Antoine de Saint-Exupéry
Le Petit Prince (Il Piccolo Principe)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Il Piccolo Principe (Le Petit Prince), Antoine de Saint-Exupèry (Fra) 1943. In Italia edito da Bompiani.

(In Canada è in regime di "domaine public" perciò se avete la voglia, e la pazienza, di leggervelo in francese qui potrete trovare una versione integrale con i disegni originali dell'autore, qui invece potrete leggerlo in italiano, ma senza i disegni)

 

"A Léon Werth,

Chiedo scusa a tutti i bambini se dedico questo libro ad un adulto. Ho una scusa valida: questa persona adulta è il miglior amico che ho al mondo. Ho un'altra scusa: questa persona adulta può comprendere tutto, anche i libri per l'infanzia. Ho una terza scusa: questa persona adulta abita in Francia ed ha fame e freddo. Ha bisogno di essere consolata. Se tutte queste scuse non vi bastano vorrà dire che dedicherò questo libro al bambino che un tempo questa persona adulta fu. Tutti gli adulti un tempo son stati bambini. (Ma può capitare che non se lo ricordino). Quindi cambio la mia dedica:

A Léon Werth, quando era bambino." (A. de Saint-Exupèry)

 

Parte Prima: "Disegnami una Pecora"

Mi sveglio la mattina e non so mai cosa può capitarmi: per carità se son le 6 vuol dire che devo andare a lavorare e quindi in un certo senso la sorpresa finisce li (anche se faccio un lavoro abbastanza "movimentato"). Vado in mensa aziendale e non so decidere tra l'insalata e le carote al vapore. Prima di andare a casa  vado al bar, ordino un caffè, mi leggo in ordine il Corriere, poi la Gazzetta ed, infine, il Giornale di Vicenza. A casa controllo la posta elettronica (spero sempre che in quella cartacea non ci siano altre bollette), aggiorno il blog, leggo DeBaser e intanto metto l'acqua per il thè a bollire. Il pomeriggio mi concedo o un pò di lettura o un'oretta di "Age of Empires II". La sera in genere esco, pure da solo, se è un giorno tra Martedi e Giovedi ho il cineforum, se è Lunedi dei seminari di matematica per profani.

Due volte la settimana lavoro di notte e due-tre dormo fino a mezzogiorno.

Ma non lasciatevi ingannare: vivo estremamente alla giornata ed il pericolo è il mio mestiere. Credo, come diceva Agnelli qualche anno fa, che la cosa più immorale sia la banalità e, quindi, cerco cose nuove ogni giorno, nonostante la routine. Tutto questo perchè anni fa, bimbo, quella dannata pecora mi venne fuori malaticcia.

 

Parte Seconda:  "Rimpiangeva soprattutto i suoi millequattrocentoquaranta tramonti nelle ventiquattro ore!"

Tutti abbiamo un compito in questa terra e sarebbe inutile tentare di sfuggirne le responsabilità. In un viaggio qualcuno mi ha detto che la vita è effimera. Tutto quello che vedo, che raccolgo, che porto via con me...puff...un giorno non ci sarà più. Per questo cerco di fare ciò che faccio il meglio possibile. Che almeno rimanga un buon ricordo di me. Cosa c'è di più appagante di una vita normale spesa a cercare bellezza?

La Rossa mi direbbe, più poeticamente, che non devo porre limite alla mia fantasia e che sempre si può migliorare. L'importante è avere un buon materasso per quando si cade dalle nuvole. Ma chi l'ha detto che il cuore non ti fa vivere appieno la vita vera? Bugie di gente triste ed arrabbiata per nulla.

Noi siamo qui, non bisogna averne paura: se nulla è per sempre perchè non approfittarne qui ed ora?

 

Parte Terza: "Ci guadagno, disse la volpe, il colore del grano"

Se non rischiamo non verremo mai ricompensati. Bisogna mettere qualcosa sul piatto per poter vincere. 

E' facilissimo restare immobili, non rischiar nulla, tutt'al più invidiare gli altri per le cose belle che hanno intorno: è facile ma inutile. So che se mi affeziono a qualcosa quando non ci sarà più la rimpiangerò (sta cosa me la dissero pure i Maiden) e soffrirò come un cane ma, poi, ritrovarla o ricordarla nelle cose semplici che mi stanno attorno sarà' impagabile. Viviamo per momenti come questi: non dobbiamo temere di lasciare andare i nostri sentimenti. 

Loro sanno tornare, prima o poi.

 

Note Biografiche:

Scrittore, giornalista ed avviatore de Saint-Exupèry visse  44 anni in questa Terra lasciando in eredità molti articoli di viaggio e di volo e soprattutto uno dei più bei (ed intelligenti) libri per l'infanzia di sempre: "Il Piccolo Principe".  Non ci sono motivazioni particolari per cui ogni bambino dovrebbe leggerlo, certo un adulto che da piccolo non lo ha letto si riconosce lontano dieci miglia. Questa dovrebbe essere una buona motivazione.

Nel 1944 durante una missione di guerra con il suo aereo scomparve nel Mediterraneo e nonostante negli ultimi anni sia stata data la notizia che fu in effetti abbattuto io preferisco pensare che sia andato a trovare il Piccolo Principe nel suo pianeta. Con suoi tre vulcani (due attivi e uno spento ma non si sa mai) e la sua Rosa.

Mo.

Questa DeRecensione di Le Petit Prince (Il Piccolo Principe) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/antoine-de-saint-exupery/le-petit-prince-il-piccolo-principe/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiSette)

ratman
Opera: | Recensione: |
UAU (io cel 'ho in francese coi disegni originali.)
il libro è fantastico, ma il fatto che tutti oramai lo citino mi sta cominciando ad innervosire
BËL (00)
BRÜ (00)

miramar
Opera: | Recensione: |
dio quanto lo odio questo libro, la recensione mi sembra proprio bella.... non voto perchè al libro darei 1 (so di essere in torto)
BËL (00)
BRÜ (00)

enbar77
Opera: | Recensione: |
Bravo capità!
BËL (00)
BRÜ (00)

Franci!
Opera: | Recensione: |
Cazzo, non l'ho davvero mai letto. Ho avuto un'infanzia anormale dunque?
BËL (00)
BRÜ (00)

fedeee
Opera: | Recensione: |
non è mai troppo tardi per leggerlo...io l'ho fatto a 18 anni mi pare, come ogni cosa a seconda dell' età, di quello che stai vivendo si percepisce diversamente. Bellissimo comunque.
La rece forse è profonda, ma non l'ho capita...credo...quindi non la voto.
(ma è stata fatta dopo le diatribe sulla rece "jack frusciante è uscito dal gruppo"?!? ihihihih ^^)
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Questa è una bella pagina. Non so se è una bella recensione, ma non importa. Credo che questo libro sia, in qualche modo, "importante". Nonostante la storia dell'"addomesticarsi"... ;)))
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
Mio nonno paterno possedeva una copia con dedica dell'autore. Ho stramaledetto il giorno in cui è andata persa!
BËL (00)
BRÜ (00)

Nosebleed
Opera: | Recensione: |
Solitamente non amo molto le recensioni che parlano solo dei cazzi dell'autore, ma questa mi è piaciuta, e mi ha fatto ricordare di questo libro che lessi eoni fa e non mi dispiacerebbe rispolverare.
BËL (00)
BRÜ (00)

Alex84
Opera: | Recensione: |
Dev'essere sicuramente un libro pregevole, ma personalmente lo trovo irritante. Tutti quei buoni sentimenti mi disgustano nel profondo e non sopporto l'ingenuità sforzata di certi scrittori adulti.
BËL (00)
BRÜ (00)

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Interiormente interiore, bravo Cpt. Se penso al libro mi scende la lacrimuccia...
BËL (00)
BRÜ (00)

Nickname
Opera: | Recensione: |
Acc...volevo farla io. Non sarei comunque riuscito a fare meglio, quindi va bene così. Libro bellissimo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Nickname
Opera: | Recensione: |
telespallabob
Opera: | Recensione: |
Chissà, magari lo leggerò. Chissà...
BËL (00)
BRÜ (00)

tomgil
Opera: | Recensione: |
Bella rece: l'unico modo per parlare del "Piccolo Principe" senza essere goffi è trattarlo di striscio, come hai fatto te. Pochi (il nostro buon Antoine era tra questi) sanno parlare anche da adulti con la voce dei bambini. A tutti noi semplici adulti non resta che adeguarci e rendere lode a questi pochi.
BËL (00)
BRÜ (00)

Metamatic
Opera: | Recensione: |
cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Passo rapido (vista la tarda ora) a ringraziare chi ha commentato. Domani (oggi, tra qualche ora) rispondero' ad eventuali questioni in sospeso. Ho notato che nella recensione ci sono un paio di errori (tipo avviatore e non il corretto aviatore) che purtroppo mi son sfuggiti alla rilettura. Chiedo venia.
BËL (00)
BRÜ (00)

pourquoipas
Opera: | Recensione: |
Barbanera
Opera: | Recensione: |
Fantastica! Sei il migliore.
BËL (00)
BRÜ (00)

Finnegan
Opera: | Recensione: |
scrivi benone, il libro è uno dei miei preferiti, almeno da quando l'ho riletto ultimamente, in età "adulta"
BËL (00)
BRÜ (00)

fusillo
Opera: | Recensione: |
cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Come promesso eccomi qui, prima cosa una considerazione generale: chi lo fa notare ha ragione. Questa non e' una recensione, almeno non nel senso classico in cui (almeno io) intendo la parola. Il fatto e' che, quando mi son messo a "trattare" questo libro, le difficolta' di un approccio didascalico e classicamente sintetico mi son apparse subito e lo scritto che stava prendendo forma stava diventando decisamente troppo vuoto e sterile da risultare non dignitoso all'accostamento con l'opera di Saint-Exupèry: quindi ho deciso di lasciar stare qualsiasi nozione o nota bibliografica e concentrarmi su quello che mi trasmette emozionalmente e su quello che mi da ogni giorno nella vita quotidiana. Tentando di parafrasarlo piu' possibile con parole semplici e accostamenti personali piu' chiari scelti tra i piu' chiari che potevo. Ci son cose dove il semplice spiegare va bene altre in cui si deve a propria volta raccontare: "Il Piccolo Principe" e', a mio parere, una di queste. A dire il vero (come spesso mi accade) c'e' sempre il rischio di "travalicare" solo nello scritto autobiografico quando si sceglie sto approccio: spero di esser riuscito comunque a comunicare il tentativo di parafrasi. Giocare su sto confine comporta il rischio di finire nei "Casi" ma per il sottoscritto non sarebbe affatto un problema (comunque ringrazio gli editors per la collocazione in HP e assicuro loro che da parte mia qualsiasi decisione in sto merito non sarebbe un problema). [continua]
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Nel post sopra c'e' un "piu' chiari" in piu'...Comunque ringraziando tantissimo tutti per i complimenti (sempre graditi) ed i commenti vado a rispondere singolarmente a chi ha posto delle questioni: @Ratman: quando qualcosa va oltre il lato artistico (scritto in sto caso) e diventa patrimonio umano come sto libro e' inevitabile che accada non mi arrabbierei piu' di tanto :-D @Miramar: il torto o la ragione quando si parla intrisecamente di gusti non esistono quindi il tuo voto,con relativa argomentazione, non sarebbe stato un problema. Ti ringrazio per il complimento. @Franci! (il "vecchio" Inarf i suppose...): no, non e' l'infanzia ad essere anormale se non lo si legge ma che la lettura di sto libro dia molti spunti utili per l'eta' adulta e' innegabile, e comunque leggi quella frase la come un figura retorica ;-) @Fedeee: Si, l'imput mi e' stato dato da quell'episodio la anche se comunque prima o poi lo avrei recensito lo stesso. Mi spiace se non ti e' risultato chiaro l'approccio, spiego qui sopra i motivi probabili. Se hai bisogbo di chiarimenti su frasi o altro della recensione chiedi pure senza paura! @Bartle: nella recensione in un modo o l'altro ne parlo ma li siamo su questioni di "gusti" percio' non insisto oltre ;-) @Nosebleed: spiego sopra l'approccio, ti ringrazio per l'apprezzamento. @Alex: onestamente non e' un libro buonista, ti assicuro che e' estremamente realista in questo senso: va visto come un promemoria. @Nickname: non vedo perche' tu non dovresti scriverne un'altra. @Tomgil: ti ringrazio, hai colto il punto. Ringrazio Enbar, Green, Terry, Tele, Meta, Pourquoi , Barba (addirittura! le mi De-Adula...) Finnegan e ultimo ma non "ultimo" Fusi per esser passati. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

fedeee
Opera: | Recensione: |
avevo scritto così nel precedente commento perchè forse il mio subconscio elaborava da un po' un 'ipotetica recensione di questo libro...nel momento in cui ho letto questa non ho trovato quello che cercavo veramente...comunque sono d'accordo sul fatto che non se ne poteva fare una "canonica"...infatti trovo che l'impostazione sia molto buona...diciamo che potenzialmente è una rece da 5, ma poi nello sviluppo delle parti doveva essere più universale che particolare per strizzare l'occhio anche al lettore...comunque metto un voto medio: 5 potenzia + 3 reale /2 = 4.
^____^
BËL (00)
BRÜ (00)

panapp
Opera: | Recensione: |
Evidente capolavoro.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Fede: per motivi DeReligiuosi non strizzo mai l'occhio al lettore ;-) Grazie per la tua opinione, grazie pure a Panapp per esser passato.
BËL (00)
BRÜ (00)

mike77
Opera: | Recensione: |
indimenticabile.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: