Bruce Dickinson
A cosa serve questo pulsante?

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Finalmente ho sotto mano la biografia di Bruce.
Ho passato l'adolescenza ad ammirarlo. Conosco tutto di lui. Ogni sua mossa, ogni suo sguardo. In cortile lo imitavamo tutti con le sue pose che hanno fatto storia. Ogni volta che avevamo la possibilità di vederlo, andavamo. Ricordo benissimo la Furia di Chen dove combatteva contro tutti e vinceva sempre. Il mito di Bruce Lee vive ancora tra noi.
Quando arrivo a pagina 100 sento parlare degli Iron Maiden. Capisco che forse non è il Bruce che intendevo.
È Bruce Dickinson.
Porcozzio ricomincio la lettura da capo perché non avevo capito niente. Mi sembrava un po' strano che amasse la birra e che alla prima sbornia avesse vomitato sui piedi di Ian Gillan.
Scusate. Mi ripettino.

Bruce, l'inglese dai capelli lunghi, ha una biografia piuttosto povera.
Adolescenza tutt'altro che interessante.
Tutta la parte relativa alla scherma, inutile per il lettore.
La sua passione per il volo e pagine e pagine dei suoi studi, tempo perso.
La parte migliore, forse, il passaggio dai Samson agli Iron Maiden.
Una cinquantina di pagine si salvano da questo mattone.
Soprattutto manca il sentimento.
Mai si parla dell'odio per Steve Harris.
Nulla sull'ammirazione per Adrian Smith.
Niente sull'amore della scrittura.
Men che meno due parole sul rapporto che si instaura dentro una Band, la famiglia più atipica con equilibri precari.
Solo scherma e aerei.
Qui c'è qualcosa di sbagliato.
Come l'incipit.
Come l'acquisto.
Come questa pessima recensione.

Questa DeRecensione di A cosa serve questo pulsante? è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/bruce-dickinson/a-cosa-serve-questo-pulsante/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiTre)

odradek
Opera: | Recensione: |
Ottima. Ma, scusa l'indiscrezione, a che minchia serviva, poi, quel pulsante?
BËL (03)
BRÜ (00)

Falloppio: Era la sua prima domanda entrando in una cabina di pilotaggio.
Poteva essere lo sciacquone del cesso..... Ahahahah
Falloppio: Era la sua prima domanda entrando in una cabina di pilotaggio.
Poteva essere lo sciacquone del cesso..... Ahahahah
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
La prossima volta che si compra l'aeriobiografia (perchè pilotava l'aerio, mica la macchina) veda di esserci più chiaro, perdincinbacco.
In sintesi:
Tirava di scherma pilotando l'aerio?
Oppure tirava l'aerio schermitando il pilota?
BËL (01)
BRÜ (00)

fedezan76: Oppure tirava gli schermi dall'aereo mentre pilotava?
Falloppio: Serio: ho pensato che la storia della scherma potesse essere un'allusione alla droga.
Perché non si possono scrivere 100 pagine sulla passione di una rock star.
Poi però la storia si ripete con il pilota, il dj radiofonico, lo scrittore di libri fantasy....
sfascia carrozze: Insomma una DePurga cosmica al cui confronto una scatola di pastiglie Falqui è aqua fresca.
luludia
Opera: | Recensione: |
ahahah, manco sapevo chi fosse sto tipo....al metal mi sa che preferisco persino albano...
BËL (02)
BRÜ (00)

Falloppio: Lulu, no, ti prego, convertiti al metallo pesante.... È bello essere Hard
luludia: ma io sono hard !!!! anche se un hard piuttosto soft...
Falloppio: Come diceva Salvi: gruppo Hard Rock dei BUDINI MOLLI....
luludia: ecco si, all'incirca...ahahah...
sfascia carrozze: Lulù, lì, La invito a rivedere (tempestivamente) le Sue del tutto incomprensibili posizioni nei confronti del nobil metallo.
Una persona dotata del Suo gusto e della Sua elasticità non puote non restare estasiato di fronte à capolavorissimi di cotal guisa:
Anal Cunt - Everyone Should Be Killed - 1994 - (Full Album)
Ascolti, si rèdima e torni più felice (e sazio) di prima.
luludia: ahahah, avevo letto lululì...lululì è bellissimo!!!...in quanto al metal apprezzai (moderatamente) parecchio quel gruppo siculo, quelli di UH...
sfascia carrozze: Amabile Lulùlì,
è importante partire dai dischi giusti, si sà.
Ma non bisogn(i)a soffermarsi.
luludia: è bello che qualcuno si occupi della mia elevazione musicale...
sfascia carrozze: Sono a sua completissima disposizione.
Lo seppia.
Herviet : @[luludia] prova ad ascoltare Paranoid dei Black Sabbath e Sad Wings of Destiny dei Judas Priest.
luludia: grazie dei consigli...
Stanlio
Opera: | Recensione: |
- non so che razza di pilota sia ma leggo che tra le altre cose: conduce oltre agli aerei anche ehm, la radio...
- che ha una "laurea in storia", conseguita alla Queen Mary, University of London, nel '79 & che ha ricevuto dalla stessa università nel 2011 una "laurea honoris causa in musica"...
- che nel febbraio 2015 ha reso pubblica la notizia di essere affetto da un tumore alla lingua & che nel maggio dello stesso anno ha annunciato di essere ufficialmente guarito...
- che scoprì le proprie doti vocali per caso, mentre cercava di imparare a memoria "Let It Be" dei Beatles...
- che coi Thunderstick adottò lo pseudonimo di Bruce Bruce & che in quel periodo ricevette il nomignolo di "Air Raid Siren" (sirena da attacco aereo) a causa dei toni acutissimi che riusciva a raggiungere...
- che è anche uno scrittore di romanzi & che nel '92 ha pubblicato "The Missionary Position"... (ehm, suppongo che non necessiti una traduzione a Voi esperti DeBaserioti sul suo significato stretto)
- che il 21 ottobre 2010 ha pilotato l'aereo che ha trasportato la squadra del Liverpool a Napoli per l'incontro di Europa League "Napoli-Liverpool" e non sono a conoscenza del risultato finale della partita in questione anche se immagino che il Napoli non abbia vinto...

e niente, ah no, tutti questi gossips mi son stati forniti direttamente & a gratis da uichipidia...

BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Ha fatto un sacco di cose, pensa che ha anche cantato....
Stanlio: naah Fallyboy, noncipossocredere... non ci posso credere
RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
ho letto recentemente di quando tirarono i pomodori ai maiden all'ozzfest, causa moglie di Ozzy. Comunque vedo sta biografia in giro da un po' ma non ne vale la pena per me che non sono un grande fan, nonostante di loro abbia parecchia roba
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Per me non ne vale la pena. Si parla poco di musica. Peccato.
VinnySparrow
Opera: | Recensione: |
Non posso esprimermi sull'opera, non la conosco. La recensione non è male, anche se io personalmente avrei approfondito la questione della totale assenza di contenuti importanti che tu giustamente (avendolo letto) riporti. In ogni caso, complimenti!
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Si l'ho scritta aspettando la moglie al Bennet, giuro....
Ahahahah
Magari approfondiamo qualche discorso tra i commenti.
Comunque ti auguro una b.... MINKIA a momenti mi contagiavi....😀😆😆
Si scherza. Grazie VS
VinnySparrow: Comunque ti dico, questa recensione la trovo in ogni caso molto utile perché il lettore a parer mio si rende conto benissimo se vale la pena comperare questo libro oppure no. Si percepisce un senso di "mezza delusione" dell'opera...una persona che riesce a trasmettere questo attraverso non molte righe è senza dubbio in gamba nella scrittura. Perciò, ancora complimenti e alla prossima!
Falloppio: Grazie Vinny. Se riesco in questi giorni faccio la recensione di Macca. La versione di Paul. L'ho letta da poco e rivela qualche storia curiosa.
Peccato non abbia fatto lo stesso BD.
Alfredo: La versione di Paul l'ho letta, bella.
Falloppio: Hai notato anche tu che non prende nessuna posizione su ogni argomento?
Alfredo: Perchè è ormai da anni un astuto uomo d'affari ;)
Alfredo: Scherzi a parte, credo che non abbia voluto dire tutto quello che pensava per un discorso di rispetto verso gli ex colleghi morti. E' pur sempre un lord inglese, quindi il decoro e l'educazione è importante :)
Falloppio: Ottimo commento.
Alfredo: "sono importanti"---> m'impiccio pure a scrivere :D Ad ogni modo a me tendenzialmente le autobiografie o biografie piacciono, ma prima leggo le recensioni. Quelle che mi sono piaciute di più sono "La sottile linea bianca" di Lemmy (inarrivabile, S-T-U-P-E-N-D-A, letta un sacco di anni fa), quella di Miles Davis e "Born To Run" di Springsteen (letta l'anno scorso, per me bellissima e scritta anche bene). Mi ha divertito un sacco quella di Ozzy mentre quella di Iommi mi è piaciuta per il fatto che del dietro le quinte dei Sabbath non sapevo molto, ma come libro in sè è parecchio tedioso e scritto senza grande trasporto (almeno così sembra). Volevo leggere anche quella di Neil Young, ma buona parte delle recensioni sono tendenzialmente negative, quindi mi sono fermato. Stessa cosa per quella di Costello, mi piacerebbe, ma è un mattone di quasi 900 pagine (ma serio Elvis??) che viene descritto come pesantissimo...
Falloppio: Quella di Clapton la mia preferita.
Poi quella di BB King.
Io leggo poche biografie... Sigh.
Alfredo: Io mi divido tra libri normali, autobiografie e libri di musica (storie del rock, jazz, classica ecc ecc) quindi ne ho lette meno di quelle che avrei voluto. Però deve piacermi l'artista per leggere l'autobiografia, quello si.
claudio carpentieri
Opera: | Recensione: |
Scritto sentito,conciso e illuminante. Grande F.
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Claudio, aperitivo offerto dalla casa. Porto anche due patatine o ti fermi per cena? 😀🎼
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
So che probabilmente da ora in poi mi odierai Fall, ma a me gli Iron (e in particolar modo Bruce) non li ho mai sopportati..ma lo scritto è intimo, ritmato...mi è piaciuto molto
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: (Perdona la sintassi del commento ma la pianura padana mi gela le articolazioni delle dita...e delle sinapsi)..
Falloppio: Ti ho ordinato la discografia degli Iron senza Bruce. Ma non i primi 2.....
Ahahahah
Almotasim
Opera: | Recensione: |
La sintesi di Claudio C. e' perfetta. La sottoscrivo in pieno. Mi unisco virtualmente anche a quelli che non si filano I Maiden. Aggiungo solo Bennet 0 - Debaser 1. Ubi maior, minor cessat. E valeva tutto il biglietto! Cioe' il bancomat che hai lasciato in mano alla tua consorte... Grande, Falloppio.
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: ...per tutto il resto c'è Visa.....
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Gli Iron Maiden e Eddie mi fanno sempre un sacco ridere. Mi sono simpatici senza contare che qualche bel pezzo lo hanno effettivamente tirato fuori, lo dico da detrattore dell'Heavy Metal classico, il "loro" heavy, la NWOBM o come cacchio è. I primi due, invece, mi piacciono abbastanza tutt'oggi.
BËL (01)
BRÜ (01)

Falloppio: I primi due hanno fatto storia ma per capire se una band funziona bisogna ascoltare il terzo disco. E The Number of the Beast è un capolavoro!!!!
hjhhjij: Namber ov de Bist è 'na macchietta ahahahahahah ma non farci caso non è proprio un genere che apprezzo. Però c'è una canzone che mi piace, Hallowed
Falloppio: Sia santificato il tuo nome (traduzione di Hallowed)
hjhhjij: Yes.
Herviet : Sisi suonano proprio il NWOBM. Le comiche.
hjhhjij: Ah, perché I Maiden non sono tra gli esponenti principali della New Wave of British Metal o qualcosa del genere ? Insomma quella corrente lì ?
Herviet : La New Wave of British Metal esiste solo nei tuoi sogni, manco il nome corretto sai scrivere, almeno se vuoi fare bene il detrattore fallo bene, porca puttana.
hjhhjij: NOIAAAA
hellraiser
Opera: | Recensione: |
Quando ho visto il due come voto non ci credevo Zio, lui resta un grande performer, sicuramente non simpaticissimo penso come persona, i Maiden devono moltissimo a lui. Domenica al Bennet eh? Mannaggia..
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Il libro non vale la grandezza dell'artista. Potevano romanzarlo per renderlo più accattivante, invece hanno incentrato la sua vita sugli hobby. Giuro che non capisco....

Domenica Bennet
Lasa perde....
lector
Opera: | Recensione: |
Cioé, Bruce Lee cantava negli Iron Maiden??
BËL (03)
BRÜ (00)

Falloppio: Era Bruce Springsteen cintura nera di Karate con i capelli lunghi
imasoulman
Opera: | Recensione: |
si ma alla fine come tirava di scherma?
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Era Bella squadra inglese. E andava in giro per l'Europa con un maestro. Mica paglia....
spiritello_s
Opera: | Recensione: |
Son tornato dall'aldilà in tempo per leggere questa meravijosa rece. Lecito asserire che il trono del PiùMigliore é ancora vacante ma pesantemente insidiato dal presente virgulto scrittoreo. Bruce è leggenda pochi dicks!
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Ahahahah mi fai skassare. Il migliore ritornerà proprio perché era l'unico che si sentiva migliore.
Bruce grande Singer.
Però con la sta biografia ha smarmellato le palle....
spiritello_s: Come tutte le biografie cr3do non avendone mai letta una perché, diciamocelo in fransè, a me della vita privata degli altri non me ne frega una benemerita minchia. Però il passaggio dai Gelati agli Iron Maiden mi è parso un passaggio interessante.
mrbluesky
Opera: | Recensione: |
Don't bring me down,Bruce..
BËL (01)
BRÜ (00)

Hank Monk
Opera: | Recensione: |
Minghia che brutta copertina e titolo!!!
Cmq dai, Bruce sempre un grande :)
BËL (00)
BRÜ (00)

fedezan76
Opera: | Recensione: |
Recensione cazzara e divertente. Si vede che è partita da un buono spunto ma sviluppata in fretta. Ad ogni modo dice quel che c'è da dire. In generale le biografie mi interessano su personaggi più particolari e Bruce mi ha sempre dato l'impressione di essere uno "normale". I Maiden sono tra i pochi gruppi metal rimasti tra i miei ascolti, anche se io ho sempre prediletto la terra di mezzo Somewhere in time, Piece of Mind e Seventh Son. Ah ah, il Bennet è anche la mia rovina...
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Ahahahah....
Herviet
Opera: | Recensione: |
L' hipster saputello con la puzza sotto al naso "Non ascolto i Maiden e la NWOHBM , preferisco l'avant-garde\kraut\post-rock\jazz con quel pizzico di ambient folk pop che non guasta mai" ha decisamente rotto il cazzo.

Per quanto riguarda la rece sarebbe da 1 secco ma siccome ammetti che fa cagare per questa volta ti do la sufficienza.
BËL (01)
BRÜ (00)

hjhhjij: Ah scusa, non avevo capito che eri un altro fake/metallaro. Bello. Originale. Hai anche detto "hipster"e qualche genere mischiato a caso. Fico. Sei al livello 1 del fake, spero passerai a quello successivo.
Herviet : Sono talmente un fake metalllaro che ho messo 5 a "La voce del padrone", tu non stai bene, ogni tanto staccati dal pc che male non fa.
hjhhjij: Ah sei quello che diceva gnegne sei snob hai messo tre allavocedelpadrone. Si, scusa se ti ho risposto prima, non lo farò più. Cazzo perdo tempo a fare :D
Herviet : NOIAAAA
Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Amo Dickinson ma, sinceramente, non mi metterei mai a leggere una sua autobiografia.
BËL (01)
BRÜ (00)

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Ultimamente ho visto un'ottimo documentario di un loro tour recente di quanto ancora siano amati in giro per il mondo e che il pilota dell'aereo si chiamava Bruce Dickinson. Bravo Falloppio ne starò alla larga, mi fido.
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: J&B per la prima volta ti ho visto incazzato su questi schermi.... Mi hai fatto paura ....
Prossimo live degli Iron vieni anche tu oltre @[hellraiser]
hellraiser: Ho già dato nel 2006 a Milano, ma mi piacerebbe rivederli, vardüma en po'...
Giwa
Opera: | Recensione: |
Letto il libro e devo dire che nulla mi ha sorpreso visto che molte cose già si sapevano, non ne ha fatto mai mistero di tutte le sue passioni extra musicali e Iron Maiden. Una bella autobiografia che capisco come possa aver spiazzato i suoi fan credendolo un metallaro tutto puzza e birra, ruttante e ignorante. e non è il solo a essere così, visto per esempio Alice Cooper che in pantofole gira nel suo castello e discute con i giornalisti mentre gioca a golf! Stereotipi, maledetti stereotipi. Ma tutto ciò non toglie nulla all'uomo, al Bruce persona lontana dal palco e dai riflettori che a volte sono la classica "galera" che ti obbliga a recitare un personaggio che magari senti tuo solamente in parte. Lo consiglio!
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: La pensiamo diversamente. Non mi aspettavo lo sterotipo cappellone ubriaco, assolutamente.
Ma il libro è privo di ogni sentimento come ho già scritto. Un resoconto calcolato della sua vita.
Poi ho trovato pallosa la parte relativa alle lezioni di volo oppure la scherma, come la sua gioventù. (Biografia di Clapton molto più interessante)
Giwa: Di auto e bio di musicisti ne ho lette abbastanza e le autobiografie sono sempre pericolose per il semplice fatto che a volte il diretto interessato tende a autoincensarsi. Attualmente sto leggendo una bio di David Sylvian e di materia ce n'è a tonnellate, il suo autore ha fatto una ricerca al limite del paranoide, citando tutte le possibili fonti letterarie, cinematografiche, pittoriche e tutto quello che abbia potuto influenzare l'opera dell'ex Japan. Bella ma "difficile". Ho amato quella di Keith Emerson che parte da quando lui si trova a pochi istanti prima dell'operazione alla mano sinistra, una specie di lungo flashback narrato con leggerezza. Di ENO ne ho almeno un paio, anche una sua autobiografia dove per davvero si impara qualcosa oltre alla semplice musica, ma il tutto scritto con leggerezza e quasi in tono colloquiale, un po' come questa di Bruce Dickinson che credo abbia spiazzato i più, compreso il sottoscritto. Ma dopo qualche pagina, capito il registro, la lettura diventa davvero piacevole...forse parlare di più di musica non avrebbe guastato ma queste sono state le sue scelte. Per la musica credo che sulla rete si possa trovare di tutto e di più.
Falloppio: Comunque l'ho divorato anche io anche se freddo come questo inverno Torinese......
Falloppio: David Sylvian.... Interessante. Lo cerco.
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Grandi Iron Maiden fino a Fear of the Dark; poi il nulla o quasi
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Anche piacevole Bruce da solo.....
spiritello_s: Dance of Death mi é piaciuto quasi per intero.
dsalva
Opera: | Recensione: |
Anche oggi ho imparato qualcosa di nuovo!!
BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: