Sto caricando...

Ennio Morricone & Bruno Nicolai
Metti, Una Sera A Cena

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Il vinile rincorre se stesso nel moto perfetto circolare e rinnova la magia,
ogni volta con un fruscio in più.
Ma poco importa, il tempo toglie qualità ma dona fascino.
E la puntina non mente. Mai.

La chiamano bossa nova, profuma di banano e mango e viene dalle lontane terre latine,
ma al Maestro è bastato farla mantecare con basilico e pomodoro per cancellarne il
retrogusto tropicale e i confini geografici annessi.

Così Antônio Carlos Jobim è un operaio metalmeccanico di Termini Imerese,
la bossa nova un genere nato nei night club a Milano
e Ipanema una ridente località sulla riviera romagnola.
Le palme diventano betulle all'ombra dei condomìni e
le maracas rieccheggiano negli androni.

Speranza e ottimismo permeano il nostro bel paese.
Il decennio che voleva cambiare il mondo è alla porta d'uscita.
Un ricordo lontano. Lontanissimo. Dimenticato.

A cosa serve una rivoluzione quando puoi scorrere le dita
su e giù, lungo le inappuntabili cuciture di una chaise longue?

I '70 promettono un futuro radioso, spediti di gran lena verso la "Milano da bere",
ma è ancora presto. Gli anni si dilatano quando le maglie del tempo sono così morbide.

Lo shaker attacca in sordina, Edda è il canto di una lontana sirena.
Percussioni e ottoni brillano alla luce di un inatteso sole caldo
e Gennaio sembra un nome di fantasia.

"Metti, una sera a cena" e il profumo di Palmolive e Linetti attraverso la porta socchiusa del bagno.

"Metti, una sera a cena" e il mangiadischi rosso sul tappeto in soggiorno, che vive di vita propria
e canta come un crooner d'altri tempi.

"Metti, una sera a cena" e la cesta della biancheria sporca stracolma, non basterà una vita.

Ma c'è tempo, c'è sempre tempo nelle istantanee scolorite dagli anni.
Si può persino fermarlo o farlo ripartire a proprio piacimento.
Come un disco che gira.
Di bossa nova, magari.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Commenti (VentiSette)

Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Quello più in alto a destra è spiccicato a n'amico mio. #SembraSergio


JonatanCoe: Sergio @[sergio60] ?!
sergio60: Magara, mo stavo a gira' li pollici sur divano 'nvece de penza' a che cazzarola devo fa' domani🙄
JonatanCoe: Ogni tanto vanno girati anche i pollici, mica se pò penzà sempre a lavorà!
tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Tutto d'un tratto mi son ritrovato vestito con dei vellutoni a coste larghe color marrone e Kickers blu ai piedi. Un bel vedere davvero. Grande colonna sonora e recensione gustosamente retrò. Vi saluto vado a prendere il mangiadischi.


JonatanCoe: Ricordo distintamente che avevi il mangiadischi bello bello!
tia: Penny, colore arancione. Un bijoux
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Pupo - Gelato Al Cioccolato



#allariscossa


sergio60: Maronn... 🙄
JonatanCoe: Tra mille proprio Pupo?!
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
Chapeau.


Martello: mettece er sale
123asterisco: A casa mia si dice sciocco.
Martello: da me sia sciapo che sciocco
hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
Non conosco né film né colonna sonora ma hai fatto uno scritto perfetto. Bravo ragazzo


JonatanCoe: Grazie Hell.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Bellissima pagina!
Canzone stupenda.


JonatanCoe: Grazie Almo. Si, si, questo pezzo mi suscita sensazioni forti ad ogni ascolto.
Arwoor
Arwoor
Opera:
Recensione:
...Florinda... e si...Florinda...


JonatanCoe: Eheh....
iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
Mai sentito, si tratta di cose moderne o di modernariato?


JonatanCoe: Non ci credo che non l'hai mai sentito.
iside: Quindi è modernariato.
JonatanCoe: Beh, direi di si.
MrDaveBoy73
MrDaveBoy73
Opera:
Recensione:
come fa a girare il mondo senza Ennio (e David)??


JonatanCoe: Patrimonio nazionale. Grazie carissimo.
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Doppio 5. Bellissima recensione


MrDaveBoy73: concordo.
JonatanCoe: @[Ditta] Lusingato!
lector
lector
Opera:
Recensione:
Gran colonna sonora per un film - secondo me - invecchiato malissimo (ma l'abito da sera della Bolkan....).


JonatanCoe: ....forza, dillo!
lector: Libidine!
JonatanCoe: Ecco!
JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
Uno di quei casi in cui la colonna sonora è di molto superiore rispeto al film.
La rece, a parte il passaggio in cui dici basilico e pomodoro, non mi dice granchè

@[123asterisco] (che c'avrà da scappellasse sto ruffiano boh)


123asterisco: Voi, Giovanni/Ribaldo, non sapete riconoscere una scrittura raffinata nemmeno se ve la si scodella sulla capoccia, per così dire.
JonatanCoe: Vero, la colonna sonora è troppa roba per una pellicola senza infamia e senza lode. All'epoca guardai il film sull'onda emotiva suscitata dalle musiche, carico di aspettative che rimasero disattese.
JOHNDOE: ti sbatti tanto a fare il raffinato che quasi mi viene voglia di sfidarti a singolar tenzone per farti vedere chi è più aulico
ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Il film l'ho trovato di "un borghese" si dice ancora(?) tremendo e poi Tony Musante questione proprio di pelle chissà perchè mi stà sulle balotas.
Colonna sonora soprattutto se rapportata ai tempi da chapeau.
Recensione che mi è piaciuta quindi anche io mi scappello ruffianandomi.-
A chi non fosse piaciuta può sempre dilettarsi con altro tipo questo...forse gli è più consono.-


JonatanCoe: Anche io l'ho trovato abbastanza borghese, ma il film mi interessa relativamente.
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Film dimenticabile... colonna sonora (da me) dimenticata.
Pagina, invece, sublime...


JonatanCoe: Bastano poche note per riaccendere il ricordo. La storia della musica italiana e quella personale di Morricone no può prescindere da questa composizione. Grazie Far.
Farnaby: Rimembrerò...
Conteverde
Conteverde
Opera:
Recensione:
Cos'è la malinconia, quando la percepisci appena, ma ne' la senti né la vedi. Un po' come quando 5 minuti fa, quando di qui è passata Florinda, bellissima , ma di cui hai solo sentito il suo profumo e percepito il suo mistero.
Ecco.


JonatanCoe: Wow, così adombri il mio scritto!
ps. le cose vanno dette per intero, altrimenti non ha senso: chi è Florinda??
JonatanCoe: Uriah Heep - Come away Melinda
Non è per caso Melinda?!
Conteverde: Mai mi permetterei.
E poi Dieu crea la Femme, dove sta scritto che doveva chiamarsi necessariamente Belinda o Melinda.🎩
JonatanCoe: Vada per Linda, che mette d'accordo tutti!
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
...Enjambement? Un tuo vizio stilistico?


JonatanCoe: Chiamalo pure licenza poetica di un non-poeta, senza licenza e portafoglio.
Eneathedevil: Uhm, questo va un po' a scapito dell'estetica della pagina. Quel "propria" lì, poi, sembra una riga orfana. E va bene, passi per questa volta...
JonatanCoe: La bellezza è nelle cose non dette, eluse. Naturalmente non mi riferisco all'accozzaglia di parole mal orchestrata qui su!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Yes!!!


JonatanCoe: Wekeend! Thx my climber!
Confaloni
Confaloni
Opera:
Recensione:
Bella recensione e la colonna sonora, considerato lo zampino di Morricone, è grande. E direi che con il tempo la si apprezza di più (come il vino), diversamente dal film che ebbe un grande successo all'epoca (1969), quando in Italia non era ancora stata promulgata la legge Fortuna Baslini che consentiva di chiedere eventualmente il divorzio da unioni matrimoniali in crisi (dopo alcuni anni di separazione fra coniugi). Quanta acqua è passata sotto i ponti...


Confaloni: Da aggiungere un particolare significativo : la colonna sonora in sottofondo e la foto di Florinda Bolkan poco vestita era garanzia, allora come oggi, di eccitazione da tempesta ormonale (oggi però gli adolescenti si turbano per altro in diretta streaming..).
JonatanCoe: Vero, contestualizzando la pellicola nelle dinamiche e peculiarità del periodo, le vicende assumono una luce diversa.
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Gran bella, complimenti Jonatan


JonatanCoe: Grazie.
diverso
diverso
Opera:
Recensione:
Bellissima poesia


JonatanCoe: Grazie.
diverso: Prego
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Io non ho capito nulla ma deve essere tutto alqvanto interessante. Consueta impaginazione inquietante e, se non erro, lassù una Florinda Bolkan saffica più intrigante e tiracazzi che mai... tutto il resto è noia, savansadir


JonatanCoe: Questa pagina è tutta una messinscèna, volevo renderti omaggio con la Bolkan!
JonatanCoe: Grazie Nobile!
Battlegods
Battlegods
Opera:
Recensione:
A cosa serve una rivoluzione quando puoi scorrere le dita
su e giù, lungo le inappuntabili cuciture di una chaise longue?


JonatanCoe: Non serve, vero?!
Battlegods: Serve solo un clipper.
JonatanCoe: ...e una bustina piena di verde!
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
uno dei tanti "minori" di Morricone , il crescendo "bossa" del la Frazione strumentale di "Metti Una Sera A Cena" è da brivido. Le voci del coro sono orchestrate da Edda Dell'Orso


JOHNDOE: che sia "minore" è una tua considerazione o lo dicono i critici musicali?
Non so quanto sia minore, ma so che Ennio con questo pezzo ci chiudeva i suoi concerti...
ALFAMA: Ecco non sapevo che chiude i concerti, lo merita. Comunque in linea di massima M. ha una produzione minore fatta di pezzi per colonne sonore di film di serie inferiore,curiosità, esperimenti. Minore non per qualità ma per minore visibilità confronto ai monumentali classici che oscurano tutto, solo per questo minori perchè la qualità è fuori discussione. Come esempio ascoltare la raccolta realizzata da M. Patton (non miricordo il titolo) che mette in luce il Morricone sconosciuto con oscuri pezzi di grandissima qualità. Insomma non esiste solo il classico fischio
JonatanCoe: So solo che ogni volta che ascolto questo pezzo mi sale un brivido su per la schiena. Non credo, però, venga considerato dalla critica un pezzo minore poichè è onnipresente in ogni supporto sonoro a nome Morricone.
Grazie mille Alfa.
Confaloni: E anche se fosse un brano minore, avercene...
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
In un brano di Morricone qualcosa di buono c'è sempre, comunque questo lo metterei tra quelli riusciti così e così. Per i miei gusti ha fatto cose di gran lunga migliori.
Il film lo vidi ma non ricordo proprio niente...
Il tuo scritto mi è piaciuto


JonatanCoe: Ho delle forti sensazioni ad ogni ascolto, è una di quelle soundtrack che mi fanno letteralmente vibrare. Inutile dirlo, le tracce le associo relativamente al film: troppa roba per così poco. Grazie Rod!
musicalrust
musicalrust
Opera:
Recensione:
Aaaaaaaaaaaaaaa che belle le recensioni che trasmetto no odori e sensazioni , e nel tuo caso , riferendomi alla prima parte, anche " sapori ". L'opera mi è ignota , anche perchè le colonne sonore ( tranne pochi casi ) non sono il mio forte. Però la signorina messa così in copertina..... merita diversi trattamenti!!!! )


JonatanCoe: Metto una buona parola con la signorina (fu!), @[IlConte] permettendo! Grazie Muz!
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Dico qualcosa anche io......
Florida grande topa
Colonna sonora all'altezza del Maestro
Film così così senza essere sgarbato
Rece molto bella, mi chiedo poi da dove hai trovato il tempo, impegnato come eri con il RI-paradox!!!
Doppio 5


JonatanCoe: Ahahah, lo trovo negli intermezzi della giornata, quando vado in bagno, quando mangio e quando sono in pulmann per raggiungere il posto di lavoro. La passione ha sempre la meglio su tutto! Grazie amico mio😊

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Metti, Una Sera A Cena è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link