Vinicio Capossela
L'Indispensabile

()

Voto:

Sono sempre contento quando parlo di Vinicio Capossela. Artista originale come pochi riesce, ogni volta che lo ascolto, ad infondermi una sensazione di imprecisato piacere dei sensi. Chiamarlo "Greatest-hits" é un po' forzato se si pensa al personaggio in questione: Vinicio é uno che non merita termini così tanto legati al music-business. La prima, "Si é spento il sole", é il rifacimento di una delle prime canzoni di Celentano datata 1958 e si addice in maniera molto consona all'atmosfera generale della musica di Vinicio. Tutto quello che segue é semplicemente sublime: si percorre un viaggio all'interno di una cultura musicale, quella legata alla terra e alle radici a cui Vinicio ci ha abituati, che risulta impossibile definire con una sola parola o una sola espressione. Si passa da "Marajà" a "Il ballo di San Vito", da "Zampanò" a "Che cossé l'amor", dal tango di "Morna" e "Con una rosa" al mambo di "...e allora mambo" fino a sfiorare leggiadri sentimenti d'amore puro con "Non é l'amore che va via". Da ascoltare con attenzione, per chi non l'avesse ancora fatto, "Una giornata senza pretese" che nella sua semplicità é da sempre una delle mie preferite.

Interessante infine l'interno del booklet che propone, oltre a tutti i testi in italiano, anche la traduzione di tutti i testi prima in francese e poi in tedesco. Ma ora basta perché, come ho già detto, Vinicio non é personaggio da trattare con la ragione gravida di dettagli tecnici ma é uno dei pochi che merita l'attenzione di tutti i nostri più profondi sentimenti e noi dobbiamo concedergli tutto quello che il nostro cuore é capace di dare. Credetemi: vale davvero la pena.
"...nel cielo di cenere affonda il giorno dentro l'onda, sull'orlo della sera temo sparirmi anch'io nell'ombra, (...) vedovo di te..."

Questa DeRecensione di L'Indispensabile è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/vinicio-capossela/lindispensabile/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

Sallu
Opera: | Recensione: |
bello, e sul serio indispensabile
BËL (00)
BRÜ (00)

Hal
Hal
Opera: | Recensione: |
Indispensabile solo per chi non ha preso i suoi dischi :) l'unico inedito forse era "Si é spento il sole" se non ricordo male.
BËL (00)
BRÜ (00)

Socrates
Opera: | Recensione: |
Pensa che comprai il suo primo album in vinile, molto "contiano", "All'una e trentacinque circa" dopo aver ascoltato solo un pezzettino di "Scivola vai via". Da allora non mi ha quasi mai deluso.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
come al solito una voce straordinariamente sensuale,come un soffio di erotismo sull' anima che sfiora tutti i sensi.Qualche volta mi perdo e mi ritrivo a cullarmi tra le vibrazioni della sua voce.
BËL (00)
BRÜ (00)

tiziocaio
Opera: | Recensione: |
Hai ragione,non è consono parlare di greatest hits per Vinicio.Sopratutto perchè per chi nn si ferma all'appernza scopre che Vinicio ha tanto da dire,in qualche modo ci scontriamo con le sue canzoni,ci ritroviamo dentro e nn riusciamo a capire come.Io ho tutta la sua discografia,compreso Liveinvolvo dove la performance con la Kotchiani orchstra è a dir poco idilliaca(dovrebbe essere in circolazione un dvd del concerto).A questo punto sono proprio curioso del disco che verrà,dopo quel gran lavoro che è stato Canzoni a manovella che lo ha decretato autore con la A maiuscola(scusa l'ovvietà delle parole).
BËL (00)
BRÜ (00)

bowie&barrett
Opera: | Recensione: |
Musicista splendido.
BËL (00)
BRÜ (00)

cece65
Opera: | Recensione: |
Lui (Vinicio) ha affermato: "Io volevo uscire con un disco nuovo, che avevo già pronto. La casa discografica optava per una raccolta. Ho dovuto farmene una ragione." Comunque "Si è spento il sole" in questa versione mi ribalta!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Morgan
Opera: | Recensione: |
Lo considero, più o meno, un incrocio tra la poesia di De André e il jazz di Paolo Conte.
BËL (00)
BRÜ (00)

Morgan
Opera: | Recensione: |
Con un bel impasto di Tom Waits.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: