Sto caricando...

Cinzia Donati, Miranda Biondi, Enzo Rielli
Nudo

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Questo libro vi stupirà, come ha stupito me. E subito dopo vi farà girariball. E nemmeno poco.

"Per la sua semplicità - scrivono gli autori - per la limpidezza dei contenuti, per il messaggio forte nascosto tra le pagine. Qualcuno ne sarà scandalizzato, qualcuno affascinato.
Qualcuno addirittura si chiederà "ma come è potuto accadere?". Un libro che NON annoia, NON stanca e che si finisce in meno di 30 secondi.

Si perchè se non lo avevate capito parlo di questo "Nudo" scritto (?) da Cinzia Donati, Miranda Biondi ed Enzo Rielli (in tre addirittura!!) della Giovane Holden Edizioni (112 pagine € 5) che ha le pagine... completamente bianche.

Il trio di furbacchiotti dice: 'Noi ci crediamo molto. D'impatto qualcuno forse dirà che si tratta di un libro difettato, che la copia giusta non e' quella che ha in mano, ma chissà. E' un invito a riflettere, ognuno vi legge ciò che vuole'', dice Cinzia Donati. E continua ''E' stato divertente vedere sabato, alla prima presentazione del libro, le facce delle persone a cui lo abbiamo regalato. Lo hanno scartato tutti insieme e lì per lì c'è stato il gelo. Poi l'idea è piaciuta, i miei amici giornalisti sono impazziti. Continuano ad arrivarmi messaggi ed email. Ognuno tirerà fuori da quelle pagine quello che vuole. Sperando però che servano a custodire pensieri, non la lista della spesa. L'idea della pagina non scritta è di sicuro semplice. Ma nasconde un messaggio più profondo. Insomma: 'leggere' per sperimentare''.

Il messaggio nascosto è chiaro, ma gli autori rincarano la dose e sottolineano: "Libri di parole ne sono già pieni tutti gli altri. E quanti di questi libri – in cui pensieri, parole, concetti ed emozioni sono impressi classicamente a inchiostro – sono più bianchi di un libro dalle pagine bianche? Quanti di questi libri tradizionali sono scivolati via senza lasciare nulla, letti con la mente altrove? Piu’ in generale, diciamo che in questo mondo dove c’è tutto, tanto di tutto, troppo di tutto, tutto è già stato scritto etc. etc., un libro fatto di pagine bianche ci sembrava un chiaro messaggio. Se non sapete che farne di un libro bianco… Beh… Avrete pure a casa, da qualche parte, un tavolino che traballa...".

Spiritosone, pure...eh?

Allora. Se la cosa è da prendere come buffa provocazione (un po' idiota e se vogliamo nemmeno così originale)... va anche bene. Ma che questo trio di simpatici burloni, ci venga a prendere per il culo con i messaggi nascosti, gli altri libri inutili e tante belle teorie, sinceramente è troppo. Un conto è la boutade, la freddura, il gioco fine a se stesso e allora passi. Un conto è fare i gran paraculi e prendere per i fondelli la gente che legge e che credono davvero nella forza del libro (e in Italia pare che ce ne sia già pochini di lettori!).

Al rogo.... al rogo!.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su QuarantaDue

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Pagine bianchissime. Che siano 112 l'ho letto sulla scheda editoriale. "Pul" a me?!?!


Sundance Kid
Sundance Kid
Opera:
Recensione:
enbar77
enbar77
Opera:
Recensione:
Ma veramente dici? Questi quattro stronzi, gli autori più l'editore che ne ha permesso la pubblicazione, abbattono alberi inutilmente per stampare un libro con le pagine bianche? Se l'avessi proposto io mi avrebbero internato e questi quattro stronzi magari beccano pure i soldi dei diritti. Che paese di merda che siamo!


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Beh, se ci pensi l'Operazione non è molto diversa da chi abbatte alberi per fare agendine porta appunti con pagine bianche. La Moleskine, ad esempio, costa 10 € per 120 pagine.... l'idea, semmai, è stata quella di venderle COME fossero "libri vuoti".... M A H


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
No no, l'operazione è molto diversa. Le agendine vengono vendute come "agendine", quindi senza nessuna velleità di opera letteraria, significato recondito, "senso". Non hanno "autori". Soprattutto non hanno TRE autori. E ne trovi anche a € 4, per 200 pagine. Le Moleskine costano € 10 perchè le usavano Emigway e Cèline e al secondo anno dell'università puoi farci il fico con le matricole sprovvedute: "Ma come? spendi 10 euri per un'agendina del cazz?", "Zitta, rozza e ignorante matricole. Non sai che le Moleskine le usavano Emingway e Cèline?!". Qui, ripeto, secondo me, siamo a livelli di supercazzola, giusto per non scadere nel banale e tirare fuori la solita "Furbata a scopi commerciali".


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
OK 4€ per 200 pagine ma se L'AUTORE E' ANONIMO, non ha alcun valore.... :-))))


Alì Murtacc
Alì Murtacc
Opera:
Recensione:
Beh piuttosto spendo 5€ per comprarmi un libro di Flavio Oreglio, almeno rido. Ormai queste prese in giro non sorprendono più nessuno, e nemmeno sono innovative e/o originali.


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Eppure al mercatino di Porta Portese se ne trovano in sacco di DVD che poi, apri la copertina in plastica, e non trovi nemmeno il disco. Ma quelli li paghi 1/2 € al massimo... :-))


!oasis
!oasis
Opera:
Recensione:
gli unici che ho "conosciuto" che hanno rifilato libri senza scrittura a pagamento sono quelli del trio drombo ,nemici di yattaman,pero' quello era un cartone


cofras
cofras
Opera:
Recensione:
L'idea, se di idea si può parlare, sembrerebbe vecchia e inutile. La recensione, se di recensione si può parlare invece è, e sottolineo è, insignificante e inutile. oppuni salvarì


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Il commento 23 invece direi che è decisamente significante e utile. Come faremmo senza?


laRock
laRock
Opera:
Recensione:
sempre sostenuto che il mondo è dei furbi e degli stronzi. Meglio se con entrambe le qualità concentrate in un singolo.


aries
aries
Opera:
Recensione:
La cosa più inquietante è che queste facce di culo prenderanno diritti d'autore senza aver fatto nulla. Sempre meglio però, di un libro di Moccia... almeno si può star sicuri che non ci sono scritte stronzate.


TheJargonKing
TheJargonKing
Opera:
Recensione:
finalmente un libro senza errori ortografici e sintattici.


Andrew_Poppy
Andrew_Poppy
Opera:
Recensione:
che poi a mio modesto (ma anche tendenzialmente perverso se vogliamo) avviso, il titolo e' potenzialmente anche fuorviante, magari uno (come me i.e.) pensa che si tratti chesso', di una raccolta di foto glamour...


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
"glamour"?!?!?!?!?!?!? :)


Psychopathia
Psychopathia Divèrs
Opera:
Recensione:
mi ricorda il 4':33'' di john cage, brano di solo silenzio... cmq piuttosto che sto libro mi compro i dolori del giovane braschi!!!


Andrew_Poppy
Andrew_Poppy
Opera:
Recensione:
@Bartleboom, in effetti hai ragione, non e' proprio un termine adatto (almeno a dare l'idea,anzi col senno di poi direi che fa piuttosto ridere..) e' che in un primo momento, vista la "natura" dell'argomento mi era venuto in mente che forse siamo tipo in fascia protetta o qualcosa del genere.. -

P.S.: comunque mi pare che anche ad es.nel campo della moda ormai non vi siano piu' limiti particolari (alla creativita'degli addetti ai lavori naturalmente..)


rino gattuso
rino gattuso
Opera:
Recensione:
"a mio avviso,ulteriore utile(?) contributo al disboscamento indispensaBBile"


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Noto che ci son poche recensioni di libri ad agosto :-(


Cunnuemammadua
Cunnuemammadua
Opera:
Recensione:
Punisher pensaci tu! ;)


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
Ma gli stronzi non ci vanno mai in ferie, al mare?! Essì che galleggerebbero pure bene...


Alexander77
Alexander77
Opera:
Recensione:
si buonanotte...


piendepei
piendepei
Opera:
Recensione:
ti offendi se ti dico che hai una faccia da culo....


The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera:
Recensione:
Guarda.... quando avrai cambiato il tuo idiota nickname veneto potrai dirmi di tutto.


piendepei
piendepei
Opera:
Recensione:
nooo!! perche'e'possibile cambiarlo?lo ignoravo, l'avatar si'lo sapevo (a proposito che te ne pare?..) - p.s.: era detto in senso bonario cmq.&senza offesa, in ogni caso riferito all'avatar che avevi prima di quello attuale

ciao fiol


O__O
O__O
Opera:
Recensione:
O__O
O__O
Opera:
Recensione:
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
ehm, vi fu un precedente abbastanza famoso e ne accennai pochi giorni fa in un commento alla rece di @[123asterisco] ovvero Erik Satie (che era pure un gran burlone oltre che artista di livello) scrisse Mémoires d’un amnésique (50 pages blanches) e niente... anzi no, ma sti 3 son artisti conosciuti pure loro o chè?


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Nudo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link