Sto caricando...

Stephen King
It

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Chi è che vien trotterellando sul mio ponte...? 

"...e anche questa giovane faccia è sparita per lasciare posto ad un'altra un po' sbiadita"
"...Avanzai dimenticando/che la mia vita procede serrando/i ricordi fra due mura/come antichi punti di sutura/e poi veloci spariscono, a volte ritornando, nella notte"

...e se poi dimentichi tutto, chi se ne fotte.

Stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti stanno stretti sotto i...

Il ciclo si ripete ogni 27 anni circa. La cittadinà di Derry teoreticamente è off-limits per chi cerca pace e tranquillità. Off-limits per i bambini. Anche il labirinto sotto Derry è pericoloso. Occhio alle fogne.

Sette ragazzini chiamati dalla Tartaruga, una forza del Bene che sbatte le carte in tavola, contro Pennywise Il Clown, tale Bob Gray - come pallottole d'argento in una fionda. Come fauci tremende e spaventose. Come una profonda percezione del tempo e dell'infanzia - ricordi strappati via quando lasci un posto in particolare. E poi dopo anni ci fai ritorno e allora anche i ricordi fanno ritorno, e qui la strada si divide in due: o sorridi felice, o ti metti a piangere.
A volte, c'è anche la terza strada: quella della paura. Quella più nera. Che spinge i più deboli a morire in una vasca da bagno.
<< Bill, Stan è morto - si è tagliato i polsi poco dopo la mia chiamata >>

<< Il bambino che hai dentro cola fuori, trapela come aria da una foratura in una gomma.
E un giorno ti guardi allo specchio e ti trovi a faccia a faccia con un adulto. puoi continuare a portare i blu jeans, puoi continuare ad andare ai concerti di Springsteen e Seeger, ti puoi tingere i capelli, ma la faccia che c'è nello specchio è lo stesso quella di un adulto. Ed è successo tutto mentre dormivi, forse, come la visita della fatina dei denti. Anzi, no - questa è
la fatina dell'età...>>

Il mostro uccise Georgie, il fratellino di Bill. Bill giurò vendetta. Assieme ai compagni di gioco nei Barren, diede vita al Club dei Perdenti. Sette, Sette, Sette. Quasi riuscirono a sconfiggerlo. It si busco Argento in testa, e si chiuse precipitosamente il ciclo, nell'agosto '58.
Nel fiume, con i piedi bagnati, i sette giurarono che sarebbero tornati se fosse ricominciato.
Stan taglio loro i palmi delle mani con dei cocci di bottiglia di Coca-Cola. Ad uno ad uno, giurarono. Tutti. 27 anni dopo tornò. 27 anni dopo, Stan si tagliò i polsi. Gli altri 5 tornarono. Mike era rimasto a Derry. L'Osservatore.

...watchin' the watcher

<< Quei maledetti palloncini andavano controvento, lo giuro! >>
<< Gli adulti non mantengono le promesse fatte da bambini...>>
<< L'abbiamo visto cadere dal cielo, la luce era troppo forte, sentivi il Male...>>

...il Capolavoro della letteratura Horror degli ultimi 60 anni, e anche Oltre.
Immenso.

<< Ragazzi, il romanzesco è la verità dentro la bugia, e la verità di questo romanzo è semplice: la magia esiste...>>


Dedicata a Simona M.
Cara amica che conobbe anzitempo la fine, fra le onde moleste.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Ultimi Trenta commenti su CentoVentiSei

IlMigliore
IlMigliore
Opera:
Recensione:
King ha uno stile inconfondibile nel riuscire a trasportarti all'interno della scena narrata, la sua grandissima capacità di farti "entrare" nel libro lo rende unico, lo fa lentamente senza che tu te ne accorga............e poi................affanculo voi e sto mattone!


Mr. Goodkat
Mr. Goodkat
Opera:
Recensione:
Temo che ti intendi più di musica che di letteratura..che bella frase xD


matteowolf
matteowolf
Opera:
Recensione:
Il libro è uno dei migliori che io abbia mai letto...mi spiace che, tolte le mille descrizioni, di King rimane poco e niente. In ogni caso rimane attualmente il mio scrittore, di questo genere, che poi non mai ben identificato, preferito. Post Scriptum. il film fa cagare le locuste, come disse qualcuno più importante di me....


Kembruck
Kembruck
Opera:
Recensione:
King è un vero maestro. Solo un vero maestro può tirar fuori da trame a volte anche banali dei capolavori di letteratura di quel livello. Storie di Vampiri (salem's lot), di cani con la rabbia (Cujo), di epidemie mortali planetarie (l'ombra dello scorpione...) Solo lui riesce a farti vivere ogni personaggio, a inventarsi avvenimenti e accadimenti sbalorditivi del contesto di una storia di fondo a volte non troppo originale. un vero maestro e basta, altro che i vari ken follet wilbur smith e roba del genere. E inoltre è un autore del tutto versatile, che ha saputo spaziare dall'orror ad ogni altro genere, creando belle storie e i suoi libri anche i più brutti non sono mai scritti male o del tutto noiosi.


KurtTheFish02
KurtTheFish02
Opera:
Recensione:
Mi ricordo da bambino quando la domenica sera diedero in tv questa serie... BBBRRRRR... i miei ogni tanto lo guardavano ed io non dormivo la notte!


algol
algol
Opera:
Recensione:
Ok, rispetto i vostri gusti. Capisco che possa piacere, nel suo genere (del cazzo) sarà anche un maestro ma non mi spingerei a definirlo artista o genio. E' uno bravo a scrivere delle puttanate assurde.


Girasole.
Girasole.
Opera:
Recensione:
Beh, non credo basti il mio 5 a It per poter dire che mi intendo poco di letteratura (:
Credo che sia tu quello a non intendertene: in una pagina su King (King!!) tiri fuori Joyce come paragone, pure Tolstoj e Proust...ma che ci azzeccano in questo contesto? Un bel Fallo :D


algol
algol
Opera:
Recensione:
Ovviamente li ho citati solo per ricordare dei veri maestri della letteratura non certo per accostarli. Mi sembrava così evidente. Ho forse paragonato ? Tutt'altro li ho citati ( e ce ne sarebbero altri) palesare l'abisso che c'è tra un maestro della letteratura di serie B e dei veri grandi autori. Visto che in queste righe sono tutti a sborrare non appena sentono il nome e tu stessa (/o )ce lo fai passare come un imprescindibile caposaldo. E' roba di serie B, seghe mentali ( anche divertenti e ben elaborate) per acritiche masse che null'altro ( come probabilmente anche te) hanno mai letto se non prelevando dagli scaffali di un supermercato.


algol
algol
Opera:
Recensione:
Insomma volevo stigmatizzare l' eccessivo entusiasmo per ciò che considero un buon prodotto commerciale e nulla più. Se uno ha letto veramente della grande letteratura non può definire King immenso, grandioso, monumento, capolavoro ... mi sembra giusto collocarlo nella sua giusta dimensione che non è ne sarà mai tra i grandi della letteratura. Guarda sarebbe, azzardando un paragone musicale, come se mi propinassero un qualsiasi autore commerciale ( che ne so come U2 o madonna) come se fosse un artista innovativo e geniale. Diciamo che hai un gusto musicale più raffinato e ricercato va bene ? Poi non di sola arte si vive. Spero di essermi spiegato e di non averti fatto alterare Girasole. Anche se farti incazzare non è certo un'impresa titanica.


logan
logan
Opera:
Recensione:
Stephen King è un grandissimo scrittore!...la critica, come ti ho già detto, è merda!
e anche l'essere prevenuti puzza molto!
IT è un grandissimo libro commerciale dell'unico romanziere commerciale che oggi si possa definire Scrittore.
King è sopra tutti gli altri.


logan
logan
Opera:
Recensione:
....comunque ALGOL, nessun rancore! Non ti volevio mica offendere!


algol
algol
Opera:
Recensione:
Anche io non volevo offendere nessuno Logan. No problem


Girasole.
Girasole.
Opera:
Recensione:
<< acritiche masse che null'altro ( come probabilmente anche te) hanno mai letto se non prelevando dagli scaffali di un supermercato >>, Sì, Finnegans Wake l'ho trovato al supermercato a 9 euri:D hai finito Pinocchio? Poi mi dici com'è :D ... si scherza, si scherza, si scherza, mica mi sono alterata. POW!


algol
algol
Opera:
Recensione:
Ok mi solleva sapere che leggi anche qualcos'altro.Meglio per te. Però non toglie che King te lo sei comprata al super. He he... quanto è facile farti incazzare. Ti adoro irata.


algol
algol
Opera:
Recensione:
Logan, mi sembra lievemente contraddittorio affermare che la critica è merda in un sito di recensioni. L'opinione di chi ne sa più di te è sempre importante. Aiuta a capire un opera. Poi è giusto formulare un giudizio individuale e soggettivo.


algol
algol
Opera:
Recensione:
E comunque Pinocchio è una figata !


tomgil
tomgil
Opera:
Recensione:
Letto in questi giorni, nonostante gli esami (ammetto che la rece a suo tempo mi aveva invogliato). Non c'è che dire, è un capolavoro. Ora come ora mi sento di dire che King è uno degli scrittori più sottovalutati del secolo. Non l'orrore puro di Lovecraft e Poe, ma a suo modo qualcosa di più regressivo e profondo. Il dono dell'infanzia, forse, non so...


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Questa mi era proprio sfuggita, peccato. Il libro l'ho letto più di quindici anni fa: 1300 pagine in poco più di una settimana :DD! Probabilmente è stato il primo libro che mi abbia preso così tanto. Forse perchè ha la capacità di farti provare un specie di "sincera empatia" per i protagonisti, forse per la bravura di King nell'ideare e gestire perfettamente un quadro corale che si sviluppa nello spazio. Sinceramente sono dell'idea che L'ombra dello scorpione vale la metà o poco più di It (troppe digressioni inutili, ritmo spesso altalenante, intreccio non altrettanto avvincente/convincente. O forse solo malcelate velleità da "Horror deinitivo"), eppure conosco un sacco di gente che addirittura si è commossa alla fine di quel libro. Tra l'altro non leggo un libro di King da una decina d'anni: più o meno da La bambina che amava Tom Gordon (o una roba del genere...). E, a quanto ho capito, non mi sono perso granchè..


Mannequin
Mannequin
Opera:
Recensione:
Non capirò mai gli snob che, per criticare scrittori come King, al posto che motivare e puntare sui difetti, lo paragonano a dinosauri stratirati dalla critica, come Proust e simili, che con questi autori non c'entrano un cazzo. Poi, parere mio, King qualche emozione la da anche, Proust e compari hanno scritto mattoni noiosissimi giusto per farci segare su i critici.

Che rottura di palle.

Comunque bel libro, la recensione invece non mi è piaciuta moltissimo.


fedeee
fedeee
Opera:
Recensione:
noooo!non avevo visto che era stata fatta la rece su it!!
uffffffff >_< ...vabbè, bel libro!la rece non è proprio lo stile che preferisco (troppo citazionismo)..


Ktulu
Ktulu
Opera:
Recensione:
4 pieno e qualcosa oltre. Non mi ha mai aggradato pienamente il finale (diciamo le ultime 200 pagine), anche se il potenziale metaforico e "metapsicologico" è alto.


Den Vlaams
Den Vlaams
Opera:
Recensione:
Complimenti. Che cazzo di modo di merda per recensire un autore come King...


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Scommetto 1 penny che Den Vlaams è il fake di Katarris...


Den Vlaams
Den Vlaams
Opera:
Recensione:
Penny perso, FrancIcnarf/! E' un po' che bazzico in giro, mi sono iscritto solo adesso, comunque. E ancora non ho capito benissimo la storia di quel tipo. Di King questo libro non l'ho letto; della fase horror - che poi, chiamarla fase è una stronzata, il 98% della sua carriera si svolse/ge su questa falsariga - ho letto solo "Le Notti di Salem", che è una cosa oltremodo magnifica; della minuscola fase precedente ho letto "La Lunga Marcia", breve romanzo, e neanche tanto breve, sul filo della tensione che ti fa invecchiare mentre leggi, e "Il Fuggitivo", o un titolo del genere, in cui pare proprio che il Re anticipi l'attentato delle torri gemelle. Se si ammirano i thriller on-the-road e con poca polizia, ma con personaggi forti ed estremamente caratterizzati, da non perxere entrambi i titoli.


Den Vlaams
Den Vlaams
Opera:
Recensione:
"L'Uomo in Fuga", non il fuggitivo. Non mi veniva.


Alì Murtacc
Alì Murtacc
Opera:
Recensione:
Finito ieri mattina di leggerlo, FAVOLOSO.


Jack Of Fables
Jack Of Fables
Opera:
Recensione:
IL libro dell'orrore,IL libro sugli orrori dell'infanzia, sofferto e profondissimo. God Save The King.


ChaosA.D.
ChaosA.D.
Opera:
Recensione:
Recensione bellissima per un libro altrettanto bello. Mi ricordo di averlo letto che ero molto giovane e ho amato i personaggi come se fossero veri, mi hanno tenuto compagnia e da loro ho imparato molto. Ciao a tutti e buon pomeriggio.


marmar
marmar
Opera:
Recensione:
Il libro dei Libri, per 5/6 capolavoro assoluto, peccato per un finale non troppo all'altezza del resto della storia. Comunque con i ragazzi del racconto sono andato anch'io in giro per i Barren, anch'io ho vissuto con loro, sono miei amici e compagni d'avventura, forse perchè mi ricordano tanto le mie avventure dei bellissimi anni '70, bande di ragazzotti in bicicletta in giro per le periferie della città. Altri tempi, altri luoghi, ma King in questo libro ha saputo fermare il tempo ed emozioni e farci rivivere il tutto con una magica macchina del tempo, e per questo gliene sarò per sempre grato (brividi inclusi...).


hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Forse il suo libro più bello. Capolavoro.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di It è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link