Daniel Calparsoro
El aviso

()

Voto:

Veramente particolare questo thriller dai contenuti sovrannaturali di produzione spagnola. Per esser sinceri bisogna dire che le premesse dicono forse più dello sviluppo vero e proprio della storia, che perde qualche colpo strada facendo e forse si conclude in una maniera meno soddisfacente di quanto uno avrebbe sperato, ma questa fine simbolica e rivelatrice, arriva forse inaspettata e allora vale comunque la pena di guardarlo tutto, anche perché in caso contrario non si potrebbe avere un quadro completo della situazione indispensabile per comprendere ogni singolo passaggio del film.

Una premessa che forse potrebbe scoraggiare gli spettatori più o meno interessati, ma ebbene vi dico che tirarsi indietro al cospetto di una storia come quella racconta in questo film intitolato "El aviso" (2018) sarebbe, tanto per restare in tema, quantomeno delittuoso. La storia? Diciamo che all'inizio del film abbiamo una sparatoria che si compie davanti agli occhi di Jon (interpretrato da Raul Arevalo, bravo), che poi sarebbe il protagonista principale delle vicende del film. Se non quello "unico", ma spiegarvi perché sarebbe veramente troppo e pure troppo complicato. Comunque vi basti sapere che Jon è un brillante matematico, una mente tanto geniale quanto sensibile e che soffre di schizofrenia e visioni allucinate, che collimano con il sovrannaturale. Dopo l'episodio su citato, Jon indaga in maniera intuitiva e maniacale su delle sequenze numeriche dietro le quali si nasconde una storia misteriosa e che per forza di cose lo costringe tanto a viaggiare indietro nel tempo quanto a proiettarsi dieci anni in avanti nel futuro..

La storia procede quindi narrando in parallelo le vicende che si verificano a distanza di dieci anni una dall'altra, salvo specifici flash-back nel tempo passato, e con una grande abilità da parte del regista Daniel Calparsoro (che qui riprende una storia tratta dal romanzo omonimo di Paul Pen) che racconta e proietta sullo schermo una storia avvincente e che appassiona e lascia col fiato sospeso fino alla fine. Resta come dicevo un po' di rammarico per quanto mi riguarda perché avrei preferito sviluppi diversi che però non avrei neppure saputo ipotizzare, ma forse questa mia delusione sta più nelle considerazioni sull'intervento del sovrannaturale, una componente che non sempre mi convince e che qui alla fine prevale sulla matematica e sulla scienza. A meno che non si voglia poi alla fine credere che in fondo anche queste facciano parte come formule alchemiche di qualche cosa che sia legato a stregoneria e manifestazioni superiori. E forse è così, stando alla infinitezza dei numeri, pure se è vero che se volete sapere di scienza, lasciate stare i negromanti, e rivolgetevi a un vero scienziato. Pure qui del resto si ricorre a un matematico per sbrogliare la situazione e mica ci si improvvisa matematici, bisogna pure prendersela questa laurea alla fine.

Questa DeRecensione di El aviso è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/daniel-calparsoro/el-aviso/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

madcat
Opera: | Recensione: |
Ma pensa un pò, lo sto guardando in questo momento, ripasso
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Sembra curioso, ci penso
BËL (00)
BRÜ (00)

aleradio
Opera: | Recensione: |
ah ma è su netflix
lui mi piacque nella isla minima ma più ancora da regista per tardi para la ira, quindi lascio stare lo spettacolo delle 22.30 di hereditary e mi vedo questo, hereditary lo vedo domani allo spettacolo del pomeriggio, che sono solo a casa e se torno dopo mezzanotte mi mangiano imostri
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Lo ho appena finito di vedere (non vedevo un film “contemporaneo” da anni..) e non mi è dispiaciuto affatto. Grazie per la segnalazione.
BËL (00)
BRÜ (00)

aleradio
Opera: | Recensione: |
No, purtroppo dalla lotta coi coleotteri in poi (dispiace, la scena è venuta proprio male) è stata una discesa inesorabile
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: