Ari Aster
Midsommar

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


L'estate, si sa, è periodo di horror al cinema. il torpore estivo viene spezzato da sangue e urla e paura - c'è una ragione sociologica per questo, mi pare di aver letto in qualche articolo anni fa. Ma in ogni caso, da qualche anno a questa parte, il genere horror è cambiato: certo, gli splatter esistono ancora, così come i sequel di altri horror di successo, e anche esempi più estremi e borderline, ma a questi si è aggiunta una manciata di titoli che si sono guadagnati fama a livello internazionale, anche in circuiti più 'alti' di quelli normalmente destinati ai film di genere.

L'ultimo esempio è Midsommar, diretto da Ari Aster, uscito lo scorso luglio nelle sale USA, e poco dopo in Italia. Aster è già famoso per aver diretto Hereditary, un altro film horror acclamato dalla critica, da cui deriva una buona dose di attesa e pubblicità per il suo ultimo lavoro. In Midsommar abbiamo una trama sicuramente già vista: un gruppo di amici in vacanza in un villaggio remoto e isolato, in cui a breve cominciano ad accadere episodi inquietanti. Non si tratta, però, di fenomeni paranormali, al contrario, sono gli esseri umani a farla da padrone.

''Midsommar - Il villaggio dei dannati',' recita la traduzione italiana: ecco, dannati non sono affatto, almeno non nel senso letterale del termine. Gli abitanti di Harva, una comune nella regione dell' Hälsingland, a nord di Stoccolma, vivono in un ambiente bucolico e incontaminato onorando tradizioni e rituali millenari, e celebrano in maggio la festa di mezza estate, il Midsommar, che però, una volta ogni novant'anni, è una festa grandissima, unica, accompagnata da celebrazioni sacre. Uno dei ragazzi originario della comune, ma che ora studia negli Stati Uniti, invita i suoi amici, ad assistervi. I quattro ragazzi partono così alla volta della Svezia, insieme a Dani, la fidanzata di uno di loro, che ha da poco subito una tragedia familiare che è forse l'unico motivo per cui la loro relazione va avanti. Nell'accostarsi alla comunità locale, da subito assistono al radicato senso di appartenenza di una comunità che sembra allo stesso tempo chiusa e aperta: l'apertura è a volte dettata da ragioni pratiche, come impedire l'incesto. Nella comunità, il ciclo vitale viene visto come il susseguirsi delle stagioni: primavera fino a 18 anni, estate fino ai 36, autunno fino ai 54, inverno fino ai 72. ''Che succede a 72 anni?'' chiede Dani, e la battuta evasiva che riceve in risposta adombra una inquietante, possibile, soluzione. I festeggiamenti si susseguono in un crescendo di orrore e stupore, che ingloba ed annienta i partecipanti esterni. Alla fine, alcuni elementi sembrano ripresi dalle trame del genere, con qualche cliché che si ripete. Ma dopotutto è sempre così: tutto quello che vediamo è in fondo già visto, oppure immaginabile, tranne, in pochi, preziosi, casi. Midsommar non è uno di questi, secondo me, ma la sua potenza visiva e l'eleganza stilistica lo confermano come un horror (che è anche questa, poi, un'etichetta a volte limitativa) superiore alla media.

Questa DeRecensione di Midsommar è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ari-aster/midsommar/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

caesar666
Opera: | Recensione: |
Visto 2 giorni fa. Sicuramente e' piu' originale du Hereditary che comunque era buono. E' quasi interamente alla luce del sole e questo rende il tutto straniante. E' lungo ma non annoia mai. Si tratta di un bell'horror antropoligoco con molte scene cruente. Interessante questo Aster

madcat
Opera: | Recensione: |
Da quello che ho letto in giro, sembrerebbe proprio un gran film, uno di quelli che scardina le 'regole' del genere

Onirico
Opera: | Recensione: |
Maledetto, volevo farla io! Il film, per me è nella top 3 dei migliori horror degli ultimi 20 anni. La recensione non è fatta male, ma avresti dovuto dire due cose essenziali, secondo me:
1) che non è un'horror a tutti gli effetti, e la linea di demarcazione tra bene e male praticamente non esiste: l'incubo è bel sogno, e il bel sogno è incubo; non viene dato nessun giudizio morale, cosa che quasi sempre nel genere viene sottolineata (il mostro, che sia umano o no, è "il cattivo", che deve essere sconfitto dal bene)
2) E' un tributo a The Wicker Man, grandissimo film di cui ricalca la filosofia e gran parte della storia, e secondo me questo film ne è perfettamente all'altezza, se non addirittura superiore.
Detto questo, uno di questi giorni me lo rivedo, è veramente un film bomba.

Onirico: PS: L'attrice nella copertina sembra Di Caprio, da giovane, che piange :-)
madcat: Bello The Wicker Man!
Onirico: Assolutamente! Diciamo che in Wicker c'è più una storia, è più lineare: qui è un allucinazione visiva delirante, anche se poi la storia c'è, ma è meno centrale.
masturbatio: Oh finalmente qualcuno che ha capito che è un tributo a Wicker Man, mica l'ho letto in giro
Onirico: Beh, dai, non ci vuole Einstein. Probabilmente chi non l'ha capito, è perchè non ha mai visto WM.
nes
nes
Opera: | Recensione: |
Ho letto solo "horror figo"

nes: Porco dio, il crllulare e la metropolitana... Dicevo: ho letto solo " horror figo" ed "hereditary" tra i commenti e non voglio spoilerarmi niente. E' al cinema o dove?
Onirico: Al cinema, nes; non perdertelo... e recupera anche Hereditary, se non l'hai visto, è una bomba (secondo me anche meglio di questo).
Onirico: PS: non vederlo in streaming, perdi metà della bellezza del film
nes: sarà pure una bomba ma alla feltrinelli è ancora a 20€ per il cinema non c'ho più tempo, speravo fosse uscito anni addietro se è adesso al cinema rischi di vederlo nel 2024. i miei amici hanno tutti netflix e prome, perchè netflix e prima non si prendono 'sta roba? Mi auguro di essere smentito domani.
nes: ps: "non vederlo in streaming"... Madre di dio ma, ti pare? C'è una girone apposta per chi guarda film in streaming Su internet. se poi lo streaming è pure streaming del tipo "videocamera al cinema" stiamo parlando di demoni che all'inferno ci regnano. Non sono così cattivo, dai.
Onirico: Allora mi sa che finirò nel girone, ammenochè il Signore non accetti le mie umili ragioni:
a) vivo in mezzo ai boschi, non c'ho manco la macchina, e nel paese più vicino o trovi le marvellate, o trovi i cinepanettoni;
b) per scaricare un film, vista la connessione in questa zona, ci metto dai 2 giorni a 2 settimane (e quando va male, non me lo scarica proprio);
Credi che mi salverò dal girone?
PS: quelli "telecamera a mano" nun je la faccio manco io, e mi tocca aspettare, il che mi fa rodere moolto le chiappe.
PS2: Fai l'impossibile per vederlo al cinema. Hereditary lo puoi anche vedere a casa (su netflix non c'è, però), ma questo va proprio visto sul grande schermo.
Onirico: PS3: Hereditary lo trovi da zcaricare pure in alta qualità col torrente.
nes: Non sono piu' in grado di recuperare sottotitoli senza prendermi malaware virus e HIV.
nes: E piuttosto che guardare roba in streaming aspetto. I siti che pubblicano in streaming roba che e' al cinema vengono giustamente chiusi e fanno aprire indagini sulla condivisione di file tutta. Quando hanno chiuso rapidshare e megaupload per impedire a duemila stronzi di rubare a gente che aveva investito milioni di dollari in un progetto, ne han fatto le spese svariati milioni di utenti che volevano solo ascoltare proposte musicali che solo online potevano trovare. Se streammi non sei un pirata, se streammi sei un mozzo dell'impero.
nes: Comunque 'sta cosa che riesci a vedere un film in streaming ma non a scaricare mi perplime alquanto... Cioe' tu in streaming vedi i film... a scatti??? No? Beh, allora dovresti avere una banda piu' che sufficiente per scaricare.
hjhhjij: Uh. Ma davvero c'è chi guarda in streaming i film che sono al cinema in quel momento (o ci sono stati da poco ?) ma come si fa è la non qualità. Lo streaming va bene per film vecchi che non vuoi comprare a scatola chiusa in DVD.
nes: Ps: the harder they come ci misi 4 anni a recuperarlo, non e' che di film ce ne siano due o tre in giro. Aspettare e' sempre possibile e di roba per ingannare l'attesa hai piu' di un secolo di storia del cinema a cui attingere.
Onirico: Se è in 360p riesco a guardarlo, quelli in alta definizione mi vanno a scatti, come dici tu. Parli dei sottotitoli perchè li guardi rigorosamente non doppiati? Altrimenti lo trovi da zcaricare anche in italiano.
Vorrei avere la vostra pazienza, ma quando esce un film cheporcazzozzalodevovedè, se è in qualità decente (se è girato con la telecamera a mano, manco per sogno...sto ancora aspettando john wick 3) non riesco a resistere e me lo guardo. La qualità non è poi così pessima, si sopporta; certo, non è un dvd.
C'è inoltre da dire che molto spesso un sacco di film che non trovi da scaricare (però io parlo di film in italiano, eh, se riuscissi a trovarli in lingua madre coi sottotitoli sarebbe anche meglio, così imparerei quantomeno l'inglese e potrei vedermi tutto, con grosse facilitazioni), li trovi in streaming, a volte addirittura in italiano, altre volte coi sottotitoli. Poi ci sono quei maledetti casi rari che niente, ti attacchi al cazzo, non è mai uscito in italiano, neanche sottotitolato: quindi manco puoi comprarlo; non c'è in streaming, non c'è da scaricare... per esempio saranno 5 anni che aspetto di vedere questo beneamato film
Gangs of Wasseypur Reviews - Metacritic
Cavolo, capissi l'inglese (coi sottotitoli inglesi e spagnoli si trova), l'avrei già visto.
E invece...mi attacco.
Pare sia una bomba, se qualcuno col dono delle lingue lo vede, mi faccia sapere com'è.
666cosasei: @onirico il posto in cui vivi mi ispira
Onirico: Sempre meglio delle città, senza dubbio; io le odio. Però, dopo un pò, essere cosi isolati fa effetto Overlucotel.
Onirico: PS: Vedo che dal tuo avatar ti piace l'horror nordico. Apparte Bergman (che non può definirsi horror) e il sacro trittico Hereditary (non recensirlo, per favore, vorrei farlo io), questo e Lasciami entrare, ti senti di consigliarmi altro? Horror sarebbe il top, ma anche thriller, gialli, gangsters-crime movies, vanno alla grande.
nes: Figa, ma a 360p e' comunque una tortura, a meno che tu non abbia ancora un monitor a tubo catodico (nel caso te lo invidio tantissimo). Sottotitoli: Si' se non sono al cinema solo sottotitoli. E se trovo il cinema coi sottotitoli, vado li.
nes: Di horror io da consigliare ne avrei una gerla ma in italia o non sono arrivati o sono stati doppiati con due lire da ragazzini alle prime armi (the woman e' un cazzo di film del cristo appeso, lo vedi doppiato e sembra di guardare i teletabbies di comunione e liberazione, per dirne uno a caso)
nes: Bright eyes (o starry eyes... Piu' probabile starry)
nes: Quella casa nel bosco
nes: Big bad wolves (ma se non lo vedi in israeliano, pure questo diventa una monnezza)
nes: Sinister (solo il primo) cold prey (come prima)
nes: (cold prey e' il titolo inglese di un film svedese, non ricordo il titolo originale)
nes: Babadook
nes: Found (forse e' piaciuto solo a me)
nes: Der samurai (quello tedesco)
nes: Gut (questo e' rischioso, ma lo adoro)
nes: LA NOTTE ETERNA DEL CONIGLIO (come sfruttare i mezzi a propria disposizione al 200% pure quando di mezzi non ne hai)
nes: E boh, l'horror e' stato il genere piu' interessante degl ventennio che va dagli anni zero agli anni venti, di roba valida ce n'è a quintali o quasi.
nes: The loved ones.
nes: SAUNA
nes: ah poi, va beh, the neon demon, (grazie ar cazzo) e un meno chiacchierato (ma manco troppo)livide, rec, mientras duermes, e poi basta che devo andare a vedere gli Om e se sbaglio fermata della metro e' un casino.
Onirico: Allora, ti dico tra quelli che ho visto: The Loved Ones non era niente male, ma i film mi vendico, t'ammorbo e ti torturo, che hanno fatto il boom (almeno a me sembra, di periodi precedenti mi è capitato di vederne assai meno) in questi ultimi anni, non mi dicono granchè...che mi vengano in mente, per farti un esempio, anche se non proprio horror ma magari thriller : The Killing of a sacred deer (forse…
Onirico:
Gli altri non li ho visti, di alcuni ho sentito parlare, di altri zero: calcolando che mi piacciono le belle sceneggiature, dei dialoghi decenti (oppure senza dialoghi o con dialoghi scarni), personaggi non stereotipati e l'horror piu psicologico, il non mostrare, la tensione, che il gioco al massacro dello splatter, occhi che volano e sbudellamenti quali tra quelli che hai detto mi raccomanderesti? (Posso accettare splatter o film violenti solo in caso il film sia eccezionale, che so: Funny Games o A L'interiour.
Per il resto, di buoni che vengono in mente a me che non hai citato: The others, L'ombra del vampiro, Get out, Us, The witch, A quiet place, Mandy, Goodnight mommy, Berberian sound studio, Demon, The endless, Let me in, 28 weeks later, 28 days later, It comes at night, Under the skin, La spina del diavolo, 10 cloverfield lane, Mother!, The orphanage, the house of the devil, La terra dei morti viventi, the descent, the road.
Onirico: In questi post, la punteggiatura è diventata un'opinione della mia mano destra.
nes: Recuperati se ci riesci sauna e rec (il primo, credo si trovi anche al supermercato questo, sauna e' parecchio piu' dura)
nes: Scusa. Recuperati sauna (difficile da trovare ma dio che film) e Rec (il primo. questo dovresti riuscire a recuperarlo anche al supermercato) per il resto pazienta il week end che ho mollato la metro, sono in auto verso dio e la droga, e debaser lo chiudo fino a domani almeno.
Onirico: Tra dio e la Droga, uno dei due mente. E non è la Droga.
aleradio: No nessuno found non è piaciuto solo a te ma come fai a consigliarlo non lo so
aleradio: Nessuno era nes
nes: "come faina consigliarlo" sono un sensibilone, mi ha colpito forte. Pero' lo dico che forse non e' prorpio il primo film da recuperare di quelli che ho consigliato. Cerco anche di mettermi nei panni di chi e' "vergine".
nes: Mmmh... Panni umidi e pruriginosi...
aleradio: Porcellino
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Aspetterò, non riuscirò ad andare a vederlo al cinema.

Onirico: Non per rompere le palle, ma ti consiglio vivamente la visione al cinema. E' un film da grande schermo, davvero, ci sono tantissime scene che sul piccolo schermo non conserverebbero la loro potenza visiva.
hjhhjij: Lo so, ma dubito resterà abbastanza in sala...
aleradio
Opera: | Recensione: |
ho letto SUPERIORE a wicker man e m'è venuto un tuffo al cuore
dovete solo stare un po' calmi oppure si tratta di un diamante?

Hereditary al cinema è stata una bella bombetta, a quanto pare s'è superato
ma superare the wicker man forse siete un po' agitati, comunque ok lo vedo

nes: The wicker man lo trovo in blubrai a meno di 10 euro? C'e' su netflix o prime?
Onirico: Io ho preferito Hereditary. Difficile dire se sia superiore a Wicker Man, se sia pari o inferiore. Dovrei rivederlo, il tempo decreterà. Visivamente mi ha colpito più questo.
@[nes] purtroppo the wicker man non è mai uscito in Italia, paese cattolico, sai com'è. Ti conviene comprarlo in lingua originale, tu che comprendi bene la lingua.
no title
nes: Ma se devo posso lavorare in inglese, posso capire la trama di un film in inglese. Non posso pero' GODERMI un film inglese, a meno che non abbia appunto una sceneggiatura ultra piatta, e, ovviamente i almeno i sottotitoli in inglese. Se non ho almeno quelli mi sento in ufficio...
Onirico: eh, allora, essendo un film degli anni 70, in cui (almeno immagino) l'inglese (che poi è british vero e proprio proprio) era diverso da come è oggi (suppongo), ti conviene zgaricarlo coi sottotitoli o in italiano (io l'ho trovato così), o perlomeno in inglese (ammesso che lo trovi). Te lo dico perchè sinceramente non so se, comprando il dvd originale in lingua madre, ci trovi anche i sottotitoli in inglese. Vederlo in inglese e basta è una missione piuttosto ardua: io un pò di inglese l'ho studiato, ma senza i sottotitoli in ita non avrei capito mezza parola.
666cosasei
Opera: | Recensione: |
@onirico ti consiglio ''Border'' che è uscito quest'anno, ed è molto molto molto bello, è tratto sempre da una storia di Alfredson, l'autore di Lasciami Entrare. Non è un horror, è più un giallo/fantastico.

hjhhjij: Aspè sarà tratto da un romanzo di Lindqvist, giusto ? Alfredson era il regista di "Lasciami entrare".
Onirico: Lo vedrò presto, sembra proprio bello dal trailer.
666cosasei: @[hjhhjij] si pardon, Lindqvist
JOHNDOE: Border è bellissimo
masturbatio
Opera: | Recensione: |
Un Wicker Man in technicolor, molto meglio l'originale sia chiaro. Ho preferito anche hereditary a questo, troppo lungo, mezz'ora andrebbe tagliata. Molto bella la coglionaggine illustrata dei turisti statunitensi.

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Pagina estremamente interessante per me, non tanto per la recensione (che va bene eh) ma per il fatto che dai commenti estrapolerò alcuni titoli horror interessanti, che con il genere sono rimasto davvero indietro. Oltre a "Hereditary" mi ispira soprattutto "La notte eterna del coniglio".

aleradio
Opera: | Recensione: |
Sì, è troppo wicker man. Di hereditary ho preferito l'immediatezza del succo, questo visivamente è molto buono. Resta troppo wicker man, un paio di macchiette che stonano un po', peller o pelle o pellet che come personaggio viene un po' abbandonato a sè dopo essere usato come pretesto, la figura del disabile tralasciata pure quella a livello di scrittura, insomma eravate un po' agitati. Al cinema comunque è un bel vedere.

Per parlare di uscite degli ultimi anni su questa "fascia" the vvitch secondo me se lo mangia

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Nel frattempo ho visto hereditary. Ma non lo ha recensito nessuno? PAZZI!

aleradio: Dario era già nato.
Onirico: Lo faccio io, appena ho un attimo. Ti è piaciuto, quindi? A me ha fatto gridare al miracolo....
nes: Molto.
JOHNDOE: buongiorno

in effetti avrei dovuto uscito dal cinema ma non l'ho fatto
belloccio eh?
dice che il regista ne ha fatto un altro ma pare sia una mezza merda
nes: L'altro e' quello recensito nella pagina in cui ti trovi...
JOHNDOE: ah ok ho risp leggendo gli ultimi 100 commenti
aleradio: Non è una mezza merda.
Onirico: Mezzamerda? Chi te l'ha detto, Checco Zalone?
JOHNDOE: n'amico mio
JOHNDOE: non ha detto che è una mezza merda ma quasi, ha detto visivamente bello ma scopiazza wicker man ed è scritto abbastanza a cazzo, troppo lungo a volte gira a vuoto meglio hereditary
Onirico: Vero, meglio hereditary; non scopiazza, ma tributa wicker; la sceneggiatura, come la storia, non sono particolarmente brillanti (ma comunque oro che cola, se paragonato a quelle del 99% dei film americani dell'ultimo ventennio); gira a vuoto ma è questo che inquieta più di tutto; troppo lungo?probabilmente sì, ma sticazzi, resta uno dei migliori horror dell'ultimo ventennio. E visivamente parlando, è un capolavoro. Per me è il terzo nella classifica dei migliori horror dal 2000 in poi. Forse quarto, calcolando che non posso tenere a mente tutti quelli che ho visto nei due minuti in cui ti sto scrivendo. Se non lo vedi al cinema, tanto vale non vederlo.
JOHNDOE: addirittura terzo negli ultimi 20 anni? no dai
degli ultimi 20 anni ti dico martyrs lasciami entrare e border, difficile che superi sti 3
cmq l'horror l'ho un pò mollato sono stato un appassionato tra i 15 e i 30 anni fai conto poi pian piano mi sono allontanato
Onirico: Guarda, la classifica rispecchia i miei gusti personali: mi piace l'horror psicologico, se c'è anche un pò di sangue è ok, ma nei limiti del buongusto, se diventa un gioco al massacro fine a sè stesso, mi dice poco: l'unica sensazione che quel genere di film mi comunica è la nausea, e non è quello che cerco. Per questo i film come Martyrs li evito come la peste. Specialmente se poi non c'è l'elemento soprannaturale. Ovviamente ci sono rari(ssimi) casi che confermano la regola...Ma sono più sul gioco "mostra e non mostra", e quando non mostra è sempre meglio. Per dire, adoro The Others. Comunque adesso che mi ci fai pensare è difficile da dire, fare una classifica così su due piedi, più ti scrivo e più mi vengono in mente altri titoli, per esempio ora mi si è accesa la lampadina Guillermo del toro. Dovrei pensarci per qualche giorno, rivedermi alcuni film, e poi magari provare a buttare giù una classifica... Lasciami entrare è un capolavoro e si gioca la prima posizione con Hereditary: difficile scegliere. Da notare, comunque, che entrambi vengano dalla Scandinavia, come questo s'altronde. Border ce l'ho in lista, scandinavo anche quello, ma è proprio da considerarsi horror? Mi sembrava più una storia d'amore tra relitti, una vicenda ai confini del fantastico...un pò in stile La Forma dell'acqua... Se non è così, sale nella lista delle prossime visioni fino alla cima, proprio. Sai perchè mi è così piaciuto Hereditary, cos'ha, secondo me, che è al di sopra di tutti i suoi altri pregi? Un cast della madonna: cioè è un film che solo per la recitazione e le facce scelte, spacca tutto. Ecco, negli ultimi vent'anni mi viene in mente veramente poco in ambito horror che brilli per interpretazione attoriale.
JOHNDOE: Lasciami entrare se lo mangia hereditary
sì per carità hereditary è una bomba ma è anche una CAZZATA, ci sono sequenze un po' sceme (il marito che brucia male) e quel finale delirante
martyrs c'è meno sangue di quanto credi ma la prima parte è una vera bomba, fenomenale... la seconda parte è un martirio!
borders non è un horror in senso stretto ma ha diverse sequenze orrorifiche molto molto forti. è un film bellissimo in ogni caso (l'ho visto al cinema in VO)
Hereditary m'è piaciuto ma l'ho trovato nettamente inferiore a questi 3 che ti ho menzionato
ad ogni modo come ha scritto nes esistono horror notevoli che in italia non vengono distribuiti e possono provenire da qualsiasi parte del mondo o quasi
Onirico: Si vede che cerchiamo cose diverse nell'horror, questa è solo una questione di gusti. A me il delirio piace, e più non c'è qualcosa di lineare, non c'è da capire ma solo da temere, più godo. Hereditary mi piace per tanti motivi, due dei quali sono la scena in cui il marito si trasforma in torcia e il finale (pazzesco), alla Rosemary's Baby: sono due tasselli incredibili, e io col visionario, lì dov'è puro delirio immaginifico, turbine onirico cristallino, faccio il mio nido: i film in cui tutto torna e in cui a tutto c'è una spiegazioncina razionale per me rimangono sempre e comunque una spalla sotto (nella scala dei gusti personali, eh). E questo soprattutto nell'horror, che punta sulla paura, la quale è forse il sentimento che più affonda le radici nell'inconscio: quindi deve lasciare col punto interrogativo, perchè il mistero perde tutto il suo fascino nel momento in cui è svelato. L'incubo, se viene razionalizzato e spiegato, non tiene più in pugno la mente. E io voglio che la mia mente venga fottuta: quel tipo di horror cerco. Nonostante questo, quando ci sono grandi interpretazioni, ottima atmosfera e una storia solida, amo anche The Others, che però fino ai dieci minuti finali non sembra avere senso; poi, ovviamente, tutti i nodi vengono al pettine, ma il colpo di scena è talmente geniale e inaspettato, che a quel punto alzo le mani, anche se non è proprio il mio tipo di orrore preferito.
JOHNDOE: Invece queste due cose che menzioni tu sono proprio quelle che mi sono piaciute meno (la torcia umana l'ho trovata ridicola per come è stata confezionata)
mi sono piaciute altre cose, tipo la ragazzina inquietante che poi fa una finaccia, le visioni del ragazzo, la scena della madre che si sega il collo da sola insomma diversi elementi ma la risoluzione (lo spiegone finale) era trita e ritrita (il solito sacrificio a satana)
se ti piacciono quelli di atmosfera non puoi mancare (ma forse lo hai già visto) l'inquilino del terzo piano di roman polanski e/o possession di zulawski (sono due capolavori)
Onirico: Ma non è uno spiegone finale, dai, si capisce dopo venti minuti di film che si parla di sette e sacrifici e satana. Quelli che citi sono bellissimi, anche se nel mio cuore, per quanto riguarda Roman, rimane sempre Rosemary's Baby, forse il mio horror preferito di sempre. Possession di zul è bellissimo anche quello, come anche Diabel, anche se forse "meno" horror, almeno in senso tradizionale...
JOHNDOE: ah ma allora ne hai visti pure tu... ;)
cmq i miei due horror preferiti in assoluto sono (e non mi invento nulla) l'esorcista e non aprite quella porta
Onirico: Se poi mi vuoi dire che la storia, di per sè, non è originale, sono d'accordo: ma fare un horror originale ormai è una missione impossibile, è come visivamente è resa che conta. Certo, mi dirai, Lasciami entrare è più originale (e infatti, forse, meno horror, almeno meno horror classico): però devi anche calcolare che la storia lì è tratta da un romanzo di Lindqvist, che ha anche contribuito alla sceneggiatura (ed è uno scrittore). Hereditary l'hanno scritto Aster e Byrne, cioè un regista e un attore, e direi che anche se non hanno ribaltato il genere a livello di storia, comunque un significativo apporto e una storia che regge botta l'hanno scritta. Da quand'è che non veniva fatto un film horror sulle sette sataniche che non facesse ridere i polli? Decenni, almeno adesso non me ne viene in mente manco uno a questo livello.
Onirico: Scusa, non avevo letto il tuo commento. Abbiamo gusti diversi: quelli che citi sono due gran bei film, ma nell'esorcista, per esempio, trovo spesso ridicolmente grottesca la bambina... non aprite quella porta è un altro classicone, ma si allontana dai miei gusti perchè non mi piacciono troppo le cose troppo morbosamente malate in cui esseri umani torturano altri esseri umani. Comunque due filmoni, eh.
JOHNDOE: Non parlo di storia cazzuta, è gia difficile scriverne una figuriamoci calata in un contesto horror
parlo di compattezza di atmosfera di suggestione di coinvolgimento
ad ogni modo non rilevo particolari difetti in hereditary al quale attribuisco 4 stelle (un voto molto alto)
al cinema è stata una bella botta (i film li vedo solo al cinema)
il sacrificio del cervo sacro invece (3 stelle) mi ha convinto molto meno sebbene fosse tecnicamente validissimo, scrissi una rece
Il sacrificio del cervo sacro - Yorgos Lanthimos - Recensione di Cialtronius
JOHNDOE: la bambina grotesca? quanti anni hai? attenzione la domanda è pertinente perchè ho notato, diciamo da 20 anni a questa parte, che c'è sta tendenza a trovare "ridicolo" l'esorcista e a ridere quando megan vomita la minestra di piselli

non ci siamo la gente s'è bevuta il cervello

l'esorcista è un capolavoro sotto tutti i punti di vista
è un film straordinario, non un film horror, sì è un horror ma è proprio come film che è eccezionale
potrebbe vederlo chiunque, non altrettanto si può dire degli zombi di romero che ti sventrano e ti mangiano
Onirico: Il colpo di scena! :D Questo è come quando vedi Fight Club per la prima volta, e scopri che Edward Norton e Brad Pitt sono la stessa persona...
Comunque avevo già detto nella recensione cosa pensassi del film, e aggiungo: da quando ho visto quello, sono diventato diffidente coi thriller. Quando guardo il trailer e qualcosa mi puzza, anche se tutti dicono che è un capolavoro, sto bene alla larga: la pesantezza senza senso alcuno di quel film mi ha lasciato un segno dentro... SPOILER Ma perchè cazzo non fanno fuori quella faccia da cazzo? Cioè, io preferirei andare in prigione con una certa soddisfazione, che uccidere mio figlio per colpa di un bamboccio disturbato. Poi tutta la storia della malattia, è poco chiara, boh.... Però, di certo, non è brutto.
PS: Ma noi non ci eravamo scazzati in qualche occasione?
Onirico: Non sono della generazione che ha visto l'esorcista al cinema: non è della mia epoca, se è questo che intendi. Io non rido quando vedo quella scena, la trovo grottesca nel senso che mi ripugna. Ovviamente non ha su di me più l'effetto che avrebbe avuto se fossi nato nel 1960 o 70, questo è ovvio, ma è proprio lo stile che non mi piace. Prima prerogativa perchè un horror mi faccia impazzire (l'esorcista mi è piaciuto assai, ma non mi ha fatto impazzire, ecco, non lo metterei nella classifica dei miei 10 horror preferiti) è che non ci siano scene schifose. Vomito, spruzzamenti di sangue a fiumi, teste che volano, ecc non è quello che cerco in un horror. Quando un horror è così, ti dirò, non so bene giudicarlo, perchè è una cosa che a me non piace. Io cerco eleganza, tanto per cominciare. E in quel film c'è, intendiamoci: bellissima fotografia, ottimi attori, storia coi controcazzi, e alcune scene sono eleganti anche a livello di trovate orrorifiche. Ma per me se vomiti e bestemmi con la voce maschia da demone, ecco, la trovo una caduta di stile. Ma è il mio gusto personale, sono semplicemente fatto così. La scena in cui scende le scale al contrario rimane comunque una delle scene che mi ha più spaventato in vita mia, è magistrale.
nes: Non ho visto midsomarr ma dire "meglio hereditary" non vuol dire niente. E' come dire: ma chi cavolo e' cavani, meglio un Ronaldo) che, va beh, uno ci aggiunge pure "si va beh ma grazie al cazzo".
nes: Ah, a me piace lo splatter, i film con sottotesro, le metafore, i mattoni, le stronzate con le esploaioni, i torture porn, i film senza senso e i film che ti vogloono spiegare il senso della vita. Ma martyrs continua a farmi cagare fortissimo e liquido. Sara' un problema mio ma non ho mai capito cosa ci sia di cosi' fenomenale.
nes: Hereditary una cazzata? Scusa: ma neanche lo hai visto... Di cosa parla?
nes: Ah no, e' midsomarr che non hai visto. Quindi c'e' da divertirsi: di cosa parla hereditary? (Scusa la spocchia, ma dire di hereditary che e' una cazzata e' come dirlo del finale di 2001, giuro.
nes: scusate leggo a spizzichi e bocconi tra metro doccia e cena, ho finito ora di leggervi. john doe evita pure di rispondermi: che se tanto in hereditary siete riusciti a vedere uno spiegone nel finale, e siete convinti sia un film che parli di demoni, non avete capito nulla del sottotesto ( e manco del titolo aggiungerei) e urge una recensione. non c'ho tempo e non c'ho la forza per farla io, ma per farla breve SPOILER SPOILER SPOILER SE LEGGI QUANTO SEGUE TI ROVINI LA VISIONE DI "HEREDITARY" SPOILER SPOILER SPOILER SE LEGGI QUANTO SEGUE TI ROVINI LA VISIONE DI "HEREDITARY".

hereditary= ereditario. cosa si eredita nel film? muoiono in tanti e nessuno eredita niente a un primo sguardo... ok... poi la nonna era malata di disturbo dissociativo, malattia psichiatrica EREDITARIA. i demoni del film sono la malattia che si manifesta. prima la vediamo in charlie (che era quella su cui la nonna aveva messo subito le grinfie) poi dopo la morte di charlie arrivano alla mamma (figlia della malata) e infine al figlio. il film è un horror per modo di dire in realtà al 90% è un dramma che parla di dinamiche familiari. una famiglia che si spacca poco a poco a seguito del tracollo psicologico dei suoi membri. e qui sorge spontanea la domanda direte voi: ma se il male è ereditario perchè allora non sono tutti matti da sempre? (continua dopo lo spoiler alert).
nes: SPOILER SPOILER SPOILER SE LEGGI QUANTO SEGUE TI ROVINI LA VISIONE DI "HEREDITARY" SPOILER SPOILER SPOILER SE LEGGI QUANTO SEGUE TI ROVINI LA VISIONE DI "HEREDITARY".

e qui arriva il centro del film e il motivo per cui strapparsi i capelli: la comunità medica sull'argomento ereditarietà genetica dei mali psichiatrici è profondamente dubbiosa. E' solo un'ipotesi in realtà basata sullenorme tasso di ereditarietà della malattia che hanno i figli di malati psichiatrici. ma, grazie graziella, se tua madre è fuori di testa, tu come speri di poter crescere? charlie muore in un incidente, la madre già psicologicamente debole (la visione del fantasma della madre a inizio film quando mette via i pacchi dopo il funerale) ha un tracollo e si perde nei passatempi della madre dando vita reale a superstizioni da massoneria della domenica pomeriggio (o wikkan, o la minchia che volete, il centro non è satana, cazzo) la situazione degenera e quando il marito all'evidenza dei fatti non può far altro che intervenire lo uccide. brucianolo con la trielina, come aveva provato a fare anni addietro con i suoi figli, in un altro momento in cui il male psichiatrico cominciava a farsi vedere.il figlio Peter (il figlio) vede il padre carbonizzato e nel mentre gli piomba addosso sua madre che , forse in un momento di "lucidità" si rende conto di quanto appena fatto, si suicida davanti ai suoi occhi. e a quel punto il male, satana, LA MALATTIA MENTALE passa pure a peter che, se te vedi tuo padre bruciato da tua madre e tua madre che si ammazza, forse... forse eh, troppo sano non lo torni più. fine. troppo poco spazio, troppi concetti. spero sia minimamente comprensibile quanto ascritto. il film è questo, se non ci credete riguardatevelo (io l'ho già fatto e so cosa sto scrivendo). poi, oh, sarà pure una cazzata, ma voi oltre al demonio non siete andati. sette anni fa ho dovuto spiegare sucker punch, oggi hereditary... un film di snyder e un'opera prima horror... io al posto vostro, prima di dire che Lynch è facile da capire(magari voi in particolare non lo dite, ma gente che non ha capito mezza virgola di sucker punch sì), o che il film che avete appena visto è stupido, scusate, ma conterei fino a diecimila. (senza offesa per nessuno, però dai...)
nes: e attenzione: "le radici del male" fenomenale visto il tema trattato: sei un malato psichiatrico? molto probabilmente è "colpa" della vita che hai fatto in famiglia. è incredibilmente azzeccato. e non è il titolo originale, è il titolo italiano.. per una volta ci abbiamo preso. mi pare giusto farlo presente, mi lamento sempre del contrario.
nes: che poi l'interrogativo che sortge spontaneo è "ma quindi è giusto lasciare i figli ad un malato psichiatrico?" e qui scopri che l'orrore non è nel film ma nella tua testa. cazzata??? Ma... MA... AAAAAARGH!!! e nel frattempo mi tocca leggere tra le righe "non aprite quella porta" e "l'esorcista".
nes: però vi voglio bene lo stesso.
aleradio: Il centro di hereditart è esattamente quello e se d'ora in poi i migliori soggetti horror li danno in mano ad Ari aster mi fanno un favore grazie
nes: comunque midsomarr non lo so, ma hereditary non gliel'hanno dato, hereditary l'ha scritto lui.
aleradio: Pure midsommar, non sapevo. Vabe sciapò
Onirico: Nes, hai perfettamente ragione, ma come al solito hai sempre questo fare un pò hardecore (ma ti si vuol bene lo stesso). Però, di grazia, perchè parli al plurale?quando mai ho detto il contrario? Ammetto che la spiegazione che hai dato tu è molto più ampliata, minuziosa e probabilmente più dotta di quella che avrei dato io del film, sul discorso è giusto genitori matti fare figli matti è più una deduzione filosofica tua, secondo me, nel senso che il film ti ha portato a riflettere e ti sei posto questo quesito, che io mi faccio da quando sono nato....ma che esso si muova tra la chiave di lettura horror-settasatanica e quella dell'instoppabile germe psichico che passa da una generazione a un altra, c'ero arrivato anche io, eccheccazz. E' da venti commenti che dico che sono fuori per gli horror psicologici e per hereditary, basta farsi due conti per capire il mio punto di vista... o no? L'horror psicologico sottolinea sempre il legame tra la psiche e il sovrannaturale orrido. Che sono tenuto a spiegare tutte le chiavi di lettura per filo e per segno? Mica sto scrivendo una recenza del film (cosa che vorrei fare ma che (probabilmente) non riuscirei a fare abbastanza bene.) Echeccazz, quanto sei fiscale, uno dovrebbe meditare un paio d'ore a parola e scriverne 15000 (quando sto solo commentando), per puntualizzare cosa? Che la nonna era pazza, la madre è pazza, la figlia è pazza, il figlio diventa pazzo e che il demonio uguale la follia, secondo il regista? In un film che, come specifichi anche tu, si chiama hereditary le radici del male, e in cui sull'argomento follia vengono spese mille mila battute in più rispetto a quelle spese per belzebù? Posso capire che ti irriti sentire che è una cazzata, irrita anche me, anche se al contrario tuo il mitra l'ho lasciato al suo posto (si fa per dire eh: nel senso: è una metafora per dire che hai un temperamento un tantino spaccaculi aggratis), ma mi spieghi perchè ci butti dentro anche me? Per me è un cazzo di film da 6 palle su 5...
Onirico: E poi che intendi con "e nel frattempo mi tocca leggere tra le righe "non aprite quella porta" e "l'esorcista". "?? giuro che non ho capito....
Onirico: Per quanto riguarda il "meglio hereditary", rispetto a midsommar: ecchettedevodì, m'è piaciuto deppiù.
nes: Ma ciao!
nes: Ah, sulle malattie mentali c'e' una battuta una dall'inizio alla fine del film:"mamma soffriva di disturbo dissociativo" stop. E' lapalissiano dalla vostra discussione che non abbiate capito niente. Parlate di 'sti fil mettendolo in relazione all'esorcista (ribaldo) mentte un altro
nes: Manca un pezzo: arlate di sto film mettendolo innrelazione all'esorcista (ribaldo) o dicendo che "si', non ha una trama originale pero'..." (Tu) Non ha unantrama originale??? Si, se ti fermi al diavoletto. Pero' ok. Vi era tutto chiaro, certo. Sembrate due esperti di calcio che giudicano un goal in base alla marca delle scarpe indossate dall'attaccante, pero' vi e' tutto chiaro... Poi mi dici che ho un modo di fare hardcore... Onirico, scusami, ma l'analisi del film che veniva fuori dai commenti tuoi e di ribaldo era imbarazzante da quanto piatta e fuori obiettivo. Ripeto: ne parlate come di un film di possessioni demoniache, che e' come parlare di 2001 dicendo che "e' bellissimo perche' ha una gran regia ma va beh, se uno si mette a dire che ha una trama un po' scema non gli si puo' dir di no, cioe': E' fantascienza unantrama scema ci sta tutta e non e' un problema" Che e' un discorso che se non hai visto 2001 puoi anche fare, ma se lo fai dopo aver visto 2001 significa che del film non ci hai capito niente.
nes: Il discorso "meglio herefitary" era in relazione a quanto riportato dagli amici di ribaldo.
nes: Perche' sono aggressivo mi chiedi... Perche' non me ne frega nulla di sapere se il film secondo voi e' valido o meno, mi interessa del perche' secondo voi e' valido o meno, mi interessano le argomentazioni, e qui (come nel 90% delle pagine che parlano di cinema) mancano. Righe e righe di commenti a parlare della "storia" manco della lettura della trama, no, proprio della storia nuda e cruda cosi' come la percepirebbe un bimbo. No scusa, mi manda in bestia. Ripeto: scusami.
JOHNDOE: @[nes] la malattia psichiatrica ok ma alla fine entriamo nel soprannaturale il diavolo c'è quello cammina senza testa quell'altra se la sega (la testa) ecc poi ci sono i libri antichi malvagi, insomma non lo pompare troppo il sottotesto che ereditano sì ma ereditano le radici del male inteso come IL maligno

@[Onirico] quando dici "la pesantezza senza senso alcuno di quel film" parli dell'esorcista?
JOHNDOE: @[nes] "nel frattempo mi tocca leggere tra le righe "non aprite quella porta" e "l'esorcista"." AHAHAHAHAHAH!!! megli che ti rido in faccia che sennò me la prendo a male davvero. tu hai capito invece a me che pappone mi è toccato leggere su sto cazzo di hereditary che a questi due film non gli allaccia manco le scarpe e che ha già comprato un biglietto di sola andata verso il DIMENTICATOIO?

e datevela una regolata porcocazzo, vabbè che te sei pure quello che sminuisce lynch...
JOHNDOE: Restando in ambito horror segnalo THE NEST (Il nido) film italiano, dicono ben girato pare sia valido e IL SIGNOR DIAVOLO di Pupi Avati.
aleradio: Comunque meglio AL PACINO di the Nest. Hai mai visto martyrs? E invece Martyrs? Lynch a me fa impazzire, impazzisco. Qui il problema è: peggio chi vede lynch e dice -ora mi metto a capire quello che non c'è da capire- oppure quelli che sono usciti dalla sala di hereditary e pensavano di aver visto l'esorcismo di emily rose? Chiaro che quando ti becchi i link per capire lynch e poi magari un sottotesto tipo hereditary (trattato pochissimo negli horror) passa quasi inosservato ti fai due domande. Mi sono intromesso perché avevo dei minuti che avrò etc etc Johndoe lo sai che tvb
JOHNDOE: Regà il sottotesto passa quasi inosservato perchè alla fine svacca col soprannaturale. Se davvero avessero voluto fare quella scelta il film sarebbe stato diverso magari anche più fico. Tipo tutto fa pensare alla setta satanica invece alla fine erano solo malati di mente ma invece no alla fine gente senza testa gente che vola un delirio. Aho ripeto bello Hereditary però non esageriamo. io adoro Lynch ma non appartengo a quelli che vogliono capire, certo quando leggo lo spiegone di MD dico anvedi ma tanto lo sapevo già da me che Lynch non è affatto un "famolo strano" ma è uno che il "sottotesto" te lo mette talmente sotto che non lo vedi se non sei un minimo intelligente (ed io non lo sono).
Onirico: nes, sei libero di credere quello che vuoi. Ma che ci sia solo una battuta a proposito della follia, non è vero: lo fa percepire la protagonista al funerale della madre, ne parla anche alla seduta con gli altri depressi, chiarendo che sua madre era matta e che aveva bruciato il cervello di sua figlia, si capisce benissimo da come vede Annie è vista dal marito, lo chiarisce annie quando parla con la tizia che si finge amica raccontando che aveva cercato di dare fuoco ai figli e giustificandosi, lo chiarisce il ragazzo nella sua visione della madre come una pazza. Insomma te lo fa capire in numerosi momenti, il film, che la follia è uno dei temi centrali. Io stavo solo analizzando la cosa dal punto di vista prettamente horror, prendendo in considerazione soltanto la sovratrama (si chiama così?boh). E sì, secondo me sbagli atteggiamento: dai per scontato che gli altri siano stupidi e che tu sia il sommo maestro di nonsochè. Se vuoi insegnare qualcosa a qualcuno, tieni presente che chi si pone in maniera umile insegna qualcosa, chi non lo fa provoca la reazione opposta. Ed è assolutamente vero che hai dato una visione molto più ampia, acculturata e dettagliata della cosa, ma credere che io non abbia capito un emerito cazzo del film è un pò arrogante, o meglio, dai per scontato che io sia una sorta di totale deficiente. Io stavo analizzando il film dal punto di vista/ chiave di lettura prettamente horror-satanica, ma è ovvio che ci sia anche altro, anche se non ne stavo parlando: ti ripeto, non stavo scrivendo una recensione. Oh, se puoi vuoi continuare a credere che io sia in coglione, che ti devo fare, fai pure, sicuramente sono meno esperto di cinema di te, in più tendo a vivere il cinema come qualcosa di totalmente emotivo, razionalizzo poco, mentre tu lo fai parecchio... Ma non sono uno stupido, nè uno che nega l'evidenza. Se non avessi colto nulla di quello che dici tu, lo avrei ammesso e basta, senza problemi. Poi, oh, fai te.
nes: Riba, giusto per capire: secondo te alla fine di 2000 uno c'e' fisicamente un neonato enorme a formare una galassia?
nes: 2001*
nes: E puoi dire quello che vuoi di hereditary, del massacro texano e dell'esorciccio, tanto vedi i film ma ne percepisci una versione tutta tua, quindi che vuoi che ne sappia di cosa sono secondo te l'esorcista o tieni chiusa la porta del cesso. Ottimi eh, (datati quanto l'eta' che si trascinano dietro ma han fatto storia, uno del cinema l'altro dei videoclip di marylin manson, nine inch nails e via dicendo, ma che cazzo c'entrano con questo lo sai solo tu.
nes: Il sottotesto passa cosi' inosservato che l'han capito pure i rincoglioniti che si inventano i titoli italici...
nes: Onirico, e tu quando uno ti tira fuori non aprite quella porta, se hai colto il senso di hereditary, com'e' che riapondi a tono e non gli chiedi: scusa un attimo, ma che cosa c'entra?
nes: Ah, io non sminuisco Lynch, io sottolineo solo che e' idolatrato da analfabeti cinematografici. Come i pink floyd. Ma secondo te su debaser il problema erano i pink floyd o i cretini che non capivano niente di musica ma imbrattavano le pagine del sito con sensazionalistiche affermazioni prive di qualunque logica oggettiva? L'ultima cosa che ho scritto qui su lynch e' stata "se lynch gioca innserie A jodorowsky e' uno che fa giusto la raccolta delle figurine" in una discussione in cui stavo parlando bene di Jodorowaky tra l'altro. Quindi sminuisco che? I bostri giudizi dati a cazzo di cane, quello si, ci mancherebbe.
nes: ah, non ho visto the nest, segnato. visti i tempi, e soprattutto il mio tempo, spero di riuscire vederlo prima che cada il prossimo governo.
Onirico: Scusa nes, ma forse non hai letto attentamente: nessuno ha mai paragonato Hereditary a non aprite quella porta, esorcista, rosemary's baby, the others o qualsiasi dei film di cui abbiamo parlato. A un certo punto della conversazione abbiamo abbandonato l'argomento hereditary e abbiamo cominciato a parlare dei film horror preferiti. Cioè, tu, il paragone, dove lo hai visto?
Sarò coglione io (come sempre, no?)
nes: Prima si dice che hereditary e' una cazzata, per poi dire "i miei horror preferiti sono l'esorcista e non aprire quella porta". The others e rose mary's baby non li ho mai citati non vedo perche' devi tirarmeli fuori... e piantala con 'sta storia del "coglione" che se no mi attacco al sacrificio del cervo sacro che avete tirato fuori voi e ti spiattello che manco di quello ci hai capito jn cazzo. Che secondo me non vuol dire che sei un coglione, ma credo che tu cominceresti a convincerti sul serio di esserlo.
aleradio: Non vi sto più dietro ma se non vi è piaciuto il cervo sacro non vi deve piacere nemmeno niente da nascondere e se non vi piace niente da nascondere può essere solo per incomprensioni o cuore arido
JOHNDOE: io te lo ripeto ma tanto te sei sicuro che la tua prospettiva è quella giusta ed è l'unica ma te lo ripeto lo stesso

non aprite e l'esorcista sono infinitamente superiori a hereditary 8si informi diceva totò) che, te lo dico adesso, non diventerà mai un classico del genere, diverrà in futuro solo una simpatica segnalazione

fai tenerezza quando sperculi questi due capolavori storpiandone il titolo ma vabbè

2001 l'ho visto una volta sola tanti anni fa e manco m'è piaciuto ma prima o poi lo rivedrò come si deve
poi se non mi ripiacerà non mi permetterò certo di dire 2001 odissea nello spiscio per dire

ah hai capito pure il cervo? ti svelo una cosa... sei convinto di capire tutto ma mi sa che non è così
su hereditary, ripeto, pompi tanto sto sottotesto che secondo te è il vero valore aggiunto del film quando invece viene sminuito perchè i mostri cattivi alla fine c'erano davvero... che fai, glissi sul finale?
JOHNDOE: Faccio un'altra considerazione. Sono più grande di voi, quando vidi l'esorcista avevo 13 anni, quando vidi non aprite 17. sì ok mi shock-arono. Può essere pure per questo (per l'imprinting) che io "venero" questi due film.
Voi che siete più giovani e play-stescion-ati siete rimasti più indifferenti

...ma poi ci ripenso e dico ma no non può essere per questo eppure purtroppo "sento" che tale elemento c'entra in qualche modo con la valutazione personale

sì insomma il background personale crea, senza che lo si percepisca ad un livello conscio, tali pregiudizi

io, davvero, se come ho capito siete abbastanza appassionati del genere horror, non riesco a farmi una ragione che davanti a questi due film, semplicemente, non vi pisciate sotto e ovviamente, ancora meno riesco a farmi una ragione che invece dite bellobellobello per hereditary che è "solo" un buon film horror.
nes: Si riba ok, la prossima volta prova a capire quel che stai guardando pero'.
JOHNDOE: sì sì
aspetto sempre che tu dica qualcosa sui delirio (soprannaturale) finale che manda a puttane le malattie mentali

ma forse non c'era ce l'hanno fatto vedere ma era tutto nella loro testa malata (ci manca solo ormai che tu arrivi a dire questo)
nes: Riba te ne dico un'altra: taxi driver e' un film sul vietnam e non sui tassisti. E pensa un po' la parola "Vietnam" in taxi driver non esiste.
nes: Il delirio soprannayurale finale e' la metafora del male psichiatrico che passa al figlio senza bisogno dell'eridetarieta' genetica. L'ho gia' detta sta cosa riba, piu' in alto. Basta dai...
nes: Poi c'era? Si c'era, ma rappresentava altro... Devo mettermi a spiegare cosa sono sottotesti, metafore e spiegare come si usano? A uno piu' grande di me che quando io non sapevo leggere lui gia' grande e maturo poteva gustarsi diabolik zagor o quello che leggevi? Eddai(Vol2).
JOHNDOE: dai adesso non gigioneggiare
certo che è così su questo siamo d'accordo

a proposito...

In una scena in cui De Niro guida il taxi, si può notare per qualche istante l'insegna di un cinema su cui è scritto The Texas Chainsaw Massacre, film di Tobe Hooper del 1974, uscito in Italia come Non aprite quella porta.

segnalazione
lo sceneggiatore, Paul Schrader, ha diretto un film
First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017)

film interessante e diverso dai soliti american-drama
JOHNDOE: oh finalmente l'hai detto
il delirio finale è una metafora, il cerchio si è chiuso

peccato che questa sia una considerazione tutta tua non è affatto così è un horror coi diavoli mi dispiace
ci sono i libri antichi i riti eccetera
nes: Oh, ma l'ho detto tre giorni fa... va beh... comunque ok la considerazione e' solo mia, mi spieghi che cazzo c'entra il titolo hereditariy con tutto il film allora? Grazie.
JOHNDOE: Leggevo prorio Zagor e Diabolik (che leggo ancora)
poi leggevo il gruppo tnt lanciostory e topolino

vabbè l'abbiamo interpretato diversamente hereditary e nessuno farà cambiare idea all'altro
JOHNDOE: allora per me le cose stanno così
sì erano malati mentali erano stranucci e matta la madre matta la figlia
ma nella loro follia, la vecchia s'era messa a giocare col diavolo che dai e dai alla fine arriva

poi oh se non è così se davvero è una metafora me lo rivedo attentamente ma calcola che (io) l'ho visto al cinema e sebbene fumato fui piuttosto attento
aleradio: Ma mica può finire all'ospedale un film così. Quella è già la realtà, cos'ha il finale che non va? Che non ti fa dire "aaaaahhhhh ecco"?
JOHNDOE: no niente
nes dice sono malati di mente è una metafora il finale sovrannaturale
io invece dico sì erano mattocchi ma la vecchia se la faceva col diavolo che infatti alla fine arriva e quindi sta cosa che loro erano malati di mente scema non ci sta appresso più nessuno più o meno
la gente alla fine dice uh guarda che casino il libro malvagio il rito eccetera
Onirico: Rosemary's Baby e The Others li ho citati io tra i vari film horror che mi sono piaciuti, evidentemente non hai letto tutta la conversazione, che da un certo punto in poi è virata sui film horror preferiti, perchè io ho detto che il tipo di horror che preferisco sono quelli "psicologici" e John ha detto " allora non puoi mancare di vederti L'inquilino del terzo piano " e io ho detto "bellissimo, ma preferisco Rosemary's, forse il mio horror preferito in assoluto" e da lì si è passato all'argomento "Horror preferiti" e lui ha detto "i miei film horror preferiti sono L'esorcista e Non aprite quella porta". Abbiamo cambiato argomento, Hereditary ce lo siamo lasciato alle spalle, non gli ho detto "che cazzo c'entra" perchè effettivamente non c'entrava un cazzo, parlavamo di altro... Poi sul fatto che "Hereditary" sia una cazzata, non sono affatto d'accordo. Ma ognuno ha le sue opinioni, e per quanto mi riguarda lui ha diritto di pensare quello che vuole, non sono il tipo che gli fa un terzo grado sul film per dimostrare che non c'ha capito nulla e quindi sminuire la sua opinione. Il nostro era semplicemente uno scambio di opinioni basato sui gusti personali, nessuno stava cercando di far passare l'altro da scemo in modo da poter dire "io ci capisco di più". Per quanto riguarda me, non è proprio il mio stile.
PS: Effetttivamente, come ho già detto prima, vivo il cinema in maniera piuttosto "emotiva" e faccio fatica a cogliere le metafore e i tripli sensi: non è proprio nel mio carattere... Però sarei curioso di sapere come hai interpretato il Cervo, perchè le tue analisi sono interessanti, come ho già detto: sbagli solo atteggiamento.
JOHNDOE: Ma io non ho mai detto che Hereditary sia una cazzata, ho solo detto che manco c'è da gridare al miracolo, è un buon horror questo ho detto. Un mio amico invece ha detto che Midsommar è una mezza sola e da lì ci siamo scambiati le opinioni. L'atteggiamento di nes invece a me piace perchè a me la diplomazia viene a noia, semmai sono le analisi sue che sono talvolta, come dire "originali" più che "interessanti".
@[Onirico] ma tu sei di sesso maschile giusto? no perchè certe volte scrivi di te al femminile.
nes: No we, l'hai scritto in caps lock che e' una cazzata (riferendoti alla trama) vomunque si, io ti consiglio di rivederlo. Non per capirlo o per venire poi qui e continuare a parlarne, io ti consiglio di rivederlo perche' e' bellissimo. Un po' come dire "oh guardiamo scarface" ma io lo ho hia' visto 3 volte "ah, ok, io 5. Quindi? Lo riguardiamo o no?"
Onirico: Io sono una bellissima femmina (puoi vederlo dal mio avatar) ma, siccome è un mondo maschilista, per far valere le mie opinioni m'improvviso uomo. Con nes, però, non funziona mai (scherzo, nes).
Onirico: @[nes] Dì la verità: hai capito che sono una bella guappetta e fai il duro sprezzante per cercare di portarmi a letto, eh? VECCHIA VOLPE....
nes: Onirico:a me piace la patata che profuma di patata e te sprigioni nell'aria una nube di "essenza di banana" che non si sposa con i miei gusti. Spero di non avrti ferito, sarai gia' pieno... ok... sarai gia' piena di spasimanti immagino.
Onirico: Sì, ma nella lista, che è un papiro egizio, ci sei anche tu. E se glielo chiedi, tutti quelli in lista fanno i vaghi e negano, tipica tattica maschile: non far percepire il proprio interesse per farsi desiderare.
Io sono una topa di classe, se non hai il lamborghini e la villa non ti prendo neanche in considerazione.
Non che poi quelli che ce l'hanno siano mai riusciti a portarmi a letto, ma hanno avuto il piacere di perdersi nei miei stupendi occhi mentre mi pagavano il conto da 5000 euro al ristorante sul mare a Capri, oppure di osservare il mio procace seno ballonzolare invitante quando facevano il bancomat.
Io sono una donna che regala gioie agli uomini, ma solo quando loro mi regalano diamanteschi gioielli.
Sto quindi cercando di capire se tu tutti 'sti dindi ce l'hai, perchè di solito l'atteggiamento a pisello duro ce l'hanno i ricconi. (scherzo)
Allora, casco bene o ho preso un'abbaglio?
nes: Frate' io c'ho le pezze ar culo, e ti giuro he sono etero.
JOHNDOE: no non mi riferivo alla trama, ho scritto "è una bomba ma anche una CAZZATA" ed ho portato come esempio un paio di sequenze. Ad ogni modo anche a livello di trama non mi ha soddisfatto (non è la trama il punto di forza di hereditary) ma mi è piaciuto molto per diversi motivi: ben girato, ottimamente interpretato e ci sono molte scene notevoli. sì lo rivedrei senz'altro ma ci andrei a perdere perchè la prima volta l'ho visto al CI-NE-MA.

Andateci al cinema ogni tanto!
JOHNDOE: @[Onirico] secondo me sei un maschio omosessuale ma fa niente mi sei simpatico lo stesso solo che co sto cambio di sesso quando scrivi non mi oriento molto XD
aleradio: John hereditary e midsommar penso li abbiamo visti tutti al cinema
Larrok
Opera: | Recensione: |
La regia è eccelsa, uso magistrale della fotografia e della colonna sonora, e in generale del sonoro. Ci sono movimenti di macchina ed effetti visivi da antologia (vedi l'inquadratura sottosopra durante il percorso in auto verso il villaggio, oppure i repentini cambi di messa a fuoco o gli effetti che simulano lo stato di alterazione da acidi). Film dall'impatto emotivo devastante. Ari Aster, finalmente un regista giovane che mi fa apprezzare l'horror dopo il già ottimo Hereditary...ormai pensavo di avere un problema io col genere (e forse una certa idiosincrasia c'è), ma dopo la visione di pellicole come questa mi rendo conto che è semmai la media qualitativa delle uscite attuali ad essere davvero bassa.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: