Sto caricando...

Dodi Battaglia
Inno alla musica

()

Voto:

Nel giorno dei 70 anni di Dodi Battaglia, il più emozionante dei chitarristi italiani, mi gusto, per la prima volta, il nuovo "Inno alla musica". Dieci tracce che sono canzoni propriamente dette più tre strumentali, che mettono in risalto le qualità chitarristiche del Nostro, ormai conosciute da decenni, oltre alla bonus track conclusiva "Fire", cantata dalla nipote Alexandra Greene. Il disco arriva a 6 anni da "Dove è andata la musica", composto in parte con Tommy Emmanuel. Questo "Inno alla musica" è al contempo una prosecuzione del precedente e un compendio dell'arte dodiana. Non starò a fare il track by track, dico solo che lo stile delle canzoni è decisamente omogeneo, non solo all'interno del disco, ma anche facendo il confronto con "Dove è andata la musica". Le migliori per me sono "Il coraggio di vincere", che rimanda un po' a "Grazie", "Resistere", "Una storia al presente", dedicata al compianto Stefano D'Orazio, e appunto la title-track. I testi parlano tutti di vita, tra amore, difficoltà e "battaglia". Ad un primo ascolto mi hanno colpito di più "Un film da festival" e "Lisbona", oltre che "Festa", anche se questa la trovo un po' scontata. Dopo i 10 brani arrivano tre strumentali, di buonissima fattura: il primo è "One Sky", suonato con Al Di Meola, primo singolo uscito; "Sincerity", già contenuto in "Perle 2", dove la fa da padrone oltre alla chitarra il sax; e una riproposizione di "Primavera e New York", di 18 anni prima, dal disco "D'assolo".

Personalmente, ad un primo ma attento ascolto, che magari non rende in precisione ma sicuramente in istinto, il disco come valore e piacere si piazza un po' al di sotto del precedente "Dove è andata la musica", dove ho apprezzato pezzi come "Mediterranean girl", "Grazie", "Io non so amare a metà" e "Il treno della vita", oltre alla title-track. Qui si ha come la sensazione di partire bene con le tre iniziali, ovvero "Il coraggio di vincere", "Resistere" e "Un film da festival", poi scendere nella parte centrale, ad eccezione di "Una storia al presente", in canzoni senza infamia e senza lode, onestamente costruite e cantate ma lungi dall'essere capolavori; per poi rialzare la testa con gli strumentali finali.

Ho tanta stima di Dodi, sono fan da 23 anni, e gli ho pure mandato gli auguri con messaggio privato a mezzo Instagram (non ha risposto, ma a un messaggio privato a gennaio rispose!!!), ma per questo disco vi sono due soluzioni: o è appena uscito, e deve ancora carburare, oppure non è un disco strabiliante, come magari era stato annunciato dalle premesse, prima su tutte "One Sky" con Al Di Meola. Per ora lascio tre stelle di affetto. Buon compleanno, grande Dodi!

Commenti (Diciotto)

ElPibeDeOro
ElPibeDeOro
Opera:
Recensione:
Non sapevo avesse composto un disco assieme al grande Tommy Emmanuel. Quello lo recupero sicuramente.


ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Geniale...


ZiOn: "Dieci tracce che sono canzoni propriamente dette più tre strumentali, che mettono in risalto le qualità chitarristiche del Nostro". Abbiamo un nuovo Mimmo Parisi? Chiedo a @[Onirico].
Onirico: Rispetta i Veterani: Dodi e' stato in trincea con Steve Vai.
Il recensore non e' nuovo, e' quello che ha scritto la recensione su Povia.
Chissa' se riuscira' a rimanere in home page, stavolta.
I livelli di Mimmo sono vette irraggiungibili, non osare accostarlo al Sommo Maestro, o l'Altissimo ti punira'.
ZiOn: Per carità, domandavo umilmente...
Onirico: Ora prostrati e prega, o la folgore ti incenerira'.
ZiOn: Vogliamo anche menzionare la copertina di rara bruttezza? Sembra un ritratto di Jimi Hendrix con il catetere. Agghiacciante.
Onirico: E' stato il primo e unico nella storia ad aver suonato una chitarra incendiata.
Infatti i Pooh quando fanno un concerto si portano sempre sul palco un idrante dei pompieri.
Purtroppo l'ultima volta c'e' stato un incidente imprevisto e Dodi adesso e' in un urna.
ZiOn: Il nuovo album s'intitolerà "Canzoni dall'oltretomba".
Onirico: Io scherzo, in realta' non conosco i Pooh, dicono tutti che hanno fatto degli album prog niente male, e lui come chitarrista, ho avuto modo di ascoltare qualcosa molti anni fa, non e' malaccio.
ZiOn: Non lo so, non ho avuto modo di approfondire. Credo che per trovare qualcosa di decente nella loro discografia bisogna tornare indietro di almeno quarant'anni. A essere buoni, eh.
Kyrielison: Dei Pooh, generalmente, si dice quel che si dice del Duce.
"All'inizio, han fatto delle cose buone".
macmaranza: Kyrielison: posso noleggiarle la battuta? È stupenda!
Kyrielison: Faccia, faccia...
ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Dodi (Donato) Red (Bruno) Roby (Camillo Lorenzo Ferdinando) e Stefano che fieramente rimane...Stefano!

Che poi Dodi, saranno menate ma lo associo con il nome di un qualche uccello preistorico estinto - Il Dodi

Come chitarristi italiani, senza nulla togliere al premiato ed "Il più emozionante" Dodi, forse emozionano diversamente Ghigo Renzulli, Ricky Portera, Franco Cerri, Alberto Radius, Silvano Chimenti, Franco Mussida, Roberto Ciotti, Flavio Cucchi e perfino Richard Benson se proprio vogliamo parlare di smanettoni.


ZiOn: Il Richard Benson delle lezioni di chitarra è davvero micidiale.
Phil62: eh sì...oltre ai nomi storici direi anche di andare su Youtube ed ascoltare Matteo Mancuso , un ragazzo poco più che ventenne, di cui ad esempio due signori di nome Al DiMeola e Steve Vai hanno detto "Un fenomeno assoluto, una eccellenza di livello mondiale, il futuro della chitarra"
lector
lector
Opera:
Recensione:

Tutti i gusti sono gusti...


macaco: Beh, ho provato delle tanajuras e sono veramemte buone. Non si trovano a vendere ma bisogna aspettare qualche sciame.
lector: Lo dicevo io!
Farnaby: Comunque l'impiattamento fa schifo...
mrbluesky
mrbluesky
Opera:
Recensione:
Bravissimo ma sul fatto che sia il piu "emozionante" proprio no, comunque Dio ce lo conservi


Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Tutto davvero molto, molto bello...peccato manchi il trecbaitrec...peccato...
#trecbaitr ecuberalles


asterisco
asterisco
Opera:
Recensione:
Potrebbe fare un disco dal titolo "Gri", con un nativo Apache in copertina.


Farnaby: Ahahahahah
Farnaby: Oppure con lui vestito da nativo...
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Dodi e' un buon chitarrista e stop.
Il disco non lo comprero' comunque mai.


ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Questa recensione non ha ricevuto la giusta visibilità. Voto anche l'opera per alzare il DeRango.


ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Massì 5 stelle "politiche" a tutti che poi per quel che conta sul serio ci pensa la vita reale a dare le stellette giuste.


JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
Nel giorno dei 70 anni di Dodi Battaglia, il più emozionante dei chitarristi italiani

ho smesso qua


ZiorPlus: Però così facendo si è perso il trecbaitrec
JOHNDOE: fatti bastare l'ARTE DODIANA.
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Tu fai parte di quella gente cha istintivamente sopprimerei
Un messaggio privato di auguri?! Ma a chi?! Che neanche ti conosce?! Ma ricordati che questi sono dei normali imbecilli con un talento musicale ...
Mandi un mess privato al tuo dentista o idraulico preferito ?! Basta con questo patetico atteggiamento ...un po’ di dignità verso voi stessi, zio porko!

Poi, la mia bontà prende il sopravvento e mi rendo conto, purtroppo, di queste passioni che eccedono nel tragicomico.
Un conto sono le emozioni un conto è divinizzare dei musicisti, ma porca puttana, dai.

Lui invece, come i Pooh mi ha sempre fatto pena, non so che farci è una cosa a pelle... e dire che hanno comunque segnato una storia italiana nel loro genere...

Ultima cosa: la copertina con chitarra bruciata alla Jimi ventenne rasenta la denuncia per obbrobrio assoluto


asterisco: ahahahahahahahahaahhahaahahahahahah ahahaahhahaahahahahahahahahaahhaha

Questa in effetti è magnifica: "gli ho pure mandato gli auguri con messaggio privato a mezzo Instagram (non ha risposto, ma a un messaggio privato a gennaio rispose!!!)"
IlConte: Non si sa cosa dire...
dsalva: Io e Dodi ci sentiamo regolarmente.....se volete intercedo?
fabriziozizzi: La copertina è davvero orribile.
macmaranza: Copertina? Quale copertina?
snes
snes
Opera:
Recensione:
Leggo: " il più emozionante dei chitarristi italiani" e mi vergogno un po', perchè io manco so chi sia. Il nome mi dice qualche cosa, ma non riesco a processare le informazioni. Cerco così su youtube. E ci credo che mi diceva qualche cosa quel "dodi battaglia": è il chitarrista dei pooh.
mi pare una definizione un po' esagerata quel "il piu' emozionante dei chitarristi italiani" ma a dirla tutta parlo dei pooh da una vita come la gente oggi parla dei maneskin: al 99% per partito preso, e un 1% invece è lasciato al "sentito dire". io dei pooh conosco "chiffermerà la muuuu si ca?" e basta. qualche altro pezzo l'ho sentito ma non saprei indicizzarlo e mi han ftto così cagare al volo che non mi son mai messo ad approfondirli.
Cosi' magari sono io e questo con la chitarra ti porta a spasso in un turbinio colori e suoni che se non sei prevenuto sul serio ti ritrovi a fargli i complimenti.
Cosi', mosso dalla tua generosa definizione, scevro da pregiudizi sto provando a sentire il disco in questione. Per adesso sono a "Un Film Da Festival". E già ti odio.
Pero' ci ho provato, nessuno potrà mai dire il contrario.


IlConte: Ahahahahahahah
Grande nes
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Il commento de @[IlConte] poco sopra giustifica il mio 5 alla recensione (e pure al recensore, savansadir).
P.s io sono anni che mi sento regolarmente con il mitologico Christian.


macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Io nell'amatriciana ci metto la cipolla. Lo so che non ci andrebbe ma la metto lo stesso. Ecco. Uffa! Ps. Oh Signûr!


lector: La cipolla nell'amatriciana! OSSIGNUR!
Danilo Dara
Danilo Dara
Opera:
Recensione:
Chi parla e parla e sparla dovrebbe ascoltare prima due assoli.
Quello di Rotolando Respirando, e quello di Dammi solo un minuto.
E riuscire a dimenticarsi che ci sia un'insegna "Pooh", ascoltare semplicemente la chitarra.
Poi, eventualmente, confermare.


snes: Poi ci provo.
Farnaby: Perdonami Danilo, nessuno sta sindacando il Battaglia chitarrista ma disco e recensione...il primo credo che pochi lo abbiano ascoltato e non penso sia sta meraviglia (non a caso anche tu sospendi il giudizio) e la seconda se becca dei cinque stellette è perché la si vuol lasciare in Casapagina...
Farnaby: "Il primo credo che pochi lo abbiano ascoltato".... @[snes] tra questi pochi...
IlConte: Ahahahahahahah, Danilo ma si scherza dai...
Per quanto mi riguarda del chitarrista dei Pooh mi frega nulla anche se fosse meglio di Hendrix visto ciò che “provo” con il loro genere musicale...
Quindi no, non ascolterò le due canzoni
(Solo pensare al tastierista con le vene nel collo che “canta” mi viene da piangere)...
IlConte: E dire, mi ripeto, cha hanno scritto pure belle canzoni nel loro genere... ma loro tragicissimi proprio
Madooooooooooo
snes: Ehi! ne conosco 3!!! conosco anche chi fermerà la musica, pero' la conoscevo solo in questa versione (sapevo essere una storpitura, ma ignoravo di chi fosse l'originale).

tornando ai pooh, devo confessarti che io di tecnica ne capisco meno di quel che mi frega. quindi se mi dici che è tecnicamente io ti credo ciecamente. Pero' come dice il conte do piu' peso a quel che la musica mi da in maniera diretta, senza farmi troppi problemi sul come questa è stata creata. quindi se un pezzo mi suona bene, poco mi importa se per comporlo siano stati necessari anni e anni di studio sugli strumenti o se è un ragazzino alle prime armi. Uno dei dischi piu' belli che ho sentito in ambito doom negli ultimi anni lo aveva postato un tizio su youtube. Nelle note del video dichiarava qualcosa del tipo: "il primo demo che ho mai registrato in vita mia, quando lo ho registrato non ero neanhe capace di scrivere un assolo". In tutta sincerità, pure come sound producer credo non fosse proprio in gambissima all'epoca della registrazione, fatto sta che quel disco è così sporco e sbagliato che fa il giro. va beh, quello è un caso limite. Comunque, era per dire che per quanto saper suonare uno strumento di sicuro ti aiuti ad esprimerti al meglio delle tue possibilità, e riuscire così a confezionare il prodotto nella maniera piu' simile a quello che tu reputi perfetta, non è detto che poi questa forma di gradimento per tutti.

Tu hai fatto quel che volevi, ti piace e sai che è giusto fatto cosi', ma poi ci sono i gusti. e soprattutto il cattivo gusto. e se è vero che la musica la prendo per com'è senza farmici troppe menate, con le canzoni italiane il discorso è diverso. delle canzoni italiane la cosa che piu' mi interessa è il testo.

snes: e quando sento cose tipo "Bevo per chi è bravo a mangiarsi la vita vivo, per quelli che vanno in amore spesso, per te che mi cambi colore addosso, per me stesso, cambio pelle e stelle io" io provo una cosa molto di moda in questo periodo:il cringe. provo imbarazzo per il tentativo di dar valore poetico a concetti poveri quando non del tutto privi di senso. Masini, scriveva meglio di così. Masini scriveva tipoventi volte meglio di quanto non gli sia riconosciuto a irla tutta, ma comunque non è che fosse proprio 'sto cantautore degno di nota. e, ecco, di masini si dicono peste e corna.
Non voglio dire peste e corna dei pooh, l'avro' sicuramente fatto decine di volte in passato, che in un sito come questo è un po' come sparare sulla croce rossa, fai sempre centro e la gente applaude.ma non mi sembra sia il caso di ribadire cose che dico tra l'altro sulla base di pochissimi ascolti ma sul serio: se c'è qualcuno che parla di artisti sopravvalutati ,prima di Vasco, di Ligabue, dei Queen, dei Rem, dei RHCP, di sferaebbasta dei maneskin o dichi vuoi tu (pure i Nickelback valgono), prima di tutti loro mi vengono in mente i Pooh e subito dopo Mogol.

poi son felice per loro se piacciono alla gente. Ma, Dio, come si fa ad ascoltare certe cose...
E, non centrerà un cazzo: ma dodi battaglia sta facendo a gara con silvio a chi si mette piu' plastica sulla faccia.

Volevo lasciarti il disco doom suonato da quello che non sapeva suonare ma non lo trovo al momento. ma non gioire. lo cercherò, lo trovero', e lo ascolterai.
i pooh e dodi battaglia mi son sorbito, se lo trovo te tocca ascoltartelo.
snes: intento: la versione che conoscevo di chi fermerà la musica:
GemBoy - Musica
snes: non lo trovo, ma lo cerchero'. e se non lo trovero' tanto prima o poi mi passerà tra i consigliati, e allora tornero'.
Danilo Dara: Lo aspetto, né.
ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Se, mettiamo che, Laurence Olivier come attore avesse recitato in Week end col morto o in Mamma ho perso l'aereo difficilmente avrebbe avuto nomination all'oscar come miglior attore.

Puoi fare tutte le giravolte ed i facciamo finta che vuoi



Danilo Dara
Danilo Dara
Opera:
Recensione:
"in un sito come questo è un po' come sparare sulla croce rossa, fai sempre centro e la gente applaude"
hehehe
in realtá la mia provocazione tendeva a sondare se l'"odio" nei confronti di Battaglia (e, per effetto alone inverso, dei Pooh) fosse reale ed argomentato o fosse solo un gioco.
Ho letto con interesse i commenti.
La seconda.


snes: ma chiaramente è la seconda, secondo te chi odia ligabue o vasco se li ascolta? a te do per scontato facciano cagare la trap o la dance. ...le ascolti?sono generi che conosci bene?
E' normale.
Danilo Dara: Boh.
Sará che a sparare sulla croce rossa non mi diverto.
Quindi non sapevo.
Per cui ho verificato.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Inno alla musica è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link