Sto caricando...

Stephen King
The Outsider serie tv

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


The Outsider è una mini serie tv tratta dall'omonimo libro di Stephen King.

Detto ciò, andiamo subito al nodo della questione: vi aspettavate qualcosa di più? Io no, per tutte e dieci le puntate mi è parso di vedere l'impronta del caro vecchio Stefanuzzo, l'autore che trasforma anche l'ovvio in oro! Un logico iter paranormale che si fonde, in modo ruffiano, con ciò che più è in voga al momento, vale a dire quello stile crime di cui non possiamo fare a meno. Sangue ne abbiamo? Si! detective e investigatori privati che devono fare i conti sia con i propri demoni interni che con... non mi va di spoilerare nulla! Abbiamo, comunque, anche quelli. Cosa manca? Forse una fotografia più inquietante avrebbe aiutato, anche se buona, avrei preferito qualcosa di più vintage, quello stile imperfetto che ti stimola un'indicibile quantità di fastidi emotivi atti a fare dello spettatore, miseria ladra, il critico cinematografico che non è ma che vorrebbe essere.

Ma basta sproloquiare, voglio parlare un po' dei personaggi. C'è questo detective, tale ralph Anderson, che a seguito del raccapricciante ritrovamento del corpo di un bambino, inizia ad investigare sulla dolorosa scia della precedente morte, questa non violenta, del figlio. Succede quindi che, la componente psicologica sofferente dell'uomo, influisce negativamente sulla buona riuscita delle indagini. Diciamo che fa un "burdello" esagerato e quindi si ritrova a dover arginare una valanga di merda attraverso metodi non convenzionali e, per far ciò, ci metterà praticamente tutte e dieci le puntate e, ovviamente, non da solo.

Abbiamo, tra i personaggi, ovviamente un presunto colpevole, la famiglia dello stesso, un avvocato difensore con le palle, un investigatore privato avvezzo alle non convenzionali maniere professionali e poi c'è Il Personaggio: Holly Gibney, un'altra investigatrice privata dai tratti particolari e che, inconsapevolmente, diventa il fulcro della storia. Cosa fa Holly? Scava e raschia bene nelle "prove", alquanto forvianti, e punta meticolosa alla risoluzione di un caso che UNICO non è. Si scopre una concatenazione di eventi che affonda le radici nella più pura ed essenziale forma di malvagità: il dolore come fonte di nutrimento e la paura altrui come forza rigenerante del male.

Il tutto si compone come se stessimo guardando un incontro di box dove, da una parte c'è il logico che non vuole arrendersi allo sfidante, dall'altra parte c'è quello che non trova risposte ugualmente, ma che ha deciso di puntare il suo attacco sul "se non capisco che succede allora rimetto in gioco tutto ciò in cui non credo".

Parte così il riconoscimento del vero Stephen King e, finalmente, ci mettiamo l'anima in pace smettendo di fare i detective col telecomando in mano: decide lui, punto e basta, non esiste prova del DNA, nessuna scientifica autopsia e scordatevi pure i luoghi tipici di una "confortevole" indagine.

Ve lo consiglio? Ma che ne posso sapere io? Se avete letto il libro magari potete farne a meno, ma diciamo che non è la serie tv che maledici dopo aver visto. Scorre bene, i personaggi sono accattivanti, Stefanuzzo c'è e se vi piacciono, ci sono anche i soliti boschi concimati a cadavere ammmericani!

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

Raskolnikov1789
Opera:
Recensione:
Ottima recensione. Ho adorato il libro. La serie proprio non l'ho sopportata, ho guardato qualche puntata, ma lottando contro il sonno. Mi pare che schiacci la vita che scorre nelle pagine di King in una banale prospettiva monodimensionale. La scena del Tribunale, ad esempio, una grande delusione, passata tra qualche sbadiglio, mentre nella lettura sudavo freddo. Menzione di particolare demerito per il doppiaggio, che fa violenza alle orecchie!


Falloppio: Ho letto il libro in una settimana. Ragazzi che bella scrittura. Tribunale, incontro nelle grotte, meeting a casa della vedova.... che emozioni. La serie non la vedrò. Mi tengo stretto la lettura.
Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
Evito la serie TV. Consiglio il libro e fino a pagina 200 non capisci se il presunto colpevole è un sadico assassino o un gentile allenatore di baseball. Poi il casino nero….. Holly, Holly e ancora Holly, uscita dal trittico di Mr. Mercedes… Uau che figata !!!


Farnaby: Ti consiglio di vederla...con alcune istruzioni per l'uso di cui sotto. Anche la Holly della serie ti piacerà.
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
"Se avete letto il libro magari potete farne a meno, ma diciamo che non è la serie tv che maledici dopo aver visto"...la frase sintetizza il mio stato d'animo di lettore (prima) che decide di vedere comunque la serie (dopo). Lo straniamento dovuto allo stravolgimento della caratterizzazione di alcuni personaggi e anche di diverse situazioni e avvenimenti rispetto all'opera di King, ha lasciato piano piano posto ad un piacevole coinvolgimento, merito di una sceneggiatura comunque forte e una prova attoriale (Holly e Ralph su tutti) ottima. Un po' come successe per "Shining" (qui con meno rivoluzioni).


madcat
madcat
Opera:
Recensione:
Io a naso mi sono rifiutato (e probabilmente mi rifiutero', ma una volta finito di leggere, come dire, sti cazzi) di vedere il film della Torre Nera (cioè hanno fatto un film su una saga di 7 libri). Inizierò a breve il settimo dopo una pausa di diversi mesi dal penultimo. Questo però mi attira e non ho nessuna intenzione di leggermi il libro, quindi..


Farnaby: Rifiutato anch'io...tra l'altro neanche un film fiume...canonica oretta e mezza e via. Invece ho trovato piuttosto valida la trasposizione di "Doctor Sleep" con un finale che unisce libro e "Shining" film (il duello finale non è sulle macerie dell'Overlook ma dentro l'albergo) visto l'impatto che ha avuto l'opera di Kubrick sull'immaginario collettivo.
Farnaby: "The Outsider" meritano sia libro che serie...
madcat: Doctor Sleep volevo vederlo al cinema, poi per vari motivi non ce l'ho fatta (anche perché da qualche anno mi sono messo in testa che i film stranieri me li voglio vedere in lingua originale con sottotitoli, e a Roma c'era solo un cinema dove lo davano così). Si il film della Torre Nera da un'ora e mezza grida vendetta
madcat: Della Torre Nera si che dovevano fare una serie!!
Farnaby: E ne avrebbero potuto fare anche più stagioni!
madcat: Esattamente!
pozzo
pozzo
Opera:
Recensione:
Visto proprio ieri.... tutto di un fiato... 10 ore... non mi è pesato e mi è piaciuto. King c'è tutto e si vede e si percepisce anche se il libro non l'ho letto. Avercene mini serie così


Farnaby: Si...pur non essendo fedele al cento per cento mantiene le coordinate kinghiane...
lector
lector
Opera:
Recensione:
Io guardo solo i telefilm di Star Trek (serie classica)!


Falloppio: Mork e Mindy?
lector: Naaaaaaaaa!
macmaranza: Ma anche STNG e Voyager vanno viste. Soprattutto Voyager. Dalla quarta stagione, dove c'è Seven of Nine. Yuk! Brào Lector!
lector: Vero!
Ciao Mac, anche tu agli arresti domiciliari? :-)
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Io non sò gnente-di-nulla ne della serie ne del libro da cui è stata tratta.
Ma, giusto per capire, Stephen King è anche regista della serie oppure è solo l'autore del soggetto?
E se non è Lui il regista (o la regista) la serie da chi è stata girata?
Ho fatto troppe domande?
Ops.. ne ho aggiunto un'altra senza volerlo.


Farnaby: King è autore del soggetto.
I singoli episodi sono stati scritti da più persone. L'episodio 7 da Dennis Lehane autore, tra gli altri, di "Mystic River" e "Shutter Island".
Svariati anche i registi. I primi due sono diretti da Jason Bateman che nella serie, oltre ad essere tra i produttori, interpreta Terry Maitland.
Spero sia rimasto contento.
sfascia carrozze: Moderatamente.
Qvindi il DeArtista a cui è stata associata la DeOpera, di fatto, è erroneo.
Evvabbè.
Farnaby: Sostanzialmente ha ragione lei...ma sa a mettere tutti i nomi dei registi?
sfascia carrozze: Non sia sostanzialmente pleonastico e ridondante.
Sostanzialmente io ho sempre (sostanzialmente) ragione.
Si sà.
Farnaby: Mi scuso...
musicanidi
musicanidi
Opera:
Recensione:
L’ho vista, non mi ha fatto impazzire ma ha conciliato il mio sonno. È ben fatta però, i personaggi sono ben tratteggiati e l’atmosfera triste e malinconica della provincia americana permea tutto la visione...durante la quarantena ci può stare.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di The Outsider serie tv è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link