Sto caricando...

Chepang
Chatta

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Immigrindcore è l'etichetta autoapplicata, l'infiocchettamento sul Cavallo di New York che nel ventre covava questi stradaioli di Kathmandu; si aggiunga la scelta di un nome dalla forte connotazione etno-socio-ideologica, Chepang, i sottoproletari del Nepal, come dire i Pària: ce ne sarebbe abbastanza per saziare l'appetito esotista e perverso dell'ascoltatore di genere, eventualmente pronto a sfoggiare un nuovo 12" dalla sezione Curiosità del suo buffet.

Ma con l'inganno i Chepang rispondono all'inganno del buon mercato dell'integrazione, senza alcun canto di gola (basta canto di gola, santocielo) o scampanellio di capretta,o tentazione ghettizzante di sorta; solo felpa nera e la visione di Aaron Nichols a rendere, nel fitto e caotico intrigo del suo tratto, la varietà di staffilate inflitte in venti minuti che garantiamo tra i più convulsi sulla piazza.
Chatta sintetizza la vocazione internazionalista di quanti nelle sottoculture trovino l'ancoraggio della propria rivalsa, e nel grind i Chepang trovano terra d'elezione per lo sconfinamento, per l'epressione più sferragliante, più gutturale e più dissonante dei loro dissidi. Il binomio scream/growl è esploso, impossibile ricondurlo a struttura, e concede spazio a un declamato old school (in Samajik Suchana e in Murkha). Si avanza il sospetto che perfino la materia linguistica sia multiforme, che l'hindi sia contaminato. Il sassofono dissonante di Mette Rasmussen apre, s'insinua, e chiude nella jam deforme di Trishna (reminescente di alcuni divertissement SST), senza che alcuna geografia venga descritta, indi mercificata.

Il lato B dedicato ai remix, solitamente trascurabile, serba una piacevole sorpresa: sottraendo l'impeto dei fill alle metriche dei Chepang, disponendole su una tavolozza (dal break beat all'harsh noise) che nel negativo dell'elettronica ne restituisca l'ecletticità, riesce a isolarne un'insospettabile intelligibilità, a facilitarne la commestione.

[Un punto in meno per la produzione, con una compressione esagerata che ne penalizza l'impatto. Trattasi del solito scotto da pagare per i drop abissali e il basso pesantemente effettato mangiatutto. Il precedente Dadhelo, pur grezzo e immaturo di concetto, si lasciava forse preferire].

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quattordici)

Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Rece bella e compatta.Il genere, per le mie orecchie invecchiate, non credo faccia per me.


algol
algol
Opera:
Recensione:
Sempre bravo questo giovane Miki.
Io vado a ringiovanire i miei ascolti.


algol: ... e poi ripasso.
algol: Mi ricordano i Brujeria. E sta bene
MikiNigagi: Vero, ciao aal
kloo: Giovane, non allarghiamoci.
algol: Relativamente giovane. A me
kloo: Beh a te é un altro discorso, Miki é un piccolo spermino in confronto a te algol.
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Non c'ho capito gnente-di-nvlla.
Però (avendoci cravato il DeAscolto per vedere che effetto facevano) mi sembra che qvesti Cipanghi, qùà, sappiano il fatto Loro in fatto di melodie elegiache e armonizzazioni sognanti.


IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Passo perché il Miki Nigagi di ritorno si legge sempre volentieri nonostante il genere non sia certo tra i miei prediletto...
Pezzo interessante però quello postato
“Sottoproletari del Nepal” però... mi fanno 5 a prescindere, così


lector
lector
Opera:
Recensione:
Tu potresti scrivere anche l'elenco della spesa e sarebbe sempre un bel leggere, loro non credo che facciano per me in questo momento.


MikiNigagi: Sempre esagerato prof
lector: Lo penso davvero.
Certo ti sei fatto aspettare.....
TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Piccoli Etno Flying Luttembachers crescono. Dai pochi frammenti che sto sentendo l'influenza nepalese non é molto forte. Dopo lo sento meglio, disco precedente compreso.


CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Allora, ho provato un po'.. Il genere non fa decisamente per me, il "binomio scream/growl" mi inibisce assai, ma devo ammettere che la reiterazione di quel "sassofono dissonante" ha un che di acchiappante.. Certo, considerando che il genere non fa decisamente per me e il "binomio scream/growl" mi inibisce assai..

Tu sempre bravo comunque, ma non è certo una novità..


sfascia carrozze: Mi sembra di intraleggere tra le righe che il "binomio scream/growl" La inibisca assai.
Pecchè, dico io, pecché?
CosmicJocker: Lei è sottile come sempre..
Mah, forse perché questo binomio mi sfianca oltremodo..
CosmicJocker: E non mi faccia battute sul Suo peso per quel "sottile"..
sfascia carrozze: Non mi permetterei mai.
Potrei solo suggerirLe di provare col monomio scrowl
Magari è più digeribile.
CosmicJocker: E se provassi invece con il Sempronio gream?..
Chainsaw
Chainsaw
Opera:
Recensione:
Non lo so, forse, vediamo, però il Nepal mi attira.


Chainsaw: No, il grind mi stufa troppo. Quando trovi black metal nepalese fammi un fischio @[MikiNigagi], però mi raccomando senza tastiere
MikiNigagi: Ma lo sai che io le voglio veloci queste cose
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
ah, eccoli, mò li provo


Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Guarda... la metto subito nelle mie recensioni preferite. Ho gradito l'ascolto.


kloo
kloo
Opera:
Recensione:
Dopo Singapore pure il Nepalo. Proletari del mondo unitevi sempre che ci piace stare uniti ma non fasciati o legati.


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Asians live matter. Sto a fa un casino con i voti. Comunque mon ami, contento di leggerti. Spero che ti vada tutto bene. Ti va?


MikiNigagi: Abbello. Qui la solita vitaccia, non ci si lamenta. Lì tutto a boston?
omahaceleb: Qui pure la solita vita. L'estate sta finendo e per me che sono un animale marino è un po' un problema. Sei ancora a Bolo? Ti immagino sperduto nel nord Italia, cercando di mettere su un progettone tipo "L' emigrazione" di Bianciardi.
omahaceleb: l'integrazione divenne per intervento divino l'emigrazione...
MikiNigagi: Sono in esilio dorato sull'isola al momento, che mi beo dello smart-tutto. Tenersi lontani oggi per tenersi lontani anche domani e dopo.
MikiNigagi: Ora che mi hanno pure chiuso il Billionaire però mi sento smarrito, quindi penso farò ritorno alla base, che è sempre Bolo. Il tempo di ingrassare ancora un po'. Tu sei sempre a città laggiù? Ti sei dato tregua?
123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
Pagina molto bella. Musica che non ascolterei mai.


Narcosmicoma
Narcosmicoma
Opera:
Recensione:
Ne ho ascoltato la meta' mentre mi decidevo a commentare. Massiccio eh, il mio problema col grindcore e' il come e il quando ascoltarlo, nella mia vita. E' un problema di collocazione spazio-temporale insomma. Un giorno lo risolvo.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Chatta è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link