Sto caricando...

Bandabardò
Il circo mangione

()

Voto:

Questa cosa non doveva succedere, lo sai Enrico? Hai lottato molto contro ciò che ti stava mangiando da dentro ed oggi, nel giorno degli innamorati, prende il sopravvento. E ci lasci così, come una fotografia di un fulmine, in un giorno che rimarrà nella sua rapidità. Nessuna festa, nessuna canzone, nessun sorriso. Te ne sei andato all'alba per andare dove la notte mai cala ed io ero là, a vegliare sul telefono, e trovo la notizia. Una parte di me muore, Enrico: quella parte nata nel 96, quando ancora feto sentii la Banda in concerto dall'utero di mia madre, quando venivo cullato con le vostre melodie soavi, semplici ma trascinanti come un bicchiere d'acqua frizzante, quando andai a vedere te e la tua grandissima band in teatro a presentare le avventure di Ottavio, quando acquistai Scaccianuvole e L'improbabile pensando di trovare nuove gemme ed invece mi ritrovai con un disco troppo scuro e contorto da un lato e dall'altro un lavoro troppo "cazzone" per gli standard del gruppo. Lì ti abbandonai, Enrico, pur continuando a vederti dal vivo, ti abbandonai:dicevo che ormai eri vecchio, che il tuo fisico non poteva reggere più la brezza di quelle serate. Ma mai potrò dimenticare il concerto all'Obihall del 2015, il concerto a Empoli nel 2016, a Terranuova il primo settembre 2017, il giga concerto al Mandela Forum il 7 dicembre 2018. Ma soprattutto non potrò mai dimenticare l'ultima volta che ti ho visto calcare quel palco: primo settembre 2019, il giorno del tuo compleanno. Un anno e mezzo dopo...non ci sei più.
Per la mia vita sei stato un padre che mi ha introdotto alla musica, alla sua magia, al suo eterno alterarsi e a saper palleggiare le parole, dote che ancora mi porto dietro e che continua a crescere ogni giorno che vedo. In questo momento sto ascoltando il debutto della Banda, Il circo mangione, e mi viene dal profondo del cuore dedicarti la tua canzone migliore, a detta sia mia che tua:Ho la testa. La mia prima ninna nanna, il primo canto che assopiva i miei sensi, un brano che è tutto l'opposto di una ninna nanna; un invito a restare svegli, perché il sonno ruba il tempo per poter realizzare qualcosa di grande. Nel tuo ultimo messaggio hai scritto che ormai non hai più rimpianti e che la tua vita è stata una grande avventura: in verità Enrico ti dico che un rimpianto ce l'hai. Te ne sei andato in silenzio, nella tua casa a Fiesole, senza aver dato nessun segnale della tua malattia. Dovevi concederti e concederci un'ultima grande festa, un'ultima suonata prima di dire addio, un finale allegro e festaiolo tipico della Banda. Invece no, hai scelto di addormentarti nella quiete come tanti personaggi hanno fatto e di non suonare più la notte per chi si vuole amare. Tu, Enrico, sei stato un'esperienza: l'esperienza di poter trovare una gigantesca comunità che si raduna davanti ad un palco per poter ballare con la gioia e l'adrenalina la tua musica, che hai composto col buon Finaz e tutta la banda per quasi 30 anni. E di questo te ne sarò per sempre grato. Addio Enrico, vai a suonare le tue canzoni in Inferno, Purgatorio e se possibile anche Paradiso.
Chapeau, Martello

Commenti (Sedici)

ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Un abbraccio grande...non ho bisogno di scrivere altro...


JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Un tributo degno di merito per una grande band.


IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Oh, non so nulla... chi è morto?! Un famigliare?! Un amico?! Mi dispiace davvero...

Però... ci dispiaciamo tanto per la morte quando non è per niente detto che non si stia meglio ...
La sofferenza, quella davvero è tragica e drammatica ...


Dislocation: Giusto.
Nel caso tu dovessi andare avanti ed accertartene di persona fammi poi sapere, che so, in una seduta spiritica o, anche, disturbandomi in una notte.
Una, però.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Omaggio bello e sentito.


Piknic
Piknic
Opera:
Recensione:
E un altro grande se ne va


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Mi dispiace per lui, davvero, era in gamba. Ci ho bevuto assieme un sacco di volte, dato che si faceva almeno 5 feste di paese nel Nord Sardegna. Dispiace, davvero.


Però, la felicità di sapere che non sentiremo mai i BB alle feste di paese, è tanta. Ora attendiamo i M.R.C., dai che facciamo tombola.


Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
lector
lector
Opera:
Recensione:
Un pezzo di storia della nostra Musica che se ne va.


CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Bell'omaggio.. Loro devo dire che non li ho presenti..
Ma Martello, sei del '96? Non l' avrei mai mai detto..


ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
non mi sono mai piaciuti , continueranno a non piacermi.
Non é una mancanza di rispetto. Penso che sarebbe più mancanza di rispetto se ora mi lanciassi in lodi


Martello: lodare è inutile se si fa solo per leccaculismo
meglio dire "non mi è mai piaciuto ma mi dispiace comunque"
sennò, come disse un vecchio utente su debaser, si finisce che "si parla bene di te solo al tuo funerale"
Geenooofficial: L'ultima frase sembra scritta per giustificarti. Non è che c'è da intervenire per forza.
Martello
Martello
Opera:
Recensione:

"Per la mia vita che è tutto quello che ho
è tutto quello che io ho e non è ancora finita"
e poi dicono che il caso non esiste


TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Mi ha lasciato di stucco questa notizia, anche perché non sapevo fosse malato. Ma forse non lo sapeva nessuno...
La prima cosa che ho fatto appena saputo è stato scrivere a una mia amica, abbiamo condiviso non so quanti concerti dei BB. Nessuna delle due credo li abbia mai ascoltati più di tanto tanto ma dal vivo era impossibile non farsi coinvolgere dal clima di festa che producevano, un pezzettino della nostra vita ora quindi non c'è più.
Bellissimi ricordi.


Geenooofficial
Geenooofficial
Opera:
Recensione:
Bella recensione scritta, come si diceva una volta su Debaser ,"col cuore", bravo.


Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Mai piaciuti ma massimo rispetto per chi si è impegnato per decenni in quel che credeva giusto, e non solo sotto il profilo musicale.


Martello: quell'unica stellina è un tocco di classe.Pacato e severo allo stesso tempo
Dislocation: Avevo anche messo tre stellette alla rece ma chissapercheccazzo non sono venute.
Ma tu considerale.
cangaceiro
cangaceiro
Opera:
Recensione:
Recensione molto intensa! Libertà, ironia, integrità, onestà. Sono state tra le parole più frequenti per ricordare Erriquez. Tutte giuste e tutte vere. La Banda non è tanto un gruppo ma la trasposizione di un'idea e di un approccio alla vita. La dimensione Live era la loro prediletta e dove trovavano la piena ragion d'essere. Per tante ragioni la scomparsa di Erriquez ha rappresentato per molti di noi la fine di un'era. Lacio Drom!


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Il circo mangione è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link