Sto caricando...

Gianni Morandi
Primo Piano: Gianni Morandi

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


A volte mi faccio mandare dalla mamma a prendere il latte (o dalla “pivella”, che tanto è uguale, c’è sempre e comunque una donna che comanda in casa). Appena metto piede nel supermarket (si sa, la bottega del paese “è troppo cara”), il cervello diventa luogo di battaglia tra due irrefrenabili desideri, tra loro antitetici.

Da un lato, la voglia di prendere al più presto tutti i prodotti presenti nella (chilometrica) lista della spesa e fiondarmi verso la cassa, per andare via da quel luogo malefico pieno di corridoi mal segnalati, vecchietti perennemente indecisi tra Ketchup e Catsup, bambini piagnucolanti per l’ovetto kinder non acquistato.

Dall’altro lato, la possibilità di frugare per ore e ore nei leggendari cesti della musica, inesauribili miniere di cd sottocosto e autentiche perle trash.

Anche se gli “studio album” delle grandi band internazionali (U2, Bob Marley e Santana i più quotati) o del pop (Madonna regina incontrastata, più artista “rivelazione del momento” a scelta tra Rihanna, Lady Gaga, Katy Perry e… Kylie Minogue) fanno capolino qua e la, a farla da padrona è naturalmente la raccolta di successi, e anche qui si aprono praterie: tra le tante, è possibile trovare la 20th century masters millennium collection o qualcosa di simile, con la copertina grigia e la foto del gruppo in b/n, ma riguarda perlopiù artisti inglesi o statunitensi, soprattutto di stampo rock, oppure la raccolta di balli latinoamericani, con le loro copertine dai colori vivaci, una ballerina brazileira seminuda o un ballerino pelato interamente vestito di bianco. Ma soprattutto ci sono le raccolte dei cantanti di musica leggera italiana, che furoreggiano in maniera palese.  Caratterizzate da un packaging pressoché approssimativo, con poche e scarne note, un suono anonimo e poco curato, queste compilation sono prodotte per nostalgici senza alcuna pretesa estetica e uditiva oppure per turisti, soprattutto del Nord (leggi: tedeschi) o dell’Est Europa, in ogni caso ammaliati dal bel canto italico.

“Primo Piano: Gianni Morandi” del 1998 è uno splendido esempio di raccolta data alle stampe senza alcun criterio logico: è talmente approssimativa e priva di senso da risultare ammaliante nella sua bruttezza. La pretesa di concentrare una carriera pluridecennale in sole dieci tracce, senza alcun legame apparente, dimostra uno sprezzo per lo zelo senza uguali. La copertina, fedelmente riprodotta nel retro con la sola aggiunta dei diritti, esplica in maniera evidente la cura maniacale per la grafica. Le tracce cercano di riassumere per sommi tratti l’intensa carriera dell’artista bolognese: dalla giovanile e arcinota “Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte” alle parole di fuoco di brani impegnati come “Un mondo d’amore”, “C’era un ragazzo…” e “Vado a lavorare”. E non poteva certo mancare la geniale “Sei forte papà”.

Ma è l’incredibile pasticcio della track-list a conferire, da parte del sottoscritto, i pieni voti a questa meraviglia: non solo si possono osservare discrepanze nell’ordine delle canzoni tra il retro della custodia e il supporto musicale (roba da nulla, solamente una trascurabile inversione tra “Fatti mandare dalla mamma” e “La Fisarmonica”, tanto per non confondere l’ignaro ascoltatore estero), ma si può constatare l’inusuale ribellione dei titoli nel frontespizio, che seguono lo stesso ordine di quelli del retro fino alla sesta traccia, salvo poi disporsi autonomamente e in maniera del tutto casuale.

Insomma, siamo davanti ad un meraviglioso mix di indolenza, anonimato e bruttezza, un capolavoro concentrato in pochi grammi di peso e pochi centesimi di prezzo.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiSette)

hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Ah-ah, divertente :)


Danny The Kid
Danny The Kid
Opera:
Recensione:
Ma se il disco è di Morandi, come mai in copertina c'è una vecchia foto di Pierferdy Casini?


federock: minkia è lui!
Venusiano Sarcastico
Opera:
Recensione:
Meriti 5 anche solo per la citazione ketchup o catsup del signor burns.


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
March Horses
March Horses
Opera:
Recensione:
RIBALDO
RIBALDO
Opera:
Recensione:
fuck yeah! talmente brutto che è ad un passo dal sublime, come dicono quelli della Morelli's Movie Guide | Le recensioni più schiette del web - Since 2003


dosankos
dosankos Divèrs
Opera:
Recensione:
Da 50 anni ha il rigurgito di quello che si mangio`. Ecco perche` ha sempre avuto una voce di merda


hjhhjij: Aspettavo con ansia questa battuta.
dosankos: Poi mi chiedo, per quale motivo questi caratteri color porpora quando scrivo con il cellulare...
Lao Tze
Lao Tze
Opera:
Recensione:
oh ma fidati, si trova di peggio, io ne ho certi da far rabbrividire, portati a casa da mio zio direttamente dal cesto del Mercatone Uno - uno sui New Trolls con versioni studio/live liberamente abbinate, ove senza ritegno mi si accosta "C'è troppa guerra" a schifezze ottantiane tipo "Faccia di cane" e altre del periodo; uno doppio con l'accoppiata micidiale Camaleonti/Collage e, udite udite, ADDIRITTURA il Banco con un'elemosina di DUE pezzi originali da "Come in'ultima cena" in mezzo a sconcertanti re-incisioni mezzo elettroniche di "R.I.P." e "Il giardino del mago". Di Morandi ne ho visto da poco all'Ipercoop uno con tutto il repertorio "moderno", a partire dalla fase-"Bella signora" in avanti.


Cunnuemammadua: La raccolta del Banco è questa ? preso anni fa a 2,99
Lao Tze: bravissimo, proprio quella.
Blue Devils
Blue Devils
Opera:
Recensione:
Potevano utilizzare come immagine di copertina una bella foto di un Morandi intento nei suoi celebri, lauti e marroni banchetti...


federock
federock
Opera:
Recensione:
no ma geniale è soprattutto spendere dei soldi per sta roba...


EverardBereguad
EverardBereguad
Opera:
Recensione:
Gran fotografo l'autore della foto, è riuscito a mettere in risalto proprio tutti i difetti del viso. In quei cestoni mi sono fatto tutta la discografia di Fausto Papetti e alcune grandi chicche di Mario Merola.


SilasLang
SilasLang
Opera:
Recensione:
Il GG Allin delle casalinghe


hjhhjij: Questa è raffinata.
extro91: AHAHA Vero! Complimenti!
RIBALDO
RIBALDO
Opera:
Recensione:
Naturalmente nei famigerati CESTONI è possibile anche reperire filmacci orrendi girati col culo! ma vale sempre la pena frugare. Io una volta, rovistando tra bimbo mix e mario merola ho trovato ANIDRIDE SOLFOROSA, mica cazzi!


Cunnuemammadua: il disco italiano più "credibile" che ho trovato è stato "com'è profondo il mare" a 3,99. Ogni tanto in offerta trovo anche qualche cd de "70: la discoteca ideale degli Anni Settanta in 25 album originali"
Hetzer
Hetzer
Opera:
Recensione:
Molto divertente.. Però come artista avrei messo "Anonimi Editori Di Compilation Da Autogrill"..


Danny The Kid
Danny The Kid
Opera:
Recensione:
gente però qui tra pasti marroni ed altre amenità assortite si è penso di vista il FINE ULTIMO di questa recensione, porca di quella mignotta APRITELO IN MASSA STO LINK!!!!!


SilasLang: NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! Attacco di diarrea istantaneo!! Mi hai fregato, strunz :D
Danny The Kid: "ed ecco infine un'altra versione di light years con la scritta doraaataaa.... seriamente non so davvero se ridere o piangere!
SilasLang: Rido di lui...ma allo stesso tempo piango per lui
hellraiser: Mi son fermato al 2001, ho risparmiato alle mie orecchie ed alla mia vista 12 anni di minogh..(da notare i fiori sul tavolo nel bel vasetto con sotto il centrino)...
Danny The Kid: quindi hai anche tu tutta la sua discografia originale ma solo fino al 2001?
Danny The Kid
Danny The Kid
Opera:
Recensione:
quello su Dannii è ancora più inquietante se possibile


SilasLang: il mi piace è ironico..
Hetzer: Ma perchè la chiama Daniela??
Danny The Kid: la Daniela Intenational per la preceisione!
Robutti
Robutti
Opera:
Recensione:
MA è vero che mangia la merda?


Cunnuemammadua
Cunnuemammadua
Opera:
Recensione:
Ringrazio tutti per essere intervenuti! La citazione del signor Burns era quantomeno doverosa, mentre il link al canale di Minogue83 è un colpo di genio di qualche Editor ;)


hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Mi dispiace, non ho proprio il coraggio di aprire quei link.


Danny The Kid: fai un respiro profondo, conta fino a 10 e poi buttati a capofitto!
hjhhjij: Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa aaaaaaaaaaanfff... Splash. Ok lo apro.
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
35 secondi direi che son bastati. Allora: 1) vorrei ufficialmente mandare a fare in culo l'utente Danny the Kid per avermi convinto ad aprire il link e il mio cervello per avergli dare retta. Possiate morire dopo atroci sofferenze.

2) è d'uopo rintracciare l'autore di quel video e porre fine al suo estremo dolore psico-fisico il più presto possibile.

3) DIO CANEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.


hjhhjij: "avergli dare" Ciò non vuol dire un cazzo ecco che succede a guardare 35 secondi di questo video.
Danny The Kid: suvvia dai, non è neanche poi così terribile, pensa se tentava di imitare le movenze di caili nel video di "Slow"...
Danny The Kid: e poi non sei neanche arrivato alla parte della scritta doraaataaa :-P
hjhhjij: Dimmi a che minuto sta che salto direttamente a quella, altrimenti muoio prima.
Danny The Kid: proprio alla fine del video.
dosankos: Io non l'ho aperto ma appena ho puntato il maus ho captato sentore di cloaca espandersi lentamente dalle cornici del mio schermo, accompagnate da una minuscola e riluttante nube, di tinta color verde palude.
hjhhjij: Infatti è così che funziona dos. Danny l'ho visto. Ormai è chiaro che l'umanità merita l'estinzione, domani esco e la stermino chi vuol venire con me ? Se qualcuno non ha ancora finito di pagare la macchina me lo dica che gli do una proroga.
Danny The Kid: dai pure tu non fare il timidone, aaaaaapriiiii aaaaaaaaaaapriiiiiiii...
dosankos: Ok e a questo punto proporrei il Toto Scommesse: trattasi o no del DeUtente Minogottantatre?
Danny The Kid: è lui al 100%, l'ha confermato egli stesso in una sua epice rece su gagnam syle.
Cunnuemammadua: Quoto Danny, e aggiungo: chi mai in Italia potrebbe possedere tutti gli album originali di Dannii Minogue (generosamente mostrati in quel video), se non il nostro Minogue83?
Danny The Kid: non solo gli album ma anche le compilescion, i DVD, il CD singolo di "Everlasting Night" e l'edizione spagnola di qualcosa vattelapesca...
dosankos: Qualcuno conosce il suo domicilio attuale?
Danny The Kid: a giudicare da quel TV nel nick di youtube dovrebbe essere dalle parti di Treviso, ma sappi che se nutri istinti omicidi sono disposto a proteggere il nostro Mignot883 anche a costo della mia stessa vita!
dosankos: Ok, in tal caso contatterò Collapissing.
TheJargonKing
TheJargonKing
Opera:
Recensione:
che burlone matacchione


Cunnuemammadua: Se può consolarti, in questi cesti non ho mai trovato nessun album prog (tranne una raccolta del Banco datata 1993)
Hetzer: Una volta ho trovato "Knots".. Ah, e "Ricochet"...
Cunnuemammadua: Impossibile, sul serio, impossibile.
Hetzer: No no, è successo davvero.. Ero al "Risparmione"..
Aphrodia
Aphrodia
Opera:
Recensione:
Occhio che il soggetto è chiaramente in cerca delle attenzioni del maschio medio grebalo e furescta che di solito bazzica su questo sito e voi gli state dando corda


madcat
madcat
Opera:
Recensione:
"Abbiamo come ospite Gianni Morandi con una monografia per i suoi 40 anni, Gianni cantaci una canzone per questi 40 anni" "Maa se il mio cuore speeeeera non sarààà solo una chimeeraaaaa" "grazie! che bello, ora ti puoi accomodare di là e andartene direttamente affanculo! e non se ne può più, dopo 40 anni ancora la chimera"


aries
aries
Opera:
Recensione:
Un cult. Da riversare su cassetta e ascoltare nell'autoradio della vecchia Arna del nonno.


Cunnuemammadua: Lo possiedi anche tu?? Ora sono più sereno :)
Flo
Flo Divèrs
Opera:
Recensione:
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:

Ecco pensando a GM mi viene in mente Belinda parte del testo ehm, psichedelico del '70. Belin:
... è innamorata
parla da sola con l'insalata
non guarda il piatto ma la finestra
scende una lacrima nella minestra...


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Primo Piano: Gianni Morandi è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link