AA.VV.
Maiden Heaven, A Tribute to Iron Maiden

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"Torno da voi, ora, al mutare delle maree" Gandalf il Bianco (N.d.R. citazione che non c'entra un cazzo ma che piace tanto a noi ggiouvani... come certi ritornelli)

Che i Maiden sian il più gran gruppo della terra mi è provato dal fatto che, mediamente, i loro fan son più felici di quelli di qualsiasi altro gruppo... o almeno i sostenitori della Vergine di Ferro non passano il tempo, come fanno gli altri (e soprattutto i detrattori) a cercar di metterselo nel culo (ma solo dialetticamente, a onor del vero) a vicenda. Mi spiego: il sottoscritto è convinto sostenitore del fatto che per metter fine a qualsiasi integralismo religioso (qualsiasi, ho detto, nessuno escluso: dalla "A" di Arabia Saudita alla "V" di Vaticano) gli unici bombardamenti utili sarebbero quelli a base di materiale porno. L'immagine del talebano (ma se preferite pensate pure ad un cardinale di Santa Romana Chiesa) che dice fra se e se: "mica sapevo che si poteva fare pure così" invece di elucubrare (si dice?) nuove tattiche d'offesa (dialettiche o anatomiche che siano) mi rende sicuro di quel che dico.

Se fate uno sforzo (e neanche tanto grande visto che siete tutti più intelligenti di chi scrive queste parole) non potete non trovare parallelismi inquietanti tra i vari integralismi e quindi pure in quelli di stampo musicale (meno aberranti ma di certo fastidiosi). Da qui il mio consiglio: smettete di mettervelo nel culo dialetticamente (quanto male vi ha fatto certa critica sofistica!) e scegliete l'Ammorre. Ascoltate i Maiden!

A questo proposito mi permetto di segnalare un'iniziativa della simpatica rivista d'oltre Manica "Kerrang!": un bel cd, in omaggio al numero del 19 Luglio scorso, contenente una serie di cover maideniane eseguite da 15 gruppi, di importanza, storia e sottogenere vari a seconda dei vari casi, appartenenti al mondo Metal.

Come dicevo i nomi coinvolti sono eterogenei ed è questo il valore intrinseco al progetto: mettere insieme gruppi storici come Metallica, Dream Theater, Machine Head insieme ad altri decisamente meno noti è sempre una cosa stuzzicante per la curiosità degli appassionati (che siano felici maideniani o tristi detrattori poco conta: penso la cosa sia appetibile a tutti) sia per motivi d'immagine, certo, ma anche musicali, visto che, penso, nessuno tenga a far brutta figura: soprattutto quando si parla di canzoni di un gruppo così noto ed importante come quello di Harris & Co.

Questa cosa viene confermata anche dalla lettura della scaletta, dove si presentano classici ma anche, come vedremo, pezzi decisamente meno noti e devo dire che solo questa cosa mi fa dare un buon giudizio, a prescindere dall'ascolto, all'operazione.

E ora, Popolo di DeBaser, vogliate scusare l'inevitabile Track by Track:

 
"Maiden Heaven, A Tribute to Iron Maiden"

"Dal loro modo di relazionarsi verso i loro fan, passando per le copertine dei loro dischi, per i loro palchi, per la loro presenza dal vivo, per le loro foto-qualsiasi cosa facessero era più fica di qualsiasi fatta da altri" Lars Ulrich (Metallica)

 

"Prowler" (da "Iron Maiden", 1980) eseguita dai Black Tide: I quattro giovani americani propongono una versione abbastanza fedele all'originale solo un pelo più patinata, ma non è necessariamente un difetto. Fedeli alla Linea.

"Remember Tomorrow" (Da "Iron Maiden", 1980) eseguita dai Metallica: Sentita e coraggiosa l'esecuzione, dei Quattro Cavalieri, di questo classico, suonato piuttosto fedele all'originale ma il loro stile si sente tutto: Nobili.

"Flash of the Blade" (da "Powerslave", 1984) eseguita dagli Avenged Sevenfold: le eterne promesse del metal contemporaneo dimostrano coraggio: misurarsi con un pezzo che gli stessi autori han sempre affrontato con riluttanza merita rispetto: suonata bene e fedele ma le linee vocali non sono decisamente alla loro portata. Fermati sul più bello.

"2 Minutes to Midnight" (da "Powerslave", 1984) eseguita dai Glamour of the Kill: Patinatissima ma intrigante, il giovane gruppo post hardcore americano la suona come fosse dei Crue: può piacere o no... Abbaglianti.

"The Trooper" (da "Piece of Mind", 1983) eseguita dai Coheed and Cambria: O si amano o si odiano: pomposi ed "effettati" al solito, rendono ancor più epico quello che lo era già. Esagerati.

"Wasted Years" (da "Somewhere in Time", 1986) eseguita dai Devildriver: Sarà perchè sentire qualcosa dei Maiden proposto in growl fa sempre il suo effetto ma devo dire che sta versione "speed" m'ha catturato. Selvaggi.

"Run to the Hills" (da "The Number of the Beast", 1982) eseguita dai Sign: Dall'Islanda arriva una delle due cover più controverse del progetto: il metal dei Maiden diventa uno Street Rock piuttosto mainstream ma devo dire efficace, gira bene. Rockettari.

"To Tame a Land" (da "Piece of Mind", 1983) eseguita dai Dream Theater: Cover coraggiosa (ma visto la loro storia era doveroso) e risultato all'altezza, nel loro stile. Impeccabili, forse troppo.

"Caught Somewhere in Time" (da "Somewhere in Time", 1986) eseguita dai Madina Lake: Compressa in poco più di 4 minuti questa versione elettrohardcore del sogno tecnologico maideniano è forse la cosa più bella, anche se discutibile, del progetto, a momenti saltano fuori pure atmosfere doom. Cristallizzanti.

"Wrathchild" (da "Killers", 1981) eseguita dai Gallows: Veloce e Punk, se i Maiden fossero nati oggi forse sarebbe stata suonata così. Duri e Puri.

"Fear of the Dark" (da "Fear of the Dark", 1992) eseguita dai Fightstar: Compitino ben eseguito da parte degli emoinglesini ma fin troppo scolastico. Rimandati.

"Hallowed be thy Name" (da "The Number of the Beast", 1982) eseguita dai Machine Head: Loro non si discutono ma una versione un pò meno classica e fedele alla mitica versione maideniana me l' aspettavo. Compassati.

"Iron Maiden" (da "Iron Maiden", 1980) eseguita dai Trivium: Loro non mi piacciono ma devo dire che se inquadrati (come qui) in uno stile preciso c'hanno pure tiro, la loro versione è feroce al punto giusto. Arrabbiati.

"Running Free" (da "Iron Maiden", 1980) eseguita dagli Year Long Disaster: Sembra registrata nel mio garage ma va bene così visto il pezzo. Stradaioli.

"Brave New World" (da "Brave New World", 2000) eseguita dai Ghostlines: Unica canzone scelta tra quelle del nuovo corso (e tra tutte quelle recenti quella che amo meno) è qui proposta in un'accattivante ed emotiva versione semiacustica, per lunghi tratti emoziona sul serio. Romantici.


Conclusioni: State buoni, se potete, DeBaseriani.

Mo.

Questa DeRecensione di Maiden Heaven, A Tribute to Iron Maiden è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/avenged-sevenfold/maiden-heaven-a-tribute-to-iron-maiden/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (QuarantaNove)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
Signore degli anelli e Iron Maiden. tiro ad indovinare: hai trentacinque anni, sei single(non per scelta) e leggi molti fumetti. per la serie "sfigati di tutto il mondo unitevi"
BËL (00)
BRÜ (02)

Appestato mantrico
Opera: | Recensione: |
Manterrò la mia linea di sodomita, mi spiace. Però sei simpatico.
BËL (00)
BRÜ (00)

axel
Opera: | Recensione: |
dasi 3 per la simpatia ci stà
BËL (00)
BRÜ (00)

blechtrommel
Opera: | Recensione: |
La rece è carina, ma i maiden non fanno troppo per me... quoto in toto appestato.
BËL (00)
BRÜ (00)

Workhorse
Opera: | Recensione: |
To Tame a Land fatta dai Dream Theater mi ispira assai... Ancor oggi rammento i miei trascorsi fanciulleschi quando discutevo con altri compagnucci su quale fosse la canzone più bella degli Irons e tutti dicevano "Fear Of The Dark" e "Blood Brothers" ed io lì come un coglione: "Rime Of The Ancient Mariner", "Hallowed Be Thy Name" e "To Tame A Land".
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ciao capitano! Sono in piena fase pre-grigliatone e non c'ho tempo di leggermela. Ma sono contento di ritrovarti dopo tanto tempo da ste parti: 5 di bentornato. ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

LucaGiurato
Opera: | Recensione: |
e vai di maiden, bvella recitazione simpatica e valorosa per il guruppo che conoscessi, anche se questo disco non l'hò mai auricolato, non li ho tutti quelli dei ferro raiden, il mio preferito è seven son of a seventin son, una roccia miliare nella storiografia della musica, lo sento quasi spesso ogni tanto.
Tante bone cose e alla tua prossimamente recinzione, sei simpatico cptgavio, così ti segno sul mio schedario, bai
BËL (00)
BRÜ (00)

darkHaem
Opera: | Recensione: |
Ottima recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@Gustavo: ti voglio bene anch'io. @Appestato & Blechtrommel: la felicita' arrivera' da voi comunque! ;-) @Axel & Workhorse: grazie per il giudizio positivo. @Bartle: piacere tutto mio! @Luca: ringrazio per la stima a prescindere concessami! @Darkhaem: troppo buono, grazie!
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bentornato, hai riesumato il vecchio nick?
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
bah capitano, al di là dei diverbi passati le tue recensioni son sempre piacevoli, anche se il soggetto trattato mi di monotematicità quasi "provocatoria".. è anche ora che i fan dei maiden si facciano una ragione per l'esistenza di tutti questi terribili detrattori, la cui bocca è foriera di infamie e brutte parole (ingiustificate) per i loro beniamini. però ti dirò, chissenefrega. pace e alla prossima :)
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
remember tomorrow poi è si bella, ma la mia preferita rimane strange world
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@Ole: ho preso il primo che mi e' capitato a dire il vero;-) 47: diverbi? noi non abbiam mai avuto diverbi, al massimo discussioni. P.S: I fan dei Maiden si son fatti una ragione sull'esistenza dei detrattori solo che li vedono cosi' tristarelli che vorrebbero tirarli un po' su, tutto qui ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
è ora che i fans degli iron maiden si facciano una ragione della non-esistenza di babbo natale
BËL (00)
BRÜ (01)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Perche' Gustavo? Perche' rinuciare a sognare? E soprattutto, c'e' qualcosa che non va? ti vedo mogio, mogio...vuoi che ne parliamo in privato? ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
certo che uno che a quarant'anni legge ancora il signore degli anelli e s'ascolta gli iron maiden l'unica cosa che può tirare su è una bella saponetta dal pavimento delle doccie del carcere di sulmona
BËL (00)
BRÜ (01)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
mmm,si,si...hai bisogno proprio di qualcuno che ti faccia sentire un po' di calore umano, si vede che le cose non ti vanno come vorresti, sei inacidito...ma tranquillo posso farti scoprire la felicita' se ti fidi di me!
BËL (00)
BRÜ (00)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
capitan GAIO l'unica cosa che puoi farmi scoprire è la sodomia e io ci tengo alla beatitudine eternae soprattutto alla bernarda.
BËL (00)
BRÜ (01)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Ma come siamo nervosetti, su dai rilassati, fatti coccolare, non sei quello a cui piaceve prendere le cose con leggerezza!
BËL (00)
BRÜ (00)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
dici che è leggero?
BËL (00)
BRÜ (01)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
dipende da come lo preferisci! ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

GustavoLamazza
Opera: | Recensione: |
io lo preferisco alla griglia in mezzo ad un trionfo di patate!
BËL (00)
BRÜ (01)

fusillo
Opera: | Recensione: |
dimmi la verità cpt, sei tornato solo perchè sei abitudinario.:-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Suonoonous
Opera: | Recensione: |
proposta molto interessante, recensione molto interessante. "Gustavolamazza" a parte, una paginetta simpatica.
BËL (00)
BRÜ (00)

giorgioladisa
Opera: | Recensione: |
Troppe parentesi.
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@Fusi: beh, lo avevi gia' capito vero? ;-). @Suonoonous: grazie! Comunque Gustavo va preso cosi', non e' cattivo, solo ha bisogno di dolcezza! @Ladisa: secondo me ci stanno benissimo, comunque grazie della tua opinione. @Green: mah?
Saluto DeBaser, ci si rivede nel 2009.
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
UH! CìPìTì vabbé che ero steso in spiaggia però, però...................
BËL (00)
BRÜ (00)

Anatas
Opera: | Recensione: |
rece simpatica anche se l'accostamento "Signore degli anelli - Iron Maiden" non c'entra una pippa chiodata.
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
CHE PALLE GLI IRON MAIDEN, E ANCORA PIù CHE PALLE I LORO FANS IGNORANTI E ROMPIPALLE
BËL (00)
BRÜ (00)

fullmentalkaoss
Opera: | Recensione: |
ILpercussionist
Opera: | Recensione: |
sì ignoranti i fan dei maiden, ma ignorante ancor di più chi li ignora.
BËL (00)
BRÜ (00)

giorgioladisa
Opera: | Recensione: |
Il mio voto alla recensione è negativamente influenzato dal fatto che gli Iron non mi piacciono. Ciao
BËL (00)
BRÜ (00)

Ardalo
Opera: | Recensione: |
Pochi sanno che esiste una edizione limitata con un secondo cd in omaggio. Ecco la tracklist: Prowler (Cristina D'Avena), Killers (Take That), Invaders (Povia), Powerslave (Coldplay), Ea trippa (The Trooper versione Pitura Freska), Moonchild (Britney Spears) The Sign of the Cross (Mariah Carey feat. Bustha Rhymes), The Clairvoyant (Hootie and the Blowfish).
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
@Isi: t'avro' mica disturbato io? ;-) @Anatas: infatti l'ho pure scritto! @Hetfieldgod: ignoranti come chi non sa che, in italiano, fan al plurale rimane fan o ignoranti come chi ragiona per preconcetti? @Fullmental & Percussionist: ace! @Ladisa: sara'. @Ardalo: vedo che l'umorismo alla Woodcock ha contagiato molti in sti mesi! ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Anatas
Opera: | Recensione: |
si fratello, ma la mia non era una critica......
BËL (00)
BRÜ (00)

Psycroptic
Opera: | Recensione: |
voglio la versione descritta da ardalo, la voglio, la voglio la vogio!!!!!!! il voto e' all'operazione palesemente commerciale di una rivista una volta rock\metal, ma che oggi e' la vetrina deel'alternative\indie\emo, peggio pure di rolling stones!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

sirbony
Opera: | Recensione: |
Così a naso questo ennesimo tributo agli Iron deve fare proprio schifo :) la mia cover preferita quindi credo che rimarrà Children of the damned eseguita da Sebastian Bach!
ps. Sono curioso di sapere se Gustavo ha mai letto il Signore degli anelli..
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
@Anatas: e la mia non era una protesta ;-) @Psicho: bah, a 3 sterline e mezzo non credo si possa parlare di "operazione commerciale" anche perche' sulla "purezza" di "Kerrang!" a mio modo di vedere non c'e' molto da obiettare. @Sirbony: ti diro', a me ha sorpreso in positivo. P.s: secondo me si, l'ha letto, solo che vuole fare il duro ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
be CPT hai scelto un giorno poco frequentato per il tuo ritorno su deb......
BËL (00)
BRÜ (00)

Ardalo
Opera: | Recensione: |
Bè dai, era divertente. Dimenticavo la ghost track che è Iron Maiden dell'album Iron Maiden eseguita dagli stessi Iron Maiden.
BËL (00)
BRÜ (00)

IcnarF
Opera: | Recensione: |
Fenrir
Opera: | Recensione: |
Va bé, ormai do 5 a qualunque recensione sulla musica dei maiden, ma questa lo merita davvero :) Ap de Airons!

BËL (00)
BRÜ (00)

Anatas
Opera: | Recensione: |
a me 'sto tributo non è che abbia entusiasmato più di tanto, salvo per qualke traccia
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
Opera: | Recensione: |
@Isi: non l'ho fatto apposta,con il mio lavoro si dimenticano molte feste comandate... @Ardalo: infatti mi ha fatto sorridere. @Icnar: ace! @Fenrir: fratello anche tu a prescindere ;-) @Anatas: beh, l'ho valutato confrontandolo ad altri e questo mi e' parso piu' coraggioso e scevro da pericolosi cliche' metal.
BËL (00)
BRÜ (00)

sciusciola
Opera: | Recensione: |
commento ponderato
BËL (00)
BRÜ (00)

brusko
Opera: | Recensione: |
cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
coglionazzo
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: