John Carpenter
Escape From New York

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Il film lo conoscete tutti. La colonna sonora idem...

Dei tredici temi presenti 11 sono scritti e suonati dallo stesso (con una grossa mano di Alan Howarth che infatti spesso viene citato come coautore) Carpenter: probabilmente tra i più grandi artigiani (detto nel senso buono del termine) che la settima arte abbia donato al mondo.

Ci sono colonne sonore che vanno oltre i film a cui appartengono e ci sono pellicole che vengono ricordate solo per lo score (non è questo il caso).

Sono convinto che se "Escape From New York" è diventato un classico il merito sia anche delle musiche che lo accompagnano. Sicuramente non dei capolavori di tecnica (spesso sono poco più che scale arricchite da un elegante lavoro di programmazione al computer e tastiera) sono così fortemente aderenti alle immagini che si possono tranquillamente considerare come delle estensioni naturali dello script. Quando questo succede il problema che potrebbe sorgere è che senza le immagini le varie melodie potrebbero perdere d'interesse e di mordente: qui non accade.

Emozionano lo stesso: con il loro minimalismo stuzzicano la fantasia e la voglia di crearsi un universo (più o meno) distopico tutto per se. Un po' come dei piccoli Snake ci troviamo ad affrontare un futuro pieno di incertezze ma sicuri che il nostro cinismo prevarrà.

Zzotttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt!

Mo.

 

Questa DeRecensione di Escape From New York è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/alan-howarth/john-carpenters-escape-from-new-york/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sette)

teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera: | Recensione: |
cose che non si possono non amare. e che NON invecchiano. ci tengo a sottolineare.
BËL (05)
BRÜ (00)

MorenoBottesin: Grazie per esser passato.
March Horses
Opera: | Recensione: |
Sono cresciuto con questo film, anche se già era considerato "vecchio"
BËL (00)
BRÜ (00)

MorenoBottesin: Meglio esser considerati vecchi che nascer vecchi ;-) Ciao.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Invece è invecchiato maluccio, ma di come sono invecchiati i film io me ne sbatto i coglioni e dico che il film è figo comunque. (Cazzuola, pure "Nosferatu" di Murnau sarà invecchiato male ma a me ancora fa paura). Metto 4 perché è belo, ma La Cosa, Allouin e Maut of Madnes lo sono di più.
BËL (00)
BRÜ (00)

MorenoBottesin: Dici? Io trovo che il sottotesto sia ancora attuale invece.
hjhhjij: Mmm, può anche darsi, ma ti ripeto, non do molta importanza a questi dettagli e non mi interessa se un film sia invecchiato bene o meno, è uno dei metri di giudizio che meno uso per giudicare un film. Questo è un gran film di fantascienza/action, con un gran ritmo, bei personaggi, ottima regia (ma va?) e una scenografia apocalittica da urlo. Per certe cose potrà anche essere invecchiato maluccio, ma me ne importa molto poco :)
MorenoBottesin: Sono d'accordo: un film puoò risultare godibilissimo anche se segna un po' il tempo però io credo che spesso la differenza tra un grande film e uno meno sia il persistere nella memoria. Ora questo può avvenire nella tecnica (pensa a Kubrick: i suoi film non invecchiaranno mai), nel messaggio (e qui mi vengono in mente Lang e Browning), nell'estetica (Lynch su tutti a mio parere) ma anche semplicemente nell'immaginario popolare: quante persone ancora oggi vorrebbero essere (almeno un po') come Snake Plissken (il cui rapporto con il "Potere" è il vero sottotesto) nelle fesserie che la vita presenta tutti i giorni? Io penso tanti, tantissimi. Questo film vive nei cuori di almeno 2 generazioni e questo per me non è invecchiare anzi :-D. Poi è ovvio che possono apparire seghe mentali e fai bene a non badarci ma, per me, è bene ricordarle.
teenagelobotomy: i film quando sono fighi trascendono questioni di spazio-tempo e non invecchiano. Fuga da NW è il cult per eccellenza anni '80 insieme a Ritorno al Futuro (per diverse ragioni ovviamente). per me uno dei film indispensabili per vivere.
hjhhjij: Ma io sono d'accordo con te, se è invecchiato lo è da un punto di vista meramente stilistico e ripeto, mi importa poco di queste cose, è un bel film e tanto mi basta. Eh si, per vari motivi anche lui è un evergreen, un cult senza tempo. Sono d'accordo anche su gli altri registi che hai citato. Quello che volevo dire però è che io potrei anche affermare che "2001" è invecchiato male (non lo penso, è per fare un esempio) ma ciò non intaccherebbe minimamente il valore del film. Così è per questo.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Oh scusa Morè, come al solito dimentico di votare la recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

Karter4
Opera: | Recensione: |
MorenoBottesin, se hai in mente di recensire anche la colonna sonora de La Cosa dillo subito, perchè sennò lo faccio io :)
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
maddai, robe buone e cariche di ricordi.
BËL (00)
BRÜ (00)

fusillo
Opera: | Recensione: |
Mio fratello si comprò il 33 giri... Credo che ce l'abbia ancora. Però la copertina è diversa. Consumammo la prima traccia, il resto chissa com'era... Ciao Mò.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: