Sto caricando...

Phenomena
Phenomena

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Secondo lavoro della band italiana Phenomena, gruppo influenzato dal Grunge, dal Glam Rock e dal Theatrical Dark Rock. Questo Cd comprende degli inediti e delle cover riarrangiate sul loro stile.

Il Cd si apre con l'inedito La Riflessione, un brano molto influenzato dal Progressive e dal Metal di vecchia fattura sopratutto durante la fine della canzone, buona la prova vocale del cantante Domenico Di Maria durante tutta la parte acustica e il muro sonoro creato dal batterista Gaetano Sinardi e dal chitarrista Giuseppe Lavagna nelle parti più distorte e saturate del brano che appare sin dal primo ascolto melodico, tecnico e trascinante ed è senza ombra di dubbio la traccia più riuscita dell'intero Cd. Il Secondo inedito intitolato L'Odio Della Notte è un brano dalle sonorità fortemente acide e graffianti, cattivo nel testo e nei riff si accosta di più al Rock/Punk/Core a metà strada tra vecchie band come The Clash, The Cure e nuove bend come i primissimi Black Veil Brides e Green Day, interessante il cambio rempentino che si può udire alla fine della canzone molto influenzato da sonorità tipiche del Latin Rock e della Psichedelia più settantiana. Altro inedito degno di nota è Corpi Tremanti che si apre con degli acquosissimi effetti di Synth, la canzone è melodica e a tratti quasi Pop/Noise, il testo è molto romantico e decadente a tal punto da ricordare i Cure dei primi album, la canzone è orecchiabile e con un ritornello che rimane in testa. Tra le varie cover presenti nel Cd spicca la bellissima versione di Coma White di Marilyn Manson riarrangiata su uno stile più Rock, degne di nota le schitarrate davvero fortemente distorte e possenti. Pure Morning è un'altra cover ben riuscita originariamente suonata dai Placebo, psichedelica al massimo con quel tocco Rock in più che fà la differenza, così come nelle seguenti cover dei Motley Crue (A Rat Like Me e Same Ol' Situation) la band riesce a destreggiarsi bene tra sonorità Rock tipicamente distorte e intermezzi più soft e orecchiabili.

Nel Cd sono presenti 8 brani per la durata di 40 minuti circa, miglioreri solamente le voci perchè ascoltando si nota bene Che Domenico e la corista Elisa che lo accompagna nel cantato darebbero il massimo di loro alzando il meno possibile le voci infatti domenico a mio parere ha una voce molto sottile che ricorda i cantanti Rock degli anni'80 e canta davvero bene nei momenti più "tranquilli" delle canzoni, altri componenti degni di nota sono il chitarrista Giuseppe, versatile, puntuale, pulito e preciso e il batterista Gaetano davvero preparato e preciso come un metronomo.

La band ha grosse potenzialità, mi ha colpito molto il fatto che non sono riuscito ad identificarli in un genere ben preciso. Sono sicuro che se continueranno su questa strada potranno regalarci dei bei "Rock Moments", sconsiglio invece l'ascolto a chi detesta il Grunge perchè anche se la band suona nettamente Rock Glam ne è comunque pregna e pervasa in quasi tutte le loro canzoni.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su CentoCinquantaQuattro

JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
@BARTòL: intereZZante il link della band che hai postato, solo che volevo chiederti se tu hai capito cos'è il "BEACKING VOCALS". @ALEXANDER77: eh in effetti concordo con te sul passaggio hard-melodico al 7° minuto della quarta canzone, solo che come ti ho detto, devo darci un'altra cinquantina di ascoltate a questo 7pollici in triplo cd dei Phenomena per poterlo aZZimilare bene come te.


boredom
boredom
Opera:
Recensione:
commenti esilaranti, grazie di esistere.


korrea
korrea
Opera:
Recensione:
Rock In Opposition


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
alcune considerazioni serie rivolte al bassista del gruppo: partendo dal presupposto che ancora non ho sentito ma domani lo sentirò, promesso ti dico che la frase "se io ascolto il lavoro di una qualsiasi band e quel lavoro non mi va a genio dico: non è sulle mie corde, non mi piace." è una delle più grandi minchiate che abbia letto in vita mia (se vuoi mi diplomizzo e dico che è un discorso un po' farraginoso o lacunoso): a me piace gigino d'alessio, e ho tutta la discografia di gianni drudi e di apicella. Dimmi qualcosa! Il relativismo cosmico ve lo potete mettere dove non batte il sole, imparate ad accettar critiche, anche quando hanno un tono scherzoso, i marchettari vostri (o componenti del gruppo...boh, frega un cazzo) teneteli a cuccia, che son peggio della squadra di comunicazione del silvietto! Infine: la forza di questa community è la sua totale libertà, come ti ha già detto DLF! Ora puoi andartene a raccogliere banane del monte, puoi mandarmi a fare in culo, oppure se hai capito ciò che intendo spugnettami un po' che mi fa sempre bene all'ego! Domani ti dico cosa penso del disco, al massimo domenica...


sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Ma "Phenomena" io mi ricordo che era un brano degl'aironmeiden. O forse dei DrimTiather. Boh.


korrea
korrea
Opera:
Recensione:
Classici Italiani in Opposition


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Maria vergine... i link di Korrea sono una roba abbacinante. Possibile che Studio Aperto non c'abbia ancora dedicato un'intera edizione?!?


Rocky Marciano
Rocky Marciano
Opera:
Recensione:
la vera rivelazione del 2011 in musica, la band destinata a dominare la scena drone-avant-post-psych-punk-alterna -hard-glam- per i prossimi 40 anni.


korrea
korrea
Opera:
Recensione:
Credo di essere venuto a conoscenza dei misfatti canori del Pierluigi grazie a uno speciale Porta@Porta. Studio Aperto non è così intellettualmente raffinato


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Tra l'altro mi chiedo come una qualsiasi band più o meno emergente possa anche solo pensare di affacciarsi sul panorama musicale nazionale e internazionale senza fare i conti con il peso di un artista del calibro di Valerio Rivoli, ad oggi insieme a Lexus la più grande scoperta debaseriana:


Tsunami
Tsunami
Opera:
Recensione:
Dark Lord questo è Debaser, forse un po' sopra le righe certi commenti, ma pure tu metti 38 generi °-°. Sti ca**i, bastava dire "non classificabili". Quoto i 5 generi di Cornell (97) e aggiungo: la buona volontà a volte non basta per piacere a tutti. GranCapo Sfascia is a just judge...


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Ma chi me l'ha fatto fare di mangiare cozze crude di ieri sera...


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Erano per caso condite con germogli di soia spagnoli e accompagnate da una salsina di cetrioli made in Berlin?


Andrew_Poppy
Andrew_Poppy
Opera:
Recensione:
quoto Messer Sfasciacarrozze (btw..anche carrozzine al limite??) allora se prima solo lo supponevo, adesso inizio ad avvalorare che un certo vago "lien" con la pellicola su(in-)(s)sista!?


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Jurix, e dire che quando il tipo della pescheria mi ha detto: "Assaggi queste, sono della varietà blu notte" un momentino c'ho pensato.


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
@ALEXANDER: MaSSSSì (e in queste 4 "S" c'è intriso un messaggio subliminale...) l'importante è che il pesce sia buono. Io ieri su E-Bay ho comprato una buonissima trota con 3 occhi pescata a Springfield.


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
Jurix non distrarmi, sto cercando di trovare le inflessioni latine e psichedeliche nell'urlo della notte!


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
Ok, ho sentito tutti i pezzi più volte, così gino la smette di fratturarmi le palle. Partiamo dal principio: chiunque sia il recensore, fucilatelo (in senso scherzoso, si intende), mai letto una serie tale di stronzate tutte in una volta: latin rock psichedelia grunge e noise non ci sono, non esistono, non è che strummando quattro accordi semipuliti finisci per suonare latin rock! Di grunge nemmeno l'ombra (il cantato non è grunge, il cantato non è un cazzo).
I pezzi: i suoni sono abbastanza osceni, ma io per primo mi rompo le palle quando registro qualcosa, e la qualità dei suoni su myspace non aiuta, prendetevi qualcuno che li curi.
La voce è tremenda, mi spiace ma è così, la corista aggiunge un tocco davvero devastante. Prenda lezioni, tutti possiam migliorare, ma allo stato attuale è imbarazzate e la corista una fucilata.
Il batterista non è per niente male, il chitarrista più che suonare qualche accordo di 5a non fa, quei pochi arpeggi in cui si cimenta sono talmente banali che sanno di già sentito migliaia di volte, come la progressione di corpi tremanti E5 D5 C5(ho la chitarra abbassata, ma la distanza tonale è quella). Che sarebbe? Qualche spunto discreto viene dal bassista...
Ritmicamente si sente più volte che il chitarrista se ne va per fatti suoi, ma la cosa peggiore sono quegli accordi di 5a.
Il genere: rockettino con qualche spunto metal. Punto. Non c'è una virgola di quello che ci ha visto il recensore, in compenso il suo pusher deve essere un fenomeno.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Visto?!? Io l'avevo detto che il batterista non è malaccio! E il bassista studia musica, suona anche strumenti a fiato, quindi probabilmente proprio tordo non è. Ora aspettiamo trepidanti il giudizio di geenoo sul disco!


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
il giudizio di gino? Cos'è? Mai sentito nominare...


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Nemmeno io. Ma dicono che sia la causa del batterio killer in Germania.


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
Ah! Io pensavo fosse una cosa tipo la peste bubbonica...arriva il giudizio di gino, il giudizio finale è vicino! estiqatzi!


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Niente? Provo io: Estiqaatzi! Mmmm... boh, di solito quando noi chiamare grande Capo comparire subito...


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Comunque, seriamente (e mi dispiace postare commenti con sta parola all'interno), la descrizione migliore per sti Phenomeni è quella di Alexander77:"rockettino con qualche spunto metal", anche se io opterei per "Metal con qualche spunto rock". Quando ho sentito l'arpeggio di "L'urlo Della Notte" (o era "La Riflessione", confondo i titoli) ero convinto fosse una cover dei Metallica.


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
Guarda Jur, pure io avevo pensato di invertirli, poi tra i tanti generi proposti ho pensato che non ci avrebbe capito un cazzo nessuno, perciò tanto valeva metter grindcore progressivo vegetariano!


geenoo
geenoo
Opera:
Recensione:
Io non do certo un giudizio compiuto su di una demo. Aspetto il loro primo LP per esprimermi con cognizione di causa. Non si può sputtanare così una band di giovani emergenti solo per il gusto di farlo, specie per fare il Butch Vig della situazione.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Ma come?! Il recensore ci ha addirittura scritto due recensioni sui promo di questa band! Quindi: recensire in toni elogiativi "sì", sputtanare "no"?! Ho capito: hai confuso questa pagina con la scheda del referendum. Mi dispiace Geenoo, ma non le vogliamo le tue scurre nuculari nei parchi giochi dei nostri bambini! Fattene una ragione!!!


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Io non sono in condizioni di giudicare, come geenoo. In questi giorni sono rimasto senza acqua corrente in casa, e il mio attuale afrore di formaggia mi confonde. Dopo la doccia, o dopo il primo bagno a Gallipoli se il problema si dovesse protrarre, avrò di che raccontare.


TSTW
TSTW
Opera:
Recensione:
Ariesumiamo una pagina killer di quelle che si facevano una volta!


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Non mi ricordo come sono tornato su questa pagina, ma è stato bellissimo.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Phenomena è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link