Ari Aster
Midsommar

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


L'estate, si sa, è periodo di horror al cinema. il torpore estivo viene spezzato da sangue e urla e paura - c'è una ragione sociologica per questo, mi pare di aver letto in qualche articolo anni fa. Ma in ogni caso, da qualche anno a questa parte, il genere horror è cambiato: certo, gli splatter esistono ancora, così come i sequel di altri horror di successo, e anche esempi più estremi e borderline, ma a questi si è aggiunta una manciata di titoli che si sono guadagnati fama a livello internazionale, anche in circuiti più 'alti' di quelli normalmente destinati ai film di genere.

L'ultimo esempio è Midsommar, diretto da Ari Aster, uscito lo scorso luglio nelle sale USA, e poco dopo in Italia. Aster è già famoso per aver diretto Hereditary, un altro film horror acclamato dalla critica, da cui deriva una buona dose di attesa e pubblicità per il suo ultimo lavoro. In Midsommar abbiamo una trama sicuramente già vista: un gruppo di amici in vacanza in un villaggio remoto e isolato, in cui a breve cominciano ad accadere episodi inquietanti. Non si tratta, però, di fenomeni paranormali, al contrario, sono gli esseri umani a farla da padrone.

''Midsommar - Il villaggio dei dannati',' recita la traduzione italiana: ecco, dannati non sono affatto, almeno non nel senso letterale del termine. Gli abitanti di Harva, una comune nella regione dell' Hälsingland, a nord di Stoccolma, vivono in un ambiente bucolico e incontaminato onorando tradizioni e rituali millenari, e celebrano in maggio la festa di mezza estate, il Midsommar, che però, una volta ogni novant'anni, è una festa grandissima, unica, accompagnata da celebrazioni sacre. Uno dei ragazzi originario della comune, ma che ora studia negli Stati Uniti, invita i suoi amici, ad assistervi. I quattro ragazzi partono così alla volta della Svezia, insieme a Dani, la fidanzata di uno di loro, che ha da poco subito una tragedia familiare che è forse l'unico motivo per cui la loro relazione va avanti. Nell'accostarsi alla comunità locale, da subito assistono al radicato senso di appartenenza di una comunità che sembra allo stesso tempo chiusa e aperta: l'apertura è a volte dettata da ragioni pratiche, come impedire l'incesto. Nella comunità, il ciclo vitale viene visto come il susseguirsi delle stagioni: primavera fino a 18 anni, estate fino ai 36, autunno fino ai 54, inverno fino ai 72. ''Che succede a 72 anni?'' chiede Dani, e la battuta evasiva che riceve in risposta adombra una inquietante, possibile, soluzione. I festeggiamenti si susseguono in un crescendo di orrore e stupore, che ingloba ed annienta i partecipanti esterni. Alla fine, alcuni elementi sembrano ripresi dalle trame del genere, con qualche cliché che si ripete. Ma dopotutto è sempre così: tutto quello che vediamo è in fondo già visto, oppure immaginabile, tranne, in pochi, preziosi, casi. Midsommar non è uno di questi, secondo me, ma la sua potenza visiva e l'eleganza stilistica lo confermano come un horror (che è anche questa, poi, un'etichetta a volte limitativa) superiore alla media.

Questa DeRecensione di Midsommar è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ari-aster/midsommar/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dieci)

caesar666
Opera: | Recensione: |
Visto 2 giorni fa. Sicuramente e' piu' originale du Hereditary che comunque era buono. E' quasi interamente alla luce del sole e questo rende il tutto straniante. E' lungo ma non annoia mai. Si tratta di un bell'horror antropoligoco con molte scene cruente. Interessante questo Aster
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat
Opera: | Recensione: |
Da quello che ho letto in giro, sembrerebbe proprio un gran film, uno di quelli che scardina le 'regole' del genere
BËL (01)
BRÜ (00)

Onirico
Opera: | Recensione: |
Maledetto, volevo farla io! Il film, per me è nella top 3 dei migliori horror degli ultimi 20 anni. La recensione non è fatta male, ma avresti dovuto dire due cose essenziali, secondo me:
1) che non è un'horror a tutti gli effetti, e la linea di demarcazione tra bene e male praticamente non esiste: l'incubo è bel sogno, e il bel sogno è incubo; non viene dato nessun giudizio morale, cosa che quasi sempre nel genere viene sottolineata (il mostro, che sia umano o no, è "il cattivo", che deve essere sconfitto dal bene)
2) E' un tributo a The Wicker Man, grandissimo film di cui ricalca la filosofia e gran parte della storia, e secondo me questo film ne è perfettamente all'altezza, se non addirittura superiore.
Detto questo, uno di questi giorni me lo rivedo, è veramente un film bomba.
BËL (01)
BRÜ (00)

Onirico: PS: L'attrice nella copertina sembra Di Caprio, da giovane, che piange :-)
madcat: Bello The Wicker Man!
Onirico: Assolutamente! Diciamo che in Wicker c'è più una storia, è più lineare: qui è un allucinazione visiva delirante, anche se poi la storia c'è, ma è meno centrale.
masturbatio: Oh finalmente qualcuno che ha capito che è un tributo a Wicker Man, mica l'ho letto in giro
Onirico: Beh, dai, non ci vuole Einstein. Probabilmente chi non l'ha capito, è perchè non ha mai visto WM.
nes
nes
Opera: | Recensione: |
Ho letto solo "horror figo"
BËL (00)
BRÜ (00)

nes: Porco dio, il crllulare e la metropolitana... Dicevo: ho letto solo " horror figo" ed "hereditary" tra i commenti e non voglio spoilerarmi niente. E' al cinema o dove?
Onirico: Al cinema, nes; non perdertelo... e recupera anche Hereditary, se non l'hai visto, è una bomba (secondo me anche meglio di questo).
Onirico: PS: non vederlo in streaming, perdi metà della bellezza del film
nes: sarà pure una bomba ma alla feltrinelli è ancora a 20€ per il cinema non c'ho più tempo, speravo fosse uscito anni addietro se è adesso al cinema rischi di vederlo nel 2024. i miei amici hanno tutti netflix e prome, perchè netflix e prima non si prendono 'sta roba? Mi auguro di essere smentito domani.
nes: ps: "non vederlo in streaming"... Madre di dio ma, ti pare? C'è una girone apposta per chi guarda film in streaming Su internet. se poi lo streaming è pure streaming del tipo "videocamera al cinema" stiamo parlando di demoni che all'inferno ci regnano. Non sono così cattivo, dai.
Onirico: Allora mi sa che finirò nel girone, ammenochè il Signore non accetti le mie umili ragioni:
a) vivo in mezzo ai boschi, non c'ho manco la macchina, e nel paese più vicino o trovi le marvellate, o trovi i cinepanettoni;
b) per scaricare un film, vista la connessione in questa zona, ci metto dai 2 giorni a 2 settimane (e quando va male, non me lo scarica proprio);
Credi che mi salverò dal girone?
PS: quelli "telecamera a mano" nun je la faccio manco io, e mi tocca aspettare, il che mi fa rodere moolto le chiappe.
PS2: Fai l'impossibile per vederlo al cinema. Hereditary lo puoi anche vedere a casa (su netflix non c'è, però), ma questo va proprio visto sul grande schermo.
Onirico: PS3: Hereditary lo trovi da zcaricare pure in alta qualità col torrente.
nes: Non sono piu' in grado di recuperare sottotitoli senza prendermi malaware virus e HIV.
nes: E piuttosto che guardare roba in streaming aspetto. I siti che pubblicano in streaming roba che e' al cinema vengono giustamente chiusi e fanno aprire indagini sulla condivisione di file tutta. Quando hanno chiuso rapidshare e megaupload per impedire a duemila stronzi di rubare a gente che aveva investito milioni di dollari in un progetto, ne han fatto le spese svariati milioni di utenti che volevano solo ascoltare proposte musicali che solo online potevano trovare. Se streammi non sei un pirata, se streammi sei un mozzo dell'impero.
nes: Comunque 'sta cosa che riesci a vedere un film in streaming ma non a scaricare mi perplime alquanto... Cioe' tu in streaming vedi i film... a scatti??? No? Beh, allora dovresti avere una banda piu' che sufficiente per scaricare.
hjhhjij: Uh. Ma davvero c'è chi guarda in streaming i film che sono al cinema in quel momento (o ci sono stati da poco ?) ma come si fa è la non qualità. Lo streaming va bene per film vecchi che non vuoi comprare a scatola chiusa in DVD.
nes: Ps: the harder they come ci misi 4 anni a recuperarlo, non e' che di film ce ne siano due o tre in giro. Aspettare e' sempre possibile e di roba per ingannare l'attesa hai piu' di un secolo di storia del cinema a cui attingere.
Onirico: Se è in 360p riesco a guardarlo, quelli in alta definizione mi vanno a scatti, come dici tu. Parli dei sottotitoli perchè li guardi rigorosamente non doppiati? Altrimenti lo trovi da zcaricare anche in italiano.
Vorrei avere la vostra pazienza, ma quando esce un film cheporcazzozzalodevovedè, se è in qualità decente (se è girato con la telecamera a mano, manco per sogno...sto ancora aspettando john wick 3) non riesco a resistere e me lo guardo. La qualità non è poi così pessima, si sopporta; certo, non è un dvd.
C'è inoltre da dire che molto spesso un sacco di film che non trovi da scaricare (però io parlo di film in italiano, eh, se riuscissi a trovarli in lingua madre coi sottotitoli sarebbe anche meglio, così imparerei quantomeno l'inglese e potrei vedermi tutto, con grosse facilitazioni), li trovi in streaming, a volte addirittura in italiano, altre volte coi sottotitoli. Poi ci sono quei maledetti casi rari che niente, ti attacchi al cazzo, non è mai uscito in italiano, neanche sottotitolato: quindi manco puoi comprarlo; non c'è in streaming, non c'è da scaricare... per esempio saranno 5 anni che aspetto di vedere questo beneamato film
Gangs of Wasseypur Reviews - Metacritic
Cavolo, capissi l'inglese (coi sottotitoli inglesi e spagnoli si trova), l'avrei già visto.
E invece...mi attacco.
Pare sia una bomba, se qualcuno col dono delle lingue lo vede, mi faccia sapere com'è.
666cosasei: @onirico il posto in cui vivi mi ispira
Onirico: Sempre meglio delle città, senza dubbio; io le odio. Però, dopo un pò, essere cosi isolati fa effetto Overlucotel.
Onirico: PS: Vedo che dal tuo avatar ti piace l'horror nordico. Apparte Bergman (che non può definirsi horror) e il sacro trittico Hereditary (non recensirlo, per favore, vorrei farlo io), questo e Lasciami entrare, ti senti di consigliarmi altro? Horror sarebbe il top, ma anche thriller, gialli, gangsters-crime movies, vanno alla grande.
nes: Figa, ma a 360p e' comunque una tortura, a meno che tu non abbia ancora un monitor a tubo catodico (nel caso te lo invidio tantissimo). Sottotitoli: Si' se non sono al cinema solo sottotitoli. E se trovo il cinema coi sottotitoli, vado li.
nes: Di horror io da consigliare ne avrei una gerla ma in italia o non sono arrivati o sono stati doppiati con due lire da ragazzini alle prime armi (the woman e' un cazzo di film del cristo appeso, lo vedi doppiato e sembra di guardare i teletabbies di comunione e liberazione, per dirne uno a caso)
nes: Bright eyes (o starry eyes... Piu' probabile starry)
nes: Quella casa nel bosco
nes: Big bad wolves (ma se non lo vedi in israeliano, pure questo diventa una monnezza)
nes: Sinister (solo il primo) cold prey (come prima)
nes: (cold prey e' il titolo inglese di un film svedese, non ricordo il titolo originale)
nes: Babadook
nes: Found (forse e' piaciuto solo a me)
nes: Der samurai (quello tedesco)
nes: Gut (questo e' rischioso, ma lo adoro)
nes: LA NOTTE ETERNA DEL CONIGLIO (come sfruttare i mezzi a propria disposizione al 200% pure quando di mezzi non ne hai)
nes: E boh, l'horror e' stato il genere piu' interessante degl ventennio che va dagli anni zero agli anni venti, di roba valida ce n'è a quintali o quasi.
nes: The loved ones.
nes: SAUNA
nes: ah poi, va beh, the neon demon, (grazie ar cazzo) e un meno chiacchierato (ma manco troppo)livide, rec, mientras duermes, e poi basta che devo andare a vedere gli Om e se sbaglio fermata della metro e' un casino.
Onirico: Allora, ti dico tra quelli che ho visto: The Loved Ones non era niente male, ma i film mi vendico, t'ammorbo e ti torturo, che hanno fatto il boom (almeno a me sembra, di periodi precedenti mi è capitato di vederne assai meno) in questi ultimi anni, non mi dicono granchè...che mi vengano in mente, per farti un esempio, anche se non proprio horror ma magari thriller : The Killing of a sacred deer (forse…
Onirico:
Gli altri non li ho visti, di alcuni ho sentito parlare, di altri zero: calcolando che mi piacciono le belle sceneggiature, dei dialoghi decenti (oppure senza dialoghi o con dialoghi scarni), personaggi non stereotipati e l'horror piu psicologico, il non mostrare, la tensione, che il gioco al massacro dello splatter, occhi che volano e sbudellamenti quali tra quelli che hai detto mi raccomanderesti? (Posso accettare splatter o film violenti solo in caso il film sia eccezionale, che so: Funny Games o A L'interiour.
Per il resto, di buoni che vengono in mente a me che non hai citato: The others, L'ombra del vampiro, Get out, Us, The witch, A quiet place, Mandy, Goodnight mommy, Berberian sound studio, Demon, The endless, Let me in, 28 weeks later, 28 days later, It comes at night, Under the skin, La spina del diavolo, 10 cloverfield lane, Mother!, The orphanage, the house of the devil, La terra dei morti viventi, the descent, the road.
Onirico: In questi post, la punteggiatura è diventata un'opinione della mia mano destra.
nes: Recuperati se ci riesci sauna e rec (il primo, credo si trovi anche al supermercato questo, sauna e' parecchio piu' dura)
nes: Scusa. Recuperati sauna (difficile da trovare ma dio che film) e Rec (il primo. questo dovresti riuscire a recuperarlo anche al supermercato) per il resto pazienta il week end che ho mollato la metro, sono in auto verso dio e la droga, e debaser lo chiudo fino a domani almeno.
Onirico: Tra dio e la Droga, uno dei due mente. E non è la Droga.
aleradio: No nessuno found non è piaciuto solo a te ma come fai a consigliarlo non lo so
aleradio: Nessuno era nes
nes: "come faina consigliarlo" sono un sensibilone, mi ha colpito forte. Pero' lo dico che forse non e' prorpio il primo film da recuperare di quelli che ho consigliato. Cerco anche di mettermi nei panni di chi e' "vergine".
nes: Mmmh... Panni umidi e pruriginosi...
aleradio: Porcellino
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Aspetterò, non riuscirò ad andare a vederlo al cinema.
BËL (00)
BRÜ (00)

Onirico: Non per rompere le palle, ma ti consiglio vivamente la visione al cinema. E' un film da grande schermo, davvero, ci sono tantissime scene che sul piccolo schermo non conserverebbero la loro potenza visiva.
hjhhjij: Lo so, ma dubito resterà abbastanza in sala...
aleradio
Opera: | Recensione: |
ho letto SUPERIORE a wicker man e m'è venuto un tuffo al cuore
dovete solo stare un po' calmi oppure si tratta di un diamante?

Hereditary al cinema è stata una bella bombetta, a quanto pare s'è superato
ma superare the wicker man forse siete un po' agitati, comunque ok lo vedo
BËL (00)
BRÜ (00)

nes: The wicker man lo trovo in blubrai a meno di 10 euro? C'e' su netflix o prime?
Onirico: Io ho preferito Hereditary. Difficile dire se sia superiore a Wicker Man, se sia pari o inferiore. Dovrei rivederlo, il tempo decreterà. Visivamente mi ha colpito più questo.
@[nes] purtroppo the wicker man non è mai uscito in Italia, paese cattolico, sai com'è. Ti conviene comprarlo in lingua originale, tu che comprendi bene la lingua.
no title
nes: Ma se devo posso lavorare in inglese, posso capire la trama di un film in inglese. Non posso pero' GODERMI un film inglese, a meno che non abbia appunto una sceneggiatura ultra piatta, e, ovviamente i almeno i sottotitoli in inglese. Se non ho almeno quelli mi sento in ufficio...
Onirico: eh, allora, essendo un film degli anni 70, in cui (almeno immagino) l'inglese (che poi è british vero e proprio proprio) era diverso da come è oggi (suppongo), ti conviene zgaricarlo coi sottotitoli o in italiano (io l'ho trovato così), o perlomeno in inglese (ammesso che lo trovi). Te lo dico perchè sinceramente non so se, comprando il dvd originale in lingua madre, ci trovi anche i sottotitoli in inglese. Vederlo in inglese e basta è una missione piuttosto ardua: io un pò di inglese l'ho studiato, ma senza i sottotitoli in ita non avrei capito mezza parola.
666cosasei
Opera: | Recensione: |
@onirico ti consiglio ''Border'' che è uscito quest'anno, ed è molto molto molto bello, è tratto sempre da una storia di Alfredson, l'autore di Lasciami Entrare. Non è un horror, è più un giallo/fantastico.
BËL (01)
BRÜ (00)

hjhhjij: Aspè sarà tratto da un romanzo di Lindqvist, giusto ? Alfredson era il regista di "Lasciami entrare".
Onirico: Lo vedrò presto, sembra proprio bello dal trailer.
666cosasei: @[hjhhjij] si pardon, Lindqvist
masturbatio
Opera: | Recensione: |
Un Wicker Man in technicolor, molto meglio l'originale sia chiaro. Ho preferito anche hereditary a questo, troppo lungo, mezz'ora andrebbe tagliata. Molto bella la coglionaggine illustrata dei turisti statunitensi.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Pagina estremamente interessante per me, non tanto per la recensione (che va bene eh) ma per il fatto che dai commenti estrapolerò alcuni titoli horror interessanti, che con il genere sono rimasto davvero indietro. Oltre a "Hereditary" mi ispira soprattutto "La notte eterna del coniglio".
BËL (01)
BRÜ (00)

aleradio
Opera: | Recensione: |
Sì, è troppo wicker man. Di hereditary ho preferito l'immediatezza del succo, questo visivamente è molto buono. Resta troppo wicker man, un paio di macchiette che stonano un po', peller o pelle o pellet che come personaggio viene un po' abbandonato a sè dopo essere usato come pretesto, la figura del disabile tralasciata pure quella a livello di scrittura, insomma eravate un po' agitati. Al cinema comunque è un bel vedere.

Per parlare di uscite degli ultimi anni su questa "fascia" the vvitch secondo me se lo mangia
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: