per tentare almeno di rimanere umani...


Massimof
Massimof
Opera:
Recensione:
Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
DOPO ESATTAMENTE UN ANNO SONO DI NUOVO QUI A CHIEDERVI DI NUOVO SE C'è QUALCUNO QUI DENTRO CHE è CAPACE DI PRENDERLO IN CULO FACENDO UNA CAPRIOLA COME ME...RISPONDETE NUMEROSI!


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Live at Wembley Arena, 18.06.2007 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link