Sto caricando...

Blocco Mentale
Пoa

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Siamo nel vasto e allo stesso tempo angusto “progressive italiano” anni ’70. Qualcuno ci potrà considerare fanatici se osiamo addentrarci nel profondo oltre i soliti noti (Le Orme, P.F.M., Banco del mutuo Soccorso, Area).

Bene, il mio fanatismo stasera mi porta a riascoltare una semi-sconosciuta formazione viterbese dal nome davvero curioso: il “Blocco Mentale”. Il loro unico disco è del 1973 e ha contenuti per lo più ecologici, come il titolo stesso ci suggerisce: “Пoa” (“erba” in greco).

Il loro è un prog che per certi versi potrebbe ricordare i New Trolls, per altri i Procol Harum o i Van Der Graaf Generator, e la voce è impregnata di un onirismo tipico di quello di Tagliapietra; saranno stati questi riferimenti o chissà che altro, fatto sta che mi sono proprio piaciuti.
Alla fine i testi risulteranno abbastanza ingenui, se pur attuali, e la musica sarà pure un po’ troppo melodica, ma la dolcezza permea il tutto e non possono che risultare piacevoli nella loro sensibilità.
Alcune canzoni sono di quelle che vi colpiranno al primo ascolto e sicuramente le canticchierete per giorni.

Verde sarà,
quest'aria ormai finita.
Raggi di sole
sui rami appena in fiore.
E canterò
che questa nostra età
ha già deciso tutto,
il verde resterà.
Grande città
ti compreremo il prato,
sui marciapiedi
avrai l'età più bella
e la tua gente sarà con te...
"

Le tracce sono caratterizzate da interventi di fiati e tastiere non proprio originali, ma comunque suggestivi. Degna di nota è la bellezza della copertina.

In definitiva questi cinque musicisti hanno voluto esaltare il valore dell’erba, quella cosa che dovrebbe ricoprire quasi tutta l’opera del creato, e che invece oggigiorno sembra sempre più appartenere a un mondo di sogni, e lo hanno voluto fare divertendosi e suonando della buona musica.

Evviva.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su CinquantaSette

DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
si Beat è abbastanza difficile da trovare..legalmente intendo...


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
ciao dave ho ascoltato l'album in questione. allora: "verde" non mi piace, troppo pop, se mi permetti il termine."capita" e aria e mele-impressioni- io e me- sono molto belle . in alcuni punti mi hanno ricordato gli elp, in altri i genesis e in altri ancora vagamente i primi van der graaf. sono + "leggeri" degli osanna comunque.


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
"verde" ripeto ha rovinato la mia media per l'album. è fuori luogo è banale, la voce del solista non mi convince.


DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
Si ricordano molti dei supergruppi anni'70, ma a me picciono perchè sono dolcissimi!!! E poi l'ecologia è uno dei tanti fondamenti sacri di quell'idologia hippie a me tanto cara :-))))


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
:o) , tu dave dovevi nascere come me nel '50


DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
Perchè sei nata nel 50??? :-))))


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
noooo volevo dire che entrambi avremmo dovuto nascere nel 50. adesso avremmo qyasi 60 anni ma chissenefrega. pensa quanti meravigliosi concerti avremmo potuto "vivere".


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
ora ho usato bene il condizionale eh !


DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
Eppure hai ragione bjork..purtroppo nessun aspetto quotidiano mi potrebbe far rinnegare ciò..teniamoci il nostro tempo, anche se lo sentiamo poco "nostro" :D


bjork68
bjork68
Opera:
Recensione:
BeatBoy
BeatBoy
Opera:
Recensione:
bjork, quanti anni hai?


the green manalishi
Opera:
Recensione:
Approfondirò...


BeatBoy
BeatBoy
Opera:
Recensione:
Bello!!! Bello!!! Bello!!! "Phi Alpha Omega" alla fine si è rilevato di essere "Poa", avevi ragione tu Dave, è l'unico disco che hanno fatto... Infatti la versione con questo titolo, contiene anche i due singoli che hanno prodotto prima dello scioglimemto. La voce del cantante principale è tra quella di Gianni Leone e Di Palo dei New Trolls. La seconda traccia (quella col cantante con il vocione) è la mia preferita. E' un album davvero bello, i singoli che poi dopo hanno fatto sono molto stile Cugini Di Campagna e Alunni Del Sole (quindi mi piacciono di meno, ma si fanno ascoltare...) Vorrei farvi notare che dopo lo scioglimento, il Blocco Mentale si è riformato con una nuova denominazione: i Limosine... e il loro stile era ormai virato al POP di facile ascolto... infatti era il 1978...


DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
bella beat non lo sapevo della reunion..cmq il titolo è POA che vuol dire erba in greco, il titolo che hai trovato tu sono i nomi delle tre lettere in greco :-)


the green manalishi
Opera:
Recensione:
Il disco è buono, la musica soprattutto nelle parti più prog è straordinaria, con quel bel faluto. Solo non mi piacciono molto le parti vocali. Concordo in pieno con bjork68. è comunque un album degno di essere comprato


Cristo
Cristo
Opera:
Recensione:
Evviva si riferisce all' erba dave? :-)


DaveJonGilmour
DaveJonGilmour
Opera:
Recensione:
Ognuno l'interpreta come vuole :-)


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Il blocco mentale è quello di chi ascolta questa merda. Deivgionghilmur sei un vero incompetente, oltre che cafone.


CJBS
CJBS
Opera:
Recensione:
Interessante.


Bisius
Bisius
Opera:
Recensione:
Phi Alfa Omega??? Guardate che Phi Alfa Omega non si scrive "??a", semmai si scrive "Fa?", e non significherebbe un cacchio... "??a" si legge poa ed è costituita da un pi greco, un'alfa ed un omicron... a scuola!


ArnoldLayne
ArnoldLayne
Opera:
Recensione:
Vabbè ci ha messo un'acca in più e ha invertito...voleva dire Pi Omicron alfa e ha scritto Phi Alpha omega :-)


manliuzzo
manliuzzo
Opera:
Recensione:
Li ascolterò. Grazie al come sempre grande Arnol Layne. Chi lo contesta è uno stronzo.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Il disco non l'ho ascoltato e non ho letto la recensione, ma faccio come te e metto 1 a prescindere.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Questo disco è una merda colossale. Come la recensione.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Anvedi quanta gente dietro a sti coglioni.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
DAVEJONGILMOR ASCOLTA QUESTA SCOREGGIA PROG


peggiopunx
peggiopunx
Opera:
Recensione:
gilmort, non ci credo propio che abbandoni il sito, secondo me avrai l'ennesimo fake, ma farai più attenzione a sparare cazzate per non farti notare troppo, va bò, cmq se è vero un po mi dispiace, eri cmq un elemento importante di debaser, e una persona facilmente prendibile per il culo, addio compagno gilmort.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Non temer, presto tornerà a sparare cazzate - Sarà in ferie. Immagino che sia un figlio di papà viziatissimo che non ha fa fare una mazza da mattina a sera. E' in ferie tutto il mese. Non abbiate paura a settembre sarà di nuovo fra noi.


BabaCoffeeshop
BabaCoffeeshop
Opera:
Recensione:
"In definitiva questi cinque musicisti hanno voluto esaltare il valore dell’erba.." .. Sì wow giusto..
"quella cosa che dovrebbe ricoprire quasi tutta l’opera del creato.." ... urka troooppo bello sarebbe ... ti eri iscritto ai Radicali il giorno che hai scritto la rece Dave? ;-D


Valeriorivoli
Valeriorivoli
Opera:
Recensione:
ARNOLDLAYNE handikappato, MANCO MEZZA RECE SAI SCRIVERE IN 2 ANNI CHE VAI SU DEBASER.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Пoa è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link