Testbild!
The Inexplicable Feeling Of September

()

Voto:

Un gruppo di avanguardia che strizza l'occhio al pop ?
O un gruppo pop con pretese avanguardistiche ?

Certo un disco che si lascia ascoltare, che crea delle atmosfere niente male, in cui ogni pezzo è una pennellata di grigio ma con tonalità sempre diverse.

Devo ammettere che non conoscendoli affatto, sono degli svedesi di Malmoe non molto noti neanche in patria, sono stato irrimediabilmente attratto dal titolo. Molto rumore di pioggia nel cd, ma di pioggia calda, di pioggia da finestra non ancora ermeticamente chiusa, che permette ai pensieri di settembre di essere ancora proiettati verso l'esterno e non di rimbalzare tristemente all'interno di un appartamento come a novembre.

Di qui credo l'"Inexplicable feeling" del titolo. Si tratta fondamentalmente di una dolcissima chitarra in matrice elettronica, e nel susseguirsi dei pezzi una delle due componenti ha la meglio sull'altra. Così si passa da atmosfere alla Ben Watt di "North Marine Drive" quando è la chitarra ad essere protagonista ai sognanti droni alla Fennesz di "Venice".
Le nuvole più grigie sono all'orizzonte ma non sono ancora arrivate per cui non si può parlare di un disco opprimente, c'è spazio ancora per qualche speranza di "calore" come in "Clouds in transit" dove la chitarra quasi scordata dipinge un motivo sognante mentre ovviamente fuori piove, a "Rain and air" che sembra uscita da un disco degli anni ottanta ma che si incastra alla perfezione nella dinamica totale della produzione.

La voce è quasi sempre doppia creando un bell'effetto avvolgente, in "Stettinergrand" si trasforma in un breve coretto, fino ad essere completamente assente in "Meerschaum" dove viene sostituita da una tastiera. L'ultimo pezzo "Sparks From Extinct Steelworks", come spesso accade, è un bestione da venti e più minuti, che fa un po' rimpiangere la dimensione "vinile", comincia con un soffuso piacevolissimo cantato, sempre sovrapposto, e continua con dei rumori organizzati non fastidiosi e si chiude con dolci effetti elettronici non fondamentali.

Un disco che vi regalerà un po' di autunno durante la calura dell'estate, un tappeto umido di muschio da sostituire al materassino gonfiabile.

Questa DeRecensione di The Inexplicable Feeling Of September è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/testbild/the-inexplicable-feeling-of-september/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sei)

Ghemison
Opera: | Recensione: |
interesting... non è che sai per quale etichetta incidono?
BËL (00)
BRÜ (00)

Lello
Opera: | Recensione: |
Informazioni relative alla tua domanda, le troverai su questo sito Radio Khartoum : Recommended Odds & Ends
BËL (00)
BRÜ (00)

Wanderer
Opera: | Recensione: |
Già, interessante. Bella recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek
Opera: | Recensione: |
Ok per la chiusura parziale delle finestre, ma quella del tappeto di muschio come t'è venuta? Mò li vado a scovare. Sempre odiati i materassini...
BËL (00)
BRÜ (00)

JohnOfPatmos
Opera: | Recensione: |
Non so se lo loro mi piacerebbero... Però le tue recensioni hanno sempre grande stile! "Ogni pezzo è una pennellata di grigio ma con tonalità sempre diverse". E basterebbe una frase come questa per darti un bel 5 tondo! Un caro saluto, JoP
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Qùordial de-recenseur Monsieur Lello, plùs qué de-apprezzabile pop/avanguardistam de-recensorea atzionem; in absoluta franchetzia il de-presentato combo mai lo sentii neppur denominare (anzychenò), indiperciò soggiungerei un ulteriore motivo di aggradito/aggradimento a sottolineatura und in merito alla Sua debaserophilmente/fornita de-lectura. Ossequi amiquevoli a iosa. Your s.c. di (s)fiduciam.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: