Vasilij Vasil'evic Kandinskij
Komposition VI (Composizione VI)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Piccola Premessa: qualche mese fa, in una precedente recensione, iniziai un discorso sull'Espressionismo che ora riprendo: lo scritto sotto può essere letto pure in modo indipendente da quello appena citato ma se interessa la genesi del "movimento" (che per motivi di spazio non riprenderò) vi invito ad andare a rileggerlo.

La storia che sto per raccontare...

...inizia almeno 20 anni prima dell'opera recensita ("Komposition VI", Olio su tela, ora al Ermitage di San Pietroburgo): negli anni '90 del XIX secolo, tra Austria e Germania, vari gruppi di pittori, anche diversi, tra loro, sotto tutti i punti di vista, considerando troppo conservatore il modo di vedere l'arte da parte delle accademie, diedero luogo a movimenti indipendenti che furono ribattezzati "Sezessionen". Filologicamente contrastanti tra loro, con l'unico comune denominatore di una spiccata tendenza avanguardista, in dieci anni di liti, polemiche ma anche di grandi esplosioni artistiche (Von Stuck, Liebermann, Klimt etc.) questi posero le basi da cui, nei primi anni del '900 a Monaco di Baviera, nacque la "Neue Künstlervereinigung" (1909): associazione che considerava le precedenti "sezessionen" (ed in particolare quella fondata da Von Stuck in Baviera nel 1892) troppo poco "libertarie" e avanguardiste. L'associazione riuscì ad organizzare tre mostre, tra il 1910 ed il 1911 (ospitando nomi che ora suscitano brividi: Jawlensky, Picasso, Braque, Marc... oltre che a Kandinskij ovviamente), le cui influenze dominanti furono Astrattismo e Fauvismo (ed un primo germe Cubista) ma che suscitarono feroci critiche, anche con pesanti insulti e boicottaggi. 

La vita, si sa, però è strana e quando Kandinskij (per motivi di spazio la biografia la potrete leggere nel link che metterò nelle info) si vide rifiutare dall'associazione (di cui era presidente e fondatore) la partecipazione di "Komposition V" ("Il Giudizio Universale") alla terza mostra, perchè "troppo astratto", prese "armi e bagagli" e, con Marc, Klee e altri, fondò il movimento "Der Blaue Reiter".

"Io amo il blu e tu i cavalli..."

Con "Die Brücke" (di cui ho parlato nella recensione citata nella premessa) il movimento di Kandinskij fu la componente principale dell'Espressionismo tedesco ma, a differenza del primo (realista, figurativo e aggressivo), si caratterizzò per un approccio astratto (spinto all'estremo, dopo aver abbandonato le influenze dei "fauves" e dei cubisti), uno spiritualismo che affondava le sue radici nelle filosofie orientali (unite al simbolismo romantico europeo di fine '800 e inizio '900) e a una ricerca armonica che perlustrava parallelismi con le correnti musicali dell'epoca. 

Stroncato dal Primo Conflitto Mondiale (dopo che Kandinskij dovette riparare nella nativa Russia e che Marc perse la vita a Verdun, nel '16, gli altri componenti non seppero continuarne la leadership) "Der Blaue Reiter", nonostante la breve "vita", riuscì a mandare al mondo quel messaggio di divisione dell'io interiore dell'artista rispetto alla natura che per molti anni influenzò l'arte. "Komposition VI" è la sua sintesi perfetta.

"Il Giallo è una fanfara, il Blu un violoncello..."

In un rincorrersi di emozioni interiori gettate nei colori (magnifici, come se fossero musica) "Composizione VI" è un continuo collidere di onde, l'una nell'altra, che formano figure non riconoscibili, spezzate da linee che, come pioggia violenta (un diluvio o un apocalissi?), creano deflagrazioni che, a loro volta, danno vita a vortici di colore: un'astrazione impavida che ha in se un'inquietante armonia cromatica

La natura, il reale e le forme non influenzano l'artista: solamente la sua anima (la pace o l'inquietudine interiore) deve essere protagonista e l'unico modo per rendere l'insondabile reale è cercarne il contorno astratto per poi distruggerne i confini. La ricerca emozionale e psichica nasce dal colore e dal colore comunica, "risuona" in vibrazioni disegnate che devono creare un effetto sia fisico che psicologico: molteplici "letture" che in pochi, oltre Kandinskij, son riusciti a dare.

Questa DeRecensione di Komposition VI (Composizione VI) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/vasilij-vasilevic-kandinskij/komposition-vi-composizione-vi/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

lemuro
Opera: | Recensione: |
tutt'ottimo......alla prossima puntata !
BËL (00)
BRÜ (00)

enbar77
Opera: | Recensione: |
Bravissimo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
panapp
panapp Divèrs
Opera: | Recensione: |
La recensione come sempre è molto molto bella, ma ha quel solito retrogusto di enciclopedicità che non riesco a digerire per bene. Sull'opera non c'è bisogno di parole: Kandinskij era evidentemente un genio e le sue opere lo testimoniano con una potenza che, negli esempi migliori come questo recensito, viene raramente raggiunta altrove.
BËL (00)
BRÜ (00)

World SBK Fan
Opera: | Recensione: |
Kandinskij è uno dei pochissimi artisti che mi hanno emozionato quando li ho studiati. Ho un bel ricordo di lui, si nel periodo pre-Cavaliere Azzurro ancora legato all'iconografia medievale che in quello più dichiaratamente astratto per cui è conosciuto dai più.

Il quadro in questione è caruccio, ma io ho un debole per Impressione V Parco, oltre che per l'immortale Composizione VIII.
BËL (00)
BRÜ (00)

giola
Opera: | Recensione: |
Sempre piaciuto Kandinskij
BËL (00)
BRÜ (00)

Stinger
Opera: | Recensione: |
Gli Italiani lo sanno..esistono 2 Cassano! "Sì, e siamo proprio uguali!" Bè, proprio uguali no..
BËL (00)
BRÜ (00)

Lupin
Opera: | Recensione: |
secondo me questo ha imparato a scrivere il suo nome esatto verso la terza -quarta superiore.
BËL (01)
BRÜ (00)

KyraCollins
Opera: | Recensione: |
Ringrazio tutti i "passanti". Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: