Bryan Adams
Into The Fire

()

Voto:

Volevo dedicare la mia prima recensione su questo sito ad un artista che conosco molto bene e a quello che considero uno dei miei album musicali preferiti.

"Into The Fire" è il quinto album dell’artista canadese, uscito nel 1987, 4 anni dopo il grande successo dell’album "Reckless" ed ebbe decisamente minor affermazione commerciale. E' un disco meno immediato del predecessore, affronta temi di maggiore spessore e presenta arrangiamenti più elaborati e curati.

Bryan Adams, possiamo dirlo, come musicista non ha inventato nulla, e come scrittore non si è mai distinto con testi eccelsi od originali. In questo disco, che io considero il suo migliore, si vede il tentativo di realizzare un prodotto di maggior impegno, sia musicalmente che liricamente. Anche la voce qui è al suo meglio. I temi trattati sono ambiziosi è le liriche più studiate, nonostante cadano spesso in banalità e cliché evitabili.
Ad influenzare questa "svolta" fu sicuramente la partecipazione alle proliferanti iniziative musicali benefiche di quegli anni (Live Aid, Conspiracy of Hope…). Peccato che tutto questo sia stato incentrato per un fine commerciale.

Le musiche, per me, sono emozione pura. Si parte con "Heat of the night", il singolo più famoso dell’album, un brano che si accompagna molto bene al suo video che ne rende la sensazione un po' cupa che si schiude poi nel ritornello. Da segnalare che la chitarra solista qui è suonata dallo stesso Adams, che normalmente si dedica alle ritmiche.
La title track si apre con suggestivi echi, poi ritmo tirato con ritmica pulita e assoli distorti. Un brano nervoso, che riesce a trasmettere un senso di inquietudine, per poi dare respiro nel breve solo ritmico, prima di irrompere nel finale. "Victime of Love" è un brano costruito su accordi di piano e un'unica chitarra solista suonata da un Keith Scott in splendida forma. E' un crescendo di emozione che sfocia in un lungo e potente solo finale.

"Another Day" è un brano che ho sempre considerato minore, ma sicuramente piacevole, anche qui Adams imbraccia la chitarra solista. Ed eccoci arrivare alla perla dell'album e per me di tutta la discografia dell'artista: "Native Son", una canzone che dopo 13 anni di ascolti riesce ancora ad emozionarmi per 6 minuti. Avrei troppe parole da spendere. Da brividi il solo finale.
"Only The Strong Survive" è un rock energico e trascinante (200bpm!). Segue “Rebel” brano dal grande pathos dove il piano gioca il ruolo principale, ma è tutto fuorché una ballad. Irrompe "Remembrance Day", canzone che parla di guerra. Molto lavoro di basso e tempo insolito di batteria. Molto incisivo il coro nel ritornello.

"Hearts On Fire" è forse l'unico elemento un po' estraneo dell'album, dove ricompare il Bryan Adams più “leggero”, però ha un bel riff che ricorda molto quello di "House Arrest" del successivo album.
Si chiude con l'emozionante "Home Again", che conclude in bellezza l'album, tanto che si prova un senso di dispiacere quando la musica si spegne.

"Into The Fire" è un album per conoscere un lato meno noto del rocker canadese, non è il classico album con l'alternanza di lenti e pseudo-rock, di banali canzonette d'amore, ma autentiche "emozioni rock", suonato ed arrangiato molto bene.

Questa DeRecensione di Into The Fire è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/bryan-adams/into-the-fire/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sedici)

Ghemison
Opera: | Recensione: |
dio che tristezza Bryan Adams. spero che ti bannino soltanto per aver spedito una recensione su questo merdone (non me la sento di chiamarlo cantante/musicista/artista o che altro) (e neppure mi interessa leggerla 'sta cazzo di recensione).
BËL (00)
BRÜ (00)

under
Opera: | Recensione: |
ma qui cè run to you?
BËL (00)
BRÜ (00)

GrantNicholas
Opera: | Recensione: |
'Azzo, Ghemison. Non oso immaginare se lo incontri x strada... :) Beh, artista (e disco) che non mi dice niente.
BËL (00)
BRÜ (00)

sylvian1982
Opera: | Recensione: |
E' l'unico disco che possiedo e che ho ascoltato di Bryan Adams. Non mi ha invogliato ad approfondirne la conoscenza ma non è nemmeno la merda di cui sopra.
BËL (00)
BRÜ (00)

mien_mo_man
Opera: | Recensione: |
mi dispace ghemison tu la pensi così. questo effettivamente è un bel disco. native son la prima volta che l'ho ascoltata era in un dormiveglia, con quel suo assolo dolce... into the fire è praticamente un paesaggio crepuscolare canadese in un gioco di chitare gelide: ghiaccio bollente. un'altra rece che dovevo fare io che mi fa ciao ciao con la manina. merito tuo, awd
BËL (00)
BRÜ (00)

Adriano Bernard
Opera: | Recensione: |
rock di serie c filosentimentaledestraiolo. Petetico.
BËL (00)
BRÜ (00)

awd
awd
Opera: | Recensione: |
Leggendo i commenti anche ad altre recensioni ora capisco la frase "Su debaser ci sono un sacco di cialtroni.". E' un po' triste la cosa. Temo sia inutile dire che commentare non è obbligatorio, specie solo per scrivere cagate, se qualcuno proprio non sa come passare la giornata può sempre farsi una passeggiata in autostrada!
Mi sembra ovvio che i gusti e le opinioni possano essere diverse ma credo sia doveroso esprimerle con un minimo sindacale di intelligenza. Se manca questa rimando l'invito dell'autostrada.
Bah alla fine credo sia inutile darci molta importanza.
Ringrazio i pochi che hanno espresso dei commenti sensati.
Saluti!
BËL (00)
BRÜ (00)

MetallaroBionico
Opera: | Recensione: |
awd benvenuto e non far caso ai simpatici utenti di debaser, vedrai che ti troverai bene. di me ti puoi fidare: io sono il cialtrone obiettivo...
BËL (00)
BRÜ (00)

Adriano Bernard
Opera: | Recensione: |
Ciccio se a te piace bryan adams cazzi tuoi. Se a me non piace cazzi miei. Io la vedo molto chiara, tu no? Questo sito è fatto per scrivere recensioni e per commentarle, quindi mi sento liberissimo di farlo. Vista la mia opinione io potrei dirti "Temo sia inutile dire che recensire non è obbligatorio", ma non lo faccio perchè la tua opinione la rispetto. Certo tu ti sei spiegato molto meglio di me, io ho riassunto in una riga quello che penso di adams, ma semplicemente perchè visto il personaggio (qui non si può parlare di artista) trovo sia uno spreco passare la serata davanti al computer a stroncarlo. Magari un giorno scriverò una recensione sul signorino, in quel caso sei invitato al party (metallaro spero non avrai impegni per quella sera). Comunque la recensione era buona.
BËL (00)
BRÜ (00)

boyintheocean
Opera: | Recensione: |
"In the heat of the night, they'll be coming around, they'll be looking for answers, they'be chasing you down, in the heat of the night..."
Bella! Mi è piaciuta sempre ma non sapevo fosse di quest'album, Bryan Adams l'ho bazzicato al tempo del best of "So far so good". Un artista un pò disimpegnato, ma ne ha scritte di canzoni memorabili. Le mie preferite sono "Heaven", "Summer of '69", "Everything I do", "Straight from the heart" e quella che ho citato sopra.
Rece buona.
BËL (00)
BRÜ (00)

awd
awd
Opera: | Recensione: |
Che teste calde in questo sito! :D
Peace and Love fratelli! c'è bisogno di far tutto sto casino per dei gusti musicali diversi?
Beh almeno la rece è piaciuta, io pensavo fosse na schifezza! :P
bye!
BËL (00)
BRÜ (00)

GATTINATOR
Opera: | Recensione: |
rece....bella e sincera!......ma sto disco....4 stelle non le merita proprio!
BËL (00)
BRÜ (00)

Leslie
Opera: | Recensione: |
ahahahah siete ridicoli!!! Ma siete un po' frustrati o sbaglio? Su di voi sicuramente nessuno scriverà mai una recenzione!!! Mi fa pena vedere persone che non sono nessuno e non lo saranno MAI (gli arroganti non arrivano lontano), scrivere certe cose!!! Gusti sono gusti e questo non lo nega nessuno.... ma per scrivere certe cose bisogna essere persone senza cervello!!! Bryan ha una carriera di 25 anni!!! Vi sembra poco?? Qualcosa vorra' dire!!! Un consiglio... trovate qualcosa di piu interessante e creativo da fare nella vostra vita!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

awd
awd
Opera: | Recensione: |
Ehm... hai dato voto 1 alla mia recensione... why?
BËL (00)
BRÜ (00)

Superficie 213
Opera: | Recensione: |
...mmmm....
BËL (00)
BRÜ (00)

Karter4
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: