Erasto Vasconcelos
Jornal da Palmeira

()

Voto:

Oggi voglio raccontarvi la storia di un fratello minore. Io sono primogenito e ho due sorelle, non so come ci si trova con un fratello maggiore, ma da quello che ho osservato posso grossolanamente dedurre che esistono due casi limite, quando esiste la volontá di aiutare e dare incentivi e quando si segrega il piú debole ad uno stato di inferioritá psicologica.

Nella loro infanzia, un padre musicista e direttore di un orchestrina a trasmettere la passione per la musica, e poi le prime percussioni costruite con camere d´aria e barattoli di latte Ninho della Nestlé, buoni anche per assemblare i primi berimbau.

Poi si cresce e bisogna prendere un cammino nella vita, e cosí Naná dice un giorno ad Erasto, se vuoi seguire il tuo fratellone, studia! E cosí Erasto ci da dentro, ed inizia a muoversi e a metá anni sessanta inizia una fase che lo porterá per Salvador, Rio de Janeiro e infine New York.

In Pernambuco suona com quasi tutti i piú importanti musicisti, a Rio con il Club da Esquina (vedi Milton Nascimento) e João do Valle, a New York ha la fortuna di accompagnare Stan Getz ad un paio di concerti, fare qualche sessione con Ornette Coleman, suona in Eye on You di Ronald Shannon Jackson (da notare la pertecipazione di un giovane Vernon Reid), com Jon Hassell, in Stone Alliance di Marcio Montarroyos a fianco di Don Alias. Poi nell´1981 sembra che tutto si fermi.

Dopo i tre anni passati negli States, Erasto há un collasso emotivo che lo porterá in depressione e riporterá in terra natale, ad Olinda precisamente, costringendolo a starsene senza parola proferir per un paio d´anni.

A cosa tutto ció si debba attribuire, non si sá com certezza; saudades della vita tropicale? I coglioni pieni delle universitá yankee e dall´intellettualismo musicale negro?

Sta di fatto che dopo questo periodo oscuro, Erasto inizierá di nuovo a muoversi stringendo una grande amicizia e collaborazione con Fabio Strummer della Banda Eddie, dove sembra trovare una dimensione nuova per la propria vita. Erasto non fú un accademico, né un virtuoso come il fratello, era uno a cui piaceva la periferia, amava ridere e scherzare e la vita “bohemia”, anche senza cerveja (chiuso con l´alcool), meglio um baseado e soprattutto amava le donne dimostrandosi in ogni occasione un impassibile corteggiatore.

Tutto questo di Erasto lo si sente nelle sue canzoni. Si, canzoni, niente freejazz o worldmusic, ma musica genuinamente brasileira pernambucana di grande personalitá, musica di bairro, di provincia, canzoni da cantare e da ballare.

Certo, come é naturale, i due fratelli sempre trovarono inutile il paragone fra loro, ma i due cammini ebbero vari momenti d´incontro e di divergenze stilistiche. Naná il maestro, serio e composto, Erasto il canzoniere, frivolo e casinista. Entrambi negli ultimi anni a lavorare com la musica nella loro cittá d´origine, Naná com sua passione per Hector Villa-Lobos e Erasto per i giovani musicisti della cittá, che contribuirono per la realizzazione di questo disco, meritatamente, contraccambiando l´importante influenza di Erasto nella scena musicale locale, che prenderá il nome di Olinda Style.

Anche se pubblicato nel 2005, il giornale della palma é ancora freschissimo e chissá che faccia muovere lo scheletro a qualcuno di voialtri, mentre ne sfoglierete le canzoni in qualche spiaggia mediterranea.

Questa DeRecensione di Jornal da Palmeira è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/erasto-vasconcelos/jornal-da-palmeira/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

IlConte
Opera: | Recensione: |
Grazie per il nobile racconto. Collasso emotivo, depressione, solitudine e poi sentimenti nobili, amicizia, un fare bohémien quindi comunque ironico, figaiolo... mi piace Erasto.

Leggo che è morto un paio di anni fa...
rip Nobile.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Grazie Conte, un personaggio cosí vicino a me e cosí vero che ho voluto raccontarne qualcosa.
lector
Opera: | Recensione: |
Bella famiglia....
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Questa va a fianco della tua bella pagina su Naná.
lector: Obrigado.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
bella pagina, quindi mi sono permesso di completarla con la musica.Bello leggere ed ascoltare.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Ed hai fatto bene!
musicanidi
Opera: | Recensione: |
La musica brasiliana mi piace ma non riesco ad ascoltarla. Dovrei forse trasferirmi in Brasile...
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Ho un terreno da vendere, se ti interessa sarai il benvenuto.
musicanidi: In che zona sei? Ho un caro amico a Salvador de Bahia...
musicanidi: Mi sa che al consiglio familiare l'acquisto del tuo terreno ne lo bocciano in toto...forse forse recupero mio figlio con la scusa del calcio!
macaco: Olinda Pernambuco. In che senso recuperi tuo figlio, ti é scappato in Brasile?
musicanidi: Nooo, ha 11 anni...recupero come voto, intendevo. Ma, con moglie e figlia contro, saremmo due pari. Un pareggio che vale come una sconfitta!
macaco: Lascia stare, con le femmine perdi sempre ;)
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Bella all'infinito.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Esagerato all´infinito.
Johnny b.: Complimenti meritati.
Lao Tze
Opera: | Recensione: |
da noi sarebbe ancora necessaria una divulgazione massiccia di Naná, figuriamoci Erasto.
Lo stesso Don Alias (che a suo nome ha appena un paio di collaborazioni, mentre i dischi in cui è accreditato sono centinaia - a proposito, che nomi che hai citato) è ancora lontano da quel fatidico riconoscimento "ufficiale" degno del lavoro fatto.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Per fortuna esiste Debaser, che ci permette dar luce a queste cose (e dove altrimenti). Don Alias l´ho citato proprio a causa della fama che dovrebbe riscuotere, ritenendo che buona parte degli utenti conoscano i Weather Report.
Lao Tze: ed è forse l'uomo meno ricordato fra quelli che hanno preso parte alle sessions di Bitches Brew.
Non che altri musicisti latini del giro Weather Report godano di chissà quale fama, personaggi come Manolo Badrena o Alex Acuña sono familiari solo ai cultori.
Forse solo un Airto Moreira ha raggiunto quel "certo" livello di popolarità mondiale, complici le collaborazioni con artisti mainstream (Santana, Paul Simon...) - e complice il video del concerto di Miles Davis a Wight, dove suonava strumenti che la platea rock vedeva per la prima volta.
macaco: Infatti nemmeno i li conosco e non sono neppure un amante di Bitches Brew.
Lao Tze: siamo in due, quindi, a non amarlo.
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
non bisogna MAI far passare un disco alla macaco inascoltato
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Adirittura!
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
pare difficile da stanare
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: