Sto caricando...

Gianni Rodari
C'era due volte il barone Lamberto

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

C'era una volta il barone Lamberto ovvero I misteri dell'isola di San Giulio è un'altra di quelle opere in cui Gianni Rodari rivisita, tuba e corteggia col genere fiabesco.

L'idea iniziale nasce da un'osservazione di carattere geografico. Dovete sapere infatti che emissario del lago d'Orta è un fiume di carattere eccezionale: la Nigoglia. La Nigoglia capriccioso alle leggi della fisica fuoriesce dalla riva settentrionale del lago e scorre risalendo le alpi; gli abitanti di Omegna han dedicato un motto al fiume capriccioso che dice più o meno:

La Nigoja la va in su

e la legg la forma nu

La Nigoglia sta alle leggi dei fiumi, come questa storia sta alle leggi della fiaba.

Dove mai si è letta una fiaba nella quale il protagonista, Lamberto, è un ricchissimo barone di novantaquattro anni, angosciato da ventiquattro malattie con più rughe in fronte che anni sulle spalle?

Lasciamo per un attimo da parte l'ambientazione. Tenetela da parte, forse ci serve altro per capire...

Ora provate a pensare al racconto come a un gioco. Quanti racconti sono stati scritti per rispondere alla domanda , 'cosa accadrebbe se in un posto avvenisse qualcosa di improbabile..."?

Cosa accadrebbe se tutti diventassero ciechi, Cecità, cosa accadrebbe se al risveglio il tuo corpo fosse diventato quello di un immenso scarafaggio, la Metamorfosi

E ora cosa accadrebbe se fosse vero, come dicono i saggi arabi, che l'uomo il cui nome viene pronunciato rimanesse in vita?

Il protagonista della nostra storia, che è ricco da non credere (possiede ventiquattro banche in tutto il mondo), decide di credere a questa diceria e vedere come va. Così assume sei persone, li tratta da pasciå, affinché ripetano a turno il suo nome. Ventiquattro ore su ventiquattro.

Lamberto, Lamberto, Lamberto...

Inizialmente scettico, il barone inizia a ringiovanire, e poi?

Cosa accadrà al barone, al Benjamin Burton nostrano? Come reagiranno i sei impiegati in un lavoro senza senso? E il nipote, unico erede, che attende la morte dello zio decrepito per ripianare i suoi debiti, cosa deciderà di fare?

Quello che potrebbe sembrare uno sghiribizzo personale di un eccentrico riccone, avrà importanti conseguenze... per tutti.

Insomma, il libro è quasi tutto qui (C'era due volte?): un fiume che risale la montagna, un vecchio che ringiovanisce…

...decidete voi dove andranno a finire, non ci saranno né foce, né sorgente, in questo racconto; leggendo il libro, invece, risalirete la corrente, vedrete le rive, le sponde e i meandri, l'acqua farsi fiume, torrente e cascata.

Commenti (Undici)

llawyer
llawyer
Opera:
Recensione:
Gianni Rodari. Grazie. Ciao!


waitingernest: È un piacere!
lector
lector
Opera:
Recensione:
Sempre bello che si parli di Rodari!


waitingernest: È un piacere!
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Mi associo agli altri commenti perché Rodari piace anche a me.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Uno dei miei libri dell'infanzia. L'ho amato profondissimamente. A distanza di un'enormità di tempo ne ricordo ancora tantissimi passaggi.


TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Un é te lo sei dimenticato...


waitingernest: Uh 😔
TataOgg: No, dai.. non fare così.
Puoi correggerlo. 💚
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Libro fantastico, pieno di invenzioni e di ironia. Un capolavoro. Personaggi bellissimi (Anselmo, Delfina, Duilio/Caronte, ecc.). Rodari un narratore geniale. Un esempio. Quando i 24 direttori di banca vengono portati ad alloggiare: "L'autista li porta a Miasino, dov'è stata affittata per loro una villa del Seicento, con affreschi del Settecento, quadri dell'Ottocento ed elettrodomestici del Novecento". Mi fa sbudellare dal ridere!


waitingernest: Sì, bellissimo 😍
waitingernest
waitingernest
Opera:
Recensione:
waitingernest
waitingernest
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Correzioni». Vedi la vecchia versione C'era due volte il barone Lamberto - Gianni Rodari - recensione Versione 2


tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Leggere Rodari è come fare un tuffo nelle nuvole della fantasia! Ai pupattoli di casa, in inverno prima d'addomrntarsi viene letta sempre una (o più) filastrocche tratte dai libri di Rodari! Alice cascherina la più riletta!


Danilo Dara: Alice cascherina l'avró raccontata millanta volte
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
Evviva Rodari!!!


Ziby
Ziby
Opera:
Recensione:
Purtroppo non mi venne in mente di recitarne il nome per tempo, e se n'è andato troppo presto. Rodari, Rodari, Rodari, Rodari, Rodari... Un genio assoluto.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di C'era due volte il barone Lamberto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link